Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come convertire file DOC in PDF

di

Hai bisogno di trasformare alcuni file Word in PDF e non hai la più pallida idea di come riuscirci? Non disperare. La soluzione al tuo problema puoi trovarla in questa mia guida, che è dedicata proprio a come convertire i file DOC in PDF.

Devi sapere, infatti, che esistono un mucchio di programmi, servizi online e app per smartphone/tablet che possono tornare decisamente utili per lo scopo in questione. Sì tratta di strumenti, spesso gratuiti e facilmente fruibili anche da parte dei meno ferrati in fatto di informatica, che consentono di trasformare uno o più file DOC o DOCX in PDF nel giro di pochi secondi.

Allora? Si può sapere che aspetti a testarli? Dai, segui le mie indicazioni e mettili subito alla prova! Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso, oltre che, chiaramente, di essere finalmente riuscito nel tuo intento. Scommettiamo?

Indice

Come convertire file DOC in PDF gratis

Se hai la necessità di convertire i file DOC in PDF da computer, puoi avvalerti degli strumenti appositi per Windows, macOS e Linux che trovi indicati qui di seguito. Sono quasi tutti gratis e sufficientemente intuitivi.

Word (Windows/macOS)

Word

Prima di parlarti di quali strumenti gratuiti puoi avvalerti per convertire i tuoi file DOC in PDF, è doveroso precisare il fatto che Word, il famoso programma per la videoscrittura parte del pacchetto Office di Microsoft, include una funzione ad hoc grazie alla quale è possibile convertire i documenti in PDF.

Per servirtene, non devi far altro che aprire il file da convertire, cliccare sulla voce File collocata in alto a sinistra, selezionare l’opzione Esporta dalla barra laterale, premere sul pulsante Crea PDF/XPS, indicare il nome che intendi assegnare al documento finale, specificare la posizione per il salvataggio e cliccare sul tasto Pubblica.

Se vuoi ricavare un PDF di dimensioni compatte (la qualità visiva del file sarà però inferiore rispetto alla qualità standard), ricordati inoltre di spuntare l’opzione Dimensioni minime, situata in basso a destra nella finestra di salvataggio del documento. Per maggiori dettagli al riguardo, ti consiglio la lettura del mio tutorial su come creare PDF da Word.

Stampante virtuale di Windows 10

Stampante virtuale Windows 10

Passiamo ora agli strumenti gratuiti. Probabilmente non lo sapevi, ma Windows 10, il più recente sistema operativo dell’azienda di Redmond, include “di serie” una stampante virtuale che può fare davvero comodo per compiere l’operazione oggetto di questo tutorial.

Non sai cos’è una stampante virtuale? Nessun problema, te lo spiego io: si tratta di uno strumento software che consente di convertire qualsiasi documento stampabile in un file PDF, agendo in maniera pressoché analoga a quanto andrebbe fatto per stampare il tutto su carta.

Ciò detto, per usufruire della stampante virtuale di Windows 10, apri il file DOC che intendi convertire in PDF (usando il programma che in genere impieghi per fare ciò, ad es. WordPad per i file di testo), richiama il comando di stampa (solitamente accessibile dal menu File), seleziona la voce Microsoft Print to PDF oppure quella Salva come PDF dalla lista delle stampanti disponibili e premi sul bottone per procedere con la stampa, in modo tale da salvare il file convertito sul PC. Più semplice di così?

Stampante virtuale di macOS

Stampante virtuale macOS

Al pari di Windows 10, anche macOS integra una stampante virtuale che consente di convertire i file DOC (e qualsiasi altro documento stampabile) in PDF in una manciata di clic. È disponibile su tutte le versioni del sistema operativo per computer di casa Apple e il suo impiego è semplicissimo.

Per servirtene, apri il documento Word che intendi convertire usando il programma che di solito impieghi per questo tipo di file (es. Pages), richiama il comando Stampa dal menu File situato in alto a sinistra e, nella schermata successiva, seleziona la voce Salva come PDF dal menu a tendina posto in basso.

Nella nuova finestra che adesso visualizzi, digita il nome che vuoi assegnare al file (nel campo Salva col nome), seleziona la posizione sul tuo Mac in cui archiviare il documento, usando il menu Situato in, personalizza (se lo ritieni opportuno) le proprietà del documento (titolo, autore e oggetto) e fai clic sul bottone Salva.

Se la cosa t’interessa, ti faccio altresì presente che, prima di salvare il tuo documento in PDF, puoi anche scegliere di applicarvi una password per proteggerlo dalle modifiche e dalla stampa: per riuscirci, premi sul bottone Opzioni di sicurezza e compila i campi appositi che ti vengono mostrati.

LibreOffice (Windows/macOS/Linux)

LibreOffice

Un’altra ottima risorsa a cui puoi fare affidamento per convertire i file DOC in PDF è LibreOffice. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di una suite per la produttività di natura open source, totalmente gratuita e compatibile con Windows, macOS e Linux, ritenuta a gran voce come la migliore alternativa a office di Microsoft.

Per effettuarne il download sul tuo PC, visita il sito Internet di LibreOffice e premi sul bottone Scaricate la versione x.x.x.

Completato il download, se stai usando Windows, apri il file .msi ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sul pulsante Esegui. Clicca quindi sul pulsante Avanti, seleziona l’opzione Tipica e porta a conclusione il setup, premendo sui bottoni Avanti, Installa, e Fine.

Se stai impiegando macOS, apri invece il pacchetto .dmg scaricato, trascina l’icona di LibreOffice nella cartella Applicazioni, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu che compare. In seguito, clicca sul pulsante Apri in risposta all’avviso sullo schermo, così avviare LibreOffice andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni che provengono da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

A questo punto, sempre su macOS, recati nuovamente sul sito Internet di LibreOffice e scarica la traduzione in lingua italiana della suite (su Windows è già inclusa), facendo clic sul pulsante Interfaccia utente tradotta. A download ultimato, chiudi LibreOffice (premendo la combinazione di tasti cmd+q), apri il nuovo pacchetto .dmg ottenuto, fai clic destro sull’eseguibile LibreOffice Language Pack posto al suo interno, seleziona la voce Apri dal menu che compare e premi sui bottoni Apri e Installa.

Seleziona poi la voce /Applications/LibreOffice.app dalla finestra che ti viene mostrata e clicca sul pulsante Installa. Se compare un avviso inerente i permessi, premi sul pulsante Sì, identificami, immetti la password del Mac (quella del tuo account utente) e fai clic sul pulsante OK per due volte.

Ora, a prescindere dall’OS che stai usando, avvia LibreOffice sfruttando il collegamento aggiunto al menu Start (su Windows) oppure cliccando sull’icona del programma nel Launchpad (su macOS), clicca sul pulsante Apri file presente nella finestra che ti viene mostrata sul desktop e seleziona il documento in formato DOC relativamente al quale ti interessa intervenire.

Clicca poi sulla voce File (in alto a sinistra) presente nella nuova finestra che compare e scegli le opzioni Esporta come ed Esporta nel formato PDF. Per concludere, configura i parametri per il salvataggio del documento in PDF (la qualità delle immagini eventualmente presenti, l’uso di una password per aprire il file ecc.) e premi sui bottoni Esporta e Salva.

Come convertire file DOC in PDF online

Esistono anche diversi servizi online di cui puoi avvalerti per convertire i file DOC in PDF agendo direttamente dalla finestra del browser (quindi senza dover scaricare nulla sul computer). Basta disporre di una connessione a Internet e il gioco è fatto. Se la cosa ti interessa, continua a leggere: trovi indicati qui sotto quelli che a mio avviso costituiscono i migliori strumenti della categoria.

CloudConvert

CloudConvert

Cominciamo da CloudConvert: un servizio Web “universale” in grado di convertire tra di loro documenti PDF, file di Word, ma anche video, immagini, brani musicali, eBook e tutti i documenti realizzati con Microsoft Office o LibreOffice. È molto rapido nell’elaborare i dati e non presenta fastidiosi limiti di upload. Inoltre, consente di intervenire su più file contemporaneamente e di unire le pagine di due o più file di Word in un unico PDF.

È gratis, ma può essere utilizzato per un tempo massimo di 10 minuti di conversioni al giorno. Per portare questo limite a 25 minuti, basta creare un account gratuito. In alternativa, è possibile espanderlo a 500 minuti (o anche più) sottoscrivendo uno dei piani d’abbonamento (con costi a partire da 8,54 euro/mese). Da notare, poi, anche che tutti i file caricati sul servizio vengono rimossi dai server di quest’ultimo nel giro di poche ore.

Per testare personalmente le potenzialità di CloudConvert, collegati alla pagina principale del servizio, clicca sul pulsante Select files e seleziona i documenti DOC da trasformare in PDF. In alternativa, trascina i file di tuo interesse direttamente nella finestra del browser oppure prelevali da Internet, fornendone l’URL o collegandoti ai tuoi servizi di cloud storage (Google Drive, Dropbox ecc.), cliccando sulla freccia accanto al pulsante centrale e scegliendo l’opzione che preferisci dal menu che si apre.

Ad upload avvenuto, fai clic sul bottone Start Conversion situato in basso, attendi che i file vengano convertiti e scarica i PDF finali, cliccando sul pulsante Download.

Se, prima di avviare la procedura di conversione, vuoi intervenire sulle impostazioni dei documenti finali, fai clic sul pulsante con la chiave inglese che trovi accanto al nome di ciascun file e regola i parametri relative all’ottimizzazione, alla protezione ecc. tramite la schermata che ti viene mostrata. In seguito, clicca sul tasto Okay, per applicare le modifiche.

Se poi vuoi unire più file DOC all’interno di un unico documento PDF, sempre prima di avviare la conversione, espandi il menu a tendina combine all into one che si trova in basso a destra e seleziona la voce PDF da quest’ultimo. Se vuoi scaricare tutti i file convertiti in un unico archivio compresso, invece, clicca sul pulsante create archive e seleziona il formato che preferisci dal menu che compare.

Online2PDF

Online2PDF

Online2PDF è un ottimo servizio Web dedicato esclusivamente alla modifica e alla conversione dei documenti PDF. Puoi utilizzarlo per convertire i file DOC in PDF e unire due o più documenti di Word in un unico file PDF: sempre tutto gratis, ma con delle restrizioni relative all’upload. Il servizio, infatti, non permette di trattare più di 20 documenti contemporaneamente e presenta un limite di upload complessivo pari a 100 MB. Da notare che i dati caricati sui server vengono rimossi dopo l’elaborazione.

Ciò detto, per trasformare i tuoi file DOC in PDF con Online2PDF, collegati alla pagina iniziale del servizio, clicca sul pulsante Seleziona i file e seleziona i documenti da trattare. In alternativa, trascina i file direttamente nella finestra del browser.

Successivamente, espandi il menu a tendina Modalità che si trova in basso e scegli se creare un PDF unico, selezionando la voce Unisci i file, oppure se convertire i file di Word separatamente, selezionando la voce Convertire i file separatamente.

Scegli, dunque, la modalità di conversione che preferisci dal menu a tendina converti in e regola (se lo ritieni necessario) le impostazioni relative alla compressione, alla visualizzazione, alla protezione, a intestazione e piè di pagina e al layout, cliccando sui pulsanti dedicati che trovi in corrispondenza della dicitura Preferenze. Inoltre, ti comunico che, cliccando sul pulsante con le forbici posto accanto a ciascun file, puoi selezionare le pagine che compongono il documento, riordinarle e/o dividerle.

Per finire, clicca sul bottone Converti situato a fondo pagina e attendi che i tuoi documenti vengano prima convertiti e poi scaricati sul tuo PC: avviene tutto in maniera automatica.

DocsPal

DocsPal

DocsPal è un altro convertitore “universale” che, fossi in te, terrei sempre nei segnalibri. Ha, tuttavia, dei limiti abbastanza stringenti per l’upload: permette di caricare al massimo 5 file per un peso complessivo di 50 MB, ma svolge egregiamente il suo dovere. Da notare che, durante la conversione, i file vengono caricati sui server dell’azienda ma che, a procedura ultimata, vengono automaticamente eliminati.

Per usare il servizio, collegati alla sua pagina principale, clicca sul pulsante Sfoglia il file e seleziona i file DOC da trattare, uno alla volta. In alternativa, trascina i documenti direttamente nella finestra del browser. Se il documento da convertire si trova online, invece, puoi digitarne l’URL nel campo presente accanto alla voce Inserire l’URL del file.

In seguito, seleziona l’opzione PDF – Portable Document Format dal secondo menu a tendina che trovi in corrispondenza della sezione Passo 2 e clicca sul pulsante Converti i file posto in basso. Completata la procedura, clicca sul nome del file comparso sotto la voce Converted files, per procedere con il suo download.

Ti segnalo, inoltre, che puoi ricevere il file convertito tramite email. Se la cosa ti interessa, prima di avviare la conversione, spunta la casella Invia un link per il download al mio indirizzo email (facoltativo) e immetti il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo dedicato.

Come convertire file DOC in PDF su Android e iOS

Non hai un computer a portata di mano e cerchi delle app per Android e iOS che ti consentano di convertire i file DOC in PDF? Ti accontento subito. Qui di seguito, infatti, ho provveduto a segnalarti alcune applicazioni parte della categoria che faresti davvero bene a prendere in considerazione.

Word to PDF Converter (Android)

Word to PDF Converter

Se stai usando uno smartphone o un tablet Android, ti comunico che l’app Word to PDF Converter è indubbiamente la soluzione che fa al caso tuo: si tratta, infatti, di una risorsa gratuita (con annunci pubblicitari), di facile impiego, che consente di convertire DOC in PDF (e viceversa) in maniera pratica e veloce.

Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. In seguito, avvia l’app, premendo sul bottone Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla schermata home.

A questo punto, consenti all’app i permessi necessari per accedere a foto, contenuti multimediali e file sul dispositivo, dopodiché fai tap sul pulsante Scegli file e seleziona il documento DOC che si trova sul tuo dispositivo e che desideri trasformare.

Successivamente, fai tap sul bottone Convert Now!, attendi che la conversione venga avviata e completata e premi sul nome del file che trovi sotto la dicitura Output File(s), per indicare la posizione o l’app in cui salvare il documento finale.

easyPDF (iOS)

easyPDF

Se possiedi un dispositivo iOS, ti consiglio di sfruttare l’app easyPDF, la quale consente di compiere un’unica operazione ma di farlo nel miglior modo possibile: convertire i file DOC in PDF, e viceversa. È gratis ed è facilissima da usare.

Per effettuare il download dell’app, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni/Installa e autorizza il download dell’applicazione tramite Face ID, Touch ID o immissione della password dell’ID Apple. In seguito, avvia easyPDF facendo tap sul pulsante Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona in home screen.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, fai tap sulla dicitura Skip posta in basso a destra, per saltare il tutorial introduttivo, premi sul pulsante [+] collocato in alto a sinistra, scegli l’opzione Sfoglia dal menu che ti viene mostrato e seleziona il file DOC.

Per concludere, premi sulla voce Convert situata nella parte in alto a destra del display, seleziona l’opzione Convert to PDF dal menu e aspetta che la procedura venga portata a termine. Dopodiché fai tap sull’icona della condivisone (quella con il quadrato e la freccia) e indica la posizione o l’app in cui esportare il PDF.