Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare file PDF

di

Hai creato un documento di testo, ti piacerebbe esportarlo in PDF per poterlo distribuire agevolmente sul Web ma non sai come riuscirci? Vorresti accorpare più PDF in uno o effettuare altre operazioni di questo tipo ma non hai la benché minima idea di come fare? Tranquillo, sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

Con la guida di oggi, infatti, vedremo insieme come creare un file PDF partendo da qualsiasi tipo di documento stampabile (file di Office, pagine Web, foto e quant’altro), utilizzando servizi online, software per computer e soluzioni per smartphone e tablet. Tutto a costo zero, o quasi.

L’importante è saper scegliere le risorse giuste e imparare a usarle: operazione che ti riuscirà benissimo vista la semplicità degli strumenti che sto per proporti. Allora? Sei pronto a metterti all’opera? Sì? Grandioso. Mettiamo le chiacchiere da parte e cominciamo subito a darci da fare. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per ogni cosa.

Indice

Come creare file PDF online

Come ti dicevo in apertura del post, per creare un file PDF puoi appellarti ad appositi servizi online funzionanti direttamente dal browser, senza bisogno di scaricare e installare nulla sul computer. Se la cosa ti interessa, prosegui pure nella lettura: trovi indicate quelle che, a mio modesto avviso, costituiscono le migliori soluzioni della categoria proprio qui di seguito.

CloudConvert

CloudConvert

Un ottimo strumento Web al quale puoi fare riferimento per creare i tuoi file PDF è CloudConvert. È gratuito, permette di convertire tante tipologie diverse di file in documenti PDF e non prevede alcun obbligo di registrazione. L’unica cosa di cui bisogna tener conto è che presenta un limite di upload di 100 MB, espandibile sino a 1 GB creando un account account gratuito sul sito o di più, passando alla versione a pagamento (a partire da 8,54 euro/mese). Inoltre, va detto che il servizio tutela la privacy degli utenti cancellando, nel giro di poche ore, tutti i file che vengono caricati sui suoi server.

Per servirtene, recati sulla home page di CloudConvert e trascina i file che vuoi trasformare in PDF nella finestra del browser. In alternativa, clicca sul bottone Select Files e seleziona “manualmente” i file di tuo interesse dal computer. Se i tuoi file si trovano nel cloud, puoi anche prelevarli direttamente da lì, facendo clic sul bottone con la freccia accanto alla voce Select files e selezionando poi il servizio di tuo interesse dal menu che si apre.

A caricamento avvenuto, clicca sul pulsante Start conversion per avviarne la conversione. Aspetta quindi che l’elaborazione dei file venga avviata e completata e scarica i tuoi PDF sul computer, premendo sul pulsante Download comparso accanto ai nomi dei file. In alternativa, per scaricare in contemporanea tutti i file che hai caricato, sotto forma di archivio compresso, fai clic sul bottone Create archive e seleziona il formato che preferisci dal menu che si apre.

Come creare file PDF da computer

Hai mai sentito parlare delle stampanti virtuali? No? Beh, se vuoi creare i tuoi file PDF agendo da computer allora credo proprio che tu debba approfondire l’argomento: si tratta di software che si configurano come delle stampanti “vere e proprie” (risultano quindi accessibili tramite il comando per effettuare la stampa di qualsiasi programma), andando a processare i documenti che vengono dati loro “in pasto” e trasformandoli in file PDF. Se la cosa ti interessa, prosegui pure nella lettura per approfondire il discorso.

Windows 10

Stampante PDF Windows 10

Se stai usando un PC con su installato Windows 10, sono lieto di farti sapere che, per creare i tuoi file PDF, puoi avvalerti della stampante virtuale già inclusa nel sistema. Per usarla, ti basta aprire il documento stampabile che vuoi trasformare in PDF, richiamare il comando di stampa dal menu File (o dal menu apposito del programma in uso) e scegliere Microsoft Print to PDF o Salva come PDF dalla lista delle stampanti disponibili.

Per fare un esempio pratico, se vuoi trasformare in PDF una pagina Web che hai aperto in Microsoft Edge, non devi far altro che cliccare sul bottone […] situato nella parte in alto a destra della finestra del browser, selezionare la dicitura Stampa dal menu che ti viene mostrato e scegliere l’opzione Microsoft Print to PDF dal menu a tendina Stampante posto in alto. Provvedi poi a regolare (se lo ritieni necessario) le impostazioni di stampa (es. margini, orientamento ecc.) e salva la pagina Web in formato PDF, premendo sul bottone Stampa.

Windows 8 o versioni precedenti

DoPDF

Su Windows 8 e sulle versioni precedenti del sistema operativo Microsoft, invece, non vi è alcuna stampante virtuale “di serie”. Questo però non significa che non sia possibile far fronte alla cosa: basta usare una soluzione di terze parti e il gioco è fatto. Tra le varie disponibili, personalmente ti consiglio DoPDF, che è gratis e consente di convertire qualsiasi file stampabile in un documento PDF.

Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download Now.

Una volta completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sul bottone . Successivamente, premi sul pulsante Install Now e poi su quello Close. Se ti viene proposto anche di installare il Microsoft.NET Framework 4.6, acconsenti alla cosa, in quanto indispensabile per il corretto funzionamento del programma.

A questo punto, per creare un file PDF partendo da un documento editabile, ti basta aprire quest’ultimo tramite il programma di cui in genere ti servi per farlo (es. un documento DOCX con Microsoft Word) e selezionare il comando di stampa dal menu File (o dal menu apposito del programma in uso).

Nella finestra che si apre, seleziona DoPDF dalla lista delle stampanti disponibili e clicca prima sul bottone Stampa e poi su quello Browse. Per concludere, indica la posizione sul tuo computer in cui salvare il file di output e fai clic sul pulsante OK.

macOS

Stampante virtuale PDF Mac

Anche se utilizzi macOS, puoi creare i tuoi file PDF utilizzando la stampante virtuale “di serie” del sistema operativo. In che modo? Te lo spiego subito.

In primo luogo, apri il file che desideri convertire in PDF (es. un documento di testo, una foto o una pagina Web), richiama il comando Stampa dal menu File (in alto a sinistra) e seleziona la voce Salva come PDF dal menu a tendina posto nella parte in basso della finestra successiva.

Nella nuova finestra visualizzata, digita il nome che vuoi assegnare al file nel campo Salva col nome, seleziona la posizione sul tuo Mac in cui archiviare il documento di output mediante il menu Situato in e fai clic sul pulsante Salva.

Se vuoi, prima di salvare il documento, puoi anche personalizzarne le proprietà (titolo, autore e oggetto) compilando i campi appositi, oppure puoi applicarvi una password di protezione, cliccando sul pulsante Opzioni di sicurezza e compilando i campi appositi visualizzati a schermo.

Come creare file PDF unico

PDF Candy

Se hai bisogno di unire più file PDF in unico documento ma non sai come fare, sono lieto di comunicarti che puoi affidarti al servizio online PDF Candy, che è gratis, facile da usare, in lingua italiana e funzionante da qualsiasi browser, senza registrazione. Non pone limiti per quel che concerne l’upload dei documenti e, inoltre, tutela la privacy degli utenti cancellando i file caricati suoi suoi server nel giro di poche ore.

Per usarlo, recati sulla home page del servizio e trascina nella finestra del browser i file che vuoi unire. In alternativa, puoi selezionare i documenti “manualmente”, facendo clic sul pulsante Aggiungi file posto al centro della pagina. Se i tuoi PDF si trovano online, sul tuo account Google Drive o Dropbox, puoi fare clic sull’icona relativa al servizio di tuo interesse, eseguire il login a quest’ultimo e “prelevare” i documento da lì.

A upload avvenuto, sposta le pagine che andranno a comporre il PDF finale nell’ordine che preferisci e clicca sul pulsante Unisci N file che si trova in basso. Per procedere con il download, premi poi sul pulsante Scarica il file. In alternativa, fai clic sulle icone dei servizi di cloud storage supportati, in modo tale da salvare il file su un tuo spazio online.

Per approfondimenti riguardo la possibilità di creare file PDF composti da più pagine e per scoprire di quali altri strumenti puoi avvalerti per riuscirci, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come unire file PDF.

Come creare file PDF editabile

PDF editabile LibreOffice

Hai necessità di creare un file PDF con campi, menu e altri elementi editabili ma non sai in che modo riuscirci? Ti spiego io come procedere. Tutto ciò di cui hai bisogno è la suite d’ufficio gratuita LibreOffice. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di una soluzione per la produttività di natura open source considerata dai più come la migliore alternativa a costo zero a Microsoft Office. È in lingua italiana ed è disponibile per Windows, macOS e Linux.

Per effettuarne il download sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e fai clic sul bottone Scaricate la versione x.x.x.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .msi ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sul bottone Esegui. In seguito, premi sul bottone Avanti, seleziona l’opzione Tipica e clicca sui bottoni Avanti e Installa. Porta quindi a termine il setup cliccando sui pulsanti  e Fine.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona di LibreOffice nella cartella Applicazioni, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu che compare. Premi poi sul bottone Apri in risposta all’avviso che compare sullo schermo, così da avviare LibreOffice andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Successivamente, sempre su macOS, recati nuovamente sul sito Internet di LibreOffice e clicca sul bottone Interfaccia utente tradotta, in modo tale da prelevare la traduzione in lingua italiana della suite (che invece su Windows è già inclusa). Completato il download, chiudi LibreOffice (premendo cmd+q sulla tastiera), apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai clic destro sull’eseguibile LibreOffice Language Pack presente al suo interno, seleziona la voce Apri dal menu che compare e premi sui pulsanti Apri e Installa.

Ora, seleziona la voce /Applications/LibreOffice.app dalla finestra che si apre e premi pulsante Installa. Se vedi comparire un avviso facente riferimento ai permessi, premi sul pulsante Sì, identificami, digita la password del tuo account utente sul computer e clicca sul bottone OK per due volte di seguito.

Adesso, avvia LibreOffice selezionando il collegamento aggiunto al desktop o quello presente nel menu Start (su Windows) oppure selezionando la relativa icona presente nel Launchpad (su macOS), dopodiché clicca sul pulsante Documento Writer collocato nella barra laterale di sinistra nella finestra che si apre.

A questo punto, clicca sul menu Visualizza che si trova in alto, seleziona la voce Barra degli strumenti di LibreOffice da quest’ultimo e scegli l’opzione Controlli per formulario, in modo tale da richiamare la barra degli strumenti con tutti i componenti necessari per creare i moduli: campi di testo, menu a scelta multipla ecc.

Serviti degli strumenti in questione per aggiungere le parti da compilare al tuo PDF, dopodiché, a modifiche ultimate, salva il documento in formato PDF facendo clic sul menu File situato in alto e selezionando la voce Esporta nel formato PDF da quest’ultimo. Nella finestra che si apre, assicurati del fatto che risulti spuntata l’opzione Crea formulario PDF (altrimenti provvedi tu) e premi sul pulsante Esporta, per selezionare la posizione sul tuo computer in cui salvare il file finale.

Per ulteriori approfondimenti sul da farsi e per scoprire quali altri strumenti puoi eventualmente usare per generare dei PDF editabili, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in maniera specifica a come creare un PDF editabile.

Come creare file PDF non modificabile

LibreOffice password PDF

Vorresti creare un documento PDF non modificabile, in modo tale che eventuali soggetti terzi non autorizzati non possano cambiare le informazioni presenti in esso? Per riuscirci, ti suggerisco di affidarti, anche in tal caso, all’uso di LibreOffice, la suite per la produttività per Windows, macOS e Linux di cui ti ho parlato nel passo precedente.

Per servirtene per il tuo scopo, avvia LibreOffice facendo clic sul relativo collegamento che trovi sul desktop oppure nel menu Start e apri il PDF relativamente al quale desideri andare ad agire, facendo clic sul pulsante Apri file situato nella parte in alto a sinistra della schermata iniziale della suite.

A importazione avvenuta, fai clic sul menu File che si trova sempre in alto a sinistra e seleziona la voce Esporta nel formato PDF. Nella nuova finestra visualizzata, recati nella scheda Sicurezza, clicca sul pulsante Imposta password, digita la password di autorizzazione e quella di apertura (nei campi appositi) e fai clic sul pulsante OK.

Per concludere, regola le opzioni relative alla protezione del documento, selezionando quelle che preferisci sulla sinistra, clicca sul bottone Esporta e indica la posizione sul tuo computer in cui desideri salvare il file PDF con password al seguito.

Se stai usando un Mac, puoi riuscire nel tuo intento anche sfruttando Anteprima, il visualizzatore d’immagini e di file PDF predefinito dei computer Apple. In tal caso, apri il documento PDF di riferimento facendo doppio clic sulla sua icona, clicca sul menu File situato in alto a sinistra e seleziona la voce Stampa da quest’ultimo.

Clicca poi sul menu a tendina PDF che si trova in basso a sinistra e seleziona l’opzione Salva come PDF. Nella schermata che ti viene mostrata, premi sul bottone Opzioni di sicurezza e seleziona le opzioni di sicurezza che preferisci tra: Richiedi password per aprire il documento, Richiedi password per copiare testo, immagini e altri contenuti e Richiedi password per stampare il documento.

Per concludere, digita la password che vuoi usare negli appositi campi visualizzati, fai clic sul pulsante OK e sul bottone Salva. Et voilà!

Per ulteriori dettagli riguardo il funzionamento di LibreOffice e Anteprima e per scoprire quali altri strumenti hai dalla tua per proteggere i PDF, ti rimando alla lettura della mia guida specifica su come proteggere un file PDF.

Come creare file PDF/A

LibreOffice

Il formato PDF/A rappresenta una tipologia specifica di PDF concepita per l’archiviazione di documenti elettronici nel lungo periodo. Se hai bisogno di creare un documento di questo tipo, puoi affidarti, anche in questo caso, all’uso di LibreOffice, il programma che ho già menzionato nel passo dedicato alla creazione dei PDF editabili e in quello incentrato sui PDF non modificabili. In che modo? Te lo spiego subito?

In primo luogo, avvia LibreOffice facendo clic sul relativo collegamento che trovi sul desktop oppure nel menu Start e apri il PDF relativamente al quale vuoi andare ad agire, facendo clic sul pulsante Apri file situato nella parte in alto a sinistra della schermata iniziale del programma.

Successivamente, clicca ancora sul menu File, seleziona la voce Esporta come e scegli l’opzione Esporta nel formato PDF. Nella finestra che in seguito ti sarà mostrata, per salvare il file nel formato PDF/A spunta la casella accanto alla dicitura Archivio PDF/A-1a (ISO 19005-1) posta subito sotto il riquadro Generale, clicca sul pulsante Esporta collocato in basso e indica il percorso in cui salvare il file PDF/A appena creato.

Per ulteriori approfondimenti riguardo l’uso di LibreOffice per lo scopo in questione e per scoprire quali altri sistemi hai dalla tua per convertire un file PDF nel formato PFD/A, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in maniera specifica proprio a come creare PDF/A.

Come creare file PDF da smartphone e tablet

Anche su smartphone e tablet è possibile creare file PDF sfruttando stampanti virtuali e applicazioni dedicate. Se desideri approfondire l’argomento, continua pure a leggere: trovi spiegato tutto nel minimo dettaglio qui di seguito.

Android

Stampante virtuale Android

Come ti dicevo in precedenza, anche Android include una stampante virtuale grazie alla quale è possibile trasformare in PDF i contenuti stampabili.

Per servirtene, apri la pagina Web, la foto, il documento o qualsiasi altro contenuto che vuoi convertire in PDF sul tuo device, premi sull’icona della condivisione oppure seleziona la voce Condividi dal menu dell’app in uso e fai tap sul comando di stampa presente nel menu che compare.

Per concludere, scegli l’opzione Salva in PDF dal menu per la scelta della stampante che si trova in cima, fai tap sul pulsante PDF collocato in alto a destra e indica la posizione sul tuo dispositivo in cui esportare il file di output.

iPhone e iPad

Stampante virtuale iPhone

Anche se stai usando un iPhone oppure un iPad puoi servirti di una stampante virtuale per creare file PDF partendo da qualsiasi contenuto stampabile. In che modo? Te lo dico subito.

In primo luogo, apri il documento, la pagina Web, la foto o qualsiasi altro contenuto tu voglia trasformare in PDF, fai tap sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia), seleziona la voce Crea PDF dal menu che ti viene mostrato e indica la posizione in cui intendi salvare il file.

Nel caso in cui la dicitura Crea PDF non dovesse essere disponibile, seleziona la voce Stampa e, nella nuova schermata che compare, effettua lo zoom a due dita sulla miniatura dell’elemento da convertire (oppure premici sopra e continua a tenere premuto per qualche istante, fino a quando questa non viene visualizzata a tutto schermo), fai tap sull’icona della condivisione collocata in alto a destra e indica la posizione o l’app in cui esportare il PDF.

App per creare file PDF

PDF Expert

In conclusione, lascia che ti consigli alcune applicazioni per Android e iOS che permettono di creare file PDF partendo da zero oppure da altre tipologie di file. Rimarrai sorpreso dalle loro potenzialità.

  • Xodo PDF (Android/iOS) – reader di PDF gratuito che include molte funzioni di editing. Permette di aggiungere testi, evidenziazioni, note e altre personalizzazioni ai PDF. È disponibile gratuitamente.
  • FoxitPDF (Android/iOS) – visualizzatore PDF grazie al quale è possibile anche creare nuovi documenti, modificarli, convertirli ecc. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 11,49 euro) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Squid (Android) – app grazie alla quale è possibile scrivere documenti a mano libera, con il dito o con uno stilo, ed esportarli sotto forma di file PDF. È gratis, ma con funzioni avanzate sbloccabili mediante acquisti in-app (a partire da 1,00 euro).
  • Notability (iOS) – eccellente applicazione per iPhone e iPad che permette di aggiungere testi (anche scritti a mano libera), evidenziazioni e annotazioni ai PDF esistenti e di creare nuovi documenti PDF partendo da zero. Costa 10,99 euro.
  • PDF Expert (iOS) – app per soli dispositivi iOS grazie alla quale è possibile creare, editare e convertire i documenti da e verso il formato PDF. Costa 10,99 euro.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.