Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Disdetta telefono fisso Telecom

di

Dopo aver letto il mio articolo sulle migliori offerte per avere Internet in casa, sei stato attirato da alcune promozioni della concorrenza e hai così deciso di fare la disdetta del telefono fisso di Telecom (o meglio, TIM). Se sei giunto su questo articolo, però, mi sembra di capire che non hai ancora le idee ben chiare su come procedere e ora vorresti sapere da me come dovresti “muoverti”. Beh, sono felice di dirti che nel post che stai leggendo in questo momento potrai trovare tutte le informazioni che ti servono per effettuare la disdetta dal contratto che hai sottoscritto con Telecom.

A differenza di quanto potrebbe farti pensare qualche amico o conoscente, fare la disdetta Telecom è alquanto semplice: basta rispettare le tempistiche previste dal contratto, restituire nei modi e nei tempi giusti le apparecchiature ricevute in comodato d’uso e pagare i vari costi di disattivazione previsti. Nei prossimi paragrafi ti spiegherò come muoverti sia che tu decida di far valere il tuo diritto di ripensamento, effettuando la disdetta entro i primi 14 giorni dalla stipula del contratto, che passando a un altro operatore o effettuando la cessazione completa della linea.

Dato che il tempo, come si dice in questi casi, è denaro, non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e iniziamo subito ad addentrarci nel cuore di questo tutorial. Sei già ai “posti di comando”? Bene, allora mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per esaminare nel dettaglio le informazioni che troverai scritte qui sotto e vedrai che anche tu riuscirai a fare la disdetta Telecom senza alcuna difficoltà.

Indice

Diritto di ripensamento entro i primi 14 giorni

Hai sottoscritto il tuo contratto TIM telefonicamente o online (comunque fuori dai locali commerciali dell’azienda) e sono passati meno di 14 giorni da quando hai fatto ciò? In tal caso puoi fare valere il tuo diritto di ripensamento e annullare l’abbonamento che hai sottoscritto senza dover spendere nemmeno un euro (questo è l’unico caso in cui è possibile far ciò). Tutto ciò che devi fare per effettuare il recesso dal contratto nei primi 14 giorni dalla sua stipula è scaricare l’apposito modulo da Internet, stamparlo, compilarlo, firmarlo e spedirlo all’indirizzo giusto.

Pertanto, clicca qui per scaricare dal sito Internet di TIM il modulo di ripensamento entro 14 giorni e, a download ultimato, stampa il modulo di recesso, compilalo in ogni sua parte inserendo tutte le informazioni richieste, firmalo e invialo via fax al numero 800 000 187. Se il download del modulo non avviene in modo automatico, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per scaricare manualmente il PDF sul tuo PC.

In caso di passaggio ad altro operatore, dovrai inviare il modulo che hai appena compilato al seguente indirizzo a mezzo raccomandata A/R.

Casella Postale 123 – 00054 Fiumicino (Roma).

Per tutti gli altri casi (es. cessazione completa della linea), il modulo va inviato a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo indicato qui sotto entro i primi 14 giorni dalla stipula del contratto.

Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).

Mi raccomando, se hai ricevuto il modem o altre apparecchiature in comodato d’uso, restituiscile prontamente a TIM per evitare di incorrere nel pagamento di penali o altri sanzioni pecuniarie. Trovi maggiori informazioni al riguardo nel paragrafo dedicato alla restituzione delle apparecchiature che è situato un po’ più giù, sempre in questo articolo.

Cessazione completa della linea

Se vuoi fare la disdetta del telefono fisso di Telecom Italia effettuando la cessazione completa della linea, l’iter che devi seguire non si discosta molto dalla procedura che ti ho indicato nel paragrafo precedente. Anche in questo caso, infatti, per recedere dal contratto devi scaricare l’apposito modulo dal sito Internet di TIM, stamparlo, compilarlo accuratamente e inviarlo all’operatore nei modi e nei tempi giusti.

Collegati quindi al sito Internet di TIM e clicca sul bottone Scarica che è situato accanto alla voce Modulo recesso linea telefonica con telefono a noleggio (se il tuo abbonamento prevedeva il telefono a noleggio), oppure clicca sul bottone Scarica situato accanto alla voce Modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio (se il tuo contratto non prevedeva la presenza del telefono a noleggio). Se non dovessi visualizzare i documenti sopraccitati, clicca sulla voce Vedi tutti situata nel paragrafo Fisso e cerca i moduli che ti interessano nel menu a tendina che si apre.

Dopo aver cliccato sul bottone “Scarica” dovresti visualizzare un riquadro in cui ti viene chiesto di inserire il tuo numero per richiedere assistenza gratuita. Se desideri scaricare subito il modulo, ignora questo messaggio e clicca sulla voce qui che è presente in fondo al riquadro stesso. Se il modulo non viene scaricato in modo automatico, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per scaricarlo manualmente.

A download completato, stampa il modulo, compilalo accuratamente in ogni sua parte, firmalo e invialo a mezzo raccomandata A/R al seguente indirizzo.

Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma)

Se tutto va per il verso giusto, la cessazione effettiva della linea dovrebbe avvenire entro 15 giorni dal momento in cui TIM riceverà la tua richiesta. Ti ricordo, comunque, che sei tenuto a pagare alcuni costi di disattivazione e a restituire le apparecchiature che hai ricevuto a noleggio e/o in comodato d’uso. Pertanto, leggi con molta attenzione anche l’ultima parte di questo post in cui ti spiego quali sono i costi che devi sostenere per la disattivazione del servizio e i modi e i tempi per consegnare le apparecchiature TIM in tuo possesso.

Passaggio ad altro operatore

Se hai deciso di fare la disdetta Telecom perché stai contemplando la possibilità di passare a un’altro operatore, puoi procedere con il recesso dall’abbonamento contattando il nuovo operatore con cui vorresti stipulare un nuovo abbonamento e affidandogli la tua pratica. Sarà infatti il tuo nuovo provider a contattare TIM e a occuparsi di tutte le operazioni necessarie per effettuare il passaggio.

Per scegliere l’offerta più adatta alle tue circostanze, ti consiglio di utilizzare il comparatore messo a disposizione dal sito SOS Tariffe, grazie al quale puoi confrontare le migliori offerte del momento. Fanne buon uso!

Una volta che avrai scelto l’offerta migliore per te, l’unica operazione che dovrai fare tu sarà quella di contattare l’operatore con cui hai intenzione di passare e fornirgli il cosiddetto “codice di migrazione”, un codice alfanumerico che identifica in modo univoco la tua linea telefonica e grazie al quale è possibile velocizzare la procedura di passaggio da un gestore all’altro. Per visualizzare questo codice, prendi una delle tue ultime fatture TIM e cerca il codice al suo interno (dovrebbe trovarsi immediatamente sotto i dati dell’intestario della fornitura, come ti ho spiegato anche nel mio tutorial su come verificare il codice di migrazione).

Se proprio non riesci a visualizzare il codice di migrazione, contatta TIM chiamando al numero 187 e chiedi all’operatore di fornirti il codice di migrazione. Prima di far ciò, ti consiglio di leggere la mia guida in cui ti mostro come fare per parlare con un operatore TIM (così non ti perderai fra le varie istruzioni che ti vengono fornite dalla voce guida).

Una volta che sarà avviata la procedura, dovrebbero passare non più di 10-15 giorni per il passaggio al nuovo operatore. In questo lasso di tempo dovrai semplicemente attendere che la procedura venga portata a termine e seguire le indicazioni che ti vengono fornite dal tuo nuovo provider (potrebbe esserti richiesto di firmare alcuni documenti che ti verranno inviati a casa).

Ricordati, comunque, che anche in questo caso sei tenuto a versare a TIM i costi di disattivazione previsti dal contratto e a restituire in tempo tutte le apparecchiature che hai ricevuto in comodato d’uso. Per maggiori info e dettagli, ti rimando nuovamente ai paragrafi in cui approfondisco i costi da sostenere e le modalità di restituzione delle apparecchiature, situati entrambi proprio qui in basso.

Costi da sostenere

Come avere mi piace su Facebook

Dopo averti spiegato per filo e per segno come effettuare la disdetta Telecom, ho il dovere di parlarti anche dei costi di disattivazione. Nel momento in cui scrivo, TIM prevede che il pagamento delle seguenti “quote fisse”.

  • 35,18 euro — disattivazione linea ADSL/voce.
  • 99,00 euro — disattivazione linea in fibra ottica.

Ai costi sopraccitati, potrebbero aggiungersi anche ulteriori addebiti che ti verranno opportunamente comunicati da TIM. Nella maggior parte dei casi, si tratta di somme pari agli sconti e ai buoni fruiti in caso di recesso anticipato.

Dato che l’importo dei costi di disattivazione potrebbe mutare in modo repentino, ti consiglio di leggere con molta attenzione sia la Carta dei servizi TIM che le Condizioni generali del contratto TIM per avere info sempre aggiornate.

Restituzione delle apparecchiature

Quale modem comprare

Per evitare di pagare penali o altri costi accessori, restituisci in tempo le apparecchiature TIM che hai ricevuto in comodato d’uso entro 30 giorni dalla risoluzione del contratto. Per effettuare la restituzione, spedisci tutti i dispositivi TIM in tuo possesso al seguente indirizzo mediante un pacco postale.

Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano (PV)

Ti ricordo che, oltre alle apparecchiature TIM, devi inviare all’indirizzo riportato sopra anche la documentazione che trovi visitando questa pagina completa dei dati dell’intestatario della fornitura e allegandovi anche una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Mi raccomando, sii scrupoloso nel restituire in tempo le apparecchiature TIM in tuo possesso o ti verranno applicate delle penali piuttosto “salate”!