Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per parlare in inglese

di

Hai assoluta necessità di perfezionare il tuo inglese per gestire al meglio alcuni importanti aspetti comunicativi del tuo lavoro, o per sentirti più a tuo agio quando viaggi all’estero: hai già passato molto tempo sui libri, ma hai deciso che è venuto il momento di considerare un approccio più pratico alla questione.

Alcuni amici ti hanno parlato della possibilità di registrarsi a dei siti per parlare in inglese, nei quali potresti dialogare con insegnanti in possesso di una conoscenza fluente della lingua, o ancora con persone provenienti da tutto il mondo che condividono la tua stessa esigenza, con i quali avviare un produttivo scambio culturale. Non essendo molto pratico di questi servizi, però, vorresti approfondire l’argomento per selezionare una piattaforma affidabile e allo stesso tempo adatta alle tue esigenze.

Ebbene, oggi è proprio il tuo giorno fortunato: nei prossimi paragrafi, infatti, potrai valutare le migliori risorse per conversare in inglese disponibili sulla Rete, da me personalmente testate e verificate. Si tratta di piattaforme in grado di rispondere a diverse necessità e adatte a diversi livelli di conoscenza della lingua d’Albione. Come dici? Hai giusto un pò di tempo libero da dedicare a questa attività? Perfetto! In tal caso non mi rimane che augurarti buon proseguimento. Have a good time!

Indice

Siti per parlare in inglese

chat vocale

Sul Web è possibile trovare davvero tantissimi siti per parlare in inglese: l’offerta è varia e non è facile orientarsi per individuare la soluzione più idonea alle proprie esigenze.

Per semplificarti il compito, dunque, ho selezionato alcune risorse che reputo particolarmente valide, ognuna delle quali si contraddistingue per determinate caratteristiche che rendono il servizio unico: sono certo che, in questo modo, non avrai difficoltà a scegliere il miglior sito per parlare in inglese in base alle tue specifiche necessità.

Cambly

Cambly

Cambly è una delle migliori piattaforme di e-learning per imparare l’inglese esercitandosi sia nel linguaggio parlato che in quello scritto. Offre la possibilità di scegliere tra oltre 10.000 insegnanti madrelingua con accenti diversi tra cui scegliere (US, UK, AU ecc.): ci sono corsi IELTS, TOEFL, corsi di inglese commerciale e corsi dedicati a figure professionali specifiche quali manager d’azienda, avvocati o medici.

Cambly funziona comodamente da PC, smartphone o tablet (da browser su computer e da app per per AndroidiOS/iPadOS su mobile) e consente di effettuare video-lezioni individuali in giorni e orari flessibili scelti dall’utente. Questo significa che il servizio è disponibile 24/7 e 365 giorni all’anno ed è possibile programmare le lezioni in base alle proprie esigenze, ovunque ci si trovi.

Vengono offerti anche workshop, come quello per la pratica nei colloqui di lavoro, e al termine del corso si ottiene un certificato che può essere adoperato per fini lavorativi e di studio.

I costi del servizio sono estremamente contenuti. Oltretutto, registrandoti con il codice SALVATORE-ARANZULLA potrai ottenere 15 minuti di prova gratis, il 10% di sconto sui piani da 3 mesi e il 25% di sconto sui piani annuali. Sono infatti disponibili piani da 1, 3 o 12 mesi comprensivi di lezioni da 15, 30 o 60 minuti con frequenza settimanale a scelta (2, 3 o 5 volte alla settimana).

Per provare Cambly, collegati al sito ufficiale e registrati tramite il modulo che vedi su schermo. Potrai così avviare la ricerca dell’insegnante che preferisci e avviare la tua lezione di prova gratuita.

Le lezioni sono in lingua inglese, proprio per migliorare nella conversazione. Ad ogni modo nella chat c’è un comodo tool di traduzione automatico che può essere usato all’occorrenza per migliorare la comprensione di quanto detto dal tutor.

Cambly

Altra cosa importante da sottolineare è che le lezioni vengono registrate automaticamente e si ha dunque la possibilità di rivederle in qualsiasi momento per "ripetere" (nel caso non si voglia la registrazione, è possibile comunque richiederne la disattivazione). Per maggiori informazioni, puoi dare un’occhiata al mio tutorial specifico su come funziona Cambly.

Infine, ti segnalo anche la disponibilità di Cambly Kids, la versione di Cambly destinata ai bambini con età compresa fra i 4 e i 15 anni con insegnanti madrelingua certificati per l’insegnamento ai più piccoli. Maggiori info qui.

Preply

Preply

Se cerchi un sito per parlare con insegnanti di inglese che possano fare lezioni 1:1 con te in cui conversare e seguirti per l'intero percorso di apprendimento della lingua, ti consiglio vivamente di provare Preply.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un servizio per l'apprendimento delle lingue a distanza (non solo inglese, ma anche spagnolo, francese, tedesco, cinese, giapponese ecc.) fondato nel 2013 da un team con sede in Ucraina e che oggi può contare insegnanti di oltre 185 Paesi di tutto il mondo (anche madrelingua e con campi di competenza specifici) e oltre 100.000 studenti all'anno.

Con Preply puoi scegliere il tuo insegnante tra i tanti disponibili (c'è un sistema di machine-learning per abbinare più efficacemente insegnanti e studenti, ma la scelta finale spetta sempre all'utente), indicare giorno e orario che preferisci in maniera flessibile e fare una lezione di prova gratis. Le lezioni (sono disponibili anche quelle di gruppo oltre che quelle individuali) si svolgono comodamente da PC o da app per Android o iOS/iPadOS.

Da sottolineare che c'è la garanzia soddisfatti o rimborsati con la possibilità di acquistare lezioni singole o pacchetti di lezioni con prezzi medi dai 15 ai 20 euro all'ora. Sono accettati sia carta che PayPal per i pagamenti.

Ciò detto, per provare Preply, collegati al sito ufficiale, seleziona la lingua che vuoi apprendere e rispondi alle domande (opzionali) sul percorso di apprendimento che vuoi affrontare, in modo da avere consigli più pertinenti circa gli insegnanti da scegliere. Dopodiché, una volta comparsa la lista dei tutor, seleziona quello che preferisci e richiedi la tua lezione di prova gratuita.

Esegui quindi l'accesso creando il tuo account, oppure tramite Google o Facebook, e inizia il tuo percorso di apprendimento dell'inglese, che sarà sorprendentemente coinvolgente e divertente con conversazioni di vario genere (d'altronde conversare con altre persone è la chiave per apprendere meglio le lingue). Maggiori info qui.

Tandem

tandem selezione lingua

Se stai cercando siti per parlare in inglese con persone, ti suggerisco vivamente di provare Tandem: si tratta di una piattaforma sviluppata appositamente per permettere alle persone di migliorare la propria conoscenza di una lingua semplicemente dialogando con altri utenti che hanno la medesima esigenza.

Se questa soluzione rispecchia il tuo desiderata, collegati alla pagina principale del servizio che ti ho linkato poc’anzi, quindi pigia sul pulsante Registrati situato in alto a destra. A seguire, seleziona la lingua inglese tramite l’apposito menu a tendina e fai clic sul simbolo dell’istogramma che compare a lato della selezione per definire il relativo livello di conoscenza, quindi pigia sul pulsante Prosegui, ed esegui la stessa operazione per definire anche la tua lingua madre.

Una volta fatto ciò, indica se parli fluentemente anche altre lingue, oppure premi la sottostante dicitura Salta per passare allo step successivo e rispondi ai tre quesiti che ti vengono proposti per eseguire una profilazione del tuo account e trovare gli utenti compatibili: le domande riguardano gli argomenti dei quali desideri parlare, il profilo ideale del “tandem” (ovvero della persona con la quale ti piacerebbe avere una conversazione) e gli obiettivi di studio. Premi di volta in volta il pulsante Prosegui per avanzare nella procedura di registrazione.

tandem aggiungere foto profilo

Al termine dovrai selezionare una foto profilo con la quale altri utenti potranno identificarti: puoi caricarne una già presente sul tuo computer, cliccando sul pulsante [+] al centro della schermata, o scattarne direttamente una, pigiando sul simbolo della macchinetta fotografica situato in basso a destra. Mi raccomando, il volto deve essere in primo piano e chiaramente riconoscibile per fare in modo che la tua candidatura venga accettata: evita, dunque, di inserire foto che non permettano una facile identificazione del viso.

L’ultimo passaggio riguarda la registrazione dell’utenza: puoi scegliere di effettuarla con il tuo account Facebook o Google (verrai rimandato al relativo modulo di autenticazione), o compilare il modulo sottostante con le informazioni personali, ovvero nome, cognome, indirizzo email, password, data di nascita e genere, premendo infine il pulsante Registrati collocato in fondo alla pagina.

Riceverai una email alla casella di posta indicata con un link per la convalida dell’account. In alcuni casi l’attivazione di un profilo potrebbe richiedere un pò di tempo (fino a 7 giorni), in quanto la community esamina singolarmente le varie richieste di adesione in modo da consentire un regolare svolgimento delle sessioni di conversazione per le finalità preposte dal progetto.

Non appena ti verrà notificata la registrazione al servizio tramite un nuovo messaggio email, torna sulla pagina principale del servizio ed esegui l’autenticazione pigiando sul bottone Accedi, quindi effettua l’autenticazione con il sistema scelto in fase di registrazione.

A seguire, premi sul pulsante Vai alla Web app, quindi scegli il partner con il quale avviare una conversazione fra quelli proposti. Puoi anche applicare dei filtri per visualizzare solo gli utenti corrispondenti a determinate caratteristiche, pigiando sul simbolo dei selettori situato in basso a destra e valorizzando i parametri relativi alla località e all’età nel pannello che compare a lato.

Ti segnalo che Tandem prevede anche la possibilità di utilizzare un’app, compatibile con Android (verifica anche su store alternativi se il tuo dispositivo non ha i servizi Google) e iOS/iPadOS, che integra alcuni servizi aggiuntivi non disponibili nella versione per browser.

Speaky

home page speaky

Speaky è uno dei più noti siti gratuiti per parlare in inglese: l’iscrizione a questo servizio ti permetterà di mettere in pratica la tua conoscenza della lingua d’Albione dialogando in chat tramite browser (o, se lo preferisci, da app) con altri utenti provenienti da tutto il mondo.

Per cominciare a utilizzarlo, collegati alla pagina principale del servizio, quindi seleziona la lingua del sito dal menu a tendina collocato in alto a destra. A seguire, scegli l’opzione inglese dal menu a tendina a fianco della dicitura Voglio far pratica, ed esegui la registrazione premendo sul pulsante Google o Facebook.

Al passaggio successivo, completa l’autenticazione sul modulo del servizio prescelto, quindi, per cominciare la profilazione del tuo account, seleziona il livello di conoscenza della lingua inglese scegliendo una delle opzioni proposte e premi il pulsante Next che compare a lato.

Una volta fatto ciò, seleziona la lingua nativa dall’apposito menu a tendina, quindi compila il modulo che ti viene proposto con le informazioni relative a data di nascita e genere. A seguire, inserisci una breve descrizione del tuo profilo e premi sul pulsante Continua sul pop-up che ti notifica il completamento del processo di registrazione per accedere all’interfaccia principale del servizio, nella quale potrai già visualizzare i profili delle persone con le quali avviare lo scambio linguistico.

piattaforma speaky avvio chat

Per cominciare una conversazione non dovrai fare altro che pigiare sulla scheda dell’utente prescelto e pigiare sul simbolo del fumetto situato in fondo alla finestra del profilo appena scelto. Puoi anche applicare dei filtri ai risultati cliccando sul bottone Filters, collocato in alto a destra, selezionando Genere, Età, o indicando eventuali lingue da bloccare e premendo infine sul pulsante Save.

Come ti ho anticipato all’inizio del capitolo, la piattaforma Speaky è fruibile anche da app, la quale è compatibile con dispositivi Android (disponibile anche su store alternativi) e iOS.

Altri siti per parlare in inglese

conversation_exchange home page

Hai letto con attenzione i suggerimenti dei capitoli precedenti, ma vorresti valutare anche altri siti per parlare in inglese? Nessun problema, qui di seguito puoi trovare altre proposte che ritengo altrettanto valide e funzionali.

  • Conversation Exchange — attraverso questo sito è possibile scegliere fra tre tipologie di scambi linguistici: conversazione faccia a faccia (pianificando un incontro dal vivo in un luogo pubblico tramite la piattaforma), amico di penna (per scambiare messaggi di testo), o chat partner (in questo caso la conversazione può avvenire mediante messaggi istantanei, anche vocali e video)

  • Busuu — se cerchi un sito che offre corsi online di inglese, questa piattaforma offre un abbonamento base gratuito che dà diritto a seguire lezioni per l’apprendimento di una sola lingua, mentre le versioni Premium hanno costi a partire da 5,83 euro al mese e integrano la modalità offline, la possibilità di personalizzare il piano di studio e una serie di strumenti ad hoc per facilitare l’apprendimento.

  • Lingoglobe — se preferisci fare esercizio dialogando con utenti madrelingua provenienti da altri paesi, ti consiglio di testare anche questo sito che ha più di 50.000 utenti iscritti: in questo caso puoi anche filtrare i contatti tenendo in considerazione eventuali hobby e interessi condivisi.

  • Coeffee — si tratta di un sito particolarmente originale e divertente che mette a disposizione appositi giochi da condividere con altri utenti, con i quali è possibile successivamente anche avviare una conversazione via chat o video.

Articolo realizzato in collaborazione con Cambly.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.