Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come rallentare la connessione

di

In genere, le persone cercano consigli su come migliorare le performance della propria rete, ma in realtà esistono anche dei motivi validi per voler fare l’opposto, cioè per voler rallentare la propria connessione: uno dei tanti può essere voler testare un software che necessità di determinati quantità di traffico; in alternativa si potrebbe voler limitare il traffico dati su un determinato dispositivo per non saturare la banda o non consumare troppi Giga in mobilità. Insomma, a dispetto di quello che si può credere comunemente, sono molti i motivi per voler rallentare una rete, e io oggi sono qui per spiegarti come riuscirci.

Se anche il tuo obiettivo è capire come rallentare la connessione, devi innanzitutto sapere che è possibile fare ciò sia attraverso funzioni integrate nel proprio browser Web, sia attraverso il router. Altrimenti, è possibile fare riferimento ad alcuni software esterni che possono simulare una connessione di rete lenta sul PC in maniera molto semplice.

È possibile, inoltre, rallentare la connessione dati (3G, 4G o 5G) del proprio smartphone o tablet, per limitare l’uso di Giga e/o batteria. Le soluzioni sono tante. Per saperne di più, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto!

Indice

Come rallentare la propria connessione

Rallentare la propria connessione è un procedimento che richiede davvero pochissimi passaggi. Vedrai che è molto più semplice di quanto pensi, soprattutto per quanto riguarda il proprio PC, sia esso animato dal sistema operativo Windows o macOS. Ecco alcune soluzioni tra le più immediate.

Impostazioni dei browser

chrome

Tutti i browser Web più diffusi includono delle funzioni per sviluppatori che consentono, tra le altre cose, di limitare i valori della connessione in uso.

Se, ad esempio, usi Chrome, fai clic destro in un punto qualsiasi della schermata aperta nel browser e seleziona la voce Ispeziona dal menu contestuale. In alternativa, puoi raggiungere lo stesso risultato con la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+I.

Fatto ciò, potrai notare un pannello aperto in corrispondenza della parte destra del browser. Non spaventarti, può sembrare un menu di difficile comprensione, ma ti basta seguire con attenzione i prossimi passaggi per riuscire a rallentare la connessione.

Fai clic in corrispondenza del pulsante Network (Rete) che si trova in alto, verso destra del pannello. Se non la trovi, puoi cercare nel menu a tendina che si apre facendo clic sull’icona contrassegnata da due frecce presenti nella stessa sezione.

Nella sezione Network, dunque, fai clic in corrispondenza della voce No Throttling che si trova leggermente più in basso. Nel menu a tendina che compare, puoi scegliere diverse velocità per la tua connessione.

Fast 3G e Slow 3G, simulano una velocità di download dei dati simile a quella che si raggiunge quando si è connessi con una connessione dati mobile, con tecnologia 3G. Se fai clic sul valore Offline, verrà simulata la totale assenza di connessione, mentre se fai clic sulla voce Add puoi inserire una velocità che preferisci.

Clicca, dunque, sul pulsante Add custom profile nella schermata appena apertasi, quindi inserisci sotto Profile name il nome del profilo che vuoi creare. Inserisci poi i valori di Download e Upload, espressi in KB/s e la latenza (Latency) espressa in ms. Premi nuovamente sul tasto Add per confermare e il gioco è fatto. Chrome navigherà usando solo la quantità di dati specificata.

Puoi ottenere lo stesso risultato anche con il browser Microsoft Edge, che è basato sullo stesso motore di Chrome. Pertanto, visita il sito da testare, fai clic destro in un punto qualsiasi e seleziona la voce Esamina dal menu che si apre (in alternativa puoi usare anche la combinazione Ctrl+Maiusc+I), quindi attendi l’apertura della console per sviluppatori, sulla destra.

Fai ora clic in corrispondenza della voce Rete, presente nella barra in alto, premi il pulsante Nessuna limitazione, quindi seleziona dal menu a tendina una fra le voci che preferisci fra 3G veloce, 3G lento o Offline, come indicato anche su Chrome.

Per impostare un valore personalizzato, premi invece il tasto Aggiungi e procedi come visto poc’anzi per Chrome.

edge

Puoi controllare la velocità della connessione completando l’accesso al sito Fast.com, che in automatico ha il compito di mostrarti i valori in MB/s o KB/s, a seconda della velocità di connessione che hai scelto di adottare.

Per tornare alla velocità di navigazione completa, non devi far altro che ripristinare l’opzione per non avere nessuna limitazione.

Programmi per rallentare la connessione Internet

charles

Per rallentare la velocità globale della connessione sul PC, non limitandosi al solo browser, è possibile passare da alcuni programmi di terze parti disponibili sia per PC con sistema operativo Windows, sia per Mac: uno fra questi è Charles, un programma con prova gratuita di 30 giorni (quella completa costa 50$ circa per la licenza singola) in grado, fra le altre cose, di simulare un rallentamento della connessione Internet.

Per ottenerlo, recati sulla sua pagina di download, quindi fai clic in corrispondenza della voce relativa al sistema operativo sul quale hai intenzione di installarlo. A download completato, se usi Windows, avvia il file eseguibile appena scaricato e premi sul pulsante Next nella finestra che si apre. Accetta poi i termini di servizio, spuntando l’apposita voce, e premi nuovamente il pulsante Next. Ripeti la procedura dopo aver selezionato il percorso di installazione, quindi clicca alla voce Install.

Su Mac, invece, non devi far altro che fare doppio clic sul file .dmg scaricato dal sito del programma, quindi trascinare l’icona di quest’ultimo all’interno della cartella Applicazioni.

Completata l’installazione, apri semplicemente Charles. Ora, per rallentare la connessione, non devi far altro che cliccare in corrispondenza dell’icona a forma di tartaruga, denominata Start Throttling, che è presente nella seconda barra delle impostazioni, posta in alto. Per interrompere il rallentamento, invece, non devi far altro che cliccare una seconda volta l’icona.

Per regolare la velocità della connessione, rivolgiti al menu Proxy: fai clic su di esso, quindi seleziona dal menu che compare il comando Throttle Settings, richiamabile anche dalla combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+T.

Nella schermata apertasi, puoi attivare la modalità connessione lenta cliccando sulla voce Enable Throttling, quindi impostare la velocità in KB/s tramite la sezione Bandwidth Download e Upload. Tramite il menu a tendina Throttle Preset, puoi invece scegliere diversi profili predefiniti di velocità della connessione. Premi, infine, il tasto OK per confermare la tua scelta.

Per ripristinare il valore standard della connessione, puoi semplicemente stoppare Charles e chiuderlo.

fiddler

Sul Web sono disponibili anche dei programmi alternativi a Charles, come ad esempio Fiddler, disponibile in versione classica gratuita esclusivamente per Windows e in versione più avanzata, a pagamento (da 10$/mese), anche per altri sistemi operativi.

Per quanto concerne la versione classica del software, puoi trovare l’opzione per il rallentamento della connessione all’interno della sezione Rules. Nel menu a tendina relativo, non devi far altro che posizionarti con il cursore sulla voce Performance, quindi fare clic sull’opzione Simulate modem speed. È tutto molto facile.

Rallentare la connessione dal router

Router

Rallentare la connessione dal router usato per fornire la connessione ai propri dispositivi è un’opzione sicuramente più completa e versatile delle altre, in quanto consente di agire su più device in contemporanea, ma non sempre è disponibile o di facile utilizzo.

Una prima cosa, molto semplice, che puoi fare è occupare la linea con diversi dispositivi e definire tramite il tuo router la priorità da dare a ogni dispositivo, grazie alla funzione QoS (Quality of Services) disponibile nella totalità dei router.

Ad esempio, se hai intenzione di fornire meno banda al tuo PC, non devi far altro che impostare una priorità di connessione bassa a questo dispositivo. Così facendo, qualora la connessione venisse utilizzata totalmente, quella destinata al proprio PC sarebbe minore, causando un rallentamento della connessione su di esso.

Ci sono diversi metodi per modificare le priorità di connessione dei dispositivi del router, ma non tutti i router supportano questa opzione. Per prima cosa, accedi al pannello di controllo del router, digitando l’indirizzo IP dello stesso all’interno della barra degli indirizzi del browser che utilizzi.

Una volta completato l’accesso con la password che hai impostato te, o che trovi sul retro del router (se hai problemi in questo frangente, consulta la mia guida su come trovare la password del router), recati nel menu Impostazioni Avanzate, Rete o Filtri (ogni dispositivo ha un menu diverso).

Una volta individuata la voce Impostazioni QoS o Impostazioni di priorità, fai clic su di essa per raggiungere il menu dal quale impostare le allocazioni di banda. Imposta, quindi, una Nuova regola indicando dal menu a tendina l’indirizzo MAC o il nome del dispositivo di rete al quale dare Bassa Priorità e quindi ridurre la quantità di banda (riducendo di conseguenza la velocità di connessione). Nel caso non sapessi come trovare l’indirizzo MAC del PC, dai un’occhiata alla guida proposta.

Imposta quindi una Priorità Bassa al dispositivo che hai scelto, quindi conferma la tua scelta facendo clic sul tasto Salva o Applica. Ti consiglio di dare un’occhiata al mio articolo su come limitare la banda per approfondire.

In molti router c’è anche la possibilità di bloccare l’accesso alla rete da parte di un dispositivo bloccandolo tramite MAC address: te ne ho parlato nel mio tutorial su come escludere un PC dalla rete; in altri è possibile controllare il traffico per le reti ospiti e godere di tante altre funzioni per limitare la banda wireless: trovi tutti i dettagli nella mia guida sul tema.

Come rallentare la connessione dati

Nel caso volessi rallentare la velocità in download e upload della connessione dati del tuo smartphone o tablet, ti consiglio alcuni semplici metodi applicabili sia su dispositivi con sistema operativo Android, sia su iPhone e iPad.

Android

android

Ridurre la velocità della connessione su Android è possibile attraverso la modifica di semplici impostazioni interne al sistema operativo. Sebbene la procedura potrebbe variare leggermente da modello a modello, ecco come fare.

Per prima cosa, recati nelle Impostazioni dello smartphone o del tablet (l’icona dell’ingranaggio che si trova in Home Screen o nel menu delle app). Fai tap, dunque, sulla voce Connessioni o Rete e Internet, quindi scegli l’opzione denominata Rete mobile. Puoi riconoscerla anche per la presenza del nome del provider Internet evidenziato.

Recati poi nelle impostazioni Avanzate, quindi fai tap sul meno Tipo di rete preferito. Nel menu comparso su schermo, ti viene data l’opportunità di scegliere il tipo di tecnologia di connessione mobile che preferisci. In particolare, se vuoi rallentare di molto la connessione dati, ti consiglio di scegliere la voce 2G o Edge, anche se in modelli molto recenti potrebbe non essere disponibile (quest’ultima permette di telefonare e poco altro).

Per un tipo di connessione leggermente più veloce, seleziona 3G. Per annullare la procedura e tornare a un tipo di connessione veloce, ritorna a 4G o 5G, a seconda del modello del tuo smartphone.

Sullo store del tuo smartphone potrebbero essere disponibili diversi tipi di app per rallentare la connessione per fini di test. A meno che tu non sappia benissimo dove mettere le mani, ti sconsiglio fortemente di installarle, anche perché per accedere a quel tipo di permessi è spesso necessario sbloccare i permessi di root: procedura non semplicissima, poco sicura e che spesso porta a invalidare la garanzia e cancellare i dati dal dispositivo.

iOS/iPadOS

ios

Per modificare la velocità di connessione su iPhone (e iPad, se dotato di supporto Cellular), la procedura è altrettanto semplice. Recati nelle Impostazioni del dispositivo, dunque fai tap in corrispondenza della voce Cellulare.

All’interno di questa schermata, puoi selezionare il tipo di tecnologia di connessione a cui collegare la rete dati del tuo smartphone o tablet. Fai tap sul pulsante Opzioni dati cellulare, quindi scegli l’opzione denominata Voce e dati.

Da qui puoi selezionare se predisporre il tuo dispositivo per una connessione che sfrutta la tecnologia 5G, 4G, 3G o 2G. Scegli in base alle tue esigenze il tipo di connessione che preferisci, ricordando che la più lenta è quella denominata 2G.

In questo modo, la velocità della connessione dati verrà notevolmente ridotta. Fai attenzione però, nei modelli più recenti di iPhone, potrebbe non essere disponibile un tipo di connettività più lenta del 4G. Per navigare più lentamente potresti doverti collegare a una rete Wi-Fi limitata seguendo le indicazioni riportate nel capitolo dedicato al router.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.