Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per creare NFT

di

Con il rapido sviluppo della tecnologia e il sempre più diffuso uso delle criptovalute, sono ormai quotidiane le nuove scoperte e invenzioni che stanno cambiando il mondo per come l’abbiamo vissuto finora. Di queste innovazioni fanno sicuramente parte gli NFT, o non-fungible Token, ovvero una certificazione digitale utile a garantire la proprietà di un bene digitale (es. un’immagine, una canzone, una skin ecc.) da parte di una persona, portando di fatto i concetti di unicità e scarsità nel mondo dei file digitali.

Se sei qui e stai leggendo questo tutorial, però, non sarà sicuramente la prima volta che senti parlare di NFT… anche perché oltre agli artisti, che utilizzano queste certificazioni per attestare l’originalità delle loro opere, ci sono moltissime persone che utilizzano gli NFT in modo speculativo, cercando il modo migliore per trarre un guadagno dalla compravendita di contenuti digitali di valore quantomeno dubbio.

Per questo è comprensibile che tantissime persone, te compreso, si interessino alle dinamiche di questo mondo e agli strumenti da usare per entrare a farne parte, anche magari per imparare a riconoscere bene eventuali rischi ed evitare possibili truffe (ahimè sempre dietro l’angolo). Entrando più nello specifico, ti piacerebbe conoscere quali app per creare NFT poter usare per tentare di lanciare le tue opere in questo mondo, vero? Allora lascia che te ne consigli alcune tra le più valide.

Indice

Operazioni preliminari

Ethereum

Come abbiamo detto nell’introduzione a questo articolo, il mondo degli NFT prevede molta speculazione e le transazioni che ogni giorno li riguardano si attestano su cifre milionarie (in dollari o euro). Le transazioni, però, come probabilmente saprai, non avvengono attraverso le valute fiat comuni, bensì tramite, criptovalute.

Tra queste c’è sicuramente l’ETH, infatti la blockchain su cui sono nati e si basano tuttora i principali NFT è quella di Ethereum.

Come puoi ben capire, quindi, se vuoi creare il tuo NFT e poi rivenderlo con l’obiettivo di un guadagno, piccolo o grande che sia, è necessario operare attraverso le criptomonete e quindi avere a disposizione un wallet che ti permetta di mantenere e trasferire le crypto di cui disponi in totale sicurezza.

Benché ci siano diversi wallet da poter utilizzare per trasferire i propri NFT o le proprie criptomonete (e di diversi tipi, come quelli custodial e non custodial, totalmente indipendenti in termini di gestione delle chiavi), ti consiglio MetaMask, che è quello più diffuso in ambito non custodial e puoi utilizzare direttamente dal tuo browser (tramite estensione per Chrome) o da app per Android e iOS/iPadOS.

Se desideri utilizzare MetaMask, dovrai creare il tuo account attraverso il sito ufficiale, prestando molta attenzione alla password e al codice segreto che ti viene fornito in fase di registrazione. In alternativa, se decidi di non volere usare questo wallet o ti risulta difficile creare il tuo conto, puoi consultare la mia guida sui migliori wallet crypto per scegliere il quello più adatto alle tue esigenze.

Creato il tuo wallet, potrai quindi collegarlo alle piattaforme online e alle app che si occupano di NFT, e iniziare così la compravendita di NFT già creati oppure a creare il tuo contenuto con l’intendo di venderlo una volta che completato.

Per approfondire tutta la questione, qualora ne avessi bisogno, ti rimando al mi tutorial su come creare un NFT gratis, in cui ti ho spiegato come procedere da computer. Per le app mobile, invece, continua a leggere.

App per creare NFT gratis

Nel capitolo precedente abbiamo parlato delle criptomonete, della blockchain e di quali sono gli strumenti necessari per iniziare la propria avventura nel mondo degli NFT. A questo punto non ti resta che creare la tua opera digitale e renderla pubblica attraverso le principali applicazioni per creare NFT, come quelle che ti presento di seguito.

Che tu abbia bisogno di un’app per creare NFT gratis per Android o di un’app per creare NFT per iPhone, troverai sicuramente quello di cui hai bisogno.

OpenSea (Android/iOS/iPadOS)

OpenSea

La prima app di cui voglio parlarti è OpenSea, che unita al marketplace online rappresenta sicuramente la più diffusa app per creare NFT. Attualmente OpenSea è la piattaforma che vanta il più vasto numero di NFT pubblicati, i quali si aggirano nell’ordine di centinaia di milioni di opere. Ovviamente la presenza di tutte queste opere facilita le transazioni che avvengono sulla piattaforma, le quali, nel momento in cui scrivo, sono pari a circa 40 miliardi di dollari (se consideriamo solo le transazioni che avvengono con Ethereum).

Infatti, la piattaforma ha sviluppato anche altri tipi di blockchain che offrono vantaggi esclusivi ai creatori di NFT. Devi sapere che ogni volta che viene coniato un NFT, il creatore deve pagare una Gas Fee, ovvero una tassa per le emissioni di gas, che va a sostenere i costi energetici della blockchain.

Per ovviare a questo pagamento, la piattaforma ha sviluppato Polygon, una blockchain basata sempre su Ethereum che agisce come blockchain di supporto, e che permette di fare compravendita di NFT o di crearne di nuovi da zero, senza la necessità di pagare la tassa normalmente richiesta.

Anche per questo, OpenSea non è solo tra le piattaforme più diffuse e utilizzate nel mondo NFT, ma continua a espandersi giorno dopo giorno, aprendosi la strada verso il diventare un leader di settore indiscusso.

Tutte le funzionalità della piattaforma possono essere sfruttate tramite l’app ufficiale, che è disponibile sia su Android (anche su store alternativi) che su iPhone/iPad. Una volta scaricata l’app tramite la solita procedura, devi avviarla e collegare il tuo wallet. Per farlo, premi sul pulsante Profile in basso e successivamente premi sul nome del wallet che vuoi collegare tra quelli che compaiono a schermo. Per seguirti passo passo in questa procedura, ti spiego come collegare il wallet prendendo come esempio MetaMask.

Procedi, dunque, premendo su MetaMask e verrai reindirizzato al tuo wallet, in cui dovrai confermare la connessione di quest’ultimo con OpenSea premendo su Connect. A questo punto, avrai collegato il tuo wallet e di conseguenza ti sarai autenticato sull’app OpenSea, facendo in modo che tutti gli NFT che creerai o comprerai in futuro saranno automaticamente sincronizzati dal marketplace di OpenSea al wallet MetaMask.

Collegamento Wallet

Fatto questo dunque, puoi procedere a creare il tuo contenuto da trasformare in NFT. Per farlo, non dovrai più agire tramite l’app di OpenSea, ma dovrai sfruttare l’app del tuo wallet. Sull’app MetaMask, quindi, premi sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra e successivamente sulla voce Browser nel menu che compare.

Nella schermata successiva dovrai digitare l’indirizzo Web di OpenSea per essere collegato direttamente al marketplace e poter iniziare la creazione. Non appena la pagina principale di OpenSea si sarà aperta, noterai subito la presenza dei pulsante Explore e Create. Per creare il tuo NFT, premi quindi su Create.

In seguito dovrai nuovamente confermare il tuo wallet, premendo in corrispondenza del nome, che nel nostro caso è MetaMask, e premere successivamente su Connect. A questo punto, ti comparirà un messaggio a schermo nel quale dovrai Premere su Accept and sign per accettare il collegamento e i termini e condizioni del servizio.

Marketplace OpenSea

Fatto quest’ultimo procedimento, non dovrai fare altro che dedicarti alla creazione del tuo NFT, direttamente nella schermata a cui sei stato reindirizzato. Procedi, dunque, a caricare il tuo contenuto multimediale rispettando i tipi di file e le dimensioni indicate nella sezione corrispondente. Nel riquadro successivo, provvedi ad assegnare un nome alla tua creazione. Contenuto e nome sono gli unici campi obbligatori nella fase di creazione, tutto il resto è facoltativo, ma ovviamente inserirlo ti aiuterà a far conoscere meglio il tuo NFT.

Per cui, se hai un sito Web in cui spieghi più nel dettaglio la tua opera, puoi inserire l’indirizzo del sito nel campo External Link. Successivamente puoi inserire una descrizione nell’apposito riquadro e selezionare una collezione. Infine, premi sul pulsante Create in basso per portare a termine il processo.

Creazione NFT

A questo punto, la tua opera sarà resa pubblica e disponibile sul marketplace di OpenSea. Se vuoi assegnarle un prezzo e quindi venderla, ti basterà premere sul tuo file e successivamente sul pulsante Sell in basso. Nella schermata successiva puoi decidere se assegnare un prezzo fisso o avviare un’asta a tempo.

Nel primo caso, dovrai successivamente assegnare il prezzo all’opera nella sezione Price, in cui vedrai già indicata la criptovaluta che sarà usata per le transazioni. Per completare il processo, ti basterà premere su Complete Listing, in basso, e verrai reindirizzato sul tuo wallet per completare il pagamento della gas fee richiesta per il tuo NFT.

Se vuoi, invece, sfruttare la blockchain Polygon e quindi evitare di pagare la Gas Fee per le tue creazioni, ti invito a consultare questa pagina dedicata in cui ti vengono spiegati i vantaggi del marketplace e come puoi iniziare a utilizzarlo in modo efficace.

Altri dettagli sulla creazione e pubblicazione di NFT tramite OpenSea sono disponibili nel mio tutorial su come creare NFT gratis.

GoArt (Android/iOS/iPadOS)

GoArt

Un’app molto interessante di cui voglio parlarti è GoArt, la quale, sfruttando dei filtri artistici, permette di trasformare in modo molto veloce i propri contenuti in NFT, da poter poi rivendere sui vari marketplace online, come ad esempio OpenSea.

L’applicazione è basata su una particolare intelligenza artificiale che consente di applicare dei filtri ispirati ai più famosi artisti mondiali come Van Gogh o Picasso, oppure ispirati a forme d’arte più recenti; ma non sono solo i filtri a rendere quest’app davvero utile per la creazione di immagini da trasformare in NFT.

Infatti, attraverso i vari strumenti interni, puoi modificare totalmente le tue immagini o foto andando a rimuovere il background, tagliando dei pezzi, modificando le dimensioni e così via. Tutto questo ti è molto utile per creare un contenuto che sia davvero accattivante e alla stesso tempo unico e originale, caratteristiche su cui si basano gli NFT. Si può provare gratis per 3 giorni, dopodiché prevede un costo di 2,58 euro al mese con fatturazione annuale.

Per avvalerti dell’app in questione, disponibile per Android (anche su store alternativi) e iPhone/iPad, scaricala tramite la solita procedura, avviala e scegli di usufruire della prova gratuita di 3 giorni (ricordati poi di disattivare l’abbonamento per evitare addebiti al termine della trial).

Avviata la prova gratuita, ti ritroverai davanti alla schermata principale dell’app, in cui potrai decidere di iniziare la creazione del tuo NFT scattando una foto con la fotocamera del tuo smartphone o scegliendo una foto già esistente nella tua galleria immagini.

Seleziona dunque la foto che vuoi trasformare in NFT e nella schermata di modifica, inizia a divertirti scegliendo i filtri da applicare e le modifiche da effettuare sull’immagine. Terminato il processo di creazione, dovrai semplicemente cliccare sul pulsante a forma di freccia verso il basso che si trova in alto a destra per scaricare l’immagine creata

Nella schermata di download, puoi scegliere se avviare il download gratuito premendo su HD Watermark-Free Download, oppure se realizzare un NFT premendo sul pulsante Mint NFT. Premendo su quest’ultimo pulsante, ti verrà richiesto di effettuare la registrazione all’app.

Inserisci, dunque, un tuo indirizzo email valido e una password e premi successivamente su Sign Up. Nella pagina successiva, ti verranno mostrati una serie di articoli che parlano degli NFT e della loro evoluzione, a cui ti consiglio di dare un’occhiata per approfondire la tua conoscenza di questo mondo. Ad ogni modo, per proseguire, dovrai premere sul pulsante Next in basso.

Accesso GoArt

Proseguendo nella schermata successiva, dovrai mettere la spunta per accettare i termini e condizioni delle linee guida di creazione degli NFT e poi premere ancora una volta su Next in basso. A questo punto, dovrai procedere a collegare il tuo wallet.

Se non hai creato un wallet in precedenza, potrai farlo direttamente da questa schermata, creando la password di accesso al wallet e premendo su Confirm. Se invece hai già creato un wallet, come ad esempio MetaMask, devi premere sulla scritta I already have a crypto wallet, e inserire la chiave criptata di accesso del tuo wallet nel riquadro corrispondente.

Collegato il wallet, avrai completato il processo di autenticazione, e l’applicazione ti chiederà se vuoi coniare il tuo NFT in formato HD o SD. Premi, dunque, sul formato che desideri e attendi che l’app ti reindirizzi alla schermata di creazione.

In questa schermata, devi inserire un nome da assegnare al tuo NFT, una descrizione per far capire il senso della tua opera, ed eventualmente caricare dei Coin che ti permettano di coniare il tuo NFT. Il caricamento dei Coin è un processo che richiede il pagamento di una certa somma da parte tua, ma in questa fase non è necessario perché l’applicazione ti permette di coniare 2 NFT al mese completamente gratis.

Mint NFT GoArt

Provvedi dunque a terminare il processo premendo su Start Minting, attendendo che la coniazione volga al termine. A questo punto, avrai coniato il tuo NFT, che sarà automaticamente collegato al tuo wallet, dovrai solo provvedere a importarlo. Accedi, dunque, al tuo wallet, ad esempio MetaMask, e premi su Import NFTs. Nella schermata successiva inserisci l’indirizzo nel campo Address e l’ID del tuo NFT, che puoi recuperare direttamente dai dettagli dell’NFT sull’app GoArt.

A questo proposito, ci tengo a precisare che gli NFT creati su GoArt si basano principalmente sulla blockchain Polygon, per cui dovrai provvedere ad aggiungere questo network nel tuo wallet, altrimenti il tuo NFT non verrà identificato e importato.

Importazione NFT

Ora che hai creato il tuo NFT e lo hai collegato al tuo wallet, l’ultimo passo da compiere è quello di importare l’immagine in OpenSea per poi rivenderla al prezzo da te scelto. Per farlo, utilizzando sempre il tuo wallet, accedi alla pagina principale di OpenSea attraverso il browser interno del wallet accessibile dal menu in alto.

Una volta all’interno, premi sul menu in alto a destra, poi su Account e infine su Profile. Nella pagina del profilo, premendo in corrispondenza della voce Collected, si aprirà un menu a tendina dal quale dovrai scegliere la voce Hidden per recuperare l’NFT creato con GoArt.

Una volta recuperato l’NFT, devi premere su di esso e nella pagina successiva dovrai premere sul pulsante Sell per avviare il processo di listing sul marketplace OpenSea e poter così rivendere il tuo NFT. Per farlo, ti basta seguire le stesse identiche procedure che ho spiegato nel capitolo precedente.

Altre app per creare NFT gratis

NFT Creator!

Nei capitoli precedenti abbiamo visto quanto può diventare semplice addentrarsi nel mondo degli NFT, creando le proprie opere digitali sfruttando delle app affidabili e con alti livelli di sicurezza, come OpenSea e GoArt.

Queste due, però, non sono le uniche due app a permetterti di creare i tuoi NFT in modo rapido. Infatti, ce ne sono molte altre che ti permettono di farlo, spesso in modo totalmente gratuito, e soprattuto senza che siano richieste grosse capacità grafiche da parte tua. Alcune di queste app puoi scoprirle continuando a leggere questo capitolo.

Con il rapido sviluppo della tecnologia e il sempre più diffuso uso delle criptovalute, sono ormai quotidiane le nuove scoperte e invenzioni che stanno cambiando il mondo per come l’abbiamo vissuto finora. Di queste innovazioni fanno sicuramente parte gli NFT, o non-fungible Token, ovvero una certificazione digitale utile a garantire la proprietà di un bene digitale (es. un’immagine, una canzone, una skin ecc.) da parte di una persona, portando di fatto i concetti di unicità e scarsità nel mondo dei file digitali.

Se sei qui e stai leggendo questo tutorial, però, non sarà sicuramente la prima volta che senti parlare di NFT… anche perché oltre agli artisti, che utilizzano queste certificazioni per attestare l’originalità delle loro opere, ci sono moltissime persone che utilizzano gli NFT in modo speculativo, cercando il modo migliore per trarre un guadagno dalla compravendita di contenuti digitali di valore quantomeno dubbio.

Per questo è comprensibile che tantissime persone, te compreso, si interessino alle dinamiche di questo mondo e agli strumenti da usare per entrare a farne parte, anche magari per imparare a riconoscere bene eventuali rischi ed evitare possibili truffe (ahimè sempre dietro l’angolo). Entrando più nello specifico, ti piacerebbe conoscere quali app per creare NFT poter usare per tentare di lanciare le tue opere in questo mondo, vero? Allora lascia che te ne consigli alcune tra le più valide.

Indice

Operazioni preliminari

Ethereum

Come abbiamo detto nell’introduzione a questo articolo, il mondo degli NFT prevede molta speculazione e le transazioni che ogni giorno li riguardano si attestano su cifre milionarie (in dollari o euro). Le transazioni, però, come probabilmente saprai, non avvengono attraverso le valute fiat comuni, bensì tramite, criptovalute.

Tra queste c’è sicuramente l’ETH, infatti la blockchain su cui sono nati e si basano tuttora i principali NFT è quella di Ethereum.

Come puoi ben capire, quindi, se vuoi creare il tuo NFT e poi rivenderlo con l’obiettivo di un guadagno, piccolo o grande che sia, è necessario operare attraverso le criptomonete e quindi avere a disposizione un wallet che ti permetta di mantenere e trasferire le crypto di cui disponi in totale sicurezza.

Benché ci siano diversi wallet da poter utilizzare per trasferire i propri NFT o le proprie criptomonete (e di diversi tipi, come quelli custodial e non custodial, totalmente indipendenti in termini di gestione delle chiavi), ti consiglio MetaMask, che è quello più diffuso in ambito non custodial e puoi utilizzare direttamente dal tuo browser (tramite estensione per Chrome) o da app per Android e iOS/iPadOS.

Se desideri utilizzare MetaMask, dovrai creare il tuo account attraverso il sito ufficiale, prestando molta attenzione alla password e al codice segreto che ti viene fornito in fase di registrazione. In alternativa, se decidi di non volere usare questo wallet o ti risulta difficile creare il tuo conto, puoi consultare la mia guida sui migliori wallet crypto per scegliere il quello più adatto alle tue esigenze.

Creato il tuo wallet, potrai quindi collegarlo alle piattaforme online e alle app che si occupano di NFT, e iniziare così la compravendita di NFT già creati oppure a creare il tuo contenuto con l’intendo di venderlo una volta che completato.

Per approfondire tutta la questione, qualora ne avessi bisogno, ti rimando al mi tutorial su come creare un NFT gratis, in cui ti ho spiegato come procedere da computer. Per le app mobile, invece, continua a leggere.

App per creare NFT gratis

Nel capitolo precedente abbiamo parlato delle criptomonete, della blockchain e di quali sono gli strumenti necessari per iniziare la propria avventura nel mondo degli NFT. A questo punto non ti resta che creare la tua opera digitale e renderla pubblica attraverso le principali applicazioni per creare NFT, come quelle che ti presento di seguito.

Che tu abbia bisogno di un’app per creare NFT gratis per Android o di un’app per creare NFT per iPhone, troverai sicuramente quello di cui hai bisogno.

OpenSea (Android/iOS/iPadOS)

OpenSea

La prima app di cui voglio parlarti è OpenSea, che unita al marketplace online rappresenta sicuramente la più diffusa app per creare NFT. Attualmente OpenSea è la piattaforma che vanta il più vasto numero di NFT pubblicati, i quali si aggirano nell’ordine di centinaia di milioni di opere. Ovviamente la presenza di tutte queste opere facilita le transazioni che avvengono sulla piattaforma, le quali, nel momento in cui scrivo, sono pari a circa 40 miliardi di dollari (se consideriamo solo le transazioni che avvengono con Ethereum).

Infatti, la piattaforma ha sviluppato anche altri tipi di blockchain che offrono vantaggi esclusivi ai creatori di NFT. Devi sapere che ogni volta che viene coniato un NFT, il creatore deve pagare una Gas Fee, ovvero una tassa per le emissioni di gas, che va a sostenere i costi energetici della blockchain.

Per ovviare a questo pagamento, la piattaforma ha sviluppato Polygon, una blockchain basata sempre su Ethereum che agisce come blockchain di supporto, e che permette di fare compravendita di NFT o di crearne di nuovi da zero, senza la necessità di pagare la tassa normalmente richiesta.

Anche per questo, OpenSea non è solo tra le piattaforme più diffuse e utilizzate nel mondo NFT, ma continua a espandersi giorno dopo giorno, aprendosi la strada verso il diventare un leader di settore indiscusso.

Tutte le funzionalità della piattaforma possono essere sfruttate tramite l’app ufficiale, che è disponibile sia su Android (anche su store alternativi) che su iPhone/iPad. Una volta scaricata l’app tramite la solita procedura, devi avviarla e collegare il tuo wallet. Per farlo, premi sul pulsante Profile in basso e successivamente premi sul nome del wallet che vuoi collegare tra quelli che compaiono a schermo. Per seguirti passo passo in questa procedura, ti spiego come collegare il wallet prendendo come esempio MetaMask.

Procedi, dunque, premendo su MetaMask e verrai reindirizzato al tuo wallet, in cui dovrai confermare la connessione di quest’ultimo con OpenSea premendo su Connect. A questo punto, avrai collegato il tuo wallet e di conseguenza ti sarai autenticato sull’app OpenSea, facendo in modo che tutti gli NFT che creerai o comprerai in futuro saranno automaticamente sincronizzati dal marketplace di OpenSea al wallet MetaMask.

Collegamento Wallet

Fatto questo dunque, puoi procedere a creare il tuo contenuto da trasformare in NFT. Per farlo, non dovrai più agire tramite l’app di OpenSea, ma dovrai sfruttare l’app del tuo wallet. Sull’app MetaMask, quindi, premi sulle tre linee orizzontali in alto a sinistra e successivamente sulla voce Browser nel menu che compare.

Nella schermata successiva dovrai digitare l’indirizzo Web di OpenSea per essere collegato direttamente al marketplace e poter iniziare la creazione. Non appena la pagina principale di OpenSea si sarà aperta, noterai subito la presenza dei pulsante Explore e Create. Per creare il tuo NFT, premi quindi su Create.

In seguito dovrai nuovamente confermare il tuo wallet, premendo in corrispondenza del nome, che nel nostro caso è MetaMask, e premere successivamente su Connect. A questo punto, ti comparirà un messaggio a schermo nel quale dovrai Premere su Accept and sign per accettare il collegamento e i termini e condizioni del servizio.

Marketplace OpenSea

Fatto quest’ultimo procedimento, non dovrai fare altro che dedicarti alla creazione del tuo NFT, direttamente nella schermata a cui sei stato reindirizzato. Procedi, dunque, a caricare il tuo contenuto multimediale rispettando i tipi di file e le dimensioni indicate nella sezione corrispondente. Nel riquadro successivo, provvedi ad assegnare un nome alla tua creazione. Contenuto e nome sono gli unici campi obbligatori nella fase di creazione, tutto il resto è facoltativo, ma ovviamente inserirlo ti aiuterà a far conoscere meglio il tuo NFT.

Per cui, se hai un sito Web in cui spieghi più nel dettaglio la tua opera, puoi inserire l’indirizzo del sito nel campo External Link. Successivamente puoi inserire una descrizione nell’apposito riquadro e selezionare una collezione. Infine, premi sul pulsante Create in basso per portare a termine il processo.

Creazione NFT

A questo punto, la tua opera sarà resa pubblica e disponibile sul marketplace di OpenSea. Se vuoi assegnarle un prezzo e quindi venderla, ti basterà premere sul tuo file e successivamente sul pulsante Sell in basso. Nella schermata successiva puoi decidere se assegnare un prezzo fisso o avviare un’asta a tempo.

Nel primo caso, dovrai successivamente assegnare il prezzo all’opera nella sezione Price, in cui vedrai già indicata la criptovaluta che sarà usata per le transazioni. Per completare il processo, ti basterà premere su Complete Listing, in basso, e verrai reindirizzato sul tuo wallet per completare il pagamento della gas fee richiesta per il tuo NFT.

Se vuoi, invece, sfruttare la blockchain Polygon e quindi evitare di pagare la Gas Fee per le tue creazioni, ti invito a consultare questa pagina dedicata in cui ti vengono spiegati i vantaggi del marketplace e come puoi iniziare a utilizzarlo in modo efficace.

Altri dettagli sulla creazione e pubblicazione di NFT tramite OpenSea sono disponibili nel mio tutorial su come creare NFT gratis.

GoArt (Android/iOS/iPadOS)

GoArt

Un’app molto interessante di cui voglio parlarti è GoArt, la quale, sfruttando dei filtri artistici, permette di trasformare in modo molto veloce i propri contenuti in NFT, da poter poi rivendere sui vari marketplace online, come ad esempio OpenSea.

L’applicazione è basata su una particolare intelligenza artificiale che consente di applicare dei filtri ispirati ai più famosi artisti mondiali come Van Gogh o Picasso, oppure ispirati a forme d’arte più recenti; ma non sono solo i filtri a rendere quest’app davvero utile per la creazione di immagini da trasformare in NFT.

Infatti, attraverso i vari strumenti interni, puoi modificare totalmente le tue immagini o foto andando a rimuovere il background, tagliando dei pezzi, modificando le dimensioni e così via. Tutto questo ti è molto utile per creare un contenuto che sia davvero accattivante e alla stesso tempo unico e originale, caratteristiche su cui si basano gli NFT. Si può provare gratis per 3 giorni, dopodiché prevede un costo di 2,58 euro al mese con fatturazione annuale.

Per avvalerti dell’app in questione, disponibile per Android (anche su store alternativi) e iPhone/iPad, scaricala tramite la solita procedura, avviala e scegli di usufruire della prova gratuita di 3 giorni (ricordati poi di disattivare l’abbonamento per evitare addebiti al termine della trial).

Avviata la prova gratuita, ti ritroverai davanti alla schermata principale dell’app, in cui potrai decidere di iniziare la creazione del tuo NFT scattando una foto con la fotocamera del tuo smartphone o scegliendo una foto già esistente nella tua galleria immagini.

Seleziona dunque la foto che vuoi trasformare in NFT e nella schermata di modifica, inizia a divertirti scegliendo i filtri da applicare e le modifiche da effettuare sull’immagine. Terminato il processo di creazione, dovrai semplicemente cliccare sul pulsante a forma di freccia verso il basso che si trova in alto a destra per scaricare l’immagine creata

Nella schermata di download, puoi scegliere se avviare il download gratuito premendo su HD Watermark-Free Download, oppure se realizzare un NFT premendo sul pulsante Mint NFT. Premendo su quest’ultimo pulsante, ti verrà richiesto di effettuare la registrazione all’app.

Inserisci, dunque, un tuo indirizzo email valido e una password e premi successivamente su Sign Up. Nella pagina successiva, ti verranno mostrati una serie di articoli che parlano degli NFT e della loro evoluzione, a cui ti consiglio di dare un’occhiata per approfondire la tua conoscenza di questo mondo. Ad ogni modo, per proseguire, dovrai premere sul pulsante Next in basso.

Accesso GoArt

Proseguendo nella schermata successiva, dovrai mettere la spunta per accettare i termini e condizioni delle linee guida di creazione degli NFT e poi premere ancora una volta su Next in basso. A questo punto, dovrai procedere a collegare il tuo wallet.

Se non hai creato un wallet in precedenza, potrai farlo direttamente da questa schermata, creando la password di accesso al wallet e premendo su Confirm. Se invece hai già creato un wallet, come ad esempio MetaMask, devi premere sulla scritta I already have a crypto wallet, e inserire la chiave criptata di accesso del tuo wallet nel riquadro corrispondente.

Collegato il wallet, avrai completato il processo di autenticazione, e l’applicazione ti chiederà se vuoi coniare il tuo NFT in formato HD o SD. Premi, dunque, sul formato che desideri e attendi che l’app ti reindirizzi alla schermata di creazione.

In questa schermata, devi inserire un nome da assegnare al tuo NFT, una descrizione per far capire il senso della tua opera, ed eventualmente caricare dei Coin che ti permettano di coniare il tuo NFT. Il caricamento dei Coin è un processo che richiede il pagamento di una certa somma da parte tua, ma in questa fase non è necessario perché l’applicazione ti permette di coniare 2 NFT al mese completamente gratis.

Mint NFT GoArt

Provvedi dunque a terminare il processo premendo su Start Minting, attendendo che la coniazione volga al termine. A questo punto, avrai coniato il tuo NFT, che sarà automaticamente collegato al tuo wallet, dovrai solo provvedere a importarlo. Accedi, dunque, al tuo wallet, ad esempio MetaMask, e premi su Import NFTs. Nella schermata successiva inserisci l’indirizzo nel campo Address e l’ID del tuo NFT, che puoi recuperare direttamente dai dettagli dell’NFT sull’app GoArt.

A questo proposito, ci tengo a precisare che gli NFT creati su GoArt si basano principalmente sulla blockchain Polygon, per cui dovrai provvedere ad aggiungere questo network nel tuo wallet, altrimenti il tuo NFT non verrà identificato e importato.

Importazione NFT

Ora che hai creato il tuo NFT e lo hai collegato al tuo wallet, l’ultimo passo da compiere è quello di importare l’immagine in OpenSea per poi rivenderla al prezzo da te scelto. Per farlo, utilizzando sempre il tuo wallet, accedi alla pagina principale di OpenSea attraverso il browser interno del wallet accessibile dal menu in alto.

Una volta all’interno, premi sul menu in alto a destra, poi su Account e infine su Profile. Nella pagina del profilo, premendo in corrispondenza della voce Collected, si aprirà un menu a tendina dal quale dovrai scegliere la voce Hidden per recuperare l’NFT creato con GoArt.

Una volta recuperato l’NFT, devi premere su di esso e nella pagina successiva dovrai premere sul pulsante Sell per avviare il processo di listing sul marketplace OpenSea e poter così rivendere il tuo NFT. Per farlo, ti basta seguire le stesse identiche procedure che ho spiegato nel capitolo precedente.

Altre app per creare NFT gratis

NFT Creator!

Nei capitoli precedenti abbiamo visto quanto può diventare semplice addentrarsi nel mondo degli NFT, creando le proprie opere digitali sfruttando delle app affidabili e con alti livelli di sicurezza, come OpenSea e GoArt.

Queste due, però, non sono le uniche due app a permetterti di creare i tuoi NFT in modo rapido. Infatti, ce ne sono molte altre che ti permettono di farlo, spesso in modo totalmente gratuito, e soprattuto senza che siano richieste grosse capacità grafiche da parte tua. Alcune di queste app puoi scoprirle continuando a leggere questo capitolo.

  • NFT Creator! (iOS/iPadOS — NFT Creator! è molto simile a GoArt, con la differenza che ti permette di creare NFT di qualità più alta, sfruttando le immagini stock e le texture presenti all’interno dell’app, eliminando quindi la necessità di caricare o scattare tu stesso una foto. Una volta installata, puoi sfruttare tutte le su potenzialità grazie ad un periodo di prova di 3 giorni, al termine del quale dovrai attivare un abbonamento al costo di 3,99 euro al mese.
  • 8bit Painter (Android/iOS/iPadOS) — a differenza delle app che abbiamo visto fino ad ora, 8bit Painter si differenzia per la possibilità di creare delle opere digitali basate sulla pixel art, una tra le più diffuse arti per la creazione degli NFT, che piace alla maggior parte degli appassionati e collezionisti. L’app è molto intuitiva e semplice da utilizzare, e presenta al suo interno diverse immagini che puoi sfruttare per creare la tua opera digitale, selezionandole e disegnando al loro interno.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.