Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per taxi

di

Stai programmando un viaggio di lavoro in una città che non conosci e, per i tuoi spostamenti, hai intenzione di usare il servizio taxi disponibile sul luogo. Questa volta, però, ti piacerebbe evitare le lunghe code telefoniche richieste generalmente per le prenotazioni e vorresti usare qualcosa di più immediato, come per esempio un’app per taxi.

Se è questo effettivamente il motivo che ti conduce qui, sul mio sito, allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Di seguito, infatti, sarà mia cura elencarti una serie di applicazioni di questo tipo, che consentono di richiedere un taxi e spesso anche di pagare la corsa, in anticipo o al termine della stessa.

Dunque, senza esitare un secondo in più, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da dirti su questo tema: sono sicuro che, alla fine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di scegliere il servizio che più si addice alle tue esigenze. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e… buon viaggio!

Indice

App per taxi Italia

Al contrario di quanto si possa immaginare, esistono numerose app che consentono di prenotare un taxi in tutte le principali città italiane: di seguito ti elenco quelle che, a mio avviso, rappresentano le migliori della categoria.

FREE NOW

App per taxi

Tra le migliori app per taxi che puoi trovare attualmente c’è FREE NOW (ex mytaxi): disponibile per Android (sia sul Play Store che sugli store alternativi) che per iPhone, essa consente di richiedere o prenotare una corsa e di pagarla tramite lo smartphone. Supporta tutte le principali città italiane, infatti cercando sugli store termini come app per taxi Milano, app per taxi Roma o app per taxi Napoli figura sempre ai primi posti. Ma in realtà i suoi servizi sono disponibili anche in città estere di tutta Europa, come Londra, Madrid, Vienna e Berlino.

Detto ciò, una volta scaricata l’app, per usufruirne, avviala, tocca il pulsante Connetti e accedi tramite Facebook o indirizzo email, premendo sul pulsante Registra. In seguito, compila il modulo proposto con i tuoi dati personali (nome, cognome, numero di telefono, email e una password da usare per accedere al servizio), scegli se ricevere o meno novità da FREE NOW, usando l’apposita levetta, e tocca la voce Memorizza: dopo alcuni istanti, riceverai un SMS contenente un link di attivazione, sul quale dovrai cliccare per confermare la registrazione al servizio.

A questo punto, se ti interessa aggiungere subito un metodo di pagamento per poter pagare le tue corse anche in anticipo, scegli l’opzione a te più congeniale (carta di credito, PayPal o Apple Pay, quest’ultimo disponibile solo se utilizzi un iPhone) e immetti i dati richiesti per ultimare la configurazione dello stesso; in alternativa, fai tap sulla voce Dopo per rimandare il tutto (tenendo ben presente che in questo modo non sarà possibile pagare le corse tramite app).

Dopo aver pigiato sui pulsanti Vai e Accetto, dovresti ritrovarti al cospetto della schermata iniziale di FREE NOW: per prenotare una corsa, immetti dunque l’indirizzo di partenza e la Destinazione utilizzando gli appositi campi, seleziona la tipologia di taxi che desideri prenotare e dai un’occhiata ai dettagli stimati del viaggio. Se necessario, fornisci l’autorizzazione all’accesso al GPS.

Superato anche questo step, tocca il pulsante relativo al metodo di pagamento, scegli il sistema che preferisci tra quelli disponibili e, se previsto, indica se lasciare o meno una mancia al tassista. Per concludere e ordinare la corsa, tocca il pulsante Ordina taxi ora; per prenotare, invece, un viaggio per una data futura, fai tap sul pulsante Dopo.

Per maggiori informazioni in merito all’utilizzo di FREE NOW, ti rimando alla lettura della guida d’approfondimento che ho dedicato all’app.

Wetaxi

App per taxi

Un’altra app per taxi che puoi prendere in considerazione è Wetaxi, che è disponibile sia per Android (anche su store alternativi) che per iOS e funziona in associazione con i principali Radiotaxi d’Italia. Al momento supporta oltre 20 città italiane, tra cui Milano, Roma, Napoli e Torino, e consente di prenotare una corsa e di pagarla semplicemente sia in-app che a bordo.

Dopo aver effettuato il download dell’app, utilizza il modulo iniziale per registrarti al servizio: indica, dunque, nome, cognome e numero di telefono negli appositi campi, sposta su ON la levetta relativa ai Termini e condizioni d’uso del servizio e tocca il pulsante Avanti. Successivamente, inserisci il codice che ti è stato intanto inviato tramite SMS e fai tap nuovamente sul pulsante Avanti per passare allo step successivo, che consiste nell’immissione di un metodo di pagamento valido.

Per procedere, scegli tra una delle opzioni disponibili (carta di credito, PayPal o Satispay) e inserisci le informazioni richieste all’interno degli appositi campi, oppure effettua il login al tuo account PayPal, mediante la schermata che ti viene proposta. Se preferisci posticipare questa fase, fai tap sul pulsante Salta: tieni però presente che, in questo modo, potrai pagare i viaggi soltanto a bordo e non avrai la sicurezza di scegliere tra il miglior prezzo garantito (possibilità riservata soltanto a chi paga in-app).

Se lo ritieni opportuno, inserisci la tua email per ricevere le ricevute e le informazioni riguardo il servizio, indica se iscriverti o meno alla newsletter e fai tap sul pulsante Aggiungi email; altrimenti, fai tap sul pulsante Salta per ultimare la configurazione dell’account e accedere alla schermata principale di Wetaxi.

Per prenotare una corsa, fai tap sulla casella Da dove vuoi partire e immetti l’indirizzo presso il quale il taxi dovrà prelevarti; per usare la posizione attuale, invece, fai tap sul pulsante a forma di mirino e autorizza l’app ad accedere ai servizi di localizzazione (se necessario).

Ora, se intendi specificare una destinazione (altrimenti potrai pagare, a bordo o in-app, in base al prezzo proposto dal tassametro), specificala nell’apposito campo; per selezionare le opzioni relative al taxi (numero di passeggeri, presenza o meno di bagagli, sedie a rotelle, animali, preferenza per auto basse o note specifiche al tassista), fai tap sulla voce Opzioni taxi; per specificare il metodo di pagamento da usare, sfiora invece la voce Pagamento.

Quando hai finito, tocca il pulsante Richiedi taxi ora, per richiedere subito la corsa, oppure sfiora il bottone Dopo, per prenotare il viaggio in una data futura. Facile, vero?

itTaxi

App per taxi

Adesso voglio parlarti di itTaxi, un altro ottimo servizio di taxi, disponibile sotto forma di applicazione per Android (sul Play Store e store alternativi come HUAWEI AppGallery) e iPhone, presente in oltre 78 città italiane: Roma, Napoli, Olbia, Cagliari, Palermo, Bari, Taranto, Firenze, Trieste, Genova, Livorno, Bologna e altre. Vanta una flotta di ben 12.000 taxi e i pagamenti possono essere effettuati, a fine corsa, sia in-app che direttamente al tassista.

Dopo aver scaricato itTaxi, avvia l’app, fai tap sul pulsante Salta, per evitare il tutorial di benvenuto, e scegli se accedere con Facebook oppure registrarti tramite email e numero di telefono. Dunque, compila il modulo successivo con le informazioni richieste, conferma di aver preso visione dell’informativa sulla privacy (spuntando l’apposita casella) e, quando richiesto, inserisci il codice di verifica ricevuto tramite SMS. Infine, fai tap sul pulsante Conferma, per ultimare la registrazione.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare la schermata principale dell’app. Per aggiungere un metodo di pagamento digitale, fai tap sul pulsante ☰ collocato in alto a destra, seleziona la voce Metodi di pagamento dal menu che compare, tocca la voce Aggiungi metodo di pagamento e configura l’opzione per te più congeniale, a scelta fra PayPal, carta di credito, account Amazon oppure Google Pay/Apple Pay. Se, invece, preferisci pagare direttamente al tassista in contanti, puoi anche saltare questa fase.

Ad ogni modo, specificate le opzioni necessarie, ritorna alla schermata principale dell’app (quella in cui è presente la mappa), mediante la quale puoi prenotare subito la tua corsa: fai, dunque, tap sul simbolo dell’omino collocato in basso per scegliere l’indirizzo di partenza, dopodiché tocca il simbolo del cartello per indicare la destinazione.

Ora, se intendi usufruire subito della corsa, fai tap sul pulsante Richiedi ora, specifica eventuali opzioni aggiuntive (passeggeri e bagagli, tipologia di taxi, trasporto disabili e così via) utilizzando il pannello proposto e procedi con la prenotazione sfiorando il pulsante Prenota; per posticipare il viaggio, tocca invece il pulsante Dopo e, quando richiesto, specifica l’ora in cui il taxi dovrà prelevarti. Tutto qui!

Altre app per taxi

App per taxi

Se non sei rimasto soddisfatto dalle soluzioni che ti ho segnalato finora, oppure se i relativi servizi non sono disponibili nella zona in cui ti trovi, puoi prendere in considerazione l’utilizzo di alcune app per taxi alternative, come quelle che ti elenco qui sotto.

  • appTaxi (Android/iPhone) – i servizi di quest’app sono disponibili in diverse grandi città italiane, tra cui Palermo, Roma, Padova, Siena e Venezia (in quest’ultimo caso, è disponibile anche il taxi lagunare). Tra i metodi di pagamento digitale supportati, appTaxi accetta anche i Bitcoin.
  • Uber (Android/iPhone) – se cerchi un’app da usare prevalentemente all’estero, Uber è sicuramente la soluzione che fa al tuo caso, giacché i suoi servizi sono presenti in oltre 900 città sparse in tutto il mondo; in Italia si può a Roma e Milano con l’opzione UberBLACK, che si avvicina di più all’approccio noleggio con conducente, e Tornino e Napoli con l’opzione Uber Taxi. Maggiori info qui.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.