Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona la WL FIFA

di

FIFA è un gioco in grado di appassionare in modo costante chi apprezza il calcio, ma è innegabile il fatto che ci siano delle competizioni in grado di attirare l'attenzione più di altre. In questo contesto, sicuramente avrai sentito parlare della Weekend League.

Si fa infatti riferimento a una delle possibilità più interessanti offerte dalla serie videoludica calcistica di Electronic Arts, dato che ci sono persino dei premi in palio. Se ti stai chiedendo come funziona al WL di FIFA, però, probabilmente significa che ultimamente non ti sei informato molto in merito.

Infatti, nonostante in molti siano ancora soliti fare riferimento al nome Weekend League, in realtà al giorno d'oggi la competizione si chiama FUT Champions. Tuttavia, non devi preoccuparti se qualcosa non ti è chiaro, dato che mi appresto ad approfondire tutto quel che riguarda l'argomento. Non mi resta che augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come funziona la Weekend League di FIFA

Dato che ti stai chiedendo come funziona la WL di FIFA, immagino che tu non sia particolarmente avvezzo al mondo degli eSport, ovvero degli sport digitali. Te la faccio breve: Electronic Arts è solita organizzare un torneo dedicato ai giocatori più abili di FIFA, radunando poi questi ultimi, nel caso delle finali più prestigiose, in un'arena e mettendo in palio ingenti premi in denaro.

Vincere è tutt'altro che semplice, dato che si va a scontrarsi con i giocatori migliori a livello globale in ambito eSport: la preparazione per giocare ad alti livelli è per certi versi simile a quella effettuata dagli atleti professionisti dei classici sport. Insomma, nonostante chiunque possa provare a qualificarsi al FUT Champions (ex Weekend League), arrivare alle ambite finali non è per niente un gioco da ragazzi.

In ogni caso, ci tengo a precisare che in questa sede spiegherò nello specifico come funziona la WL di FIFA 22, ovvero mi baserò su quest'ultimo capitolo per indicare le regole della competizione, anche se in realtà il tutto dovrebbe risultare valido anche per altri titoli della serie (nel caso farò il possibile per aggiornare il post).

Qualificazioni (Division Rivals)

Qualificazioni Division Rivals Weekend League

La prima fase della competizione Weekend League, o meglio FUT Champions, consiste nelle qualificazioni. Devi infatti sapere che non è concesso a tutti partecipare al torneo: bisogna guadagnarsi l'accesso dimostrando di avere le giuste abilità.

Qual è il punto di partenza? La modalità Division Rivals. Si fa riferimento a una competizione online a Stagioni, che solitamente hanno una durata di 6 mesi. Quest'ultimo è il tempo che tutti coloro che vogliono partecipare al torneo hanno a disposizione per accumulare i giusti Punti Qualificazione Champions (PQC).

Per intenderci, i punti PQC richiesti in passato sono stati 2.000 o 1.250. Puoi fare il calcolo relativo alla qualificazione tenendo bene a mente che solitamente la vittoria di una partita garantisce 25 punti. Insomma, capisci bene che potrebbe volerci un po' di tempo per riuscire a raggiungere questo requisito (anche se, come già detto, si hanno generalmente a disposizione 6 mesi).

Ciò che puoi fare dunque in questa fase, che è anche quella in cui partecipano per ovvi motivi più giocatori (in quanto maggiormente "accessibile), è giocare e cercare di ottenere più vittorie possibili, così da arrivare al giusto numero di Punti Qualificazione Champions (PQC). Ovviamente qui entrano in gioco le tue abilità: potrebbe interessarti, a tal proposito, approfondire la mia guida su come migliorare su FIFA.

Alla fine però vedrai che ti basterà banalmente giocare per il giusto tempo: se hai un po' di skill, non avrai troppi problemi a raggiungere il tuo obiettivo. Per il resto, generalmente il numero di PQC ottenuti si può tenere d'occhio avviando FIFA, raggiungendo l'area dedicata alla modalità online FUT (FIFA Ultimate Team) e approfondendo la sezione FUT Champions.

Tra l'altro, giocando potrai chiaramente ottenere anche premi in-game, ad esempio pacchetti. Insomma, prendere parte a questa competizione può consentirti di divertirti e migliorare il tuo stile di gioco: comprendo dunque perfettamente il motivo per cui vuoi provare a partecipare, anche se magari non ti ritieni il più valido dei pro player del titolo di Electronic Arts.

Playoff (FUT Champions)

Come funzionano playoff Weekend League FIFA

Raggiunto il giusto numero di Punti Qualificazione Champions (PQC), che ho spiegato come ottenere nel capitolo precedente, sarai automaticamente qualificato ai Playoff della competizione FUT Champions.

Questa è la prima vera fase del torneo, ovvero quella che ti catapulta in modo importante nella competizione e che ti richiede di utilizzare al meglio le tue abilità per poter raggiungere le tanto ambite Finali.

La situazione si fa dunque ardua, in quanto avrai a disposizione un numero limitato di partite da giocare (ad esempio, 9 o 10) e dovrai per forza di cose vincere un numero minimo di queste ultime per poter proseguire nel torneo. Il problema? Gli altri giocatori saranno chiaramente forti, in quanto hanno superato, proprio come te, la fase di qualificazione.

In ogni caso, per qualificarsi alle Finali spesso vengono richieste almeno 4 o 5 vittorie. Potrebbe sembrare semplice, ma in realtà, come ben sa chi ci ha provato in passato, non lo è per nulla, vista anche l'elevata abilità dei giocatori che solitamente si qualificano ai Playoff del FUT Champions.

C'è da dire che generalmente questa fase funziona a punti. Potrebbe, ad esempio, venirti richiesto di accumulare 24 punti. Ogni partita vinta solitamente garantisce 4 punti, mentre una sconfitta potrebbe garantirti un singolo punto. Come già detto in precedenza, può tutto variare a seconda della Stagione e del capitolo di FIFA coinvolto, ma generalmente la competizione si svolge in questo modo.

Ciò che otterrai una volta raggiunto il numero di punti richiesto per proseguire nella competizione sarà un gettone che ti permetterà di accedere alle Finali. Insomma, una volta superati i turni di qualificazione e playoff, sarà arrivato il momento di fare sul serio, sfidando solamente utenti che si sono realmente dimostrati in gamba.

Finali (FUT Champions Finals)

Finali FUT Champions FIFA Weekend League

La fase delle Finali, detta anche FUT Champions Finals, generalmente si svolge nel weekend (d'altronde, si fa riferimento all'ex Weekend League). Ciò che devi fare è dunque informarti in merito alle finali disponibili al momento in cui sei riuscito a ottenere il gettone (nel modo indicato in precedenza).

Devi infatti sapere che il gettone è utilizzabile quando vuoi, ergo anche nella Stagione successiva a quella in corso. In parole povere, puoi scegliere tu quando partecipare alle Finali: se vuoi un consiglio, è bene procedere solamente quando ti senti realmente in forma, tenendo ovviamente d'occhio le varie proposte di Electronic Arts.

Al netto di questo, ci tengo a sottolineare che la fase delle Finali è quella più variabile del torneo, dato che molto dipende da quanto è stato scelto dagli organizzatori in merito alla competizione a cui stai partecipando (ad esempio, risulta difficile per me fornirti indicazioni specifiche in merito agli eventuali premi in palio).

Tuttavia, una volta arrivato a questo punto potrai giocare le partite decisive (che potrebbero essere, ad esempio, 20), chiaramente contro giocatori che con ogni probabilità saranno particolarmente abili, mettendo definitivamente alla prova le tue abilità relative a FIFA (pensa che potresti dover vincere praticamente tutte le partite per farti notare). Certo, non sarà facile, ma, oltre al divertimento, potrebbe trattarsi della tua occasione per metterti in luce con qualcuno legato al mondo degli eSport.

In ogni caso, al termine della rapida descrizione relativa alla competizione FUT Champions (ex Weekend League), ci tengo a ribadire ulteriormente che le indicazioni contenute in questo post potrebbero essere soggette a variazioni (anche nell'arco del ciclo vitale di uno stesso capitolo di FIFA).

Come funziona la Weekend League FIFA

Si fa infatti riferimento a competizioni in continuo aggiornamento, che potrebbe vedere cambiamenti, ad esempio, nel numero di punti richiesto per qualificarsi a una determinata fase o addirittura in quante partite vengono disputate e nel regolamento. Non posso insomma che consigliarti di tenerti aggiornato anche tramite le informazioni ufficiali, rese solitamente disponibili da Electronic Arts direttamente all'interno del gioco.

Potrebbe inoltre interessarti tenere monitorato il portale ufficiale di EA, in modo da comprendere sin da subito quali sono le eventuali modifiche apportate alla competizione. Per il resto, ci siamo capiti: quanto indicato in questa sede può tornarti utile per capire in linea generale come funzionano i tornei legati a FIFA.

Al netto di questo, ci vuole tanto allenamento per riuscire ad arrivare ai “piani alti” (e non faccio solamente riferimento all'imparare a skillare su FIFA). Dovrai dunque giocare un bel po' anche solamente per approdare nelle fasi avanzate del FUT Champions (ex Weekend League), cosa che ti permetterà però nel frattempo di affinare le tue abilità e imparare al meglio il regolamento della competizione a cui stai partecipando.

Prima di lasciarti al tuo allenamento per cercare di spodestare gli altri giocatori che partecipano alla competizione, mi sento di indirizzarti verso la pagina del mio sito dedicata alla serie di videogiochi FIFA. In quest'ultima, infatti, puoi trovare molteplici altri tutorial relativi ai titoli calcistici di Electronic Arts.

Il motivo per cui ti consiglio di “farci un salto” è che potresti trovare ulteriori guide utili per migliorare le tue abilità. Tuttavia, ti ricordo che si fa pur sempre riferimento a un gioco: non scoraggiarti, dunque, se non riuscirai ad arrivare alla vetta del FUT Champions. L'importante, alla fine, è divertirti (anche se so bene che vincere e piazzarsi bene sarebbe meglio).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.