Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per acquisire video

di

Sei una persona amante dei viaggi e, durante i tuoi giri intorno al mondo, registri sempre dei video-ricordi utilizzando la tua videocamera professionale. Adesso, però, tornato a casa dopo la tua ultima gita fuori porta, vorresti trasferire i video registrati sul computer, in modo da liberare spazio nella memoria della videocamera. Come dici? Sai che per compiere quest’operazione dovresti impiegare dei programmi per acquisire video ma non sai quali siano i migliori? Non preoccuparti, in questa guida puoi trovarne proprio qualche esempio.

Se la descrizione di questo mio tutorial rispecchia le sue necessità, puoi stare del tutto tranquillo, in quanto sto proprio parlarti di alcuni programmi per Windows e macOS adatti all’acquisizione dei filmati registrati con dispositivi esterni. Devi solo scegliere quello che ti sembra più adatto a te e cominciare a utilizzarlo seguendo le mie indicazioni.

Allora: sei pronto per iniziare? Sì? Perfetto: prenditi qualche minuto di tempo libero, in modo da scaricare, installare e provare qualcuna tra le risorse indicate in questo mio tutorial. Nel corso delle prossime righe ti parlerò di alcuni programmi gratuiti e di altri a pagamento, ti spiegherò quali sono quelli più semplici da utilizzare e ti indicherò quelli più completi. Sono sicuro che non farai fatica a trovare quello più adatto a te. D’accordo, adesso si comincia: ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Foto (Windows)

Uno tra i programmi per acquisire video che puoi utilizzare su Windows 10 è l’applicazione Foto, che è presente di serie su tutti i computer dotati del sistema operativo Microsoft. Si tratta di un software gratuito che viene solitamente impiegato per gestire i contenuti multimediali presenti all’interno del proprio PC. Inoltre, tra le sue funzioni più interessanti, vi sono anche quelle dedicate alla creazione di presentazioni.

L’applicazione Foto può essere impiegata per l’acquisizione di elementi multimediali da dispositivi esterni, come per esempio videocamere e smartphone, se questi vengono collegati al computer tramite gli appositi cavi in dotazione.

Detto ciò, se intendi utilizzare Foto per lo scopo oggetto di questo tutorial, avvia come prima cosa la sua app, individuandola tramite la barra di ricerca di Cortana. A programma avviato, puoi vedere direttamente nella schermata principale il comando per l’acquisizione di elementi multimediali (Importa), in quanto questo è situato nell’angolo in alto a destra.

Una volta fatto clic di esso, premi sulla voce Importa da un dispositivo USB, situata nel relativo menu a tendina, per iniziare l’importazione del video da te desiderato all’interno del programma. Più facile di così?!

Acquisizione immagine (macOS)

Per quanto riguarda il sistema operativo macOS, lo strumento di acquisizione nativo di elementi multimediali al quale ti consiglio di fare riferimento è l’applicazione denominata Acquisizione Immagine.

Si tratta, infatti, di un’applicazione dall’interfaccia utente essenziale che permette di acquisire video e foto da smartphone e/o tablet ma anche da videocamere; può quindi essere utile per lo scopo oggetto di questo tutorial.

Detto ciò, avviala tramite la sua icona situata nella cartella Altro del Launchpad, collega il dispositivo dal quale acquisire video o foto al Mac (tramite l’apposito cavo in dotazione), seleziona il nome di quest’ultimo dalla barra laterale di sinistra, indica il percorso nel quale importare gli elementi multimediali e avvia l’acquisizione, premendo sul pulsante Importa tutto.

In alternativa, per importare dei singoli elementi, utilizza la combinazione cmd+clic per selezionarli e, successivamente, clicca sul pulsante ImportaSe hai bisogno di approfondire il funzionamento di quest’applicazione, in modo da utilizzarla, per esempio, per scaricare foto da iPhone a Mac, ti consiglio di leggere altri miei tutorial in cui parlo dell’acquisizione di foto e video su macOS.

iMovie (macOS)

Se stai utilizzando un Mac e hai bisogno di un programma professionale che, oltre a essere in grado di acquisire video, offra anche strumenti per il montaggio dello stesso, ti consiglio di usufruire di iMovie.

Si tratta, infatti, di un popolarissimo programma gratuito per il video editing sviluppato da Apple che si trova preinstallato su tutti i Mac. Nel caso in cui non fosse presente “di serie” sul tuo computer, lo puoi comunque scaricare a costo zero usando il Mac App Store.

iMovie permette di creare montaggi video di livello professionale grazie, per esempio, alla possibilità di realizzare effetti speciali e aggiungere una colonna sonora, per dare vita ai propri filmati. Supporta l’acquisizione video tramite le principali fotocamere e videocamere, elaborando anche i formati ad alta risoluzione, come per esempio quelli in 4K.

Se intendi utilizzare iMovie per l’acquisizione di un video, una volta avviato il programma tramite la sua icona nel Launchpad e collegato il dispositivo esterno al Mac, premi sul simbolo (+) Crea nuovo e seleziona la voce di menu Filmato nel menu contestuale.

A questo punto, fai clic sul pulsante con la freccia verso il basso, situata in alto a sinistra e, nella nuova finestra visualizzata, seleziona il dispositivo collegato, in modo da importare i filmati nella timeline del software. Nel caso in cui volessi approfondire il funzionamento di iMovie, ti suggerisco la lettura del mio tutorial dedicato al programma.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premiere Pro è uno dei più famosi e avanzati programmi multipiattaforma per il video editing e, in quanto tale, è dotato anche di funzioni avanzate pensate per l’acquisizione dei video.

Tra le caratteristiche principali di questo software, che è a pagamento, vi sono il supporto alle GPU più recenti e la possibilità di sfruttare l’accelerazione hardware del computer sul quale è installato, per velocizzare l’elaborazione, anche in caso di video a risoluzioni elevate (come per esempio Full HD o 4K). Si tratta di un programma completo sotto ogni aspetto ma, di contro, ne è consigliato l’utilizzo solo su computer dotati di elevati requisiti hardware.

Il software, come anticipato, è a pagamento, ma è disponibile in una versione di prova gratuita per Windows e macOS che permette di testarne tutte le funzionalità per un periodo di 7 giorni. L’acquisto dello stesso ha un prezzo a partire da 24,39€/mese, con fatturazione annuale. Se si desidera effettuare un pagamento mensile, invece, i prezzi partono dai 36,59€/mese.

Se intendi utilizzare Premiere Pro per l’acquisizione dei video presenti nella videocamera collegata al computer, collegati al sito Web di Adobe in modo da registrare un account al servizio Creative Cloud (per farlo, premi prima sul pulsante Accedi situato in alto a destra e poi clicca su Crea un Adobe ID). Per prelevare il software, invece, fai clic sulla voce di menu Versione di prova gratuita situata in alto.

Una volta prelevato il client, su Windows esegui l’installazione facendo doppio clic sul file .exe, poi premi su nella finestra di controllo dell’account utente. Effettua quindi il login con l’account Adobe precedentemente registrato, facendo clic sulla voce Accedi, indica il tuo livello di competenza con questo software tramite l’apposito menu a tendina e premi su Continua, per proseguire. A questo punto, attendi che la procedura venga portata a termine e che il software si avvii automaticamente.

Su macOS, invece, una volta prelevato il file .dmg di Premiere Pro, fai doppio clic su di esso, in modo da vedere la successiva schermata d’installazione. Dopodiché, fai doppio clic sull’icona Premier Pro Installer, conferma l’intenzione di voler aprire l’applicazione, premendo su Apri, digita la password del Mac e premi su OK.

Attendi, ora, che si apra la schermata di installazione ed effettua l’accesso all’account registrato in precedenza, premendo su Accedi. Fai quindi clic su Inizia a installare, e attendi la procedura  automatica, fino a vedere a schermo la dicitura di conferma Installazione completata.

Per acquisire elementi multimediali con Adobe Premiere Pro su Windows e macOS, utilizza la voce Acquisisci che trovi facendo clic sulla voce di menu File situato in alto, in modo da importare il filmato da te desiderato all’interno della timeline di questo famoso software.

Debut Video Capture (Windows/macOS)

Debut Video Capture è un altro valido programma che può essere utilizzato gratuitamente per lo scopo oggetto di questo tutorial, visto che permette di acquisire video presenti nelle principali fonti esterne, come videocamere o webcam. Inoltre, può essere impiegato per registrare ciò che accade sul desktop o sulla scrivania del proprio computer, sia esso un PC Windows o un Mac.

Come detto, questo software è gratuito, ma solo se viene utilizzato per scopi non commerciali, altrimenti è necessario acquistare la sua versione completa, che costa 24,99€/mese. Per scaricarlo su Windows, clicca sul collegamento Download the free version here che trovi nella home page del sito ufficiale. Dopodiché avvia il file scaricato, premi su , nella finestra di controllo dell’account utente e premi in sequenza su Scarica e installa in Italiano e Avanti, per terminare l’installazione.

Per scaricare e installare Debut Video Capture su macOS, invece, puoi agire tramite il Mac App Store; fai quindi clic sul link indicato, premi sul pulsante Ottieni e poi su Installa l’app. Al termine, avvia il software premendo sul bottone Apri, oppure seleziona la sua icona che trovi nel Launchpad.

Fatto ciò, il programma si avvierà automaticamente. Su entrambi i sistemi operativi, per acquisire un video da un dispositivo esterno precedentemente collegato, fai riferimento a una delle voci presenti nella barra dei menu in alto: Webcam, Dispositivo (in caso di collegamento via cavo) o Rete (per i dispositivi collegati via Internet), a seconda di ciò che hai collegato al computer.

Altri programmi per acquisire video

Quelli che ti ho indicato finora sono soltanto alcuni dei programmi dedicati all’acquisizione video, ma ve ne sono anche altri degni di nota. A tal proposito, se i software illustrati nelle precedenti righe non riscontrano particolarmente le tue esigenze, dai uno sguardo agli strumenti di cui sto per parlarti.

  • VirtualDub (Windows) –  si tratta della soluzione ideale per chi è alla ricerca di un programma completo e gratuito per acquisire video che sia particolarmente semplice da utilizzare. Questo software open source per Windows è pensato per il video editing ma, tra le sue funzioni, vi sono anche quelle relative all’acquisizione video da videocamere e altri dispositivi. Te ne ho parlato in maniera più dettagliata in questo mio tutorial.
  • VLC (Windows/macOS/Linux) –  VLC è uno dei più apprezzati media player open source multipiattaforma, in quanto permette di riprodurre qualsiasi tipo di file video e audio, senza che vi sia il bisogno di scaricare codec esterni. Tra le sue funzionalità di maggior risalto c’è anche quella che permette di acquisire video da svariati dispositivi. Ti ho spiegato nel dettaglio come scaricare VLC in questo tutorial.
  • Photo Booth (macOS) – è l’applicazione predefinita di macOS che permette di acquisire video dalla webcam. Può essere impiegata facilmente per registrare i video acquisiti e applicare filtri ed effetti di base in tempo reale. Per utilizzare questo software ti basta soltanto avviarlo tramite la sua icona presente nel Launchpad.