Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come limitare la banda wireless

di

Non riesci mai a navigare velocemente su Internet perché tuo fratello, nell'altra stanza, consuma tutta la banda disponibile scaricando musica e video in quantità industriali? Hai mai pensato di limitare la banda sul suo computer, in modo da dare maggiore priorità alla tua navigazione online e rendere un po' più lenti i suoi innumerevoli download? Con un po' di impegno, ci si può riuscire senza grosse controindicazioni.

Basta impostare il router wireless in modo che “favorisca” un dispositivo anziché un altro e il gioco è fatto. Vuoi sapere come si fa? Nessun problema, trovi scritto tutto nella guida su come limitare la banda wireless che sto per proporti. Come dici? Sei fortemente interessato alla questione ma, essendo poco pratico in fatto di Internet e nuove tecnologie, hai paura che le procedure possano essere troppo complicate per te? Beh, ma non hai assolutamente motivo di allarmarti, davvero. Seguendo le mie istruzioni passo-paso riuscirai in men che non si dica “nell'impresa”, ne sono certo.

Allora dimmi, sei pronto a scoprire che cosa bisogna fare per riuscire nell'impresa? Si? Molto bene. Mettiamo dunque al bando le ciance, rimbocchiamoci le maniche e cominciamo immediatamente a darci da fare. Sono sicuro che alla fine potrai dirti più che soddisfatto e che in caso di necessità sarai anche pronto e ben felice di fornire tutte le spiegazioni del caso ai tuoi amici desiderosi e bisognosi di ricevere una dritta analoga.

Indice

Informazioni preliminari

Come limitare la banda wireless

Prima di entrare nel vivo di questa guida e di spiegarti, nel concreto, come limitare la banda wireless, lascia che ti dia qualche indicazione in più in merito alle “strategie” mediante le quali è possibile riuscire nell'impresa.

La più efficace consiste nell'impostare correttamente il QoS (o quality-of-service) del router: regolando manualmente la qualità dei servizi erogati dal router, è possibile specificare quali dispositivi devono avere maggiore priorità di banda rispetto a tutti gli altri. In passato, la regolazione del QoS era abbastanza complessa, tuttavia numerosi router moderni consentono di assegnare o rimuovere priorità di banda ai device collegati, semplicemente attivando una casella. La soluzione del QoS si rivela efficace quando i limiti di banda vanno impostati, in automatico, a uno o più dispositivi collegati abitualmente alla rete Wi-Fi.

Se, invece, ti interessa limitare la banda soltanto per tutti coloro che accedono alla rete Wi-Fi in maniera saltuaria, puoi realizzare una seconda rete wireless (“parallela” a quella casalinga) denominata rete ospite o rete ospiti, usando un'apposita funzione presente sulla maggior parte dei router moderni: generalmente, l'apparecchio di rete impone limiti di banda a tutti i dispositivi connessi alla rete ospiti e, in qualche caso, consente anche di restringere l'uso di Internet esclusivamente per la navigazione su Internet o la consultazione della posta elettronica.

Infine, se il router non dispone di alcuna funzione QoS/Rete ospiti, si può installare sul computer da “rallentare” un apposito programma che consenta di limitare l'uso della rete, oppure sfruttare la funzionalità di auto-regolazione inclusa in numerosi software P2P; questa soluzione si rivela ideale quando si dispone di un PC delegato esclusivamente al download dei contenuti e si desidera scaricare da Internet in maniera costante e continua, senza però intasare continuamente la banda.

Ad ogni modo, scegli con attenzione quella che potrebbe essere la strategia più adatta al tuo caso e prosegui con la lettura dei restanti capitoli di questa guida, per capire come applicarla al meglio.

Come limitare la banda WiFi dal router

Come limitare la banda WiFi dal router

Dopo averti fornito tutti i chiarimenti del caso, è arrivato il momento di spiegarti, nel concreto, come limitare la banda WiFi tramite il router, andando a intervenire sul sistema di priorità (se previsto), oppure creando una nuova rete ospiti.

A prescindere dall'operazione che deciderai di portare a termine, devi innanzitutto procurarti l'indirizzo IP del router e le credenziali d'accesso al suo pannello di amministrazione: generalmente, tali informazioni sono riportate a chiare lettere sull'etichetta adesiva apposta al retro del router, oppure sul bordo superiore.

Di solito, gli indirizzi IP più usati dai router sono 192.168.1.1 e 192.168.1.254; una volta ottenuta l'informazione, prendi un computer, uno smartphone oppure un tablet collegato alla rete generata dal router, avvia il browser, digita l'indirizzo IP dell'apparecchio di rete nella barra di navigazione e dai Invio, per visualizzare la schermata di login del pannello amministrativo.

Qualora dovessi, invece, ottenere un messaggio d'errore relativo all'indisponibilità della pagina, puoi provare a recuperare l'IP corretto in autonomia, usando gli strumenti messi a disposizione da Windows, macOS, Android e iOS/iPadOS.

  • Windows: apri una finestra di PowerShell oppure del Prompt dei comandi (puoi cercare il nome dell'utility di tuo interesse nel menu Start), digita il comando ipconfig al suo interno e annota l'indirizzo collocato accanto alla dicitura Gateway predefinito.
  • macOS: avvia il Terminale mediante l'icona disponibile nel menu Vai > Utility del computer e impartisci il comando netstat -nr | grep default, per visualizzare l'IP del router.
  • Android: recati nel menu Impostazioni > Rete e Internet > Wi-Fi (o simili) e premi sul simbolo dell'ingranaggio visibile in corrispondenza del nome della rete wireless alla quale sei connesso. Per trovare l'IP del router (o del gateway), tocca la voce Altro/Avanzate, residente nella schermata successiva.
  • iPhone/iPad: raggiungi la sezione Impostazioni > Wi-Fi di iOS o iPadOS, fai tap sul pulsante (i) posto nei pressi del nome della rete Wi-Fi in uso e annota l'indirizzo corrispondente alla dicitura Router.

Per approfondimenti, puoi dare uno sguardo al mio tutorial su come individuare l'IP del router, nel quale trovi elencati tutti gli step da compiere, con dovizia di particolari.

Passiamo ora al nome utente e alla password da digitare per completare l'accesso al router: sugli apparecchi di rete più moderni, le credenziali “di fabbrica” sono casuali e vengono stampate sull'etichetta adesiva apposta sul retro del router. Se così non fosse, prova a usare la combinazione admin/admin, admin/password oppure consulta la mia guida alle password più usate per i router, per individuare le credenziali esatte.

Ad ogni modo, una volta inserite le credenziali d'accesso esatte, dovresti visualizzare il pannello di amministrazione del dispositivo di rete, tramite il quale puoi definire i limiti di banda per i singoli dispositivi connessi, o realizzare una nuova rete ospiti.

Qualora riscontrassi ulteriori difficoltà nell'effettuare l'accesso al tuo router, ti esorto a prendere visione del tutorial specifico che ho dedicato all'argomento.

Usare la priorità/QoS

Come limitare la banda WiFi dal router

Se è tua intenzione limitare la banda di uno o più dispositivi “familiari” o, quantomeno, autorizzati a usufruire della rete Wi-Fi, puoi affidarti al sistema di priorità oppure al Quality of Service (QoS) del router, se presente. Questo meccanismo consente di specificare quali dispositivi connessi alla rete devono avere maggiore priorità e, per tanto, più banda a disposizione: per ottenere il risultato che desideri, non devi fare altro che assegnare priorità più alta ai device che non intendi rallentare.

Chiarito ciò, vediamo come procedere: dopo aver avuto accesso al pannello interno del router, individua la voce relativa alle impostazioni avanzate del dispositivo e, successivamente, entra nelle Impostazioni QoS. Nella pagina che si apre, metti il segno di spunta accanto alla voce per attivare la funzione QoS e fai clic su Salva/Applica per applicare le modifica.

Adesso, clicca sul pulsante per aggiungere una nuova regola relativa alla QoS, seleziona il MAC address del tuo PC dall'apposito menu a tendina. Se non sai qual'è il MAC address del tuo computer, leggi la mia guida su come trovare MAC address PC per schiarirti subito le idee.

Imposta quindi una priorità alta per il dispositivo che intendi “velocizzare” (a discapito di quelli da rallentare) mediante il menu a tendina dedicato a questo parametro e clicca sul pulsante Salva/Applica per salvare i cambiamenti. Tieni presente che in alcuni casi il router potrebbe riavviarsi in maniera automatica.

Chiaramente i passaggi che ti ho elencato finora sono generici, in quanto ciascun router prevede una procedura a sé che, purtroppo, potrebbe non coincidere con quanto detto poco fa. Tuttavia, devi sapere che numerosi router proprietari, forniti dai più noti e apprezzati gestori di telefonia, dispongono di una funzione denominata Priorità, che consente di aumentare la banda per determinati dispositivi (andando a diminuire quella dedicata a tutti gli altri) con estrema semplicità.

Per esempio, sul modem FASTGate di Fastweb, puoi trovare l'impostazione dedicata all'interno della sezione Dispositivi del pannello gestionale: individua il riquadro relativo ai Dispositivi online e apponi il segno di spunta in corrispondenza della voce di tabella Boost accanto a tutti quelli che vuoi “velocizzare”, lasciando invece deselezionati tutti quegli apparecchi per i quali limitare la banda. Per definire la durata della priorità, serviti del menu a tendina situato subito sotto.

I router FRITZ!Box di AVM, invece, consentono di definire quali sono gli apparecchi da “rallentare” in automatico, quando la rete è piena: per farlo, clicca sulle voci Internet > Filtri visibili nella barra laterale del pannello di gestione del router, apri poi la scheda Impostazioni di priorità e clicca sul pulsante Nuova regola corrispondente alla sezione Applicazioni in background. A questo punto, seleziona il dispositivo per il quale limitare la banda dal menu a tendina Tutti i dispositivi e clicca sul pulsante OK, per applicare la regola.

Usare la rete ospiti

Come limitare la banda wireless

Se poi ti interessa limitare l'uso della banda per tutti quei dispositivi che si collegano sporadicamente alla tua rete Wi-Fi (ad es. gli smartphone o i computer di amici, parenti e conoscenti che non abitano con te), puoi altresì creare una rete ospiti da dedicare esclusivamente a questi ultimi.

La funzionalità “rete ospiti” è presente su quasi tutti i router di fattura recente e consente di creare una rete Wi-Fi da dedicare agli ospiti (per l'appunto!), alla quale vengono applicati limiti di banda automatici e che dispone di priorità inferiore rispetto ai dispositivi collegati, invece, alla rete wireless “ufficiale”.

Generalmente, la funzione per creare una rete di questo tipo si trova nel menu Impostazioni > Wi-Fi del router: bisogna attivare l'interruttore dedicato alla rete ospiti, specificare un nome di rete e una password (da comunicare ai propri amici e conoscenti) e, se previsto, impostare eventuali limiti di banda e blocchi per la navigazione, usando i pulsanti e i menu dedicati. Una volta completata l'impostazione della rete, basta premere il pulsante per salvare/applicare le modifiche e il gioco è fatto.

Anche in questo caso, non mi è possibile fornirti indicazioni più precise al riguardo, in quanto ciascun router prevede una procedura a sé; per farti qualche esempio, la sezione dedicata alla rete ospiti sul router FASTGate di Fastweb si trova in WiFi > Rete ospiti: giunto al pannello dedicato, bisogna spostare su Attiva la levetta in cima allo schermo e definire, se necessario, un limite di tempo durante il quale consentire la navigazione e/o un eventuale blocco per determinati servizi di rete.

Sui router FRITZ!Box, invece, è possibile configurare la rete ospiti recandosi nelle sezioni Wi-Fi > Accesso ospite; dopo aver apposto il segno di spunta accanto alla voce Accesso ospite attivo, si può scegliere di creare una rete wireless privata e protetta oppure un un hotspot pubblico; cliccando poi sulla voce Altre impostazioni, è possibile far sì che l'accesso a Internet venga disattivato automaticamente dopo un preciso lasso di tempo oppure imporre un limite alle applicazioni utilizzabili dagli utenti connessi alla rete ospite/hotspot, consentendo l'uso esclusivo di navigazione e client e-mail.

Come limitare la banda wireless tramite programmi e applicazioni

Come limitare la banda wireless tramite programmi e applicazioni

Qualora il tuo router non consentisse di effettuare la regolazione della priorità/QoS né di realizzare una rete ospiti, puoi “costringere” un computer a limitare autonomamente la banda wireless utilizzando NetLimiter, un programma per sistemi operativi Windows che permette di limitare le velocità di download e upload su ciascun computer o, se si preferisce, in ciascuna applicazione installata su di esso. Il software è a pagamento (costa poco meno di 30€) ma è disponibile in una versione di prova gratuita che permette di testarne le funzioni per un periodo di 30 giorni.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del software utilizzando il link che ti ho fornito poc'anzi e clicca sul pulsante Download, situato in alto. A download completato, apri il file appena scaricato, clicca sul pulsante , apponi il segno di spunta nella casella che trovi collocata accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement nella finestra che è andata ad aprirsi sul desktop e poi clicca sul bottone Install. Attendi poi che l'installazione venga avviata e completata, fai clic sui pulsanti Run e Finish.

Ora, avvia NetLimiter tramite la sua icona che è stata aggiunta nel menu Start di Windows e, nella finestra che si apre, clicca sul nome del computer e individua la tabella regole, siutata di lato. A questo punto, apponi il segno di spunta all'interno delle due caselle poste in corrispondenza della voce Limite e imposta la banda limite da usare per il download (a sinistra) e l'upload (a destra).

Se lo desideri, puoi anche limitare la velocità di scaricamento e caricamento dei dati per le singole applicazioni. Basta ripetere l'operazione di cui sopra selezionando il nome di uno dei programmi in esecuzione anziché il nome del computer.

Come limitare la banda wireless tramite programmi e applicazioni

Ti segnalo, infine, che alcune applicazioni P2P (ad es. eMule o qBittorrent) consentono di impostare dei limiti di banda direttamente tramite le rispettive impostazioni: per limitare la banda di eMule, clicca sul pulsante Opzioni del programma, apri la scheda Connessione e apponi il segno di spunta accanto alle voci Limite di Download e Limite di Upload, per definire dei limiti di banda usando le barre di regolazione che compaiono in seguito; su qBittorrent, invece, devi recarti nel menu Strumenti > Impostazioni del programma e cliccare poi sulla scheda Velocità.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.