Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare il decoder alla TV

di

Hai recentemente acquistato un nuovo decoder per guardare i canali televisivi trasmessi sul digitale terrestre o sulla TV satellitare; giunto a casa, però, non sei riuscito a collegarlo correttamente al televisore, poiché hai davvero poca esperienza in merito ed è la prima volta che tenti di effettuare un’operazione del genere.

Come dici? Ho assolutamente centrato il punto? Allora non hai di che temere, ci sono qui io ad aiutarti! Seguendo i suggerimenti che ti mostrerò nel corso di questa guida, ti assicuro che riuscirai a collegare il decoder alla TV con pochissimo sforzo: in primo luogo, infatti, ti insegnerò a identificare il tipo di antenna in uso, per poi illustrarti i passaggi necessari a effettuare la connessione fisica tra il decoder e il televisore e, infine, sintonizzare i canali.

Dunque, senza perdere un solo secondo in più, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di far fronte al problema che ti si è posto, installando correttamente il decoder recentemente acquistato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buona visione!

Indice

Identificare il tipo di antenna usata

Tipo antenna

Se non hai acquistato il nuovo decoder e stai ancora decidendo il modello su cui orientarti, devi innanzitutto identificare il tipo di antenna utilizzata nella stanza in cui andrai a posizionare il dispositivo, una volta acquistato; puoi effettuare questa operazione dando uno sguardo al cavo di trasmissione presente nella stanza oppure osservando la presa a muro disponibile, senza la necessità di avventurarti sul tetto (che può essere estremamente pericoloso) o di contattare un antennista.

La presenza di un cavo coassiale con spinotti semplici e/o di una presa a muro (maschio o femmina che sia) compatibile con questi ultimi, denota la presenza del collegamento tramite la "classica" antenna televisiva per la visione dei canali presenti sul digitale terrestre. Se nel luogo di tuo interesse è presente la spina a muro, puoi procurarti un cavo coassiale per collegare quest’ultima (e quindi l’antenna) al decoder per pochi euro, nei negozi specializzati in articoli di elettronica oppure online. Prima di procedere con l’acquisto, assicurati di scegliere un cavo adeguatamente lungo per le tue necessità.

CSL-Computer PW - 3m 135dB HDTV Cavo Antenna Maschio Femmina a Gomito ...
Vedi offerta su Amazon
1 aTTack cavo per antenna satellitare Cavo coassiale cavo coassiale co...
Vedi offerta su Amazon
CSL-Computer PW - 1m 135dB HDTV Cavo Antenna Maschio Femmina a 75 Ohm ...
Vedi offerta su Amazon

Qualora l’antenna a muro e il decoder avessero lo stesso verso (maschio-maschio o femmina-femmina) e il solo cavo non dovesse bastare, puoi far fronte al problema procurandoti uno sdoppiatore da collegare a una delle estremità del cavo, al fine di modificarne il verso; anche gli sdoppiatori possono essere acquistati tranquillamente nei negozi di elettronica, oppure online.

CSL - Distributore Antenna per TV VHF a 2 Vie - Ripartitore 1x IN Femm...
Vedi offerta su Amazon
HAMA Distributore Antenna F/2 M in Metallo, Argento
Vedi offerta su Amazon
kwmobile distributore per antenna adattatore a T Splitter con 0-1000 M...
Vedi offerta su Amazon

In presenza di parabola satellitare, dovresti ritrovarti con un cavo coassiale all’apparenza simile a quello dedicato alla classica antenna terrestre, caratterizzato però da uno spinotto da avvitare a mano direttamente nell’apposita entrata del decoder.

Se l’impianto satellitare è stato preventivamente calibrato nelle pareti di casa, potresti anche trovare delle prese a muro specifiche per i cavi satellitari (identificate da connettori predisposti per l’avvitamento manuale): in questo caso, dovrai procurarti un cavo coassiale adatto, con prese avvitabili su entrambe le estremità, da connettere sia al decoder che alla presa a muro. Anche in questo caso, si tratta di apparecchi comodamente reperibili nei negozi di elettronica oppure online.

CSL-Computer PW - 1,5 m 135dB HDTV Cavo satellitare a Gomito 90 Gradi ...
Vedi offerta su Amazon
CSL-Computer PW - 1,5m 135dB HDTV Cavo satellitare a Gomito 90 Gradi -...
Vedi offerta su Amazon
MutecPower 2m Cavo SAT per Antenna Coassiale Connettore F su Connettor...
Vedi offerta su Amazon

Una volta identificato il tipo di connessione disponibile e ottenuta la cavetteria necessaria, puoi finalmente acquistare il decoder più adatto alle tue necessità, a scelta fra terrestre (per l’antenna "classica") e satellitare (per la parabola). Se non hai ancora le idee chiare e vorresti una mano in tal senso, ti consiglio un’attenta lettura delle mie guide dedicate all’acquisto di un nuovo decoder per il digitale terrestre e di un nuovo decoder satellitare, in cui ho avuto modo di illustrarti i parametri aggiuntivi da tenere in considerazione per concludere un acquisto mirato e compatibile con le tue esigenze.

Collegare il decoder alla TV

Uscite decoder

Dopo aver identificato il tipo d’antenna e acquistato il decoder adatto, è arrivato il momento di collegarlo al televisore.

Per prima cosa, controlla se nella parte posteriore o laterale dell’apparecchio televisivo è disponibile una porta HDMI libera; attualmente, si tratta del metodo più semplice e veloce per collegare il decoder alla TV: quasi tutti gli apparati di questo tipo (e i televisori relativamente moderni) ne sono dotati.

Una volta identificata la porta giusta, utilizza un cavo HDMI per effettuare il collegamento tra le omonime porte sul decoder e sul televisore: puoi riconoscerle facilmente, poiché la relativa tipologia è specificata a chiare lettere in loro corrispondenza.

Laddove non avessi a disposizione un cavo HDMI adatto, puoi acquistarne uno in un negozio dedicato alla vendita di articoli elettronici, di articoli per computer, oppure online.

AmazonBasics - Cavo HDMI 2.0 ad alta velocità, supporta Ethernet, 3D, ...
Vedi offerta su Amazon
Syncwire Cavo HDMI Ultra HD 4K, HDMI 2.0 a HDMI 2.0 - Maschio a Maschi...
Vedi offerta su Amazon
Rankie Cavo HDMI Alta velocità, Ethernet, 3D, Video 4K e Arc, Nylon In...
Vedi offerta su Amazon

Se hai in dotazione un televisore particolarmente datato, che non prevede la possibilità di effettuare il collegamento tramite HDMI, puoi servirti della cara, vecchia presa SCART, quella rettangolare caratterizzata dalla presenza di numerosi "piedini" al suo interno.

Quasi tutti i decoder disponibili in commercio dispongono anche di uscita SCART, utilizzabile per trasmettere i segnali audio e video al televisore; in questo caso, la resa sarà inferiore rispetto a quella ottenibile con il collegamento HDMI (non in HD), tuttavia potrai continuare a utilizzare il tuo televisore senza doverlo sostituire con uno moderno.

Anche la connessione SCART prevede l’impiego di un cavo appositamente progettato per lo scopo; se non ne disponi, puoi procurartelo con facilità nei negozi di elettronica oppure online.

HAMA Cavo Scart M/Scart M, 1 metro, 21 poli, 1 stella
Vedi offerta su Amazon
ESYNiC 1.5M Cavo SCART 24K Placcato Oro Cavo SCART a SCART Schermato 2...
Vedi offerta su Amazon
KabelDirekt 1,5m Cavo SCART, (21 poli, schermatura multipla, connettor...
Vedi offerta su Amazon

Presta bene attenzione alla fase di collegamento: entrambe le estremità del cavo SCART devono essere inserite nel giusto verso, rispettivamente, sul decoder e sul televisore. Laddove dovessi riscontrare resistenza durante l’introduzione di una delle estremità del cavo nell’apposito alloggiamento, abbi cura di verificare che il verso d’inserimento sia corretto e, se necessario, modificalo.

Terminato il collegamento del cavo audio/video (HDMI o SCART), collega il cavo dell’antenna al decoder ed eventualmente all’apposita spina a muro, connetti sia il decoder che il televisore alla corrente elettrica, accendi i dispositivi e, dopo esserti sintonizzato sulla giusta sorgente del televisore utilizzando il tasto Source (o simili) del telecomando, procedi con la sintonizzazione dei canali con le modalità che ti mostrerò tra breve.

Collegare un decoder alla TV senza presa SCART

Adattatore RCA

Disponi di un televisore abbastanza datato che non presenta connettività HDMI e ha la presa SCART danneggiata, quindi inutilizzabile?

In casi come questo, potresti dover collegare il decoder alla TV servendoti delle entrate RCA, che sono presenti sulla maggior parte degli apparecchi televisivi. Nella fattispecie, le entrate RCA prevedono l’inserimento di diversi spinotti colorati, in grado di trasportare i segnali audio e video.

Al fine di poter convertire il segnale digitale (HDMI) proveniente dal decoder in segnale RCA (analogico) da trasportare al televisore, è necessario impiegare un convertitore HDMI-RCA, che puoi procurarti nei più forniti negozi di articoli televisivi oppure online.

HDMI a AV Adattatore,Musou 1080P HDMI to RCA CVBS Composito Convertito...
Vedi offerta su Amazon
Hipopapo - Adattatore convertitore da HDMI a segnale AV CVBS RCA Audio...
Vedi offerta su Amazon
Amanka Adattatore HDMI a AV Convertitore Da HDMI 1080P a AV CVBS RCA A...
Vedi offerta su Amazon

In genere, i convertitori non includono i cavi RCA da utilizzare per effettuare il collegamento fisico al televisore; anche in questo caso, puoi procurarti il materiale occorrente nei negozi di elettronica oppure online.

Goobay 50381 Cavo di Collegamento Audio Video Composito, 3 RCA, 2m Lun...
Vedi offerta su Amazon
Triplo cavo RCA fono CVBS AR AL da maschio a maschio, per audio, video...
Vedi offerta su Amazon
LINDY Cavo Audio/Video di qualità, 3 x RCA Maschio a 3 x RCA Maschio, ...
Vedi offerta su Amazon

Dopo aver ottenuto il convertitore, utilizza un cavo HDMI per collegarlo al decoder (nella porta HDMI identificata sul convertitore come Input) e utilizza i cavi RCA per collegare il convertitore al televisore: su quest’ultimo, le entrate da utilizzare sono identificate dalla dicitura Output.

Sul televisore, invece, potresti trovare l’indicazione Analog input o, semplicemente, Input. Fai particolare attenzione al colore degli spinotti, che devono coincidere con il colore dei connettori in cui li inserisci: quello giallo trasporta il segnale video, mentre gli spinotti bianco e rosso trasportano l’audio stereofonico (uno spinotto per ogni canale audio).

Terminato il collegamento, sposta il selettore del convertitore su PAL e collega quest’ultimo all’alimentazione elettrica; infine, accendi anche il televisore e il decoder e portati sulla giusta sorgente del televisore utilizzando il telecomando (in genere, l’input da cavi RCA viene identificato dalle diciture YPbPr o Component).

Sintonizzare i canali

Sintonizzazione canali

Dopo aver collegato l’antenna al decoder e quest’ultimo, a sua volta, al televisore, è finalmente giunto il momento di procedere con la sintonizzazione dei canali, siano essi terrestri o satellitari. Purtroppo non posso essere molto preciso sulla procedura da seguire, poiché ciascun produttore utilizza un approccio diverso per ogni decoder.

In ogni caso, i passaggi da seguire per la configurazione iniziale degli apparati sono piuttosto simili tra loro: innanzitutto, dovrebbe esserti chiesto di selezionare la nazione in cui ti trovi, la data e l’ora correnti; in seguito, potresti dover indicare il tipo di antenna utilizzata per la ricezione dei canali (terrestre o satellitare) e scegliere se attivare o meno il cosiddetto LCN, indispensabile affinché i canali vengano correttamente ordinati in automatico.

Una volta specificate queste impostazioni, il decoder ti chiederà di avviare la ricerca automatica dei canali; al termine del processo, che potrebbe impiegare qualche minuto, ti verrà chiesto di salvare in memoria i canali trovati. Completato anche questo step, sarai finalmente in grado di visualizzare i canali televisivi appena impostati.

Se, invece, vuoi effettuare una ri-sintonizzazione (la ricerca dei canali "indipendente" dalla procedura di configurazione iniziale), premi il tasto Menu del telecomando, accedi alla sezione Sistema/Canali, scegli la voce Configurazione canali (o voci simili, ad esempio Sintonizzazione, Antenna e così via,) e, in seguito, indica il tipo di antenna da usare, se necessario, e avvia la Scansione/Ricerca automatica selezionando la voce più adatta.

Per approfondire il discorso relativo alla sintonizzazione dei canali del decoder, ti invito a leggere il tutorial interamente dedicato a questo tema, che ho realizzato apposta per te.

Laddove la ricerca non dovesse trovare nessun canale disponibile, oppure se il segnale ricevuto dovesse essere di scarsa qualità, controlla innanzitutto che i cavi dell’antenna siano correttamente collegati al decoder; se la situazione ancora non dovesse risolversi, ti consiglio di dare un’occhiata alle mie guide dedicate al corretto posizionamento dell’antenna TV e della parabola satellitare, in cui ti ho fornito alcuni utili consigli per orientare le antenne nel migliore dei modi.