Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiornare Google Chrome

di

Se recandoti a casa di un amico hai notato che sul suo computer è installata una versione di Google Chrome diversa da quella presente sulla tua postazione multimediale, con una nuova interfaccia utente e con funzioni extra, molto probabilmente si tratta di una versione differente e più aggiornata di quella che usi tu.

Partendo dal presupposto che generalmente gli aggiornamenti di Google Chrome vengono effettuati in maniera automatica e in background ma che in alcuni casi può verificarsi qualche intoppo anche tu, attenendoti alle mie indicazioni, puoi aggiornare Google Chrome ed utilizzare la versione più aggiornata del browser di Big G.

Anche se apparentemente potrebbe sembrare il contrario aggiornare Google Chrome è in realtà un’operazione molto semplice da eseguire. Se vuoi scoprire come fare prenditi quindi qualche minuto di tempo libero ed effettua i passaggi che ti indicherò nelle seguenti righe.

La prima cosa che devi fare per poter aggiornare Google Chrome è quella di avviare il browser Web sul tuo computer e di cliccare sul pulsante menu (quello con le tre linee orizzontali) che si trova nella parte in alto a destra della finestra. Seleziona ora la voce Informazioni su Google Chrome dal menu a tendina che compare ed attendi l’apertura della relativa scheda.

Screenshot che mostra come aggiornare Google Chrome su Windows

A questo punto se ci sono nuove versioni del browser disponibili saranno scaricati immediatamente ed automaticamente tutti i file necessari per effettuare l’aggiornamento. Sullo schermo verrà inoltre mostrato il pulsante Riavvia che dovrai pigiare per riavviare il browser e per applicare l’aggiornamento. Oltre al pulsante Riavvia dovrebbe essere presente anche il pulsante Non adesso. Pigia questo pulsante nel caso in cui vuoi rimandare l’aggiornamento al successivo riavvio del’applicazione.

Sappi inoltre che in alcuni casi l’icona menu presente nella finestra di Google Chrome può cambiare colore in presenza di aggiornamenti. Quindi, se l’icona menu è di colore verde significa che c’è un aggiornamento in attesa di installazione da almeno due giorni, se è di colore arancione l’aggioranmento è disponibile da quattro giorni mentre se è di colore rosso l’aggiornamento è pronto per essere applicato da più di sette giorni.

Tieni presente che nel caso in cui il tuo computer non sia basato su Windows ma su OS X per verificare la disponibilità di aggiornamenti per Google Chrome dovrai effettuare la stessa procedura che ti ho indicato qualche riga fa. 

L’unica differenza della versione di Google Chrome per Mac rispetto a quella per Windows è rappresentata dalla presenza del pulsante Imposta aggiornamenti automatici per tutti gli utenti nella sezione Informazioni su Google Chrome. Pigiando su questo pulsante ed immettendo la password relativa all’account utente Amministratore puoi impostare l’aggiornamento automatico del browser per tutti gli utenti di OS X.

Screenshot che mostra come aggiornare Google Chrome su Mac

Nel caso in cui pur attenendoti alle mie indicazioni l’aggiornamento di Google Chrome non dovesse essere andato in porto ti suggerisco di mettere in atto un semplice e pratico stratagemma che dovrebbe risolvere la problematica: disinstallare e reinstallare il browser.

Su Windows puoi effettuare la disisntallazione di Google Chrome accedendo al Pannello di controllo, facendo clic sulla voce Disinstalla un programma annessa alla sezione Programmi, selezionando Google Chrome dall’elenco dei software installati sul computer e facendo poi clic sul pulsante Disinstalla.

Su Mac puoi invece disinstallare Google Chrome cliccando sulla voce Vai annessa al finder e selezionando Applicazioni dal menu visualizzato. Nella finestra che andrà ad aprirsi individua l’icona di Google Chrome e trascinala sul cestino. Se hai aggiunto Google Chrome al dock puoi rimuovere la sua icona semplicemente trascinandola fuori.

Ricordati inoltre di rimuovere le informazioni del profilo utente di Google Chrome dal Mac. Per fare ciò clicca sulla voce Vai presente nel finder, seleziona la voce Vai alla cartella, digita ~/Library/Google, fai clic su Vai e poi trascina la cartella GoogleSoftwareUpdate presente nella finestra visualizzata direttamente sul cestino.

Screenshot che mostra come eliminare Google Chrome su Mac

Successivamente, a prescindere dal tipo di sistema operativo in uso, clicca qui per collegarti alla pagina di download ufficiale di Google Chrome, effettua il download del browser sul tuo computer ed avviane l’installazione. Se tutto è andato per il verso giusto dovresti ritrovarti con la versione più aggiornata di Google Chrome installata sul computer. Per verificare che sia effettivamente così ti basta ripetere la procedura che ti ho indicato all’inizio di questa guida.

Se invece che su computer desideri aggiornare Google Chrome sul tuo dispositivo mobile la procedura da effettuare risulta totalmente diversa da quella già indicata. Per semplificare le cose ti suggerisco di attivare gli aggiornamenti automatici sul tuo dispositivo

Per attivare gli aggiornamenti automatici su iPhone e iPad ti basta pigiare sull’icona Impostazioni presente sulla home screen, fare tap sulla voce iTunes Store e App Store portare su ON la levetta relativa all’opzione Aggiornamenti presente nella sezione Download automatici.

Per attivare gli aggiornamenti automatici su smartphone e tablet Android devi invece accedere alla sezione Impostazioni e poi pigiare sull’icona menu che si trova in alto a sinistra. Successivamente seleziona la voce Impostazioni dalla barra che compare lateralmente e nella schermata che si apre pigiare sulla voce Aggiornamento automatico app. Concludi la procedura scegliendo l’opzione Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi tra le scelte disponibili.