Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere le emoji dell’iPhone su Android

di

Ti sei riunito con gli amici per una serata divertente e, mentre osservavi il nuovo iPhone di uno di loro, hai notato che le emoji che inviava nelle chat erano diverse da quelle che normalmente spedisci dal tuo smartphone Android. Incuriosito, hai provato a farti mandare le stesse “faccine” nella tua finestra di chat e, con tua grande sorpresa, hai notato che queste non venivano visualizzate correttamente.

Come dici? Per questo motivo stai già pensando che il tuo smartphone Android sia ormai obsoleto e da sostituire il prima possibile, nonostante tu lo abbia acquistato soltanto pochi mesi fa? Non farlo: prima di fare qualche mossa un po’ azzardata, ti invito a fermarti e a leggere il resto della guida che ho preparato qui in basso, nella quale intendo mostrarti come avere le emoji dell’iPhone su Android in maniera piuttosto semplice, seguendo pochi passaggi alla portata di tutti: anche di chi, come te, non mastica molto bene la tecnologia.

Dopo aver completato la lettura di questa mia guida, sarai perfettamente in grado di inviare le emoji “mancanti” (quelle disponibili solo sugli iPhone) anche dal tuo device Android, oltre che visualizzarle correttamente nelle chat e negli SMS ogni volta che un contatto in possesso di un iPhone di ultima generazione ti invierà un messaggio. Ti assicuro che, completato il tutto, il tuo dispositivo non ti sembrerà più così obsoleto. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Prima di entrare nel vivo di questa guida e spiegarti nel dettaglio come avere le emoji dell’iPhone su Android, è necessario che tu esegua alcune operazioni preliminari: solo così i metodi descritti nelle parti successive di questa mia guida potranno funzionare correttamente sul dispositivo Android in tuo possesso.

Per prima cosa, ti consiglio di attivare le Origini sconosciute sullo smartphone o sul tablet Android che utilizzi, così da poter installare sul dispositivo anche le app non presenti nel Play Store ed aggiungere nuove funzionalità altrimenti irreperibili.

La procedura per farlo è abbastanza simile su tutti i dispositivi Android, a meno del nome di qualche menu che potrebbe comunque cambiare: per prima cosa, fai tap sull’icona Impostazioni del tuo telefono, accedi quindi alla sezione Sicurezza (che può presentarsi con altri nomi come Privacy, Impostazioni sicurezza e così via.) e scorri la finestra finché non vedi comparire la voce Origini sconosciute. A questo punto, apponi il segno di spunta accanto alla summenzionata voce, oppure sposta su ON la relativa levetta, per poi pigiare su Conferma/Consenti in corrispondenza degli eventuali messaggi di avviso che potrebbero comparire a schermo.

Se possiedi Android 8.0 o superiori, devi invece recarti in Impostazioni > App e notifiche, toccare la voce relativa al browser da cui intendi scaricare i pacchetti APK (ad es. Google Chrome), pigiare sulla sezione Installa app sconosciute e attivare la levetta corrispondente alla voce Consenti da questa fonte.

Qualora avessi bisogno di una mano per portare a termine i passaggi precedentemente illustrati, ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial su come installare APK, in cui ho trattato nel dettaglio quest’argomento.

Nota: ti consiglio di attenerti al download e all’installazione dei soli pacchetti menzionati in questa guida e, al termine della stessa, di riattivare la protezione integrata in Android, disabilitando di nuovo le origini sconosciute. In questo modo eviterai, in futuro, l’installazione di pacchetti provenienti da fonti non ufficiali e quindi potenzialmente pericolosi.

Altro requisito fondamentale per ottenere il supporto alle nuove emoji è avere a disposizione una tastiera di sistema compatibile con esse, così da poterle sfruttare subito in tutte le chat e, in generale, su tutte le app che inviano messaggi.

Per usare correttamente le emoji di iPhone su Android ti consiglio di installare sul telefono la tastiera GBoard: per ottenerla, accedi al Google Play Store richiamandolo dal drawer del dispositivo (oppure fai tap sul link che ti ho segnalato poc’anzi) e pigia sul tasto Installa per scaricarla immediatamente.

Fatto ciò, devi abilitarla come tastiera predefinita del dispositivo: per farlo, tocca il pulsante Impostazioni, accedi alla sezione Lingua e immissione e, nella nuova schermata, scegli la voce Tastiera corrente; fatto ciò, dovrebbero esserti mostrate tutte le tastiere installate sul dispositivo: non devi fare altro che pigiare sulla voce Gboard per attivare la tastiera in questione e renderla predefinita.

Su Android 8.0 o superiori, devi invece recarti in Impostazioni > Sistema > Lingue e immissione > Tastiera virtuale > Gestisci tastiere e spostare su ON l’interruttore corrispondente alla tastiera Gboard.

Un altro passaggio da compiere prima di andare avanti è quello di installare un buon file manager, con eventuale supporto ai permessi di root (su questi ultimi ritorneremo tra breve): a mio avviso, una delle migliori app per lo scopo è File Manager +, che puoi installare direttamente da Google Play Store (o toccando il link proposto poc’anzi).

Infine, devi sapere che alcuni dei metodi che ti segnalerò potrebbero richiedere che sul dispositivo Android in questione siano stati attivati i permessi di root: ciò non sempre è necessario, tuttavia si tratta di una condizione che varia da dispositivo a dispositivo. Prima di prendere una decisione in merito, ti consiglio comunque di leggere con attenzione il mio approfondimento su cosa sono i permessi di root, così da comprendere alla perfezione i vantaggi e gli svantaggi a cui questa procedura può condurre.

Come avere le emoji dell’iPhone su Android

Dopo averti mostrato le operazioni preliminari da compiere per poter usufruire delle emoji degli iPhone anche sul tuo dispositivo Android, è arrivato il momento di mostrarti nel concreto tutti i metodi che puoi utilizzare per portare a termine il compito che ti sei prefisso, utilizzando senza limiti quelle emoji di cui ti sei tanto innamorato.

iFont + emoji iOS

Il primo metodo che intendo suggerirti prevede l’utilizzo dell’app iFont, tramite il quale importare un file .ttf contenente tutte le emoji di iOS 11. Per prima cosa, dunque, scarica la summenzionata app direttamente dal Google Play Store (oppure toccando questo link) e segui la normale procedura di installazione prevista dal tuo dispositivo Android.

Fatto ciò, per scaricare il pacchetto contenente le emoji in formato .ttf, recati su questa pagina Internet, pigia sul pulsante verde Download (XX.XX MB) e attendi che il file venga automaticamente copiato nell’apposita cartella di Android (solitamente si tratta di una cartella denominata proprio Download).

Ora che hai tutto l’occorrente, apri l’app File Manager+ scaricata in precedenza, fai tap sulla voce Memoria principale e poi tocca la cartella Download. Identifica il file delle emoji scaricato in precedenza (che dovrebbe chiamarsi iOS 11 emoji.ttf), effettua un tap prolungato su di esso per attivare la barra dei comandi e fai tap sul pulsante Copia. Fatto ciò, aiutandoti con la pulsantiera superiore, torna alla cartella Memoria Principale, apri la cartella iFont e pigia sul pulsante Incolla collocato nella barra inferiore dei comandi per incollare all’interno il file contenente le faccine.

Completato questo passaggio, avvia l’app iFont dal drawer di Android, portati nella scheda My e fai tap sulla voce My Font. Si aprirà una finestra apparentemente vuota: in realtà, è sufficiente fare tap sulla voce click this (evidenziata in rosso nella parte alta dell’app) per aprire il file manager interno e selezionare il file ttf copiato in precedenza. Se tutto è andato per il verso giusto, dopo pochi secondi dovrebbe comparire l’anteprima del font: tutto ciò che devi fare è cliccare sul pulsante SET per aggiungere il font con le nuove emoji al tuo dispositivo.

Per usare le emoji, non devi fare altro che aprire la tastiera Gboard in qualsiasi app di messaggistica (se ben ti ricordi, ti ho insegnato a impostarla come predefinita nella precedente sezione), effettuare un tap prolungato sul tasto virgola e fare tap sul simbolo delle emoji: il gioco è fatto!

Nota: come ti ho già spiegato in precedenza, su alcuni modelli di smartphone questa procedura potrebbe richiedere l’attivazione dei permessi di root.

Emoji Switcher

Se il metodo precedente non è riuscito a soddisfarti, puoi dare un’opportunità all’app Emoji Switcher (root). Come è semplice intuire già dal suo nome, quest’app richiede espressamente i permessi di root per funzionare correttamente: dunque, se non hai effettuato questo tipo di modifica sul tuo dispositivo, ti consiglio di lasciar perdere e di rivolgerti ad altri metodi segnalati in questa guida.

Dopo aver scaricato l’app sul tuo dispositivo Android, avviala dal drawer e pigia sul menu a tendina accanto alla voce Set emoji to e seleziona l’opzione iOS dal riquadro che va ad aprirsi. Fatto ciò, pigia sul pulsante Set per rendere effettive le modifiche.

A questo punto, il sistema dovrebbe chiederti se fornire i permessi di root all’app, consentendo così il cambio delle emoji: tutto ciò che devi fare è pigiare, quando richiesto, il pulsante Consenti/Allow, pigiare sul pulsante a forma di freccia circolare collocato all’interno dell’app e verificare che sotto la voce Current emoji detected sia specificata la dicitura iOS.

Completata la procedura, puoi tranquillamente uscire dall’app e sfruttare le emoji direttamente dalla tastiera Gboard installata sul dispositivo.

Kira Keyboard + emoji

Un’altra valida soluzione per avere le emoji dell’iPhone su Android prevede l’utilizzo della Tastiera Kika, in combinazione con un APK di terze parti contenente le emoji di iOS: questo metodo, a differenza del precedente, dovrebbe funzionare egregiamente anche senza permessi di root per quanto riguarda l’invio delle emoji. Per visualizzarle all’interno dei messaggi ricevuti, invece, si renderà necessario installare le faccine come font di sistema previo accesso al root.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di entrare in azione: per prima cosa, scarica la Tastiera Kika direttamente dal Google Play Store, installala come di consueto e impostala come tastiera predefinita recandoti in Impostazioni > Lingua e immissione > Tastiera corrente (oppure Impostazioni > Sistema > Lingue e immissione > Tastiera virtuale > Gestisci tastiere se stai utilizzando Android 8.0 o superiori).

Ora che la tastiera Kika è attiva, scarica il pacchetto APK per le emoji iOS recandoti su questa pagina e pigiando sul pulsante verde Download APK (5.0 MB) e, non appena il download viene concluso, richiama l’area di notifica di Android e tocca sul nome del file appena scaricato, per poi confermare l’installazione dell’APK facendo tap sul tasto Installa.

Completata la procedura di installazione, apri l’app IOS EMOJI, fai tap sulla voce Activate emoji che vedrai comparire in alto e il gioco è fatto: non ti resta che aprire un’app di messaggistica per sfruttare la nuova tastiera Kika con le emoji iPhone installate (il tasto per richiamarle si trova in basso a sinistra, accanto alla virgola).

Le emoji dell’iPhone non compaiono? Assicurati che esse siano correttamente attivate nel menu delle impostazioni di Kika; apri la tastiera in qualsiasi app che supporti i messaggi di testo, quindi fai tap sul simbolo a forma di fiore in alto a sinistra, pigia sulla voce Stile e seleziona il pacchetto IOS EMOJI tra quelli presenti. Facile, no?