Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per affiancare due video

di

Per un progetto scolastico, tu e il tuo migliore amico vi siete intervistati a vicenda e adesso vi piacerebbe effettuare un montaggio video. La vostra idea è quella di creare un'intervista doppia in stile “Le Iene”, con i due video affiancati. Purtroppo, però, né tu né il tuo migliore amico avete esperienza con i programmi di video editing e non avete la minima idea su come fare per concludere il vostro progetto. Ho indovinato, vero? Allora non vedo dove sia il problema: se vuoi, ci sono qui io per aiutarti e spiegarti come riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo, posso indicarti quali sono i programmi per affiancare due video che puoi prendere in considerazione. Infatti, devi sapere che esistono varie soluzioni che potrebbero essere adatte alle tue esigenze: ci sono dei software per il montaggio video da installare sul computer che consentono di affiancare i video e impostarne le proporzioni; dei servizi online che mettono a disposizione template pronti all'uso per affiancare filmati con estrema semplicità e perfino app per smartphone e tablet. Come dici? È proprio il tipo di soluzioni che stavi cercando? Allora non perdiamo altro tempo in chiacchiere e mettiamoci subito all'opera!

Coraggio: mettiti comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi. Scegli il programma che ritieni più adatto alle tue esigenze, prova a mettere in pratica le indicazioni che trovi di seguito e ti assicuro che riuscirai ad affiancare tutti i video che desideri. Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Programmi gratuiti per affiancare due video

Siccome alcune soluzioni per editare sono molto costose, voglio farti vedere prima un programma per affiancare due video disponibile per tutti i sistemi operativi più diffusi.

DaVinci Resolve (Windows/macOS/Linux)

davinci resolve

DaVinci Resolve è una soluzione davvero perfetta per editare video completamente gratuita (ma con delle versioni a pagamento con funzioni avanzate), la quale offre un'interfaccia semplice e che aiuta l'utente alle prime armi a portare a termine il lavoro. Disponibile per Windows, macOS e Linux, per scaricarlo non devi far altro che collegarti al sito Web ufficiale, cliccare sulla scritta Download gratuito e scegliere la versione per il tuo PC.

A download completato, procedi con l'installazione di DaVinci Resolve in base alla procedura prevista dal sistema operativo in uso. Ad esempio, su Windows, devi estrarre l'archivio ottenuto, dunque avviare l'eseguibile presente al suo interno e cliccare sui pulsanti e Next, dopodiché devi spuntare la casella di accettazione dei termini d'uso, fare clic due volte su Next e, infine, su Install e Finish. Per maggiori dettagli su come scaricare e installare DaVinci Resolve, leggi la guida che ho scritto sul tema.

A questo punto, avvia DaVinci Resolve, clicca su Skip and start right now per saltare il tutorial iniziale, poi premi il pulsante Consenti alla richiesta di Windows Firewall (se necessario) e sei pronto per cominciare. Una volta aperto il programma fai clic sul menu File collocato in alto a sinistra e poi sulla voce New tilmeline… per creare una nuova sequenza video.

Adesso importa i clip che vuoi affiancare trascinandoli con il mouse all'interno della timeline stessa, le puoi prendere da qualsiasi cartella presente sul tuo PC o dal desktop. Assicurati di posizionarli uno sopra l'altro nella timeline, in modo tale che vengano riprodotti allo stesso momento.

Ora, al fine di poterli affiancare, occorre andare a “giocare” con il posizionamento degli stessi all'interno del frame finale; cosa che richiede solo di muovere qualche cursore. Per prima cosa fai clic sulla voce Inspector che si trova in alto a destra sullo schermo: in questo modo si aprirà una finestra piena di dati.

Per affiancare i clip devi selezionarne uni e cominciare a muovere le voci Zoom e Position posizionandoti sopra il valore, facendo clic e muovendo il cursore del mouse a destra e sinistra osservando cosa avviene sullo schermo. Una volta finito con il primo clip, fai clic sul secondo e ripeti l'operazione fino a che non ti soddisfa il posizionamento.

Una volta terminate tutte le modifiche, per esportare il video devi fare clic sull'icona del razzo che si trova sotto la timeline, decidere i vari parametri e il nome del clip finale dal pannello che si apre per poi cliccare sul pulsante Add to render queue e aspettare che il programma faccia il resto. Per ulteriori dettagli, leggi la mia guida su come usare DaVinci Resolve.

iMovie (macOS)

iMovie

iMovie è uno dei migliori programmi Mac per affiancare due video ed è installato “di serie” su tutti i dispositivi della “mela morsicata” (anche su iPhone e iPad): se così non fosse, è possibile scaricarlo gratuitamente dal Mac App Store. Tra le sue funzioni, consente anche di sovrapporre due video e di affiancarli usando proporzioni personalizzate.

Per affiancare due video con iMovie, avvia il programma, fai clic destro sotto la voce Evento e poi ancora su Nuovo evento. Dopo averlo rinominato fai clic sulla freccia in basso (Importa file multimediali) e seleziona i video che vuoi utilizzare nel tuo filmato. Ora, dalla sezione Progetti che trovi in alto fai clic sulla voce Crea nuovo e seleziona l'opzione Filmato dal menu che compare.

A questo punto, seleziona i due video importati e trascinali nella timeline: in automatico, i due filmati saranno inseriti in sequenza nella traccia dedicata ai video. Seleziona, quindi, uno dei due filmati e trascinalo nella traccia video superiore in modo che i filmati non siano sequenziali ma uno sopra l'altro, dopodiché fai clic sul video più in alto (presenterà un contorno giallo) e seleziona lo strumento Impostazioni di sovrapposizione video (l'icona dei due quadrati) presente in alto a destra sopra il player.

Clicca, quindi, sul menu a tendina Inserto e seleziona l'opzione Schermo diviso per affiancare i due video. Per scegliere la porzione di filmato da mostrare nella metà dello schermo, pigia sul pulsante Ritaglio (le due L incrociate), clicca sulla voce Taglia per riempire e seleziona la parte di video da mostrare. Ripeti quest'ultima procedura anche per l'altro video e il gioco è fatto.

Per esportare il filmato con i due video affiancati, clicca sull'icona della freccia dentro un quadrato (in alto a destra), seleziona la voce File e, nella nuova finestra aperta, pigia sui pulsanti Avanti e Salva per esportare il video. Per approfondire l'argomento, puoi leggere la mia guida su come usare iMovie.

Altri programmi per affiancare due video

Premiere

Quindi quale programma usare per affiancare due video? Le soluzioni che ti ho mostrato finora sono più che valide ma, nel caso non ti piacessero, puoi anche scegliere una di queste alternative.

  • Adobe Premiere Pro (Windows/macOS) — il programma di Adobe per editare video per eccellenza e uno dei più utilizzati al mondo anche trai i videomaker professionisti. A pagamento ma con versione di prova gratuita di 7 giorni. Maggiori info qui.
  • Adobe Photoshop (Windows/macOS) — un programma di editing fotografico per editare video? Sì, non sono impazzito, Photoshop ha anche diversi strumenti di videoediting che tornano molto utili per piccoli lavori nel caso tu non voglia scaricare anche Premiere. Maggiori info qui.
  • Wondershare Filmora (Windows/macOS) — un software che permette di editare i video in forma gratuita ma che applica un watermark sull'esportazione, quindi potresti dover ricorrere alla versione a pagamento da 40 € annuali. Maggiori info qui.

Programmi online per affiancare due video

Se sul tuo PC sei a corto di spazio o se non ha potenza sufficiente per far “girare” uno dei programmi menzionati in precedenza, allora potresti voler ricorrere a un servizio online che ti permetta di ottenere risultati simili senza scaricare nulla.

Kapwing

kapwing

Se stai cercando come affiancare due video online, il sito Kapwing potrebbe rappresentare la soluzione adatta alle tue esigenze. È un servizio online che permette di creare dei montaggi video in maniera rapida e semplice e modificare i propri filmati aggiungendo effetti e filtri o apportando rotazioni, tagli e molto altro.

Per affiancare due video con Kapwing, collegati al suo sito Web, scorri la pagina verso il basso e clicca sull'opzione Video editor. Scegli, quindi, il primo file da caricare facendo clic sul pulsante Upload e poi, dalla schermata di editing, aggiungi il secondo tramite il riquadro Add media.

A questo punto hai il primo filmato nella timeline, trascina anche il secondo qui in modo tale che i due si trovino un livello sopra l'altro, cosicché vengano riprodotti simultaneamente. Ora fai clic su uno dei due video nella timeline e poi nel riquadro d'anteprima, in modo da far comparire quattro pallini agli angoli del frame.

Adesso non devi fare altro che ridimensionare il primo a tuo piacimento, poi spostarti sul secondo facendo la stessa cosa e riposizionandoli in modo che coprano quella parte di frame che desideri. Kapwing ti permette, nel caso tu sia registrato, d'esportare fino a 3 video al mese senza watermark, il quale altrimenti verrà applicato nell'angolo del frame. Se poi avessi esigenze di creare più video, potrai sempre sottoscrivere l'abbonamento Pro da 16 $ al mese.

App per affiancare due video

Programmi per affiancare due video

I filmati che vuoi affiancare sono sul tuo smartphone e non vuoi perdere tempo nel trasferirli sul tuo computer? Nessun problema, ecco una lista di app per affiancare due video da installare sul tuo dispositivo mobile.

  • Vidstitch (Android/iOS/iPadOS) — è un'applicazione che consente di affiancare sia video che foto usando dei template pronti all'uso. Inoltre, tra le sue funzioni permette di aggiungere testo e bordi ai filmati con un risultato garantito. È gratuita ma permette acquisti in-app a partire da 1,09 euro per avere ulteriori template da utilizzare.
  • Cute Cut (Android/iOS/iPadOS) — è una delle migliori applicazioni per il montaggio video poiché consente di lavorare su una timeline multitraccia. Tra le sue funzioni consente anche di sovrapporre e affiancare video. Nella versione gratuita applica un watermark ai filmati, che è possibile rimuovere con un acquisto in-app di 5,99 euro su Android o acquistando la versione Cute Cut Pro (5,99 euro) su iPhone/iPad.
  • Video Collage Maker (Android/iOS/iPadOS) — app che, come suggerisce il nome, permette di creare collage di foto e video utilizzando i template disponibili in modo facile e veloce.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.