Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare WhatsApp su tablet

di

Per attivare un account su WhatsApp, si sa, occorre verificare la propria identità usando un numero di cellulare valido: è per questo che la app non è mai approdata sui tablet in maniera ufficiale (e probabilmente mai lo farà). Ma se ho utilizzato il termine “ufficiale” è perché esistono degli stratagemmi che permettono di installare WhatsApp su tablet bypassando, almeno parzialmente, l’ostacolo.

Ti avverto, non si tratta di procedure molto comode da mettere in pratica, inoltre il risultato finale non è sempre garantito al 100%, ma per il momento rappresentano le uniche strade percorribili per avere WhatsApp su tablet Android e iPad (compresi i modelli dotati di sola connessione Wi-Fi). Il segreto – se così lo vogliamo chiamare – consiste nel forzare l’installazione della app sul proprio device e attivare un nuovo account usando un numero di cellulare non ancora registrato su WhatsApp (va bene anche quello di un cellulare tradizionale, non deve essere per forza uno smartphone). Se si utilizza un numero già registrato sul servizio si perderà la possibilità di accedere a WhatsApp con il telefono in quanto WhatsApp limita l’accesso a un solo device per numero).

In alternativa, se si vuole utilizzare lo stesso account di WhatsApp sullo smartphone e sul tablet, si possono scaricare delle applicazioni che consentono di usare WhatsApp Web sul tablet. In questo modo il tablet funge da “ripetitore” dello smartphone (che deve restare acceso e connesso a Internet) e consente di chattare su WhatsApp senza perdere l’accesso su quest’ultimo. Continua a leggere se vuoi saperne di più.

App per usare WhatsApp Web sul tablet

Come installare WhatsApp su tablet

Come appena detto, il modo più semplice per installare WhatsApp su tablet è ricorrere a delle app che permettono di utilizzare WhatsApp Web su questi device. Sfruttando WhatsApp Web potrai usare il tuo tablet come un “ripetitore” del WhatsApp che hai installato sul telefono e accedere al servizio usando sempre lo stesso account. L’unica limitazione di questo procedimento è che lo smartphone su cui è installata la versione ufficiale di WhatsApp deve essere sempre acceso e connesso a Internet (anche in 3G/LTE, anche se è consigliabile il Wi-Fi per non consumare troppo traffico dati).

Aprendo gli store di Android e iPad puoi trovare decine di app che permettono di sfruttare WhatsApp dal tablet, fra le più interessanti del momento io ti segnalo Tablet per WhatsApp per Android e WhatsPad Messenger per iPad che sono entrambe gratuite e funzionano in maniera molto semplice.

Per utilizzare le app in questione, non devi far altro che avviarle e inquadrare il QR Code che compare sullo schermo del tablet usando lo smartphone (e quindi l’apposita funzione di WhatsApp). Se non sai come scansionare il QR Code di WhatsApp Web con il tuo smartphone, avvia WhatsApp, pigia sul pulsante (…) (oppure seleziona la scheda Impostazioni se utilizzi un iPhone), fai “tap” sull’icona relativa a WhatsApp Web e pigia sul pulsante OK, ho capito.

Missione compiuta! Hai scansionato correttamente il QR code e quindi puoi cominciare a utilizzare WhatsApp sul tuo tablet. Lasciando il segno di spunta accanto alla voce Resta connesso puoi fare in modo che l’applicazione si “ricordi” della tua identità e dunque non ti chieda più di inquadrare il codice QR.

Nota: volendo, puoi accedere a WhatsApp Web anche usando il browser incluso “di serie” nel tuo tablet (es. Chrome su Android o Safari su iPad), visitando l’indirizzo web.whatsapp.com e attivando la visualizzazione desktop di quest’ultimo, ma si tratta di un’operazione inutilmente più complicata rispetto all’installazione di app come quelle che ti ho appena segnalato.

WhatsApp per tablet Android

Se cerchi WhatsApp sul Play Store utilizzando il tuo tablet Android, difficilmente lo troverai: ecco perché devi procurarti il pacchetto apk dell’applicazione e installarlo “manualmente”.

No, non ti preoccupare, non si tratta di nulla di complesso. Tutto quello che devi fare è aprire il browser (es. Chrome), collegarti all’indirizzo whatsapp.com/android e pigiare sul pulsante Download Now. Recati quindi nelle impostazioni di Android, seleziona la voce Sicurezza e attiva l’opzione relativa alle Origini sconosciute per consentire l’installazione manuale delle app.

Ad operazione completata, espandi il menu delle notifiche di Android, seleziona l’icona WhatsApp.apk e procedi all’installazione della app pigiando prima su Avanti e poi su Installa e Fine. Qualora non riuscissi a trovare l’icona di WhatsApp nel menu delle notifiche di Android, apri la app Download e selezionala da quest’ultima; oppure scarica il file manager gratuito ES Gestore File e utilizza la sua funzione Installa per completare l’installazione di WhatsApp.

Ora devi affrontare normalmente (o quasi) la procedura di configurazione iniziale di WhatsApp. Avvia quindi la app e pigia sul pulsante Continua. Se compaiono degli avvisi relativi al fatto che WhatsApp non è compatibile con i tablet o con le custom ROM di Android, ignorali premendo su OK.

A questo punto, digita il numero del cellulare che vuoi usare per l’attivazione del servizio (completo di prefisso internazionale, che per l’Italia è +39) e pigia su OK per due volte consecutive. Partirà un conto alla rovescia di 5 minuti nel corso del quale il servizio tenterà l’attivazione automatica del tuo account, che però fallirà in quanto il tablet che in uso non è collegato fisicamente al numero di telefono che hai indicato per la registrazione.

Quello che devi fare è attendere il termine del countdown e digitare il codice di verifica che hai ricevuto via SMS sul cellulare per attivare manualmente il tuo account. Se non hai ricevuto il messaggino, pigia sul pulsante Chiamami e inserisci il codice che ti verrà dettato telefonicamente (sempre sul numero di cellulare che hai indicato in precedenza).

Missione compiuta! Hai appena completato la procedura per installare WhatsApp su tablet. Scegli quindi il nome utente e l’immagine del profilo da utilizzare sul servizio e comincia a “messaggiare” con i tuoi amici!

Nota: se utilizzi un tablet Android dotato di supporto alle chiamate vocali e hai una SIM inserita nel device, puoi attivare WhatsApp normalmente come se si trattasse di uno smartphone, ma chiaramente dovrai usare il numero della SIM inserita nel tablet e non quello del tuo cellulare (quindi avrai due account separati).

WhatsApp per iPad

Se hai un iPad, per utilizzare WhatsApp devi per forza sbloccare il tuo dispositivo tramite jailbreak e installare un tweak, ossia un programmino, che abilita il funzionamento del servizio su tablet.

Provvedi dunque a fare jailbreak iPad seguendo le indicazioni presenti nella mia guida sull’argomento (accertati di usare il tool più adatto alla versione di iOS installata sul tuo tablet), scarica il tweak WhatsPad da Cydia (l’app store alternativo che si installa con il jailbreak) e procedi con l’installazione di WhatsApp.

Per installare WhatsApp sull’iPad, devi scaricare preventivamente l’applicazione su un iPhone associato allo stesso ID Apple dell’iPad (normalmente tramite App Store), dopodiché devi eseguire il backup del dispositivo sul computer usando iTunes e devi installare il pacchetto .ipa di WhatsApp su iPad usando un’applicazione chiamata iFunBox.

Trovi spiegato tutti i passaggi da compiere, con dovizia di particolari, nella mia guida su come installare WhatsApp su iPad, ma ti avverto: si tratta di una procedura estremamente lunga e complicata. Inoltre attivando WhatsApp con lo stesso numero di telefono del tuo iPhone perderai l’opportunità di usare l’applicazione sul “melafonino”.

Insomma, fossi in te mi orienterei principalmente sull’utilizzo di WhatsApp Web dall’iPad (tramite apposite app o tramite browser) e prenderei in considerazione l’installazione vera e propria di WhatsApp sull’iPad solo in casi di reale necessità (o per divertimento, se ami “smanettare” con i dispositivi tecnologici). Poi non dirmi che non ti avevo avvertito!