Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come migliorare su FIFA

di

FIFA, lo storico calcistico di Electronic Arts che ogni anno arriva sugli scaffali dei negozi con il suo carico (altalenante) di novità, ti ha sempre attirato e non rinunci mai a giocare qualche partita in quest’ultimo. Tuttavia, recentemente ti sei reso conto che ci sono degli utenti molto forti, con cui fai fatica a competere. Ti sei dunque chiesto come potresti migliorare le tue performance e questa ricerca ti ha portato qui, su questa mia guida.

Le cose stanno così, non è vero? Beh, allora direi che sei proprio nel posto giusto! Oggi, infatti, tratterò proprio quest’argomento spiegandoti nel dettaglio come migliorare su FIFA. Probabilmente, se sei giunto fin qui, conoscerai già le meccaniche di base del titolo, quindi mi soffermerò principalmente sugli aspetti che spesso vengono sottovalutati dai giocatori, ma che in realtà consentono di ottenere in modo relativamente semplice un certo vantaggio competitivo.

Ti posso assicurare che il tuo obiettivo dista pochi passi e che in realtà è tutto più semplice di quel che sembra. Che ne dici? Sei pronto per iniziare? Sì? Coraggio allora: tutto quello che devi fare è seguire le rapide istruzioni che trovi qui sotto. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Migliorare FIFA

Prima di entrare nel dettaglio dei consigli su come migliorare su FIFA, è bene analizzare le caratteristiche del calcistico di Electronic Arts.

Infatti, spesso gli utenti sono convinti che FIFA sia un gioco facile. In realtà, non è così. O meglio, le meccaniche di base sono semplici, dato che si tratta di un titolo adatto ai giocatori dai 3 anni in su, ma competere seriamente con gli utenti più esperti è tutt’altra cosa: ci sono persone che si sono allenate ogni giorno per anni per raggiungere determinate performance!

FIFA è infatti un gioco semplice solamente in apparenza, dato che nasconde una stratificata serie di strategie e possibilità che fanno la differenza tra il giocare esclusivamente per divertirsi e il giocare per competere con persone provenienti da tutti il globo.

Tuttavia, mettere in secondo piano il divertimento per competere non è probabilmente la scelta giusta per approcciare il calcistico di Electronic Arts. Per questo motivo, quello che solitamente cercano gli utenti è una sorta di equilibro, un metodo che consenta di portare a casa i risultati senza scendere troppo nel tecnico. Questo continuando a divertirsi.

Ebbene, in questa guida ti aiuterò nella ricerca di quell’equilibrio, fornendoti delle indicazioni utili per migliorare le tue performance, sempre tenendo bene a mente l’aspetto ludico del gioco.

Come migliorare su FIFA

Come dici? Hai capito che FIFA è un titolo complesso e vorresti dunque capire come affinare le tue tecniche per battere più giocatori possibili, senza rinunciare però al divertimento? Perfetto: qui sotto trovi tutti i dettagli del caso.

Allenarsi molto

Gioca a FIFA PS4

Allenarsi molto è probabilmente il consiglio più banale del mondo, ma in realtà è anche quello che viene dimenticato più spesso.

Infatti, alcuni utenti faticano a comprendere quanto impegno ci sia dietro ai traguardi raggiunti dai pro player. Se un giocatore ha vinto un torneo importante, significa che si è allenato per molto tempo, spesso per anni.

Se sei un giocatore alle prime armi, probabilmente il metodo migliore per iniziare è quello di provare a vincere qualche partita contro l’intelligenza artificiale, alzando la difficoltà ogni qualvolta si vincono 3 partite.

Alcuni lo trovano un po’ “noioso”, ma in realtà le partite di FIFA non durano molto e ti posso assicurare che il livello di sfida, specialmente alle difficoltà più alte, potrebbe darti parecchio filo da torcere e diventare intrigante.

Una volta che avrai padroneggiato tutti i livelli di sfida offerti dal gioco, sarai pronto per giocare contro altre persone. Inizialmente potresti pensare di sfidare qualche amico appassionato, magari che ritieni più forte di te, invitandolo a casa per delle partite offline: così facendo, ti metterai alla prova con una persona che conosci e potresti anche carpirne i “trucchi”, magari facendoti spiegare come fa a mettere in atto determinate azioni.

Ti consiglio sempre di provare a vincere più volte, in modo da capire se sei veramente migliorato oppure se si è trattato solamente di un colpo di fortuna.

Vinci partite FIFA

Una volta effettuati tutti i test del caso con l’intelligenza artificiale e con i tuoi amici, arriverà il momento di andare online, impegnandosi in modalità di gioco come Ultimate Team. Sarà probabilmente in questo frangente che incontrerai i giocatori più forti e vedrai se gli allenamenti offline ti sono serviti.

In linea generale, il consiglio è quello di giocare più partite possibili e di provare a capire il tuo stile di gioco: ad esempio, c’è chi si trova bene a stare sempre sulla difensiva per poi sfruttare i contropiedi e chi invece è in grado di padroneggiare al meglio le fasi offensive.

Sfruttare come si deve la fascia

Fascia FIFA

Tutti i giocatori dovrebbero imparare a sfruttare la fascia. Si tratta di un metodo molto efficace per riuscire ad arrivare direttamente vicino alla porta avversaria, magari effettuando dei cross verso il centro.

Per mettere in atto questa strategia come si deve, è bene dare sempre un’occhiata alla statistica relativa alla velocità dei giocatori di cui si dispone sulle fasce. Infatti, un giocatore veloce è in grado di superare la difesa avversaria semplicemente allungando la palla e battendo sul tempo gli altri giocatori.

Inoltre, se posizioni al centro dell’area avversaria un giocatore in grado di colpire al meglio di testa, sarai sicuro che alcuni dei tuoi cross potrebbero dare vita a situazioni interessanti. Questo senza contare la possibilità di rientrare e di avvicinarsi alla porta, nonché di tirare da fuori area, impensierendo il portiere e magari ottenendo dei calci d’angolo.

Insomma, la fascia può essere un’amica importante su FIFA e dovresti provare a mettere in atto delle strategie che la sfruttino. Molti giocatori non lo fanno e già qui potresti aver trovato un loro punto debole.

Non sottovalutare i contropiedi

Contropiede FIFA

Quando un utente crea la propria squadra, spesso pensa solamente alla difesa e all’attacco, senza dare un’occhiata alle statistiche legate alla velocità dei propri giocatori.

Questo significa che ci sono molte squadre che hanno dei difensori particolarmente lenti, che possono essere superati, ad esempio, con un passaggio filtrante. Per farti un esempio pratico, quando una difesa con giocatori lenti sale per dare vita a un’azione offensiva, un attaccante veloce potrebbe “bucarla” in un nanosecondo.

Essenzialmente, dunque, dovresti tenere d’occhio la statistica di velocità sia dei tuoi attaccanti, in modo da mettere in atto dei contropiedi, che dei tuoi difensori, così che non sia la tua squadra a cadere vittima di questa “trappola”.

È un aspetto a cui spesso gli utenti non fanno caso, ma se ci pensi può essere un accorgimento molto interessante. Ovviamente, questo non significa che devi acquistare i giocatori solamente in base alla loro velocità, ma tenere d’occhio questa statistica non fa mai male.

Allenarsi con le skill

Skill FIFA

Ci sono alcuni utenti che ritengono le skill di FIFA, le cosiddette mosse Abilità, semplicemente un metodo per “rendersi belli” agli occhi dell’avversario. Niente di più sbagliato.

Infatti, se utilizzate come si deve, le mosse Abilità sono in grado di dare vita a situazioni inedite, che possono creare occasioni non di poco conto. Ad esempio, padroneggiare le finte può consentirti di disorientare la difesa, aprendoti una strada verso la porta avversaria.

Inoltre, un colpo di tacco può prendere alla sprovvista l’altro giocatore, che magari si aspettava un passaggio più “tradizionale”. Un sombrero può invece consentirti di superare in altezza un calciatore che avrebbe prevalso in un altro tipo di contrasto.

Insomma, altro che metodo per “farsi vedere”: le mosse Abilità possono risultare molto utili per avere quel qualcosa in più rispetto all’avversario. Non è dunque un caso che la stessa Electronic Arts abbia pubblicato delle guide dettagliate sul suo sito ufficiale.

Queste ultime sono utili per imparare come migliorare su FIFA 20, dato che si basano su quel capitolo del calcistico di EA. Tuttavia, l’approccio è lo stesso anche per quanto riguarda le altre iterazioni del gioco.

Il mio consiglio è quello di seguire attentamente i consigli forniti direttamente dagli sviluppatori e di allenarti per imparare a padroneggiare queste skill. Vedrai che il divario con i giocatori più esperti si accorcerà sempre di più.

Provare più volte punizioni e rigori

Allenamento rigori FIFA

Per alcuni giocatori, quella di provare più volte punizioni e rigori è un’indicazione scontata, dato che si allenano spesso con i calci fa fermo, ma altri semplicemente non hanno mai nemmeno toccato l’opzione relativa a questi allenamenti, pensando che sia troppo “noiosa”.

In realtà, una volta che avrai preso confidenza con i sistemi legati a punizioni e rigori (che tra l’altro EA ha anche cambiato nel corso della storia di FIFA), ti posso assicurare che indirizzare la palla dove vuoi sarà tutta un’altra storia.

La sfida è proprio questa: per migliorare in questo campo, non puoi semplicemente tirare le punizioni e i rigori che ti vengono concessi in partita, ma devi soffermarti anche sull’allenamento. In questo modo, quando ti capiterà, magari negli ultimi minuti, di dover tirare un calcio di rigore, sarai molto più sicuro di te stesso e probabilmente non sbaglierai.

Darti delle indicazioni precise in merito a come allenarti a livello di punizioni e rigori non è molto semplice, in quanto ogni capitolo ha il suo metodo per gestire queste occasioni. In ogni caso, ti basta cercare l’apposita opzione per allenarti e provare più volte queste situazioni.

Non fare gli egosti

Gameplay FIFA

Questo è probabilmente il suggerimento che una certa tipologia di giocatore dovrebbe “tatuarsi”, in modo da ricordarselo sempre: non esagerare mai con il possesso palla.

Infatti, fare l’egoista in questo senso non porta quasi mai a nulla, se non a farsi accerchiare dalla difesa avversaria e perdere il possesso. Provando invece a passare di più la palla, vedrai che riuscirai a mettere in atto azioni più intriganti.

Ti ricordo infatti che, mentre tu stai controllando uno dei calciatori, gli altri membri della tua squadra vengono “mossi” dall’intelligenza artificiale, che spesso è in grado di creare delle occasioni interessanti.

L’avrai notato anche tu: ogni tanto certi giocatori sembrano muoversi alla perfezione sul filo del fuorigioco, dandoti la possibilità di “bucare” la difesa, ad esempio, con un passaggio filtrante. Il mio consiglio è dunque quello di provare a passare la palla e vedere se il gioco crea una di queste situazioni.

Provare a rallentare

Scartare FIFA

Uno degli errori più comuni effettuati dai giocatori alle prime armi del calcistico di Electronic Arts è quello di voler andare a mille, facendo sempre correre i propri giocatori e non fermandosi mai.

Il risultato? Nelle ultime fasi della partita tutti i giocatori sono sfiniti e l’avversario potrebbe cogliere l’occasione per creare delle azioni offensive. Insomma, potresti vanificare tutti gli sforzi solo perché non ti sei mai fermato.

Questo senza contare che rallentare potrebbe anche spiazzare l’altro giocatore, dato che su FIFA in molti sono abituati a un’azione frenetica. Fermarsi vuole dire ragionare: è proprio in quel momento che potrebbe venirti in mente un’idea brillante per “bucare” la difesa avversaria e andare in rete.

Trovare il modulo ideale

FIFA Formazione

Avrai probabilmente notato che molti dei consigli che ho fornito in questa guida riguardano la mentalità del giocatore. Essenzialmente, le potenzialità risiedono tutte lì: nell’ingegno dell’utente che prende in mano il controller.

Per questo motivo, il mio invito è quello di pensare fuori degli schemi, provando anche quei moduli che gli altri giocatori non prenderebbero nemmeno in considerazione. Proprio lì può risiedere la tua forza, laddove nessuno ha osato spingersi.

Prova quindi ad uscire dalla mentalità dell’ormai abusato 4-4-2 oppure del diffuso 4-2-3-1 e tenta di unire la tua strategia di gioco ad altri moduli solitamente meno utilizzati, come il 4-1-2-1-2, che può consentirti di superare la difesa avversaria con degli “uno due” rapidi in fase centrale e offensiva.

Sicuramente un modulo del genere può spiazzare determinati giocatori, che magari si sono abituati a difendere solamente contro le formazioni classiche. Qui entrano in gioco anche le tue preferenze, dato che molto dipende da come vuoi improntare la tua esperienza.

Insomma, questi sono i miei consigli per padroneggiare al meglio un gioco apparentemente semplice ma stratificato come FIFA. Dato che sei interessato al calcistico di Electronic Arts, mi sento di consigliarti di dare un’occhiata alla pagina del mio sito dedicata a FIFA, dove puoi trovare parecchie guide che potrebbero interessarti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.