Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come velocizzare la connessione Wi-Fi

di

Quando ti colleghi alla rete senza fili generata dal tuo router riscontri un’eccessiva lentezza nella navigazione e ti piacerebbe far fronte una volta per tutte alla cosa? Beh, direi allora che sei capitato proprio sulla guida giusta, al momento giusto. Sono infatti ben lieto di comunicarti che con questo mio tutorial di oggi andrò ad indicarti tutta una serie di utili dritte che puoi prendere in considerazione per riuscire a velocizzare la connessione Wi-Fi della tua abitazione.

Posizionati quindi bello comodo dinanzi il tuo fido PC ed inizia a leggere quanto riportato qui di seguito. Ti tranquillizzo sin da subito in merito al fatto che, contrariamente alle apparenze ed al di là di quel che possa sembrare, non dovrai fare nulla di particolarmente complesso o che comunque sia fuori dalla portata dei più. Si tratta essenzialmente di piccoli stratagemmi attuabili da chiunque, anche da parte di chi, un po’ come te, non si reputa ancora un grande esperto in fatto di nuove tecnologie.

Suvvia dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere ed iniziamo immediatamente a darci da fare. Prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te e concentrarti sulle mie indicazioni. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di essere finalmente riuscito a dare una bella sferzata alla tua connessione wireless. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Cambiare la posizione del router

Come velocizzare la connessione Wi-Fi

Se vuoi velocizzare la tua connessione Wi-Fi, il primo nonché più banale passo che ti invito a compiere è quello di modificare la posizione del router nella tua abitazione, cercando di posizionare quest’ultimo in un punto più o meno equidistante da tutti i dispositivi che generalmente colleghi ad Internet (presumibilmente al centro della casa).

Per quanto possibile, cerca inoltre di tenere il router ben lontano da ostacoli quali ulteriori apparecchi tecnologici, elettrodomestici, specchi e mura che, appunto, potrebbero impedire alla tua rete wireless di diffondersi in maniera uniforme e che potrebbero interferire con quest’ultima andando dunque a gravare sulla potenza del segnale e, di conseguenza, sulla velocità della rete.

Per aiutarti in tal senso, se possiedi un iPhone puoi sfruttare l’applicazione WiFi SweetSpots che funge da radar per rilevare la potenza del segnale wireless in varie zone della casa. Una volta spostato il router tenendo conto delle indicazioni di cui sopra, scarica l’applicazione da App Store, avviala e controlla la potenza del segnale della rete da esso generata nelle varie stanze. In questo modo, riuscirai a determinare in maniera più o meno precisa la miglior collocazione.

Cambiare i canali usati per il Wi-Fi

Come amplificare il segnale wireless

Sempre tenendo conto del fatto che le interferenze sono una delle principali cause di rallentamento delle reti wireless, per riuscire a velocizzare la tua connessione Wi-Fi ti consiglio vivamente di modificare il canale radio impiegato per la trasmissione della rete.

Infatti, poiché per loro natura le reti Wi-Fi possono interferire l’una con l’altra (per cui chi abita in un palazzo o ha delle case intorno alla propria può avere quasi sicuramente delle interferenze) e possono essere disturbate da altri fattori, come ad esempio l’uso di apparecchi quali cordless e forno a microonde, modificare il canale utilizzato può contribuire a ridurre all’osso le interferenze, dunque a sfruttare a pieno la copertura della propria rete senza fili e navigare alla massima velocità possibile.

Per compiere l’operazione in questione occorre agire dal pannello di controllo del modem. Per accedervi, avvia il browser che di solito usi per navigare in rete (es. Chrome), digita l’IP del router nella barra degli indirizzi e schiaccia Invio sulla tastiera. Generalmente l’indirizzo del modem è 192.168.0.1, 192.168.1.1 oppure 192.168.1.254.

Se dopo aver fatto ciò vedi apparire una pagina tramite cui ti viene chiesto di immettere una combinazione di nome utente e password per accedere al pannello di gestione, prova con admin/admin oppure con admin/password, sono quelle più comuni.

Se le coordinate che ti ho appena fornito e/o i dati di login non risultano corretti, cerca quelli giusti dando un’occhiata all’etichetta appiccata sotto il modem o di lato o, ancor meglio, consulta il mio tutorial dedicato in via specifica a come entrare nella pagina del modem.

Una volta eseguito l’accesso al pannello di gestione del dispositivo, recati nella sezione dedicata alla configurazione della rete wireless. Individua poi il menu per la scelta del canale Wi-Fi e seleziona su un valore diverso da quello predefinito.

Se vuoi un suggerimento, seleziona il canale numero 2, il canale numero 6 oppure il canale numero 11, in quanto sono gli unici che non si accavallano con gli altri. Tuttavia dovresti provarne diversi per riuscire ad identificare quello con meno interferenze nella tua zona.

Dopo aver apportato le dovute modifiche nel pannello di gestione del tuo modem, applica i cambiamenti facendo clic sul pulsante Applica o Salva. In alcuni casi, in seguito al salvataggio delle modifiche il router potrebbe riavviarsi.

Purtroppo non posso darti indicazioni più precise sul da farsi poiché la struttura dei menu del pannello di gestione dei router può variare a seconda della marca e del modello ed io non conosco il dispositivo esatto in tuo possesso. Se però la cosa può esserti utile, qui di seguito trovi elencati alcuni miei tutorial specifici per marca dell’apparecchio e per provider.

Ti segnalo poi che per aiutarti nella scelta del canale Wi-Fi puoi anche avvalerti di appositi strumenti, come WifiInfoView su Windows, Diagnosi Wireless su Mac e Analizzatore Wifi su Android. Si tratta di tools che analizzano tutte le reti wireless nelle vicinanze mostrando i canali usati, la potenza del segnale ed altri dettagli utili per lo scopo in oggetto. Per approfondimenti e per capire di preciso come servirtene, fa’ riferimento alla mia guida dedicata proprio all’individuazione del miglior canale WiFi.

Aggiornare il firmware del router

Eventuali carenze in fatto di velocità della rete wireless possono derivare anche da qualche bug o malfunzionamento del firmware attualmente in uso. Per cui, aggiornare quest’ultimo ad una versione più recente (se disponibile) può essere utile per riuscire a velocizzare la connessione Wi-Fi. Ma come si fa ad aggiornare il firmware del router? E abbastanza semplice, sta’ tranquillo.

Per riuscirci, accedi al pannello di controllo dell’apparecchio come visto insieme nel passo precedente e recati nella sezione relativa all’aggiornamento del router. Pigia quindi sul pulsante per verificare la presenza di un update per il firmware in uso e poi, se disponibile, su quello per procedere con l’installazione. Durante l’effettuazione di tale procedura il router si accenderà e spegnerà in maniera automatica.

Puoi anche verificare la disponibilità di un firmware più aggiornato collegandoti all’area di supporto e assistenza del sito Internet del produttore del tuo modem, scaricare il relativo file da li (se disponibile) e caricarlo “manualmente” nella sezione del pannello di gestione del router dedicata all’aggiornamento del firmware, facendo clic sul bottone Sfoglia o su quello Apri.

Se la cosa può esserti d’aiuto, qui di seguito trovi una lista con i collegamenti alle pagine di supporto e assistenza dei principali produttori di router Wi-Fi.

Anche in tal caso, tieni ben presente il fatto che purtroppo non posso fornirti indicazioni più precise sul da farsi in quanto la struttura dei menu del pannello di gestione dei router può variare a seconda della marca e del modello ed io non conosco il dispositivo esatto in tuo possesso. Se però pensi possa esserti d’aiuto, da’ uno sguardo alle guide specifiche per marca ed operatore che ti ho segnalato sempre nel passo precedente.

Usare range extender ed adattatori powerline

Amplificatore segnale WiFi

Se il problema è che la tua rete wireless è poco veloce perché il segnale Wi-Fi non è particolarmente esteso e le dritte di cui sopra non hanno sortito l’effetto sperato (o almeno non completamente), puoi far fronte alla cosa in maniera definitiva ricorrendo all’uso di uno o più range extender.

Trattasi di dispositivi che, come intuibile dal nome stesso, permettono di prendere il segnale di una rete wireless ed estenderlo in aree che, normalmente, non sono raggiunte da quest’ultimo.

Possono avere un aspetto molto simile a quello dei modem/router tradizionali oppure possono presentarsi come dei piccoli adattatori da collegare direttamente alla presa elettrica. Hanno prezzi generalmente compresi fra i 20 e i 50 euro e sono molto semplici da configurare.

Per maggiori dettagli e soprattutto per scoprire quale tra i tanti range extender presenti sul mercato si adatta maggiormente alle tue esigenze ed alle tue tasche, ti consiglio di consultare la mia guida all’acquisto dedicata agli amplificatori di segnale WiFi.

Se poi abiti in una casa con mura particolarmente spesse o che è strutturata su più piani, potresti optare per degli adattatori Powerline che, diversamente dai dispositivi di cui sopra, sfruttano la tecnologia delle onde convogliate per trasmettere i dati sulla rete elettrica di casa. In soldoni, consentono di usare l’impianto elettrico di casa (che è fondamentale che sia in buono stato) per far passare il segnale di Internet.

Da notare che anche in tal caso si tratta di dispositivi piuttosto semplici da configurare. Il loro costo è appena più alto rispetto a quello dei range extender: si aggira fra i 25 e i 60 euro, in base al modello scelto.

Per maggiori informazioni e per identificare il modello di tuo interesse, leggi la mia guida dedicata in via specifica a come funziona il Powerline.

Ulteriori dritte utili

Per concludere e sopratutto per completezza d’informazione, voglio indicarti alcune operazioni che puoi compire in aggiunta a quanto già visto insieme nelle righe precedenti per riuscire a velocizzare ulteriormente la tua connessione Wi-Fi. Trovi tutto qui di seguito.

  • Riavviare il router – Considerando che la maggior parte degli utenti mantiene il proprio router acceso in maniera praticamente ininterrotta, può capitare che il dispositivo si inceppi dando origine a problemi di vario tipo, tra cui anche un’eccessiva lentezza in fase di navigazione. Per far fronte alla cosa, basta spegnere e riaccendere il router schiacciando l’apposito pulsante presente sull’apparecchio, di solito dietro o di lato. Da notare che così facendo la configurazione del dispositivo non viene persa in quanto non si tratta di un reset ma di un semplice riavvio “manuale”.
  • Cambiare antenna – L’antenna (o le antenne) sulla maggior parte dei router è di qualità abbastanza scadente. La conseguenza è un segnale corto o poco diffuso e, di conseguenza, minor velocità durante la navigazione in rete nel caso in cui la copertura per il dispositivo impiegato non sia ottimale. Per far fronte alla cosa, ti consiglio quindi di sostituire l’antenna (o le antenne) del tuo modem con un modello più prestante, come quelle in vendita su Amazon.
  • Installare un firmware alternativo – Installare un firmware alternativo a quello “di serie” sul router wireless impiegato può essere un’ulteriore valida soluzione per velocizzare la connessione Wi-Fi. I firmware di terze parti offrono infatti un maggior numero di settaggi che consentono di incrementare la potenza e la velocità di trasmissione del segnale. Tra i principali firmware alternativi ti invito a dare un’occhiata a DD-WRT.
  • Aggiorna i driver del computer – Se hai notato un’eccessiva lentezza nel navigare sotto rete wireless solo ed esclusivamente quanto utilizzi il computer, evidentemente il problema non è il modem ma il PC, o meglio potrebbero esserlo i driver della sua scheda di rete. Puoi provare a risolvere effettuandone l’aggiornamento, come ti ho spiegato nel mio tutorial incentrato proprio su come aggiornare i driver.
  • Non installare programmi per velocizzare la connessione – Lo so, la tentazione può essere forte, molto forte ma… fidati di me: non installare software che promettono di rendere più veloce la connessione in uso! Non solo sono totalmente inutili ma, ancor peggio, nella maggior parte dei casi recano più danni che benefici.