Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare belle foto con iPhone

di

Sei da poco passato al mondo Apple acquistando il tuo primo iPhone e una delle attività che più ti piace fare con il tuo nuovo smartphone è scattare foto. Non essendo però, tuo malgrado, un fotografo professionista, non hai le competenze giuste per realizzare degli scatti di qualità e così vorresti qualche “dritta” sull’argomento. Tranquillo: se vuoi, sono qui a darti una mano.

Nella guida che stai per leggere, troverai degli utilissimi consigli su come fare belle foto con iPhone. Per ovvie ragioni, la qualità degli scatti che riuscirai a ottenere non sarà paragonabile a quella garantita dalle macchine fotografiche professionali, ma mettendo in pratica i miei consigli riuscirai sicuramente a tirare fuori delle foto apprezzabili, da poter condividere tranquillamente online e/o mandare ad amici e parenti.

Allora, ti va di saperne di più? Sì? Benissimo: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di seguire passo-passo le indicazioni che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Consigli per fare belle foto con iPhone

Iniziamo con alcuni consigli per fare belle foto con l’iPhone, che senz’altro ti saranno utili per realizzare scatti di qualità con il tuo smartphone a raschio Apple: seguili e non te ne pentirai!

Pulire la lente della fotocamera

Come pulire iPhone

Pulire la lente della fotocamera è uno dei primi accorgimenti che ti invito ad adottare per fare belle foto con l’iPhone. Se la lente del tuo “melafonino” non è pulita, presenta aloni, macchie e altre tracce di sporco, questo si ripercuoterà negativamente sullo scatto che andrai a realizzare.

Per pulire la lente del tuo iPhone, puoi avvalerti di un semplice panno in microfibra antistatico (come quello che viene usato per la pulizia delle lenti da vista). In alternativa, puoi usare a tale scopo anche un panno in pelle di daino oppure uno in pelle di camoscio. L’importante è che eviti salviette di carta, panni abrasivi, prodotti ad aria compressa, etc. perché potrebbero rovinare la lente.

Quando avrai reperito tutto l’occorrente necessario per pulire la fotocamera del tuo smartphone, prendi il panno e strofinalo delicatamente sulla lente della fotocamera anteriore e posteriore, dopodiché guardala in controluce per assicurarti che non vi siano tracce di sporco residue (in caso affermativo, ripeti la procedura finché non ottieni il risultato desiderato). Per maggiori informazioni su come pulire l’iPhone, consulta l’approfondimento che ho dedicato all’argomento.

Usare l’illuminazione giusta

Quando ci si accinge a scattare una foto, usare l’illuminazione giusta è determinante per ottenere un risultato finale apprezzabile. Senza una buona illuminazione, infatti, potrebbe essere difficile (per non dire impossibile) riuscire a portare a casa uno scatto di qualità.

Pertanto, ogni volta che ti è possibile farlo, scegli una location abbastanza luminosa per realizzare le tue foto (es. all’aperto, sfruttando la luce di una lampada o di una finestra, etc.). Quando ciò non è possibile, prova a illuminare la foto alzando un po’ il valore ISO, ovvero la sensibilità del sensore alla luce, e aumenta lievemente i tempi di esposizione. Per modificare questi valori, però, sappi che dovrai ricorrere a delle app di terze parti (più avanti te ne consiglierò un paio che possono fare al caso tuo), perché l’app Fotocamera di iOS non permette di agire su di essi.

Ovviamente, oltre a evitare gli ambienti poco illuminati, evita anche quelli dove la luce è troppo intensa: in questo caso, infatti, si può rischiare di ottenere scatti “bruciati” o, comunque, sovraesposti che difficilmente possono essere recuperati in post produzione.

Scegliere la giusta composizione

In fotografia la composizione è uno degli elementi più importanti per ottenere uno scatto interessante e di qualità. Per scattare belle foto con l’iPhone, quindi, devi scegliere la giusta composizione. Come puoi farlo praticamente? Te lo spiego subito.

Un primo fattore di cui devi tener conto è la scelta dello sfondo: evita di posizione il soggetto davanti a un fondale troppo “disordinato”, a meno che tu non voglia “nasconderlo” sfocando lo sfondo con l’effetto bokeh. A proposito di quest’ultimo, se possiedi un iPhone in grado di scattare foto con sfondo sfocato (es. iPhone 7 Plus, iPhone 8 Plus, iPhone X, iPhone Xr, iPhone Xs e iPhone Xs Max), apri l’app Fotocamera, scorri il dito verso destra o verso sinistra e seleziona la modalità di scatto Ritratto. Così facendo, potrai scattare una foto mettendo a fuoco solo il soggetto in primo piano lasciando il resto sfocato (se possiedi un iPhone Xs o un iPhone Xs Max, puoi persino modificare in post-produzione l’intensità dell’effetto bokeh grazie ad alcune funzioni disponibili in iOS 12 e successivi).

Se possiedi un iPhone che non integra la funzione che permette di sfocare lo sfondo, puoi provare a nasconderlo scattando la foto da un’angolazione diversa (quando ciò è possibile). Esercitati seguendo questi accorgimenti e vedrai che i tuoi scatti assumeranno un’aria più ricercata e interessante.

Quando si parla di composizione, non si può non menzionare la regola dei terzi. Non ne hai mai sentito parlare? Non ti preoccupare, si tratta di una regola molto semplice da applicare e alquanto efficace: bisogna tenere d’occhio la composizione dell’immagine suddividendola in una griglia immaginaria composta da 9 rettangoli.

Anziché scattare una foto posizionando il soggetto nel rettangolo posto al centro, è meglio posizionarlo in uno dei punti d’intersezione della griglia (i pallini bianchi che trovi nella figura posta all’inizio del capitolo), così da farlo risaltare maggiormente.

Non utilizzare lo zoom digitale


Un altro accorgimento che ti invito a seguire per scattare buone foto con l’iPhone è quello di non utilizzare lo zoom digitale. Lo zoom digitale, infatti, a differenza di quello ottico (che è stato implementato soltanto negli ultimi anni su alcuni modelli di iPhone che permettono di ottenerlo sfruttando un “gioco” di lenti delle fotocamere posteriori), è un semplice ingrandimento digitale della foto, il che significa che l’immagine viene ingrandita ma con delle sgranature piuttosto evidenti (a decisamente fastidiose!).

Dal momento che lo zoom ottico avvicina effettivamente il soggetto dell’immagine da riprendere ricorrendo a degli elementi ottici e meccanici che accorciano o allungano la lunghezza focale, quello digitale semplicemente ingrandisce l’immagine senza ricorrere ad alcuna ottica: ecco spiegato il motivo per cui comporta perdita di qualità.

Usare impostazioni di scatto manuali

Usare impostazioni di scatto manuali può aiutarti a ottenere foto più belle. Agendo manualmente su impostazioni quali la sensibilità ISO, la velocità dell’otturatore o l’apertura del diaframma, infatti, è possibile realizzare scatti più interessanti e originali. Dal momento che l’applicazione Fotocamera presente “di serie” in iOS non offre la possibilità di agire manualmente sui parametri di scatto, bisogna ricorrere a soluzioni di terze parti, come le famosissime ProCam (6,99 euro) o Halide (6,99 euro).

Per quanto riguarda i parametri di scatto, di seguito ti elenco quelli più importanti, così che tu possa tenerne conto quando andrai a modificarli tramite le app sopraccitate.

  • Sensibilità ISO — questo valore indica il grado di amplificazione del segnale elettrico che viene inviato alle celle del sensore. Aumentando questo valore è possibile ottenere foto più luminose anche in condizioni di scarsa luminosità. Comunque c’è un risvolto della medaglia di cui tener conto: “sforzando” il sensore per ottenere uno scatto più luminoso, la foto diventa più rumorosa.
  • Velocità dell’otturatore — aumentando questo valore, è possibile ridurre al minimo la possibilità di incappare in foto che presentano del mosso o del micro-mosso dovuto al tremolio della mano del fotografo e/o al movimento del soggetto immortalato.
  • Apertura massima del diaframma — questo valore indica la quantità di luce che passa nell’obiettivo e viene misurato in F-stop (es. f/1.8 o f/2.7, etc.). Più questo valore è basso, più quantità di luce entra nell’obiettivo e, quindi, più luminose saranno le foto.
  • Bilanciamento del bianco — correggere le dominanti di colore di una foto è importantissimo per ottenere un risultato finale che sia caratterizzato da una riproduzione fedele dei colori, specialmente se si decide di non scattare la foto nel formato RAW (che permette di conservare molte informazioni di scatto, permettendo di apportare modifiche più incisive in post produzione).

Scattare più foto

Dato che anche i migliori fotografi sbagliano, è sempre meglio scattare più foto per evitare di “sprecare” il proprio tempo e il proprio lavoro. Se scatti più foto, infatti, aumenterai le probabilità di riuscire a ottenere almeno qualche immagine interessante e di qualità.

Magari potresti usare a tale scopo la funzione che permette di scattare foto “a raffica” (per servirtene, basta premere e continuare a premere con il dito sul pulsante di scatto). Comunque sia ben chiaro: la funzione appena citata non è la stessa che ritroviamo nelle macchine fotografiche mirrorless e Reflex, per cui non pensarti di utilizzarla per cimentarti nella fotografia sportiva: ne rimarresti deluso.

Come fare belle foto di notte con iPhone

Ti piacerebbe sapere come riuscire a scattare delle bello foto di notte con l’iPhone? Ti anticipo già che non c’è un “segreto” per riuscirci, in quanto la qualità delle foto scattate in condizioni di scarsa luminosità dipende da molteplici fattori. In primis la luminosità della lente dell’iPhone in tuo possesso. Gli iPhone di ultima generazione (come iPhone Xs/Xs Max) hanno lenti decisamente più luminose rispetto a modelli di iPhone più vecchi (es. iPhone 7, iPhone 6s, etc.) e, quindi, restituiscono scatti meno rumorosi e più luminosi.

Per provare a rendere gli scatti realizzati di notte più luminosi, puoi provare ad aumentare il valore ISO (ma senza esagerare, altrimenti potresti rendere la foto molto rumorosa) oppure ad aumentare il tempo di scatto, così da far entrare più luce nell’obiettivo (se decidi di farlo, avvaliti di un treppiede per evitare di scattare foto che presentano del mosso o del micro-mosso). Come ti ho già indicato nelle righe precedenti, per riuscire a regolare questo parametri è necessario ricorrere all’uso di app di terze parti, come ProCam o Halide (che costano 6,99 euro ciascuna).

Come fare belle foto alla Luna con iPhone

Fotografare la Luna con l’iPhone non è semplicissimo, in quanto le caratteristiche tecniche della fotocamera integrata in quest’ultimo (e in generale su tutti gli smartphone in commercio) non offrono la possibilità di immortalare nel dettaglio il nostro satellite naturale.

Come ti ho suggerito nel capitolo precedente, puoi provare a migliorare la qualità della foto “giocando” un po’ con i parametri di scatto (ISO, apertura del diaframma e tempo di scatto), ma nemmeno in questo modo è possibile fare più di tanto. Se da una parte è vero che non puoi fotografare la Luna nel dettaglio, dall’altra è anche vero che puoi regolare la composizione della foto, ad esempio usando la regola dei terzi, in modo tale da farla risaltare all’interno dell’immagine.

Per ottenere un buon risultato, ti suggerisco di disattivare il flash, in quanto la sua luce potrebbe “contrastare” la luce naturale profusa dalla Luna, rovinando la foto. Per disattivare il flash, dopo aver avviato l’app Fotocamera, fai tap sull’icona del fulmine posta in alto a sinistra e seleziona la voce No dal menu che si apre. Dopodiché scatta la foto pigiando sul pulsante di scatto e verifica di aver scattato una foto di qualità.