Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come clonare hard disk Mac

di

Vorresti riversare i dati presenti sull’hard disk del tuo Mac su un altro disco, in modo da sostituire il drive presente all’interno del computer o averne una copia di backup pronta all'uso, ma non sai a quali soluzioni affidarti? Allora lascia che ti dia qualche indicazione in tal senso e ti spieghi come clonare hard disk Mac. Ti assicuro che si tratta davvero di un'operazione semplicissima: tutto quello che devi fare è individuare il programma più adatto alle tue esigenze e utilizzarlo seguendo le indicazioni che troverai nel corso di questo tutorial.

Ti anticipo già che hai fondamentalmente due scelte a tua disposizione: creare una copia esatta del disco del tuo Mac usando un software per la clonazione degli hard disk (in questo modo otterrai non solo un backup completo dei tuoi dati, ma anche un disco avviabile da usare in caso di necessità, al posto di quello interno del computer) oppure sfruttare Time Machine, il sistema di backup incluso "di serie" in macOS, per conservare una copia di sicurezza dei tuoi dati e avere l'opportunità di riportare il sistema a uno stato precedente (senza però poter effettuare il boot dal disco di backup).

Ora che hai chiare le opzioni a tua disposizione, individua quella che fa maggiormente al caso tuo e scopri come sfruttarla al meglio grazie alle indicazioni che trovi di seguito. Scommetto che riuscirai a fare tutto in maniera così semplice e veloce che ne resterai stupito. Buona lettura e in bocca al lupo per le tue attività di backup!

Indice

Operazioni preliminari

Utility Disco Mac

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e scoprire, insieme, come clonare l'hard disk di un Mac, assicurati di avere tutto l'occorrente per portare a termine l'operazione.

L'occorrente, come facilmente immaginabile, è un hard disk esterno di buona qualità (quindi durevole nel tempo) con una capacità pari o superiore a quella del disco del Mac (in questo modo potrai conservare più versioni dei medesimi file) e formattato con il file system Mac OS Esteso (journaled).

Se non hai ancora un hard disk esterno a tua disposizione, dai un'occhiata alla mia guida all'acquisto dedicata agli hard disk esterni e scegli il prodotto più adatto alle tue esigenze. Per quanto riguarda la formattazione del disco con il file system Mac OS Esteso (journaled), segui invece le indicazioni riportate di seguito.

  • Collega il disco al Mac;
  • Apri Utility Disco (puoi trovarlo nella cartella Altro del Launchpad o con una semplice ricerca in Spotlight);
  • Seleziona la voce Mostra tutti i dispositivi dal menu Vista (in alto);
  • Seleziona il nome del tuo hard disk esterno dalla barra laterale di Utility Disco;
  • Clicca sul pulsante Inizializza che si trova in alto al centro;
  • Nella finestra che si apre, digita il nome che vuoi assegnare al disco (es. Disco di backup) nell'apposito campo di testo, imposta il menu a tendina Formato su Mac OS esteso (journaled), il menu a tendina Schema su Mappa partizione GUID e clicca sul pulsante Inizializza per avviare la formattazione dell'unità.

Programmi per clonare hard disk Mac

Se vuoi clonare l'hard disk del tuo Mac in modo da averne una copia perfetta, da utilizzare all'occorrenza anche al posto del disco originale del computer, devi rivolgerti a dei software per la clonazione degli hard disk. Personalmente ti consiglio Carbon Copy Cloner, che è molto semplice da utilizzare e in ambito Mac ha ben pochi rivali.

Carbon Copy Cloner è una nota applicazione per macOS dedicata alla clonazione degli hard disk, grazie alla quale è possibile copiare l’intero contenuto dell’hard disk del computer su un drive esterno (o anche un file immagine, all’occorrenza) e ottenere un disco avviabile perfettamente identico a quello di origine. È diventato a pagamento dopo essere stato gratuito per diversi anni, difatti costa 35,35 euro, ma si può provare gratis per 30 giorni.

Per scaricare la versione di prova di Carbon Copy Cloner, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Download 30-Day Trial. A download completato, apri l'archivio zip che contiene il programma, copia quest'ultimo nella cartella Applicazioni di macOS e avvia il software con un semplice doppio clic sulla sua icona. Se compare un avviso di sicurezza, rispondi Apri per andare avanti.

Installazione Carbon Copy Cloner

Una volta avviato Carbon Copy Cloner, devi scegliere se attivare o meno la ricerca automatica degli aggiornamenti (io ti consiglio di attivarla), dopodiché devi cliccare sul pulsante Prova, attendere 3 secondi e avrai così accesso a alla schermata principale del software.

Ora sei già pronto per passare all'azione e comandare la clonazione del disco del tuo Mac! Clicca, quindi, sul pulsante Seleziona origine e seleziona il disco del tuo Mac. Dopodiché pigia sul pulsante Seleziona destinazione, seleziona il disco esterno di backup, clicca su Clona (in basso a destra), immetti la password di amministrazione del Mac (quella che usi per accedere al sistema) e Carbon Copy Cloner comincerà a clonare il tuo disco. L'operazione potrebbe durare un bel po' di minuti.

Carbon Copy Cloner

Se vuoi, cliccando sull'icona del calendario che si trova sulla destra (sopra la voce Nessuna programmazione specificata), puoi impostare una programmazione in maniera tale che Carbon Copy Cloner esegua una clonazione del disco del Mac a intervalli di tempo regolari.

Per impostare la programmazione, non devi far altro che espandere il menu a tendina non eseguire l'operazione programmata e selezionare una delle opzioni disponibili in esso, tra cui: una volta all'orario specificato, ogni ora, ogni giorno, ogni settimana, ogni mese e quando il volume di origine o destinazione viene ricollegato.

Carbon Copy Cloner

Inoltre, ti segnalo che, se lo vuoi, puoi anche escludere alcuni file dal backup di Carbon Copy Cloner (in questo modo, però, non otterrai un "clone" del disco del tuo Mac!). Per compiere quest'operazione, espandi il menu a tendina Copia tutti i file collocato sotto l'icona del disco di origine e seleziona la voce Copia alcuni file all'interno di quest'ultimo.

Nella finestra che si apre, togli il segno di spunta dalle cartelle o dai file che vuoi escludere dal backup. In alternativa, clicca sul pulsante con l'icona dell'ingranaggio che si trova sulla destra e seleziona la voce Mostra filtri personalizzati per impostare dei filtri automatici in base ai quali escludere i file dal backup.

Per impostare un filtro, non devi far altro che pigiare sul pulsante + presente nel riquadro che è comparso in fondo alla finestra di Carbon Copy Cloner, digitare il contenuto del filtro (es. *.webtmp per filtrare tutti i file webtmp) nell'apposita casella di testo e impostare l'opzione Escludi nel menu a tendina adiacente. Una volta impostati tutti i filtri e le esclusioni, clicca sul pulsante Fine (in basso a destra) per salvare le impostazioni.

Carbon Copy Cloner

Infine, va detto che, cliccando sul pulsante Impostazioni avanzate, è possibile regolare varie impostazioni avanzate di Carbon Copy Cloner, come quelle relative a SafetyNet e all'esecuzione di script automatici prima e/o dopo la clonazione di un disco.

SafetyNet è una misura di sicurezza attiva di default in Carbon Copy Cloner che permette di conservare, all'interno di una cartella specifica del disco di backup, le versioni meno recenti dei file modificati e i file che sono stati eliminati dal disco origine. Tali file vengono salvati finché lo spazio sul disco di backup è sufficiente: di default fino a quando sono disponibili più di 25GB, ma usando il campo Sfoltisci SafetyNet delle impostazioni avanzate è possibile modificare questo valore. Per disattivare completamente SafetyNet, invece, basta selezionare la voce SafetyNet disattivato dal menu a tendina collocato sotto l'icona del disco di backup.

Altre opzioni interessanti, che è possibile attivare o disattivare nelle impostazioni avanzate, sono quelle legate alla risoluzione dei problemi, quindi quelle per non aggiornare file più recenti nella destinazione, non mantenere i permessi e non mantenere gli attributi estesi.

Carbon Copy Cloner

Una volta ottenuto il tuo disco clonato, potrai usare quest'ultimo per avviare il Mac impostandolo come disco di avvio in Preferenze di sistema o tenendo premuto il tasto alt durante l'accensione del computer e selezionandolo dal menu per la scelta dell'unità di boot.

Per riversare il contenuto del disco clonato su un altro disco, non devi far altro che usare Carbon Copy Cloner ed effettuare una "clonazione inversa" usando come origine il disco di backup e come destinazione il disco del computer (o comunque il disco sul quale intendi clonare il tuo disco di backup). Come ti dicevo, nulla di difficile.

Nota: se hai la necessità di clonare il disco del Mac su più dischi esterni o, comunque, vuoi creare backup con impostazioni differenti per lo stesso disco, puoi cliccare sul pulsante Nuova operazione di Carbon Copy Cloner e creare dei profili di backup differenti da utilizzare all'occorrenza.

Clonare hard disk Mac con Time Machine

Se non hai esigenze particolarmente avanzate e non ti interessa ottenere un disco di backup avviabile, puoi clonare l'hard disk del tuo Mac con Time Machine, il sistema di backup incluso di default in macOS.

Per sfruttare Time Machine, collega al Mac (o al tuo router, se vuoi sfruttare il collegamento in rete) il tuo disco esterno, attendi qualche secondo e rispondi Utilizza come disco di backup alla richiesta automatica di backup che dovrebbe comparire sul desktop. Se vuoi, apponendo il segno di spunta accanto alla voce Codifica disco di backup, puoi impostare una password per la protezione del backup (che poi dovrai immettere in fase di ripristino dei dati, altrimenti non potrai andare avanti).

Come clonare hard disk Mac con Time Machine

Se dopo aver collegato il disco al Mac non è comparsa alcuna richiesta da parte di Time Machine, recati nelle Preferenze di sistema (l'icona dell'ingranaggio che si trova nella barra Dock), vai su Time Machine, clicca sul pulsante Seleziona disco di backup e scegli il tuo disco esterno.

Per finire, apponi il segno di spunta accanto ala voce Codifica disco di backup se vuoi impostare una password per la protezione dei backup e fai clic sul pulsante Utilizza il disco. Assicurati, inoltre, che ci sia il segno di spunta accanto alle voci Esegui backup automaticamente e Mostra Time Machine nella barra dei menu: in questo modo, Time Machine effettuerà automaticamente un backup dei tuoi dati e potrà essere richiamato tramite l'icona di un orologio nella barra dei menu di macOS (accanto all'orario di sistema).

Time Machine

Missione compiuta! Da questo momento in poi, lasciando il disco di backup collegato al Mac, avrai una copia di sicurezza dei tuoi dati costantemente aggiornata (Time Machine mantiene più copie dei file oggetto del backup, fin quando c'è spazio sul disco, dopodiché elimina i più vecchi) e pronta all'uso.

Per ripristinare un file cancellato o la vecchia versione di un file tramite Time Machine, apri il Finder (l'icona con il volto sorridente che si trova sulla barra Dock) e vai nella cartella di origine dei file da ripristinare. Dopodiché clicca sull'icona di Time Machine situata nella barra dei menu di macOS e seleziona la voce Entra in Time Machine dal menu che compare.

A questo punto, utilizza la barra temporale situata sulla destra per scegliere la data del backup da ripristinare, fai clic destro sul file o sulla cartella da ripristinare, scegli la voce Ripristina [nome file o cartella] sudal menu che si apre, poi la destinazione in cui copiare l'elemento e il gioco è fatto.

Ripristino Time Machine

Se vuoi ripristinare l'intero sistema riportandolo a uno stato precedente, riavvia il Mac in modalità di recupero tenendo premuti i tasti cmd+r in fase di accensione (finché non compare sullo schermo il logo di Apple), scegli la voce Usa l'italiano come lingua principale dal menu di recupero e clicca sul pulsante (->).

Ora, collega il disco di backup al Mac, clicca sulla voce Ripristina da backup di Time Machine, poi su Continua per due volte consecutive e scegli il tuo disco del backup. Vai quindi ancora avanti, seleziona la data del backup da ripristinare, pigia su Continua e seleziona il disco del Mac.

Recovery macOS

Per concludere, fai clic sul pulsante Sblocca, digita la password di amministrazione del Mac, clicca sul pulsante Ripristina e attendi che venga completata la copia dei dati sul disco.

L'operazione potrebbe durare un bel po' di minuti. Al suo termine, avrai un macOS riportato allo stato in cui era alla data del backup selezionato. Se qualche passaggio non ti è chiaro o hai bisogno di maggiori informazioni su come effettuare un backup su Mac, leggi il tutorial che ho dedicato all'argomento.