Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere la scheda SD su Android

di

Hai inserito una microSD nel tuo smartphone Android e non riesci a utilizzarla? Il telefono ha riconosciuto la SD ma non sai come vedere i file presenti in essa o come verificare la quantità di spazio ancora disponibile per la memorizzazione dei dati? Non ti preoccupare, sono operazioni banali che possono essere compiute senza avere un’elevata conoscenza informatica. Se non ci credi, dedicami cinque minuti del tuo tempo.

Nel tutorial di oggi ti spiegherò come vedere la scheda SD su Android illustrandoti, passo dopo passo, le azioni da intraprendere per far riconoscere la scheda SD da parte del tuo smartphone o tablet e per usare la scheda al meglio. Inoltre, ti farò conoscere alcune applicazioni utili per visualizzare i file sulla scheda SD e gestire lo spazio disponibile su di essa.

Al termine del lettura, dovresti riuscire a eseguire le principali azioni richieste per vedere e usare la microSD sul tuo telefono Android: la formattazione della scheda SD, la visualizzazione dei file presenti all’interno di essa e la verifica della memoria disponibile. Inoltre, sarai in grado di trasferire foto, documenti e app sulla SD: tutte pratiche che rientrano nel normale utilizzo di una microSD installata su un dispositivo Android. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Formattare la scheda SD Android

La formattazione della scheda SD su Android è un’operazione che consente all’utente di utilizzare la microSD come memoria portatile oppure, se si ha uno smartphone con una versione di Android pari o superiore a Marshmallow (6.x), come memoria interna. Nel caso si scelga di formattare la SD come memoria portatile, sarà possibile salvare in essa foto e documenti scelti dall’utente.

Se, invece, si decide di formattare la scheda SD come memoria interna, le applicazioni salveranno di default i loro dati in essa e si ottiene l’opportunità di installare le app sulla scheda SD. Purtroppo non tutte le app possono essere collegate alla microSD, ma eseguendo il root del telefono e scaricando delle app adatte allo scopo, si può rimediare al problema.

La formattazione della scheda SD, sia che si scelga l’opzione memoria portatile sia l’opzione memoria interna, comporta la perdita di tutti i file salvati in precedenza su di essa. Prima di procedere, dunque, assicurati di eseguire un backup.

Se intendi formattare la scheda SD installata sul tuo telefono come memoria portatile, apri le Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio), fai tap sull’opzione Archiviazione e USB e premi sulla voce Scheda SD. A questo punto, pigia sull’icona dei tre puntini (in alto a destra) e, nella schermata che si apre, fai tap sul comando Impostazioni. Adesso, seleziona la voce Formatta e, nella nuova schermata, pigia sul bottone Cancella e Formatta. Una volta completata la formattazione, fai tap sulla voce Fine.

Se, invece, vuoi formattare la SD come memoria interna, in modo da avere la possibilità di trasferire le applicazioni scaricate dal Play Store su di essa, apri le Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio), seleziona la voce Archiviazione e USB dalla schermata che si apre e pigia sulla voce Scheda SD.

Adesso, fai tap sull’icona dei tre puntini e, nella schermata successiva, seleziona l’opzione Impostazioni. Vai quindi su Formatta come memoria interna e conferma l’avvio della formattazione pigiando sul bottone Cancella e Formatta.

Una volta che hai terminato la formattazione della microSD come memoria interna, non potrai usarla in altri dispositivi, i quali ti restituiranno l’avviso di scheda SD danneggiata.

Nota: se devi installare per la prima volta la scheda SD sul tuo telefono Android e hai una versione del sistema operativo pari o superiore a Marshmallow (6.x), si avvierà in automatico una configurazione guidata dopo l’accensione del dispositivo, durante la quale ti sarà chiesto se desideri formattare la scheda SD come memoria portatile o come memoria interna. Per un ulteriore approfondimento, ti invito alla lettura della mia guida su come installare la scheda SD.

Procedura alternativa

SD Formatter

Qualora il tuo smartphone non riesca ancora a vedere la microSD, puoi provare a formattare la scheda tramite un computer con sistema operativo Windows o macOS. A tal scopo, ti consiglio di utilizzare SD Formatter: un programma gratuito per Windows e macOS sviluppato dalla SD Association, vale a dire l’associazione che rappresenta le più importanti società produttrici di SD a livello globale.

Per utilizzarlo, non devi far altro che selezionare l’unità della microSD dal menu a tendina Select card, pigiare sul pulsante Format e attendere qualche secondo affinché la scheda venga formattata. Per approfondire il funzionamento del software, leggi il mio tutorial su come formattare microSD.

Visualizzare i file presenti sulla scheda SD

Una volta terminata la formattazione della scheda SD, è possibile iniziare a salvare foto, documenti e app su di essa. Quando vengono memorizzati numerosi file, può essere utile ricorrere a un file manager, che consente di visualizzare e gestire i dati presenti sulla scheda SD in modo ordinato.

I file manager permettono di compiere tantissime operazioni, come la creazione di nuove cartelle, lo spostamento o l’eliminazione dei file, ecc. Eccone un paio che ti consiglio vivamente di provare.

Total Commander

Total Commander è uno dei file manager più avanzati presenti sul Play Store. L’applicazione permette di copiare, spostare e cancellare i file presenti sulla scheda SD a proprio piacimento. Inoltre, supporta servizi di cloud storage, come Google Drive e Dropbox. La sua interfaccia è interamente in italiano e si può usare senza limiti a costo zero.

Se intendi provare Total Commander, collegati alla pagina ufficiale dell’applicazione sul Play Store e fai tap sul bottone Installa. Avvia quindi l’app e, nella schermata che si apre, fai tap sulla voce Consenti, per consentire a quest’ultima di accedere ai file presenti sulla SD e sulla memoria del device.

Nella nuova schermata visualizzata, pigia sulla voce corrispondente alla tua scheda SD (es. sdcard1) per visualizzare tutti i file presenti in essa. Se desideri visualizzare le foto scattate in precedenza con la fotocamera e salvate in automatico nella memoria esterna, seleziona la voce Scheda SD (o il suo equivalente, es. sdcard1), pigia quindi sulla cartella DCIM e, nella schermata che si apre, fai tap sulla cartella Camera.

Adesso, se vuoi spostare una delle foto presenti all’interno della cartella Camera, fai tap sulla miniatura della foto e pigia sull’icona del foglio (in basso a sinistra). Nella nuova schermata che si apre, fai tap sull’icona delle due frecce e, nel nuovo menu visualizzato, seleziona la posizione che intendi assegnare al file.

Se, ad esempio, vuoi spostarlo nella sottocartella Camera dello storage interno del telefono, fai tap sulla voce Memoria interna, seleziona quindi la cartella DCIM e, nella schermata che si apre, fai tap sulla cartella Camera. Per completare la procedura, fai tap sulla voce OK, seleziona quindi il comando Sposta e attendi il caricamento del file.

X-plore File Manager

X-plore File Manager è un’altra ottima applicazione che consente di gestire tutti i file presenti all’interno della memoria interna e della scheda SD. Supporta i file .zip e .rar, permette inoltre di accedere a servizi di cloud storage come Dropbox e Google Drive. Anch’essa, come l’app Total Commander, è completamente gratuita.

Se intendi provare X-plore File Manager, collegati alla pagina ufficiale dell’app sul Play Store e fai tap sulla voce Installa per avviarne il download. A scaricamento terminato, pigia sulla voce Consenti per consentire all’applicazione di accedere a tutti i file presenti sul dispositivo.

Nella nuova schermata visualizzata, seleziona la voce Scheda SD (o quella corrispondente alla tua scheda SD, es. sdcard1) per visualizzare tutti i file presenti in essa. Se desideri controllare le foto salvate sulla microSD, nella schermata principale dell’app, pigia sulla voce Scheda SD, fai tap sulla cartella DCIM e, successivamente, seleziona la cartella Camera.

Se intendi trasferire un file dalla memoria interna alla scheda SD del tuo telefono, fai tap sull’icona collocata a destra della freccia blu (in alto a destra) e, nella schermata che si apre, seleziona la voce Scheda SD. Ripeti la stessa operazione per l’icona posizionata accanto al simbolo della freccia blu (in alto a sinistra) selezionando, stavolta, la voce Memoria dispositivo.

Adesso, fai tap sulla voce Memoria dispositivo e seleziona la cartella da cui desideri trasferire il file. Nella nuova schermata che si apre, metti il segno di spunta accanto al file desiderato e pigia sul comando Sposta (sul lato destro). Per confermare il trasferimento alla scheda SD, premi sulla voce OK nella schermata che si apre.

Nota: non sempre le immagini scattate con la fotocamera si trovano all’interno della cartella DCIM, quella cioè utilizzata dall’app di default della fotocamera. Se, infatti, si usa un’app della fotocamera diversa da quella di default, la cartella in cui puoi trovare le foto salvate in precedenza probabilmente ha lo stesso nome dell’applicazione che utilizzi.

Verificare la memoria disponibile sulla scheda SD

A volte, può succedere di terminare la memoria disponibile sulla scheda SD senza accorgersene. Capita quando, ad esempio, si vuole installare una nuova applicazione ma il sistema lo impedisce perché la memoria è piena. Per questo motivo, puoi trovare utile verificare la memoria presente sulla microSD con maggiore frequenza.

Puoi controllare lo stato della memoria della tua SD direttamente dalle impostazioni di sistema. Per farlo, apri le Impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio) e fai tap sulla voce Archiviazione e USB. Nella nuova schermata visualizzata, trovi le informazioni relative alla memoria utilizzata e quella disponibile della microSD installata sul telefono.

Per visualizzare i file presenti all’interno della SD, fai tap sulla voce Scheda SD (oppure la voce corrispondente alla tua scheda SD, es. sdcard1). Se desideri eliminare una cartella o un file, devi semplicemente premere a lungo sul file desiderato e fare tap sull’icona del cestino che compare in alto a destra.

Se, invece, vuoi affidare a un’applicazione il compito di pulizia della SD, l’app SD Maid può fare al caso tuo. L’applicazione in questione consente di mantenere pulito e in ordine sia il sistema che l’eventuale microSD installata sullo smartphone.

Tra le sue funzioni si annoverano: la rimozione dei file di tutte le app non più presenti sul cellulare, l’eliminazione della cache delle applicazioni, una migliore gestione delle app scaricate grazie al rilevamento delle applicazioni dalle dimensioni maggiori. Esiste anche la versione a pagamento (al costo di 2,99 euro), la quale, a differenza della versione gratuita, permette di eliminare i file temporanei delle app di terze parti.

Se vuoi provare SD Maid, collegati alla pagina ufficiale dell’applicazione sul Play Store e fai tap sul bottone Installa. A download completato, avvia l’app e procedi con la configurazione guidata richiesta prima di poter iniziare a utilizzarla. Nella schermata Configurazione, fai tap in rapida successione sulle voci Successivo, Consenti Accesso, Consenti e Successivo.

A questo punto, per consentire all’app di riconoscere la Scheda SD in maniera corretta, seleziona la voce Scheda SD (oppure la voce corrispondente alla tua scheda SD, es. sdcard1) e, nella schermata che si apre, pigia sulle voci Scheda SD e Seleziona (in basso a destra). Se hai eseguito correttamente tutti i passaggi, la voce SD Card diventa verde. Per completare la procedura, fai tap sulla voce Fatto.

Adesso, sei pronto per utilizzare SD Maid. Per avere una panoramica su alcune delle sue funzioni. Quando sei nella schermata principale dell’applicazione, fai tap sull’icona del menu (in alto a sinistra) e seleziona la voce di tuo interesse: Panoramica, per la visualizzazione della capacità e utilizzo di ciascuna memoria; Gestore File, per la gestione dei file o Controllo applicazioni, per monitorare le app attualmente in esecuzione).

I comandi più importanti, però, si trovano nella schermata principale e sono: Resti di applicazione (per visualizzare i file rimanenti delle app già disinstallate), Pulizia di sistema (qui è presente un elenco dei file di cache del sistema che possono essere rimossi), Pulizia delle applicazioni (richiede la versione a pagamento, è la sezione che consente di vedere i file di cache delle app di terze parti) e Database (funzione attraverso la quale vengono ottimizzati i database di grandi dimensioni, per intenderci quelli delle app come Facebook, Dropbox e Spotify).

Per avviare la funzione desiderata, fai tap sull’icona della freccia collocata accanto a ciascuna voce, oppure avvia la scansione dell’intero sistema pigiando sul bottone Scansiona posizionato in basso, in modo da visualizzare tutti i file inutili che puoi cancellare. Se sei interessato ad approfondire il funzionamento dell’app, ti invito a leggere il mio tutorial su come liberare spazio su Android.

Usare la scheda SD su Android

Dopo aver visto come formattare la microSD, visualizzare i file presenti in essa e verificare la quantità di spazio disponibile, è arrivato il momento di capire come usare la scheda SD su Android. Quasi sempre, quando si installa una SD su un telefono è perché si desidera avere una memoria maggiore rispetto a quella interna, così da poter scattare più foto, possedere più documenti e scaricare più applicazioni. Se mi concedi un altro paio di minuti del tuo tempo libero, posso indicarti utili approfondimenti dove puoi apprendere nei minimi dettagli le procedure su come spostare foto, documenti e app sulla scheda SD.

Spostare foto su scheda SD

Una volta installata la SD sul telefono, si ha la possibilità di spostare le foto memorizzate in precedenza sulla memoria interna in quella esterna. Oltre alle immagini, è possibile anche trasferire i video di breve o lunga durata, compatibilmente con le dimensioni dello storage della scheda. Per approfondire l’argomento, puoi consultare il mio tutorial su come spostare le foto su scheda SD.

Spostare documenti su scheda SD

Oltre a immagini e video, la scheda SD può contenere un numero considerevoli di documenti. Di solito, questa tipologia di file è meno pesante rispetto ai file multimediali. In ogni caso, si può avere la necessità di trasferire sulla microSD anche i documenti di modeste dimensioni che non incidono in maniera pesante sulla memoria interna del telefono. Per conoscere le azioni da eseguire passo dopo passo, ti invito alla lettura della mia guida su come spostare i file su scheda SD.

Spostare app su scheda SD

L’installazione della scheda SD su uno smartphone Android permette, infine, di spostare le app scaricate dal Play Store sulla memoria esterna removibile. La possibilità di trasferire le applicazioni più pesanti sulla microSD è un vantaggio considerevole in termini di spazio, se si prende in considerazione lo storage interno del cellulare, che può risultare limitato per le esigenze di alcuni utenti.

Non sempre, però, le app sono trasferibili. L’unico modo per trasferirle tutte è effettuare il root del proprio dispositivo (operazione che invalida la garanzia e può portare alla cancellazione dei dati presenti su di esso), partizionare in maniera adeguata la SD  e usare app come App2SD per forzare lo spostamento delle applicazioni sulla microSD. Se vuoi saperne di più e/o hai la necessita di liberare la memoria interna quasi interamente, ti invito alla lettura della mia guida su come spostare tutto sulla scheda SD.