Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sorvegliare casa via Internet

di

Recentemente, hai ricevuto “visite” da parte di un ladro che è entrato in casa tua ed è riuscito ad agire indisturbato, perché non avevi alcun sistema di allarme attivo. Ora, dunque, vorresti correre ai ripari trovando un modo per sorvegliare casa. Allora, se non vuoi spendere troppi soldi in costosi sistemi di sicurezza, potresti cominciare a sorvegliare casa via Internet utilizzando alcune soluzioni low-cost disponibili sul mercato.

Ci sono vari sistemi per sorvegliare casa a distanza. In questa guida ci concentreremo sostanzialmente su due alternative: la prima consiste nell’installare un vero e proprio impianto di videosorveglianza, con delle videocamere in grado di trasmettere le proprie riprese via Internet; la seconda, decisamente meno affidabile e comoda della prima, consiste nell’utilizzare programmi e servizi online gratuiti che permettono di sorvegliare casa accedendo alla webcam del proprio computer o dei propri dispositivi mobili.

Se sei pronto per iniziare, direi di mettere subito da parte le chiacchiere e di analizzare più da vicino ambedue le soluzioni. Ti va? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per valutare le soluzioni elencate nei prossimi paragrafi e poi scegli quella che ti sembra più adatta alle tue esigenze personali. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Sorvegliare casa via Internet con un sistema di videosorveglianza


Come ti spiegato nell’introduzione, il modo più affidabile per sorvegliare casa via Internet è quello di installare un sistema di videosorveglianza. Ovviamente, questa soluzione è decisamente meno economica rispetto all’utilizzare la webcam del proprio PC o altri sistemi più “spartani” (di cui ti parlerò più avanti), ma non ci sono paragoni in termini di affidabilità e comodità, credimi. Poi le spese da sostenere non sono alte come si potrebbe immaginare.

Qualora tu te lo stia chiedendo, per realizzare un sistema di videosorveglianza bisogna acquistare delle telecamere IP, ovvero delle telecamere che hanno la capacità di collegarsi a Internet e, nei modelli più avanzati, anche di registrare l’audio e il video ripreso e sovrascriverlo su dischi esterni, NAS, schede SD, etc. Alcune di queste sono in grado di registrare anche in assenza di luce tramite la funzione di visione notturna, la rilevazione di movimenti e quant’altro.

Per quanto riguarda la loro installazione, sappi che questa varia in base alla tipologia di camera IP in proprio possesso. Solitamente questi dispositivi vengono collegati via cavo all’alimentazione elettrica (e quindi vanno posizionate vicino a una presa di corrente) e poi si connettono a Internet in modalità wireless. Ci tengo a dirti, però, che esistono anche alcuni tipi di telecamere che si connettono tramite un collegamento diretto al router, utilizzando un cavo Ethernet.

Una volta stabilito il collegamento, occorre seguire la procedura guidata per l’installazione del dispositivo, che in genere è molto semplice, ma in altri casi può prevedere l’assegnazione di un indirizzo IP statico allo stesso, l’apertura delle porte nel router e la configurazione un servizio di conversione automatica dei DNS (DDNS), come ad esempio No-IP, per rendere raggiungibile la videocamera da remoto anche quando non si è connessi alla rete di casa. Queste operazioni, in ogni caso, non sono necessarie in tutte quelle videocamere che offrono una soluzione integrata da installare su un client connesso alla rete locale e sfruttano il meccanismo della reverse connection per consentire la reperibilità delle videocamere da remoto.

La registrazione dei filmati avviene tramite l’impiego di appositi software e applicazioni che è possibile scaricare direttamente sul proprio computer e/o sui propri dispositivi mobili. Alcuni modelli di camere IP, inoltre, sono dotati di slot per le schede SD, grazie ai quali è possibile registrare i filmati direttamente su questi supporti di memoria: basta poi estrarre le SD dal loro alloggiamento per prendere visione delle registrazioni. Le soluzioni più avanzate (e anche più costose), offrono la possibilità di effettuare le registrazioni in maniera automatica su dispositivi ad hoc, come i NAS (Network Attached Storage) e gli NVR (Network Video Recorder).

I prezzi di questi dispositivi variano in base alla loro scheda tecnica e alle funzioni che offrono. Quelle più economiche hanno prezzi che partono da 50 euro in su, ma i modelli più performanti e sofisticati possono raggiungere cifre ben più importanti, anche dell’ordine delle centinaia di euro. Di seguito ti elenco alcune delle migliori presenti sulla piazza.

TELECAMERA IP DUE ANTENNE CAMERA HD 720P WIRELESS LED IR LAN MOTORIZZA...
Amazon.it: 21,49 €Vedi offerta su Amazon
YI Camera IP Telecamera di Sorveglianza Wireless 720p Videocamera di S...
Amazon.it: 49,99 € 48,58 €Vedi offerta su Amazon
YI IP Camera Videocamera di Sorveglianza 720p Telecamera IP camera sor...
Amazon.it: 59,99 € 39,99 €Vedi offerta su Amazon
LEMNOI SP017 Telecamera di Sorveglianza Wireless 720P HD IP Camera WiF...
Amazon.it: 59,99 € 39,99 €Vedi offerta su Amazon
D-Link DCS-8000LH Mini Telecamera HD, Wi-Fi, Visualizzazione Grandango...
Amazon.it: 79,99 € 54,90 €Vedi offerta su Amazon
D-Link DCS-942L Videocamera di Sorveglianza, Wi-Fi N, Visore Notturno,...
Amazon.it: 129,99 € 64,62 €Vedi offerta su Amazon
D-Link DCS-5020L Videocamera di Sorveglianza Wireless N, Funzionalità...
Amazon.it: 139,99 € 82,99 €Vedi offerta su Amazon
D-Link DCS-2670L Videocamera di Sorveglianza da Esterno, Panoramica 18...
Amazon.it: 219,99 € 157,18 €Vedi offerta su Amazon
Hive View Telecamera HD 1080p Wifi Monitoraggio Persone e Suono, Nero ...
Amazon.it: 199,00 € 194,07 €Vedi offerta su Amazon

Per maggiori informazioni su quali telecamere IP acquistare e su come funzionano, ti rimando agli approfondimenti che ho dedicato al tema e che ti ho linkato. Per un esempio pratico di installazione e configurazione di una IP camera, invece, ti rimando alla mia recensione di Hive View.

Programmi e servizi per sorvegliare casa via Internet

La seconda soluzione che ti propongo ha a che fare con l’utilizzo di programmi e servizi per sorvegliare casa via Internet sfruttando la webcam del computer o la fotocamera di smartphone e tablet. Questo tipo di soluzione è piuttosto economica, in quanto i software da adoperare sono gratuiti e utilizzabili da chiunque. Il risvolto della medaglia, però, è che non è affidabile e avanzata come un sistema di videosorveglianza vero e proprio. In ogni caso sempre meglio che niente, quindi al bando le ciance e andiamo al sodo.

AtHome Camera (Windows/macOS)

Uno dei migliori software per sorvegliare la propria abitazione tramite Internet è AtHome Camera. Come facilmente intuibile dal suo nome, questo programma è stato ideato per creare sistemi di videosorveglianza domestica fai-da-te. Il suo funzionamento è piuttosto semplice: si installa sul proprio PC e/o sul proprio dispositivo mobile (è compatibile con Windows, Android e iOS) e poi si provvede a installare il secondo software, quello che consente di usare il computer a mo’ di telecamera di videosorveglianza, su un’altra macchina (PC Windows o Mac che sia).

Per procedere, provvedi dunque a scaricare l’applicazione per Windows inerente la gestione della videosorveglianza collegandoti all’home page di AtHomeCamera, pigiando sul collegamento Download posto in alto e cliccando sul bottone arancione Download posto in corrispondenza della dicitura Windows, nella sezione AtHome Camera.

A download ultimato, apri l’archivio .zip che hai ottenuto, estraine il contenuto in una qualsiasi cartella e poi avvia l’eseguibile AtHomeCam.exe presente al suo interno. A questo punto, pigia sul pulsante e segui la procedura guidata per portare a termine il processo d’installazione del software. Per fare ciò, pigia sul bottone Next per cinque volte di seguito e poi clicca sui pulsanti Install e Finish. Se compare a schermo un avviso in cui ti viene detto che il firewall ha bloccato alcune funzioni del programma, premi sul pulsante Consenti accesso per fare in modo che quest’ultimo possa funzionare correttamente.

Ora dovresti visualizzare la finestra principale di AtHome Camera, dalla quale provvedere a creare un account gratuito (operazione fondamentale per utilizzare il servizio): compila, quindi, i campi di testo che vedi a schermo fornendo il tuo indirizzo email e la password con cui vuoi accedere all’account e pigia sul pulsante rosso Register.

A login eseguito, ti ritroverai di fronte alla schermata principale dell’applicazione. Come puoi notare, la finestra di gestione delle cam è davvero ben organizzata: sulla sinistra puoi trovare l’elenco delle camere connesse, sulla destra (in alto) sono presenti le schede per visualizzare in tempo reale ciò che si trova accadendo su ciascuna “stanza”, per visualizzare gli alert, programmare le registrazioni e così via.

Adesso, provvedi a scaricare il programma mediante il quale trasformare il tuo computer in una webcam da collegare ad AtHome Camera. Collegati, dunque, alla pagina di download del programma in questione e pigia sul pulsante blu Download situato accanto alla voce Windows o Mac OS X (in base al sistema operativo in uso).

A download completato, devi aprire il file d’installazione del programma e seguire la procedura guidata per portare a termine il setup. Su Windows, apri quindi l’archivio .zip che hai ottenuto ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi. Avvia, poi, l’eseguibile AVS.exe, pigia sul bottone e poi sui pulsanti Next per cinque volte di seguito e poi su Install e Finish. Anche in questo caso, se ti viene chiesto di concedere i permessi necessari per funzionare senza le restrizioni imposte dal firewall acconsenti a concederglieli.

Su Mac, invece, dopo aver pigiato sul bottone Download, pigia sul pulsante from Mac App Store per collegarti direttamente all’App Store di Apple e scaricare da lì l’applicazione in questione, pigiando prima sul pulsante View in Mac App Store e poi sul bottone Ottieni/Installa.

Qualora volessi usare la fotocamera del tuo smartphone o del tuo tablet come webcam, puoi scaricare l’app AtHome Cam Video Streamer, disponibile per Android e iOS.

Ora puoi passare all’azione! Per aggiungere una una telecamera da controllare in remoto pigia sul bottone Add camera in alto a sinistra e fornisci le informazioni richieste (CID, username e password) che dovresti visualizzare sul dispositivo “satellite” che hai deciso di utilizzare. Semplice, vero?

Ugolog (Online)

Se vuoi, puoi controllare casa via Internet anche utilizzando delle applicazioni Web, come l’ottima Ugolog, che di base è gratuita ma permette di sottoscrivere un abbonamento alla sua versione Premium per usufruire di opzioni aggiuntive, tra cui la possibilità di controllare un numero maggiore di camere. L’abbonamento ha prezzi a partire da 9,95 dollari/mese.

Per utilizzare il servizio, collegati alla sua home page, pigia sul bottone arancione Sign Up Now e, nella pagina che si apre, fornisci l’email e la password con cui intendi registrarti ad esso inserendo i dati richiesti negli appositi campi di testo. Apponi, poi, il segno di spunta sulla casella I agree to Terms and Conditions e pigia sul bottone Create new account.

A login effettuato, pigia sul link RECORD situato in alto a sinistra e abilita l’utilizzo del plugin Adobe Flash Player, necessario per il funzionamento del servizio (se non sai come attivare Adobe Flash Player, leggi la guida che ho dedicato all’argomento) e poi concedi al servizio il permesso di accedere alla webcam del tuo PC pigiando sull’apposito pulsante.

A questo punto, Ugolog entrerà in funzione e inizierà a registrare ogni volta che rileverà dei movimenti tramite la webcam del computer. Come avrai già intuito, per far sì che il sistema di videosorveglianza offerto da Ugolog funzioni, è necessario che il computer rimanga acceso, collegato a Internet e con la pagina del servizio aperta.

Le registrazioni, una volta memorizzate, diventano accessibili dalla sezione Video > Camera [N] e possono anche essere scaricate in locale premendo sul pulsante Download e selezionando poi uno dei formati disponibili per lo scaricamento (es. .avi; .mov; etc.). Nella sezione History > Camera [N], invece, è presente la cronologia di tutte le registrazioni elencate in base alla data in cui sono state prodotte.

Altre soluzioni utili per sorvegliare casa via Internet

Se le soluzioni che ti ho proposto nelle righe precedenti non ti hanno soddisfatto, sappi che ci sono tantissime altre soluzioni utili per sorvegliare casa via Internet. Eccone alcune.

  • iSpy (Windows) — è un famoso software open source per la videosorveglianza domestica che permette di adoperare webcam, camere IP e microfoni collegati al PC per realizzare un sistema antifurto fai-da-te.
  • TeboCam (Windows) — è un software per la videosorveglianza che, sfruttando la Webcam, è in grado di captare i movimenti nell’ambiente circostante avvertendo l’utente via email su eventuali intrusioni in casa, con tanto di fotogrammi in allegato.
  • Periscope Pro (macOS) — è una delle migliori applicazioni per la videosorveglianza in ambito Mac che permette di utilizzare la Webcam integrata nel proprio computer per avere sempre sott’occhio ciò che avviene in casa o in ufficio. Offre anche la possibilità di salvare le registrazioni, sia in locale che su Dropbox. Costa 19,99 dollari, ma può essere testato gratis per un breve periodo di prova.

Se vuoi approfondire la conoscenza di questi e altri programmi per la videosorveglianza domestica, ti consiglio di consultare l’approfondimento che ti ho appena linkato.