Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Ubuntu

di -

Immagina un sistema operativo gratuito, con un mare di applicazioni già incluse e che non richiede nemmeno l’installazione di un antivirus perché quasi immune alle minacce di virus e malware. Ancora: immagina un sistema operativo veloce, stabile, che non si blocca mai e non ha bisogno di reinstallazioni frequenti. Sarebbe bello, vero? Beh, allora smetti di sognare, apri gli occhi e installa Ubuntu sul tuo computer!

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, Ubuntu è una distribuzione di Linux che abbina una straordinaria semplicità di utilizzo a un'elevata compatibilità hardware. È completamente gratuito, open source e include al suo interno molte applicazioni che avrai sicuramente già imparato a conoscere in ambito Windows, come ad esempio Mozilla Firefox e LibreOffice. Non richiede risorse hardware particolarmente avanzate e, per installarlo, basta copiarlo su un DVD o una chiavetta USB. Io fossi in te lo proverei subito.

Come dici? Non vuoi abbandonare completamente Windows perché ti serve per lavorare o giocare (lo sappiamo, la maggior parte dei videogame è fatta su misura per Windows). Beh, ma chi ti dice che devi farlo? Ubuntu può essere installato tranquillamente in dual-boot. Questo significa che ad ogni accensione del computer potrai decidere quale sistema operativo utilizzare tra Windows e Ubuntu. Con questa rivelazione ti ho convinto? Bene, allora mettiti bello comodo e scopri come installare Ubuntu sul tuo PC. Ti assicuro che questo sistema operativo non ti deluderà!

Requisiti minimi

Prima di vedere in dettaglio come installare Ubuntu, assicurati che il tuo PC abbia tutte le carte in regola per eseguire questo sistema operativo. I requisiti hardware necessari alla sua esecuzione, come ti dicevo, sono bassi, ma meglio informarsi e non correre rischi inutili.

Come installare Ubuntu

  • Processore a 700 MHz o superiore (consigliato processore dual-core a 2 GHz o superiore).
  • 512MB di RAM (consigliato 2GB di RAM). 
  • 5GB di spazio su disco (25GB consigliati)
  • Scheda grafica con supporto a una risoluzione di almeno 1024×768 pixel.

Inoltre, devi avere una connessione di discreta velocità per scaricare i file d'installazione di Ubuntu da Internet e un DVD vuoto oppure una chiavetta USB da almeno 2GB su cui copiare questi ultimi.

Per quanto riguarda la compatibilità di schede video, schede audio, schede di rete e altri componenti hardware con Ubuntu, non dovrebbero esserci problemi. Ubuntu ormai è compatibile con la stragrande maggioranza dei computer in circolazione e non necessita di driver aggiuntivi. In ogni caso, prima di installare il sistema operativo sul tuo PC prova ad informarti sulla compatibilità di alcuni componenti hardware specifici (es. la scheda di rete o la stampante) effettuando una ricerca su Internet. Se non sai quali sono i modelli esatti dei componenti hardware presenti nel tuo computer, usa il software Speccy per identificarli facilmente.

Operazioni preliminari: backup e configurazione del BIOS

Come accennato in precedenza, installare Ubuntu non porta alla cancellazione di Windows o dei file presenti sul PC (almeno non necessariamente). Tuttavia, quando si modificano le partizioni del disco o si procede all'installazione di un sistema operativo, è sempre bene essere previdenti ed effettuare un backup dei propri dati. Prima di metterti all'opera, provvedi dunque a copiare i tuoi documenti, le tue foto e tutti i file a cui tieni di più su un supporto esterno (es. un hard disk, una serie di chiavette USB o dei DVD). È una procedura un po' noiosa, lunga, ma necessaria.

Un'altra operazione che, quasi sicuramente, devi compiere è modificare le impostazioni del BIOS. Ubuntu va installato effettuando il boot dal DVD o dalla chiavetta USB su cui sono stati copiati i suoi file d'installazione, quindi devi assicurarti che nel BIOS del tuo PC l'unità USB e quella DVD siano impostate come prioritarie rispetto all'hard disk (altrimenti partirà normalmente Windows al posto del processo d'installazione di Ubuntu).

Inoltre, se utilizzi un PC piuttosto recente (venduto con Windows 8.x o Windows 10 preinstallato) devi sapere che il tuo computer non ha più il BIOS ma l'UEFI: una versione più aggiornata del BIOS che include delle funzioni aggiuntive legate alla sicurezza. Una di queste funzioni si chiama Secure Boot e impedisce l'avvio di sistemi operativi che non dispongono di un'apposita firma digitale (in pratica tutti i sistemi diversi dalle versioni più recenti di Windows). Ebbene, per installare Ubuntu su un computer basato su UEFI è quasi sempre necessario recarsi nelle impostazioni di quest'ultimo e disattivare il Secure Boot. Trovi spiegato come fare nel mio tutorial su come entrare nel BIOS/UEFI.

Come installare Ubuntu

In alcune circostanze – quando non si riesce ad effettuare il boot di Ubuntu su un computer basato su UEFI – si può attivare la modalità BIOS Legacy che emula il funzionamento dei vecchi BIOS sui computer più recenti. Purtroppo però questa funzione non è disponibile su tutti i computer e impedisce la creazione di un sistema dual-boot (a meno che non si reinstalli Windows in modalità BIOS Legacy). Se Ubuntu viene installato in modalità BIOS Legacy, per passare da un sistema all'altro occorre attivare o disattivare quest'ultima. Per maggiori info a riguardo, consulta il sito Internet di Ubuntu Italia.

Download e preparazione di Ubuntu

Adesso sei pronto a scaricare Ubuntu e a copiarlo su un una chiavetta USB o un DVD. Prima di procedere, però, lascia che ti chiarisca le idee sulle varie versioni del sistema operativo disponibili per il download.

Oltre ad essere distribuito nelle varianti desktop e server e nelle varianti 32 e 64 bit, Ubuntu viene infatti declinato nelle versioni LTS (Long Term Support) e standard. Le versioni LTS vengono rilasciate ogni 2 anni e possono contare su un supporto della durata di 5 anni, quelle standard invece vengono rilasciate ogni 6 mesi e hanno un supporto di 9 mesi.

Come facilmente intuibile, le versioni LTS di Ubuntu ricevono in ritardo le nuove funzionalità introdotte in quelle standard ma sono generalmente più stabili e hanno un supporto più esteso. Questo significa che in ambiti lavorativi e, più in generale, quando si vuole andare sul sicuro, è meglio optare per le versioni Long Term Support.

Tutto chiaro? Bene, allora procediamo con il download di Ubuntu. Il primo passo che devi compiere è collegarti al sito Internet di Ubuntu Italia e cliccare sul pulsante Scaricalo subito! che si trova al centro della pagina. Nella pagina che si apre, scegli la versione di Ubuntu che intendi scaricare dal primo menu a tendina (standard o LTS), seleziona 32 bit o 64 bit dal secondo menu a tendina (a seconda del tipo di PC su cui intendi installare il sistema operativo) e fai click su Avvia il download per scaricare il file immagine ISO di Ubuntu sul tuo computer.

Come installare Ubuntu

A download completato, come accennato in precedenza, devi masterizzare il file ISO di Ubuntu su un DVD vuoto oppure copiarlo su una chiavetta USB da almeno 2GB. Nel primo caso puoi utilizzare qualsiasi software di masterizzazione con supporto ai file ISO, come ImgBurn che ti ho segnalato nella mia guida su come masterizzare file ISO.

Per copiare Ubuntu su una chiavetta, invece, devi utilizzare l’applicazione gratuita Rufus che non richiede installazioni ed è estremamente facile da usare. Per scaricare Rufus sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e fai click sulla voce Rufus 2.xx che si trova al centro della pagina. Dopodiché avvia il programma Rufus-xx.exe che viene scaricato sul PC e fai click sul pulsante  presente nella finestra che si apre.

A questo punto, seleziona l’unità relativa alla chiavetta USB su cui intendi copiare Ubuntu dal menu a tendina Dispositivo/Unità, fai click sull'icona del CD collocata in basso a destra e seleziona l'immagine ISO di Ubuntu. Ad operazione completata, seleziona la voce Schema partizione MBR per BIOS o UEFI dal menu a tendina Schema partizione e tipo sistema destinazione, imposta l'opzione FAT32 nel menu a tendina File System e assicurati che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Formattazione rapida.

Per concludere, clicca sul pulsante Avvia, scegli di copiare i file sulla chiavetta in modo immagine ISO e clicca sul pulsante  per avviare il trasferimento di Ubuntu sulla chiavetta USB. La procedura dovrebbe durare appena pochi secondi.

Come installare Ubuntu

Se per un motivo o l'altro Rufus non dovesse soddisfarti, puoi creare una chiavetta USB con Ubuntu usando il software gratuito UNetbootin. Il suo funzionamento è semplicissimo. Basta apporre il segno di spunta accanto alla voce Immagine disco, cliccare sul pulsante […] e selezionare l’immagine ISO di Ubuntu. Successivamente, devi selezionare l’unità USB dove hai inserito la chiavetta e cliccare su OK.

Installazione di Ubuntu

Per installare Ubuntu devi inserire nel PC il DVD o la chiavetta USB su cui hai copiato il sistema operativo e riavviare il sistema. All’avvio successivo, non partirà normalmente Windows ma Ubuntu. In caso contrario, provvedi ad entrare nel BIOS del computer e ad applicare le modifiche che ti ho suggerito in precedenza (nel secondo capitolo del tutorial).

Se stai tentando di installare Ubuntu tramite una chiavetta USB e, nonostante le modifiche effettuate nel BIOS/UEFI non riesce ad avviare l'unità, prova a scaricare il file bootia32.efi da questo sito Internet e a copiarlo nella cartella EFI\BOOT della chiavetta (questo permette di effettuare il boot sui sistemi UEFI a 32 bit tipici di molti convertibili economici). In alternativa prova a creare nuovamente la chiavetta in Rufus impostando lo Schema partizione GPT per UEFI come Schema partizione e tipo sistema destinazione e la modalità dd come modalità per copiare i dati sull’unità.

A questo punto dovresti trovarti nella schermata iniziale di Ubuntu. Seleziona quindi la lingua Italiana e poi l’opzione per provare Ubuntu senza installarlo o per Installare Ubuntu (a seconda se desideri provare un po' il sistema in modalità live o se vuoi installarlo direttamente sul PC). Se decidi di avviare Ubuntu in modalità live, per far partire la procedura d'installazione del sistema operativo devi fare doppio click sull’icona Installa Ubuntu che si trova sul desktop.

Come installare Ubuntu

Nella finestra che si apre, seleziona la lingua italiana dalla barra laterale di sinistra e pigia sul pulsante Installa Ubuntu. Dopodiché se disponi di una connessione ad Internet veloce, metti il segno di spunta accanto alle voci Scaricare gli aggiornamenti durante l’installazione di Ubuntu e Installare software di terze parti (…) in modo che durante il setup vengano scaricati gli ultimi aggiornamenti per Ubuntu e i codec MP3 per il sistema operativo e clicca su Avanti.

Come installare Ubuntu

Adesso devi scegliere se installare Ubuntu a fianco di Windows o se cancellare il disco e installare Ubuntu come unico sistema operativo del computer. In alternativa potresti selezionare anche l'opzione Altro e regolare manualmente le partizioni del disco, ma si tratta di un'operazione destinata agli utenti più esperti e quindi ti sconsiglio di selezionarla se non sai bene dove mettere le mani.

Come installare Ubuntu

A questo punto, se hai scelto l'opzione per installare Ubuntu al fianco di Windows, utilizza il grafico che ti viene proposto per regolare la percentuale di spazio da assegnare a Ubuntu (o meglio, alla sua partizione) sul disco fisso del computer e vai avanti pigiando prima su Installa e poi su Avanti per due volte consecutive.

Come installare Ubuntu

Ora non ti rimane che indicare il fuso orario da utilizzare (es. Rome),  impostare la lingua della tastiera (es. Italiana) e andare ancora avanti per poi inserire nome utente, password e nome del computer da utilizzare su Ubuntu.

Come installare Ubuntu

Al termine della procedura (ci vorranno circa 15-20 minuti), clicca su Riavvia ora per riavviare il computer, estrai il DVD o la chiavetta USB di Ubuntu dal PC e ad ogni accensione del PC ti verrà chiesto se vuoi far partire Ubuntu o Windows. Più comodo di così?

Come installare Ubuntu

Virtualizzazione di Ubuntu

Ti piacerebbe provare Ubuntu all'interno di Windows o macOS senza dover effettuare il boot da una chiavetta USB o un DVD? Nessun problema. Seguendo le indicazioni presenti nel mio tutorial su come virtualizzare Ubuntu puoi creare una macchina virtuale con Ubuntu e testare il funzionamento di questo sistema operativo senza abbandonare la tua sessione di lavoro Windows o macOS.

Come facilmente intuibile, le prestazioni delle macchine virtuali non sono pari a quelle di un sistema reale, ma per testare Ubuntu "al volo" e muovere i primi passi in quest'ultimo può essere una buona soluzione. Buon divertimento!