Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per bere

di

Bere ogni giorno il giusto quantitativo d’acqua è di fondamentale importanza per mantenersi in salute, questo è ovvio. Nonostante ciò, anche tu fai fatica a ricordarti di bere regolarmente, vero? Beh, sappi che non sei il solo. La routine quotidiana, infatti, spesso ci assorbe al punto che ci si dimentica di svolgere anche gesti semplice – ma al tempo stesso importanti – come bere un bicchiere d’acqua (a meno che non si sia veramente assetati, ma a quel punto non ci si dovrebbe proprio arrivare!).

Per evitare di disidratarsi, è possibile ricorrere a qualche “aiutino” hi-tech adatto allo scopo. A cosa mi sto riferendo? A delle app per bere da installare sullo smartphone che inviano regolarmente degli alert che ricordano quando è il momento di assumere acqua e permettono anche di monitorare l’apporto di liquidi assunti durante la giornata. Come dici? Ti sembrano delle soluzioni interessante? Allora lascia che te ne consigli qualcuna tra quelle che ritengo più valide.

Dai, mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca individuare l’app che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo. Ti auguro buona lettura e… una buona idratazione!

Indice

App per bere acqua Android

Cominciamo il nostro excursus relativo alle app per bere acqua da Android. Qui sotto, dunque, trovi elencate quelle che, a mio modesto avviso, rappresentano le migliori app per bere acqua per Android. Si tratta di soluzioni gratuite che, come ti ho già anticipato in apertura dell’articolo, inviano dei promemoria per ricordarsi di bere e consentono anche di visualizzare le statistiche riguardanti l’assunzione d’acqua nel corso del giorno.

Hydro Coatch

Hydro Coatch

La prima app che ti consiglio di provare è Hydro Coatch. Si tratta di una soluzione semi-gratuita che permette di impostare con estrema facilità dei promemoria per soddisfare il proprio fabbisogno d’acqua, tenendo conto di fattori quali età, peso, stile di vita, etc. Offre, inoltre, la possibilità di sincronizzare i dati con il proprio account Google, così da potervi accedere su più device, e consente di monitorare l’assunzione di liquidi tramite un widget molto comodo da posizionare in home screen. Di base è gratis, ma per rimuovere i banner presenti nella sua versione free e per sbloccare tutte le sue funzionalità occorre acquistare la versione Pro, che costa 4,99 euro.

Dopo aver installato e avviato Hydro Coatch sul tuo dispositivo, pigia sul pulsante Accedi collocato in basso a destra e decidi se accedere con il tuo account Google o con il tuo indirizzo email, premendo su uno dei pulsanti appositi; dopodiché segui le indicazioni che ti vengono fornite, in modo da completare la procedura.

Successivamente, calcola il tuo obiettivo di idratazione: per riuscirci, premi sul pulsante Calcola e indica quanto spesso pratichi sport, quanto pesi, quanti anni hai e, una volta definito il tuo obiettivo, pigia sul pulsante Fine, per proseguire.

A questo punto, fai tap sul pulsante (+) collocato in fondo alla schermata e pigia su una delle unità di misura tra quelle visualizzate (es. 250 ml), così da indicare quanto hai bevuto fino a quel momento (puoi anche aggiungere unità di misura personalizzate, premendo sul pulsante (+)). Nella schermata principale di Hydro Coatch, potrai poi visualizzare un quadrante che ti indicherà quanta acqua ti rimane da bere per raggiungere il tuo obiettivo giornaliero e anche quanta acqua devi bere entro un certo orario prima che “scatti” la notifica, rappresentata dall’icona della campanella visualizzata sul quadrante stesso.

Se ti dovessi dimenticare di idratarti, l’app ti invierà un alert che ti ricorderà di farlo. Starà poi a te ricordarti di tenere traccia dell’acqua (e delle eventuali altre bevande) che assumi, segnandole nell’app.

Se vuoi monitorare i tuoi progressi nel tempo, fai tap sul pulsante (≡) collocato in alto a sinistra, seleziona la voce Statistiche dal menu proposto e analizza le statistiche settimanali, mensili, etc. disponibili.

Hydrillo

Hydrillo

Hydrillo è un’altra app per dispositivi Android appartenente alla categoria in oggetto, che ti consiglio di provare perché caratterizzata da un’interfaccia “pulita” e minimale, che rende molto piacevole utilizzarla.

Permette di scegliere tra vari tipi di contenitori, mediante i quali indicare l’acqua assunta, consente di tenere traccia del livello di idratazione quotidiano e di monitorare l’assunzione di liquidi, anche tramite un pratico widget. Di base è gratis, ma per rimuovere i banner pubblicitari e accedere a tutte le sue funzionalità complete bisogna passare alla versione a pagamento, che costa 4,99 euro al mese.

Dopo aver installato e avviato Hydrillo, pigia sul pulsante Accedi e decidi se accedere con il tuo account Google oppure con il tuo indirizzo email, facendo tap su uno dei bottoni appositi; dopodiché segui le istruzioni che ti vengono fornite a schermo per portare a termine il login. Ad accesso effettuato, devi definire il tuo obiettivo di idratazione giornaliero: per procedere in tal senso, fai tap sul pulsante Calcola e rispondi alle domande che ti vengono poste in merito alle tue abitudini sportive, al tuo peso, alla tua età, etc. Dopodiché fai tap sul pulsante celeste Fine, per proseguire.

A questo punto dovresti ritrovarti al cospetto della schermata principale di Hydrillo. Nel quadrante posto al centro dello schermo, puoi quindi visualizzare la percentuale d’acqua assunta in base al fabbisogno che hai calcolato prima, il tuo obiettivo e i millilitri consumati/rimanenti. Quando assumi dei liquidi, ricordati di aggiornare il contatore, premendo sul bottone (+) posto in basso. Dopo aver selezionato un’unità di misura (se non c’è quella desiderata, premi sul pulsante (+) per inserirla “manualmente”) e vedrai che il livello d’acqua assunta indicato sul contatore verrà aggiornato all’istante.

Naturalmente, se dovessi dimenticare di idartarti, l’app ti ricorderà di farlo tramite una notifica. Ti consiglio anche di monitorare i tuoi progressi nel tempo, accedendo alle statistiche: per farlo premi sul pulsante (≡) posto in alto a sinistra, seleziona la voce Statistiche dal menu che ti viene proposto e analizza il tuo andamento. Più semplice di così?!

Altre app per bere acqua Android

Promemoria Acqua

Ci sono altre app per Android che puoi valutare per monitorare il tuo livello di idratazione e che possono fornirti dei promemoria per bere regolarmente acqua. Le trovi elencate di seguito.

  • Promemoria acqua — questa app offre la possibilità di calcolare il proprio fabbisogno d’acqua giornaliero e ricevere notifiche “intelligenti” su quando idratarsi. È completamente gratuita.
  • Bere acqua promemoria — altra applicazione appartenente alla categoria in oggetto che permette di attivare delle notifiche che fungono da promemoria per assumere regolarmente acqua (che è possibile ricevere anche sul proprio smartwatch). Funziona in modo analogo alle app citate nelle righe precedenti, per cui non dovresti avere problemi ad avvalertene. Per togliere i banner pubblicitari e accedere a tutte le funzioni, è necessario effettuare acquisti in-app, a partire da 2,39 euro.

App per bere acqua iPhone

Se hai un iPhone, ti consiglio di dare un’occhiata alle applicazioni per bere che sono elencate qui sotto: scommetto che troverai facilmente quella che fa per te.

Water Time

Water Time

La prima soluzione che ti consiglio di provare sul tuo “melafonino” è Water Time. Si tratta di un’app (disponibile anche per Android) che funziona da promemoria per l’assunzione di acqua. Invia delle notifiche sia sul proprio iPhone che sull’Apple Watch (tramite l’app dedicata per lo smartwatch di Apple) e permette di monitorare il proprio livello di idratazione anche tramite un pratico widget. Per rimuovere la pubblicità presente nella versione free e disporre di tutte le sue funzionalità, bisogna acquistarne la versione pagamento, che costa 2,29 euro.

Dopo aver installato e avviato Water Time, fai tap sul pulsante Successivo per tre volte di seguito, decidi se attivare o meno la sincronizzazione dei dati con l’app Salute di Apple, spostando su ON l’interruttore posto in corrispondenza della dicitura Apple Healt e decidendo a quali dati consentire l’accesso. Quando sei pronto per farlo, fai tap sul pulsante azzurro Ok posto in fondo alla schermata per iniziare a utilizzare la app.

Concedile, dunque, il permesso di inviarti notifiche premendo sulla voce Consenti, fai tap su Concordato per accettare la policy sulla privacy di Water Time e inizia a registrare la tua assunzione d’acqua. Per riuscirci, scorri l’elenco delle bevande disponibili e, una volta individuata quella di tuo interesse, pigia sul simbolo del contenitore per aggiornare i tuoi dati della giornata. Se dovessi avere bisogno di modificare le unità di misure disponibili di default, fai tap sull’icona della rotella posta in basso a destra, seleziona il recipiente da modificare e seleziona il nuovo valore che intendi impostare mediante l’apposito menu.

Nella schermata principale dell’app è presente anche il livello di idratazione quotidiano. In caso di inserimento erroneo di assunzione di liquidi, sappi che puoi annullare l’operazione premendo sulla freccia ricurva posta in basso a sinistra. Se stai praticando sport, invece, puoi aumentare il tuo temporaneo fabbisogno d’acqua, premendo sul pulsante posto in basso a destra. Per analizzare i tuoi progressi, invece, fai tap sull’icona dell’istogramma situato in basso a sinistra. Se non assumi acqua, l’app ti invierà una notifica che ti inviterà a farlo.

La mia acqua

La mia acqua

Un’altra app che ti invito a provare per monitorare la tua assunzione d’acqua è La mia acqua. Anch’essa è caratterizzata da un’interfaccia ben organizzata, è in grado di comunicare con l’app Salute di Apple, permette di ricevere notifiche sul proprio Apple Watch e anche monitorare l’assunzione d’acqua tramite un widget. Per rimuovere la pubblicità e accedere a tutte le funzioni dell’app, sappi che bisogna abbonarsi alla versione a pagamento, che parte da 2,99 euro/mese.

Dopo aver installato e avviato La mia acqua, fai tap sul pulsante Registrati e porta a termine la registrazione con il tuo indirizzo email o, se preferisci, accedi con il tuo account Facebook o con il tuo account Apple, premendo sui pulsanti appositi e seguendo le indicazioni che compaiono a schermo.

A registrazione fatta, premi sul pulsante Impostazioni situato in basso a destra, fai tap sulla voce Fabbisogno giornaliero e fornisci le informazioni richieste per calcolare il tuo fabbisogno d’acqua quotidiano. Spostando su ON l’interruttore posto accanto alla dicitura Apple Healt e concedendo all’app di accedere ai contenuti dell’app Salute, puoi automatizzare l’operazione. Premi poi sul pulsante ( situato in alto a sinistra, così da recarti di nuovo nella schermata precedente, fai tap sul pulsante Avvisi e abilita gli avvisi, spostando su ON l’apposito interruttore.

Successivamente, fai tap sul pulsante La mia acqua posto in basso a sinistra e, per inserire l’assunzione di una bevanda, pigia sul nome della stessa (es. Acqua, Caffè o , che sono le uniche gratis), seleziona il quantitativo assunto (es. 50 ml) e pigia sul pulsante (✓). Ripeti l’operazione ogni volta che assumi dei liquidi e il gioco è fatto. Per monitorare le tue statistiche, invece, fai tap sul pulsante apposito posto in basso.

Altre app per bere acqua iPhone

WaterMinder

Di seguito ti cito altre app per iPhone che sono utili per monitorare l’assunzione di liquidi e ricevere degli alert per bere regolarmente.

  • WaterMinder — è una delle migliori app per ricordarsi di bere acqua: permette di monitorare l’assunzione di liquidi tramite l’indicatore apposito presente nella sua schermata principale, oltre che mediante il pratico widget utile per dare un’occhiata veloce alle proprie statistiche. Offre anche il supporto per Apple Watch, il che può tornare utile per registrare i liquidi assunti direttamente dallo smartwatch di casa Apple (e, ovviamente, ricevere notifiche personalizzate con i promemoria per bere). È a pagamento: costa 5,49 euro.
  • Promemoria per bere — altra app appartenente alla categoria in oggetto che, come suggerisce il suo stesso nome, funge da promemoria per bere acqua e controllare l’assunzione di liquidi nel corso del tempo. Di base è gratis, ma l’accesso a tutte le sue funzioni richiede l’acquisto della versione completa, che costa 2,29 euro.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.