Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come convertire JPEG in Word

di

Un’altra relazione di storia deve essere portata a termine entro domani e tu non hai ancora scritto nemmeno un punto. Vista la situazione, permettimi di suggerirti di sveltire il lavoro trasferendo interi brani di libri e ricerche nel documento che stai preparando in Word. Come dici? È impossibile modificare i documenti cartacei copiati con lo scanner come dei normali testi? Certo che sei rimasto indietro di un bel po’. Oggi, grazie ad appositi software, servizi online e app convertire JPEG in Word (ma pure altri formati di immagini) non è affatto una chimera.

Le soluzioni in questione non richiedono conoscenze tecniche particolari in fatto di informatica e non sono complicate da usare. Basta selezionare le immagini che contengono il testo che si intende poi utilizzare come file Word, avviare la procedura per il riconoscimento ottico dei caratteri e attendere qualche istante affinché l’iter venga completato. Insomma, ci vuole molto più tempo a spiegarlo che a farlo.

Dunque, dimmi, ti va di provare? Sì? Molto bene. Allora non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e iniziamo immediatamente a darci da fare. Mettiti bello comodo e concentrati sulla lettura delle indicazioni che trovi qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che in caso di necessità sarai anche pronto a fornire eventuali spiegazioni a tutti i tuoi amici desiderosi di ricevere qualche dritta al riguardo. Scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Occhiali e documenti

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare quali operazioni vanno effettuate per convertire JPEG in Word e segnalarti quali strumenti usare, ci sono alcune informazioni preliminari che è mio dovere fornirti per far sì che tu abbia le idee perfettamente chiare sulla questione.

Partiamo da un punto fermo: i file in formato JPEG oppure JPG altro non sono che immagini. Tale formato è comunemente utilizzato per memorizzare e trasmettere grafica digitale e immagini fotografiche su Internet perché il suo algoritmo di compressione riduce di gran lunga le dimensioni dei file appartenenti alla suddetta categoria.

I file di Word, invece, sono quelli che vengono identificati con i formati DOC e DOCX. Si tratta di documenti di testo generati principalmente dal programma Microsoft Word, che è il software di videoscrittura incluso nella suite d’ufficio Microsoft Office. Considerando però la diffusione dei documenti Word, oggigiorno sono molti i programmi che supportano la visualizzazione e la modifica di questo tipo di file, che resta comunque estremamente diffuso nonostante la comparsa del suo successore.

Premesso ciò, se abbiamo un’immagine con delle “scritte” può tornare utile effettuarne la conversione in un documento testuale, non solo per una migliore consultazione, ma anche per potervi apportare eventuali modifiche. Per riuscirci e, dunque, per compiere quella che è l’operazione oggetto di questo tutorial è tuttavia indispensabile rivolgersi a programmi, servizi online e app ad hoc che dichiarano esplicitamente il supporto alla tecnologia OCR (Optical Character Recognition), la quale permette di effettuare il riconoscimento ottico dei caratteri per rilevare il testo.

Come convertire file JPEG in Word gratis

A questo punto, direi che possiamo finalmente entrare nel vivo della guida e andare a scoprire, innanzitutto, come convertire file JPEG in Word gratis: qui sotto trovi segnalati quelli che ritengo essere i migliori software utili allo scopo, sia per Windows che per macOS. Mettili subito alla prova e non te ne pentirai!

FreeOCR (Windows)

FreeOCR

Il primo tra i programmi per convertire JPEG in Word che voglio suggerirti di prendere in considerazione è FreeOCR. È disponibile solo per Windows, è sufficientemente intuitivo e consente di convertire le immagini che gli vengono date “in pasto” oppure quelle ottenute con lo scanner in documenti Word in men che non si dica.

Per scaricare il programma sul tuo computer, collegati al relativo sito Web, fai clic sulla voce Download che si trova in alto, quindi sul pulsante Download Here presente nella nuova pagina visualizzata.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sul pulsante . Successivamente, premi sul bottone Next, spunta la casella accanto alla voce I accept the agreement e fai ancora clic sul pulsante Next (per due volte consecutive). Per concludere, premi sui bottoni Install e Finish.

Ora che visualizzi la finestra principale di FreeOCR sullo schermo, fai clic sul pulsante (x) per cancellare il testo di esempio presente a destra e seleziona la lingua in cui è redatto il testo visibile nel file JPEG scegliendo quella corretta dal menu a tendina OCR Language che si trova in alto.

Successivamente, se sul tuo computer è già presente il file JPEG che vuoi trasformare in un file Word fai clic sul pulsante Open posto in alto a sinistra e seleziona l’immagine sulla quale andare ad agire, mentre se devi acquisire l’immagine mediante lo scanner fai clic sul pulsante Scan per avviare la scansione del documento.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, premi sul bottone OCR situato sempre nella parte in alto della finestra del software e decidi se intervenire solo sulla pagina corrente oppure su tutte tramite il menu apposito che si apre. Prima di fare ciò, puoi anche trasformare solo delle porzioni di immagini in documenti di Word, selezionando con il mouse la parte di documento scansionato da trasformare in testo.

In conclusione, esporta il testo ottenuto dall’immagine in Word cliccando sul pulsante con l’icona di Microsoft Word (quella con la “W” blu in un quadrato del medesimo colore) che si trova a destra e salva normalmente il tuo documento, facendo clic sulla voce Salva con nome dal menu File.

Prizmo (macOS)

Prizmo

Se stai usando un Mac, per convertire JPEG in Word puoi affidarti a Prizmo. Si tratta di un software specifico per computer Apple che permette di di digitalizzare immagini e documenti, tradurli in testi modificabili ed esportarli in formato PDF o RTF. Non offre direttamente l’esportazione nei formati DOC e DOCX, ma per far fronte alla cosa basta poi copiare e incollare il testo ottenuto in un programma per la videoscrittura e il gioco è fatto.

È a pagamento (costa 54,99 euro), ma è disponibile in una versione di prova che non pone scadenze temporali ma presenta delle limitazioni, come l’applicazione di un watermark nei documenti digitalizzati. Inoltre, è disponibile in Setapp: un servizio che in cambio di 9,99$/mese dopo 1 mese di prova gratis permette di accedere a una vasta gamma di applicazioni per macOS a pagamento senza dover acquistare le singole licenze. Maggiori informazioni qui.

Per scaricare il programma in versione di prova sul tuo Mac, recati sul relativo sito Web e fai clic sul pulsante Download presente in alto. A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. Fai poi clic destro sull’icona in questione e seleziona la voce Apri per due volte di seguito, in modo da avviare l’applicazione andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

In seguito, premi sul bottone OK e, nella finestra del software che compare, seleziona la voce Nuovo documento. Adesso, se devi ancora digitalizzare l’immagine di tuo interesse fai clic sull’opzione Importa da scanner o fotocamera presente nell’ulteriore finestra che si apre, seleziona il tuo scanner oppure scegli di usare la fotocamera del Mac e aspetta che risulti visibile l’anteprima del file.

In seguito, assicurati che il rettangolo di selezione sia tracciato in maniera corretta (altrimenti provvedi tu), regola tutte le opzioni relative alla scansione (risoluzione, maschera di contrasto ecc.) che si trovano sulla destra e premi sui pulsanti Scansiona e Fatto.

Se, invece, l’immagine di tuo interesse è già salvata sul Mac, scegli l’opzione Apri file immagine oppure quella Sfoglia libreria immagini nella schermata principale di Prizmo e importala.

In tutti i casi, dopo aver completato il processo di acquisizione del documento, provvedi ad apportare eventuali regolazioni allo stesso usando gli strumenti disponibili sullo schermo. In seguito, fai clic sul bottone OCR, seleziona la lingua di tuo interesse dal menu visibile previo clic sul pulsante adiacente e copia le porzioni di testo dalla parte destra della finestra.

Dopo aver copiato il testo, per creare il tuo file Word avvia il programma per scrivere che in genere utilizzi sul tuo Mac (se non ne usi ancora nessuno, puoi scegliere tra quelli che ti ho segnalato nella mia rassegna sui programmi per scrivere), incolla il testo ottenuto dall’immagine tramite Prizmo e seleziona l’opzione per salvare il file finale in DOC o DOCX.

Come convertire JPEG in Word online

Non vuoi o non puoi scaricare e installare nuovi programmi sul tuo computer e, dunque, ti piacerebbe capire se esiste un modo per convertire JPEG in Word online, agendo direttamente dalla finestra del browser tramite appositi servizi Web? La risposta è affermativa. Per saperne di più, continua a leggere.

Free Online OCR

Free Online OCR

Un ottimo servizio online a cui puoi decidere di affidarti per convertire JPEG in Word agendo dal browser è Free Online OCR. Si tratta di una soluzione online totalmente gratuita, facilissima da usare e perfettamente compatibile con qualsiasi browser e sistema operativo, grazie alla quale è possibile trasformare le immagini in formato JPG, ma anche i file BMP, TIFF, GIF e i PDF in documenti di testo, compresi quelli Word. L’unica cosa di cui è opportuno tenere conto è il fatto che il servizio consente di effettuare l’upload di un singolo file per volta e che questo non deve avere un peso superiore ai 15 MB.

Per usare Free Online OCR, collegati alla home page del servizio e fai clic sul pulsante Select file per selezionare il tuo file JPEG. Successivamente, fai clic sul primo pulsante che si trova sotto la dicitura 2 STEP – Select language and output format e specifica la lingua in cui è redatto il testo presente nell’immagine, dopodiché scegli l’opzione Microsoft Word (docx) dal menu a tendina adiacente per selezionare il formato di output.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai clic sul pulsante Convert e aspetta che risulti visibile l’anteprima del testo presente nell’immagine JPG che si trova per essere convertito in Word. Se ti sembra che è tutto ok e che il testo non contiene errori, procedi pure al download sul tuo computer del file JPEG convertito premendo sulla dicitura Download Output File.

Altre soluzioni per convertire JPEG in Word online

Free-online-ocr.com

Cerchi altre soluzioni mediante cui poter convertire JPEG in Word agendo dalla finestra del browser? Ti accontento all’istante! Qui sotto, infatti, trovi segnalate ulteriori soluzioni di questo tipo che, a mio modesto avviso, meritano di essere considerate.

  • Free-online-ocr.com — è un altro servizio online tramite cui è possibile effettuare l’upload di file in formato PDF, GIF, BMP, JPEG, TIFF or PNG che possono poi essere convertiti in documenti Word e in altri formati testuali. È molto intuitivo, ha un’interfaccia utente gradevole ed è gratis.
  • 12OCR — altro servizio online a costo zero per il riconoscimento ottico dei caratteri che è in grado di intervenire sulle immagini in formato JPEG e che vanta il supporto a oltre 100 lingue. Il file di output lo si può salvare non solo come file Word, ma anche come documento RTF o PDF.
  • Convertio — è un altro ottimo servizio che permette di estrapolare il testo presente nei file informato PDF e in tutti i più diffusi formati di file grafici, incluse le immagini JPEG. Il risultato finale può poi essere salvato sotto forma di file Word, ma non solo. È gratis, ma non permette di caricare file aventi un peso superiore ai 100 MB. Per aggirare questo limite e per sbloccare altre funzioni extra occorre sottoscrivere un abbonamento a pagamento (con prezzi a partire da 4,99 dollari/mese).

Come convertire JPEG in Word da smartphone e tablet

Non hai il computer a portata di mano e, dunque, ti piacerebbe che ti suggerissi come convertire JPEG in Word da smartphone e tablet? Detto, fatto! Qui sotto trovi segnalato come procedere usando delle app apposite per Android e iOS/iPadOS. Sono sicuro che, alla fine, resterai più che soddisfatto dei risultati ottenuti.

Photo to Word Converter (Android)

Photo to Word Converter

Se stai usando uno smartphone o un tablet Android, puoi convertire JPEG in Word usando l’app Photo to Word Converter. Come intuibile dal nome stesso, fa una sola cosa e la fa benissimo: individuare il testo presente nelle foto in formato JPEG, BMP, TIFF, GIF e salvarlo sotto forma file file Word e in altri formati. È facilissima da usare, dispone di un’interfaccia molto intuitiva ed è gratuita.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa (se sul tuo device mancano i servizi Google, puoi scaricare l’app da store alternativi). Successivamente, avvia l’app selezionando la relativa icona aggiunta alla schermata home e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale di Photo to Word Converter, concedi all’app i permessi richiesti, dopodiché premi sul pulsante Select Image e seleziona il file JPEG relativamente al quale desideri andare ad agire. Serviti poi del rettangolo di selezione per definire l’area della foto che contiene il testo che vuoi salvare e premi sul bottone Crop Image.

In seguito, seleziona dai menu a tendina sotto la dicitura Choose your document language la lingua in cui è scritto il testo presente nell’immagine e da quello sottostante la voce Choose the output format il formato DOC o DOCX, dopodiché premi sul tasto Next e definisci le impostazioni relative al layout del testo, al colore ecc.

Per concludere, premi nuovamente sul pulsante Next, dopodiché fai tap sul bottone Convert, attendi che la procedura di conversione venga portata a termine e decidi la posizione in cui salvare il file di output o l’app tramite cui condividerlo.

Testo attivo (iOS/iPadOS)

Testo attivo iOS 15

Se possiedi un iPhone oppure un iPad e hai aggiornato il tuo dispositivo a iOS/iPadOS 15, puoi usare la funzione Testo attivo che consente di interagire con il testo presente nelle immagini, quindi anche di estrapolarlo e salvare il tutto sotto forma di file Word utilizzando una qualsiasi app per la videoscrittura. Lo so, detta così sembra una cosa un tantino “arzigogolata”, ma devi credermi, è un gioco da ragazzi.

Tanto per cominciare, apri l’app Foto su iOS/iPadOS sfiorando la relativa icona (quella con il fiore multicolore e lo sfondo bianco) che trovi in home screen e/o nella Libreria app e, una volta visualizzata la relativa schermata e apri l’immagine JPEG sulla quale andare ad agire cercandola nella sezione Libreria oppure effettuando una ricerca per parola chiave raggiugnendo la sezione Cerca.

Se il file JPEG di tuo interesse si trova in una posizione diversa dalla galleria fotografica del dispositivo, puoi raggiungerlo adoperando il file manager predefinito File (l’app è gratuita e preinstallata su iPhone e iPad, ma qualora rimossa può essere scaricata nuovamente dalla relativa sezione dell’App Store).

Ora che visualizzi la foto, effettua un tap prolungato sugli elementi testuali che vuoi includere nel file Word che stai per creare ed evidenzia il testo spostando i cursori appositi che compaiono. Puoi anche evidenziare tutti gli elementi testuali visibili in simultanea, premendo sul pulsante con il testo all’interno del quadrato con i lati aperti posto in basso a destra.

Successivamente, scegli l’opzione Copia dal menu che compare, apri l’app per creare documenti di testo che in genere utilizzi sul tuo dispositivo Apple (se non ne utilizzi nessuna, puoi sceglierne una tra quelle che ti ho segnalato nella mia guida sulle app per scrivere testi), incolla il testo ottenuto in precedenza e scegli di esportare il documento come file DOC o DOCX.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.