Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per zoom

di

Vorresti ingrandire lo schermo del computer ma non hai la più pallida idea di come riuscirci? Stai cercando una soluzione per fare zoom a un video e cerchi consigli sui programmi da usare? Se hai risposto in modo affermativo ad almeno una di queste domande, mi sembra evidente che hai bisogno di programmi per zoom da installare sul tuo computer o anche sui dispositivi mobili. Ho indovinato, vero? Bene, allora sappi che sei capitato nella guida giusta al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi di questo tutorial, infatti, avrò modo di illustrarti diverse soluzioni utili allo scopo, tra cui funzioni predefinite di Windows e macOS e applicazioni di terze parti (anche per Android e iOS/iPadOS, qualora tu voglia agire anche su smartphone e tablet), che ti saranno utili allo scopo.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le "dritte" che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura!

Indice

Software zoom per PC

Iniziamo a vedere alcuni software zoom per PC per Windows e macOS incluse "di serie" in questi sistemi operativi o rese disponibili da terze parti.

Funzioni predefinite

Ingrandire schermo Windows

Come ti dicevo poco fa, esistono alcune funzioni predefinite di Windows e macOS che permettono di eseguire uno zoom sullo schermo del computer, in modo tale da vedere "da vicino" gli elementi visualizzati sul desktop.

  • Su Windows — premi Ctrl+Alt+L sulla tastiera, per passare alla modalità Lente. Dopodiché fai clic sull’icona dell’ingranaggio annessa alla barra degli strumenti e, se necessario, aumenta o diminuisci il livello di zoom, cliccando sui pulsanti (+) e (–) annessi alla barra degli strumenti della lente d’ingrandimento.
  • Su macOS — recati in Preferenze di sistema, cliccando sull’apposita icona presente nella barra Dock o su quella che trovi annessa al Launchpad. Nella finestra che si apre, fai clic sull’icona Accessibilità, seleziona poi la voce Zoom dalla sidebar di sinistra e apponi il segno di spunta sulle caselle Utilizza le abbreviazioni da tastiera per ingrandire, Usa i gesti di scorrimento con tasti modificatori per ingrandire e Ingradisci testo al passaggio del cursore. Dopodiché premi contemporaneamente i tasti cmd+alt+8 sulla tastiera usa la combinazione cmd+alt+0 (zero) per incrementare il grado di zoom. Per diminuire l’ingrandimento, invece, premi nuovamente i tasti cmd+alt+8 e poi premi cmd+alt+(–) (simbolo meno).

Per maggiori informazioni in merito a come ingrandire lo schermo su Windows e macOS, leggi le indicazioni che ti ho fornito nel tutorial che ho interamente pubblicato sull’argomento.

ZoomIt (Windows)

ZoomIt

Se vuoi affidarti a software di terze parti e disponi di un PC Windows, ti consiglio di provare ZoomIt: un’applicazione leggerissima, gratuita e semplice da utilizzare che non richiede alcuna installazione, visto che è disponibile in versione portable. È disegnata appositamente per ingrandire porzioni di schermo durante le dimostrazioni e le presentazioni in pubblico. Ti segnalo, inoltre, la sua compatibilità con tutte le principali versioni di Windows. Utilizzarla è semplice: una volta avviata, basta richiamare lo strumento di disegno di ZoomIt e poi ingrandire lo schermo con una semplice combinazione di tasti.

Per scaricare l’applicazione, recati su questa pagina, fai clic sul link Download ZoomIt e poi estrai in una cartella qualsiasi il contenuto presente nell’archivio ZIP ottenuto. A questo punto, apri il file .exe che si trovava nell’archivio compresso, clicca sul bottone Agree e il gioco è fatto. Nella finestra principale di ZoomIt, indica nel campo di testo Zoom Toogle la combinazione di tasti da usare per attivare l’ingrandimento dello schermo (es. Ctrl+G) e specifica il livello di ingrandimento che desideri effettuare, spostando il cursore presente sulla barra di regolazione in corrispondenza del livello desiderato (es. 1.25, 1.5, 1.75, etc.).

Fatto ciò, non ti rimane altro da fare che cliccare sul bottone OK, per salvare le modifiche fatte. Per ingrandire lo schermo, poi, devi premere la combinazione di tasti che hai impostato per ingrandire lo schermo e muoverti con il mouse all’interno dell’interfaccia di Windows. Per tornare al livello di zoom predefinito, poi, ti basta premere nuovamente la combinazione di tasti in questione o il tasto Esc sulla tastiera e il gioco è fatto. Più semplice di così?

Zoomln (macOS)

Zoomln

Hai un Mac? In tal caso, ti consiglio di provare Zoomln: applicazione disponibile al download gratuito direttamente dal Mac App Store, che permette semplicemente di ingrandire lo schermo del proprio computer e che si presta a essere utilizzata soprattutto da Web designer e programmatori che hanno bisogno di ingrandire lo schermo per vedere i colori in esadecimale o in decimale.

Per avvalertene, la prima cosa che devi fare è installare Zoomln: recati su questa pagina, clicca sul pulsante Vedi in Mac App Store, fai clic sul bottone Ottieni/Installa e, se necessario, conferma l’operazione con il Touch ID (se il tuo Mac ne è provvisto) o con la password del tuo account Apple.

Dopo aver installato e avviato Zoomln, clicca sul pulsante Apri Preferenze di Sistema e concedi all’applicazione di registrare lo schermo (operazione necessaria per utilizzarla), apponendo il segno di spunta sulla casella Zoomln e poi facendo clic sul pulsante Esci adesso (per chiudere l’applicazione e applicare le modifiche). Avvia nuovamente Zoomln e il gioco è fatto: nella sua finestra principale, visualizzerai un ingrandimento dell’area selezionata al passaggio del puntatore del mouse.

Altri software zoom per PC

Zoom video

Le soluzioni di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti hanno soddisfatto e, per questo motivo, vorresti provare altri software zoom per PC? Dai un’occhiata a quelli che sono elencati qui sotto: ce ne sono sicuramente alcuni che possano fare al caso tuo.

  • Magical Glass (Windows) — è uno dei migliori software per lo zoom dello schermo disponibili per Windows, grazie al quale è possibile ingrandire porzioni di desktop usando una lente d’ingrandimento posta sotto il cursore del mouse. È molto semplice da usare e può contare su un sistema di scorciatoie da tastiera che consente agli utenti di scegliere delle combinazioni di tasti attraverso le quali azionare il software, aumentare/diminuire il livello di zoom della lente virtuale e usare le funzioni avanzate dell’applicazione. Fra queste, ci sono la cattura degli screenshot dello schermo e la regolazione della luminosità.
  • Magnifixer (Windows) — è un programma per zoom che permette di ingrandire qualsiasi elemento presente sullo schermo del computer e di visualizzarne la versione zoomata in una finestra posizionabile in qualsiasi punto del desktop. Supporta lo zoom fino a 40x e i sistemi strutturati con più monitor. Include un sistema di riconoscimento dei colori HTML/RGB e ottimizza la visualizzazione dei caratteri di scrittura ingranditi, per non farli apparire eccessivamente sgranati. Se la visualizzazione in stile finestra non soddisfa, può essere impostato per seguire il cursore del mouse. È compatibile con tutte le principali versioni di Windows.
  • clZoom (Windows) — è un programma per zoomare lo schermo funzionante su tutte le principali versioni del sistema operativo Windows. Permette di ingrandire porzioni di schermo usando esclusivamente il mouse e la sua rotellina. È molto semplice da usare e supporta un livello di zoom fino a 16x. Non necessita di installazioni per poter funzionare e può essere trasportato agevolmente su qualsiasi chiavetta USB.
  • Virtual Magnifying Glass (Windows/macOS/Linux) — come suggerisce il suo nome, si tratta di una sorta di lente d’ingrandimento virtuale per il desktop che, posizionata sotto il cursore del mouse, permette di ingrandire porzioni dello schermo durante presentazioni e dimostrazioni pubbliche. Supporta i livelli di zoom da 1x a 32x e integra alcune funzioni molto utili per i Web designer, come la descrizione RGB decimale ed esadecimale dei colori presenti su schermo. Supporta le scorciatoie da tastiera ed i sistemi multi-monitor. È disponibile per tutti i principali sistemi operativi: Windows, Linux e macOS.

Programmi per zoom video

Vorresti qualche consiglio in merito a quali programmi per zoom video utilizzare per ingrandire un’area specifica dei tuoi filmati? Prova a dare un’occhiata alle soluzioni elencate qui sotto: ti saranno senz’altro utili.

VLC (Windows/macOS/Linux)

Zoomare video con VLC

VLC, famosissimo lettore multimediale gratuito e open source, è perfetto per eseguire zoom video. Dopo averlo scaricato e installato sul tuo computer (ti ho già spiegato come fare in quest’altra guida), devi recarti nella sezione dedicata agli effetti video di VLC e richiamare lo strumento che permette di eseguire lo zoom.

Se usi la versione del programma per Windows, recati nel menu Strumenti > Effetti e filtri che si trova in alto; se usi la versione per Mac, invece, recati nel menu Finestra > Effetti video (nella barra dei menu di macOS).

Adesso, seleziona le schede Effetti video (se necessario) e poi Geometria dalla finestra apertasi, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Zoom interattivo e avvaliti del riquadro che compare in alto a sinistra nella finestra del video, in modo tale da spostare lo zoom con il cursore del mouse. Per regolare il livello di zoom, invece, fai clic sulla barra di regolazione posta sotto il riquadro.

Se ti servono ulteriori delucidazioni in merito a come zoomare un video con VLC, leggi pure l’approfondimento che ho dedicato all’argomento.

Adobe Premiere (Windows/macOS)

Premiere

Stai lavorando a un progetto con Adobe Premiere, il celebre software di video editing di casa Adobe, e non sai come fare zoom a un video? Tranquillo, anche se potrebbe sembrarti apparentemente difficile riuscirci, ti garantisco che non lo è affatto.

Dopo aver avviato il programma, apri il menu File > Nuovo > Progetto e clicca sul bottone OK, per avviare la creazione di un nuovo progetto (se non l’hai già fatto). Importa, dunque, il video di tuo interesse, aprendo il menu File > Importa dal menu in alto e seleziona il file multimediale sul quale agire.

Una volta importato il video, trascinalo nella timeline situata in basso e fai clic su di esso, così da selezionarlo. Ora, per eseguire uno zoom a una porzione del filmato in modo non permanente, premi sul menu a tendina Adatta che dovresti visualizzare sotto il player, seleziona una delle opzioni di ingrandimento tra quelle disponibili (es. 50%, 75%, 100%, etc.) e sposta il cursore visibile sulla destra per selezionare la parte di video da zoomare.

Per zoomare un video in modo permanente, invece, premi sull’opzione Effetti situata in alto, individua il box Controllo effetti e fai clic sulle voci Movimento e Scala. Così facendo, dovresti vedere sul player un puntatore: trascinalo nel punto nel quale intendi zoomare il video e sposta verso destra il cursore situato sotto la dicitura Scala.

In conclusione, recati nel menu File > Esporta > File Multimediali e seleziona il formato di output del video editato e la posizione in cui hai intenzione di salvarlo.

Per maggiori informazioni su come zoomare video con Premiere, ti rimando alla lettura del tutorial che ho interamente dedicato all’argomento. Spero possa tornarti utile.

iMovie (macOS)

Zoom iMovie

Se vuoi avvalerti di iMovie, famosissimo software di video editing installato "di serie" su tutti i computer a marchio Apple, lascia che ti illustri come adoperarlo per zoomare un video.

Dopo aver avviato iMovie, seleziona l’opzione Crea nuovo e fai clic sulla voce Filmato, così da avviare un nuovo progetto. Clicca poi sull’icona della freccia rivolta verso il basso, nel menu principale, per selezionare il filmato di tuo interesse, e premi sul bottone Importa selezionati, così da importarlo all’interno del programma.

A questo punto, devi trascinare il filmato nella timeline di iMovie: per farlo, seleziona quest’ultimo (facendo clic su di esso) e premi sul pulsante Ritaglio che dovresti vedere sopra il player di iMovie. Scegli, dunque, l’opzione Taglia per riempire e seleziona la porzione di video da zoomare, mediante i comandi comparsi a schermo

A questo punto, devi salvare il filmato di output sul tuo Mac: clicca sull’icona della freccia rivolta verso l’alto posta all’interno del quadrato (in alto a destra), seleziona l’opzione File e fai clic sui pulsanti Avanti e Salva. Se vuoi farti un’idea generale di come funziona iMovie, non ti resta che dare un’occhiata al tutorial che ti ho appena linkato.

Altri programmi per zoom video

Zoomare video con Sony Vegas

Se le soluzioni appena citate non ti hanno convinto pienamente, ti consiglio di valutare questi altri programmi per zoom video, che ritengo molto validi.

  • SonyVEGAS (Windows) — applicazione per l’editing video che integra molteplici funzioni, una delle quali è utile per zoomare video. Costa 399 dollari, ma è possibile testarne le funzionalità per 30 giorni.
  • WeVideo (Online) — editor online che permette ritoccare video e applicare vari effetti agli stessi, compreso quello relativo allo zoom degli stessi. Nella sua versione free, permette di godere di 5 minuti di video al mese ed esportare filmati a passa risoluzione. Per abbattere questi limiti, bisogna sottoscrivere l’abbonamento, che parte da 9,99 dollari/mese.

App per zoom

Concludiamo questa guida analizzando alcune app per zoom. Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di spiegarti come adoperare alcune funzioni predefinite di Android e iOS e anche alcune app di terze parti per eseguire zoom video da smartphone e tablet.

Zoom schermo smartphone

Come zoomare su Instagram

Per eseguire zoom sullo schermo dello smartphone, come ti dicevo, è possibile adoperare alcune funzioni predefinite di Android e iOS. Di seguito ti spiego come procedere.

  • Su Android — recati in Impostazioni > Accessibilità > Gesti di Ingrandimento e sposta su ON la levetta dell’interruttore visualizzato a schermo. Ora, non ti resta che effettuare un triplo tap per eseguire lo zoom, durante il quale puoi spostare l’inquadratura tenendo due dita premute sullo schermo e trascinandole. Sempre utilizzando due dita, puoi regolare il livello di zoom come più preferisci (allargandole o restringendole). Per disabilitare lo zoom, recati nuovamente in Impostazioni > Accessibilità > Gesti di Ingrandimento e riporta su OFF l’interruttore visualizzato a schermo.
  • Su iOS — recati in Impostazioni > Generali > Accessibilità e sposta su ON l’interruttore situato in corrispondenza della dicitura Zoom, così da veder comparire il riquadro dello zoom sul display del tuo "melafonino". Per farlo scomparire temporaneamente, esegui un doppio tap sullo schermo utilizzando tre dita. Per richiamare la lente d’ingrandimento, esegui nuovamente un doppio tap sullo schermo utilizzando tre dita. Se vuoi disabilitare lo zoom, recati di nuovo in Impostazioni > Generali > Accessibilità e sposta su OFF la levetta dell’interruttore posto in corrispondenza della dicitura Zoom. Maggiori info qui.

App per zoom video

Come ti dicevo, esistono anche app per zoom video che, anziché permettere di ingrandire l’interfaccia di sistema, consentono di eseguire zoom di filmati. Qui sotto trovi alcune soluzioni utili a questo scopo.

  • App Fotocamera di Android e iOS — dopo aver richiamato la modalità Video ed esegui uno zoom-in sullo schermo, allargando due dita sullo schermo, così da zoomare il video.
  • VideoShow (Android/iOS/iPadOS) — app che permette di editare filmati ed eseguire uno zoom sugli stessi. Nella sua versione gratuita, applica un watermark ai video editati, che è possibile rimuovere effettuando un acquisto in-app da 1,09 euro per ciascun video oppure scaricando la versione Pro dell’app, che costa 32,99 euro.
  • Videoshop (Android/iOS/iPadOS) — altra app appartenente alla categoria in oggetto che permette di eseguire uno zoom sui video da editare. Di base è gratis, ma anch’essa applica un watermark ai propri lavori, rimovibile effettuando un acquisto in-app di 3,49 euro.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.