Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Miglior canale WiFi

di

Hai da poco comprato un nuovo modem/router Wi-Fi per la tua abitazione, tutto contenuto della cosa l’hai subito collegato alla rete elettrica e alla linea Internet per testarne le potenzialità ma sei rimasto fortemente deluso quando hai scoperto che il suo raggio d’azione non era poi così ampio come credevi.

Sentendoti parlare della cosa, un amico ti ha suggerito di cambiare canale Wi-Fi. Tu vorresti tanto seguire il suo consiglio, ma non hai ben capito in cosa consiste questa procedura e come metterla in pratica. Beh, se le cose stanno esattamente in questo modo, non preoccuparti: posso aiutarti io a capire come muoverti. Non solo: posso suggerirti anche qual è il miglior canale WiFi da usare per migliorare la copertura del tuo router.

Lo so, magari in apparenza può sembrare una cosa complicata e ad appannaggio di pochi ma, credimi, non è affatto così. Coraggio: prenditi qualche minuto tutto per te, mettiti bello comodo e segui le indicazioni che trovi qui di seguito. Ci sono ottime probabilità che alla fine tu riesce finalmente a sfruttare al meglio il tuo modem/router e a navigare alla massima velocità possibile. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Miglior canale WiFi

Prima di entrare nel vivo di questa guida e di spiegarti, nel concreto, come individuare e impostare il miglior canale WiFi sul tuo router, lascia che ti dia qualche informazione in più in merito all’argomento.

Tanto per cominciare, i canali del Wi-Fi non sono altro che i canali radio usati dai modem/router per trasmettere il loro segnale. Sceglierne uno diverso da quello predefinito può aiutare a evitare le interferenze che, spesso, disturbano il segnale e non permettono al modem/router di coprire un’area sufficientemente ampia dell’abitazione o dell’ufficio.

A tal proposito, devi sapere che le reti Wi-Fi non possono soltanto interferire l’una con l’altra, ma possono essere anche “disturbate” da altri apparecchi elettronici che usano le frequenze radio, come telefoni cordless, forni a microonde, eventuali controller/dispositivi senza fili e così via. Dunque, molto spesso, la scelta del canale ottimale non è oggettiva, ma va studiata in base alla posizione della rete wireless da ottimizzare, dell’intensità delle reti limitrofe e degli altri dispositivi presenti nelle vicinanze.

Come forse già saprai, le reti Wi-Fi moderne si dividono in due categorie: quelle su banda di frequenza a 2.4 GHz, più comuni e in grado di offrire copertura maggiore sebbene più soggette a interferenze; e quelle su banda di frequenza a 5 GHz, meno diffuse, dotate di gamma inferiore (cioè di copertura “fisica” minore e ridotta resistenza agli ostacoli) ma in grado di trasferire dati più rapidamente, grazie alla maggiore banda disponibile e meno soggette a interferenze.

In particolare, le reti a 2.4 GHz operano in un range di soli 100 MHz (tra i 2400 MHz e i 2500 MHz) e a ciascuno dei 13 canali disponibili vengono assegnati 20 MHz; numeri alla mano, è facile concludere che i canali possono accavallarsi tra loro, fatta eccezione per l’1, il 6 e l’11, i cui intervalli sono ben separati. Il problema non si pone, invece, per le reti a 5 GHz, le quali offrono più spazio libero alle frequenze superiori e dispongono di 23 canali da 20 MHz ciascuno, non sovrapposti.

Va da sé, dunque, che la scelta del miglior canale WiFi 5GHz potrebbe tranquillamente essere “relegata” alle funzioni automatiche del router (tranne per zone particolarmente dense di reti senza fili); scegliere manualmente il miglior canale WiFi 2.4 GHz ha invece più senso, vista l’ampiezza limitata della banda operativa (e la conseguente maggior sensibilità alle interferenze provenienti dal circondario).

Come scegliere il miglior canale WiFi

Alla luce di quanto ti ho spiegato finora, il primo step da compiere per individuare il canale Wi-Fi meno congestionato consiste nello scansionare la zona circostante servendosi di alcuni software progettati per lo scopo.

Windows

Come scegliere il miglior canale WiFi

Su Windows, per esempio, puoi affidarti al programma gratuito WifiInfoView: per ottenerlo, collegati a questo sito Web, clicca sul link Download WifiInfoView e attendi che il relativo pacchetto .zip venga scaricato sul computer.

Ora, estrai l’archivio ottenuto in una cartella a piacere, aprila e avvia l’eseguibile (ad es. WifiInfoView.exe) contenuto al suo interno; se necessario, clicca sul pulsante per autorizzarne l’esecuzione, attendi qualche istante affinché il software individui tutte le reti senza fili presenti nelle vicinanze, premi sulla scheda Channel in modo da ordinare i canali in ordine crescente e prendi nota di quello meno denso di reti.

macOS

Come scegliere il miglior canale WiFi

Se il tuo è un Mac, puoi servirti invece dello strumento Diagnosi Wireless, presente tra le utility incluse in maniera predefinita in macOS: per richiamarlo, premi e tieni premuto il tasto option della tastiera, clicca sull’icona della rete situata in alto a destra (raffigurante le tacchette del Wi-Fi) e seleziona la voce Apri diagnosi Wireless… dal menu proposto.

Fatto ciò, clicca sul pulsante Continua, recati nel menu Finestra > Scansione (si trova in alto, sulla barra dei menu del Mac) e attendi che il software ti mostri i canali ottimali da usare per le varie frequenze.

Android

Come scegliere il miglior canale WiFi

Su Android, invece, puoi far riferimento all’app Analizzatore Wi-Fi, scaricabile gratuitamente dal Play Store e dai market alternativi dedicati ai device che non dispongono dei servizi Google.

Per scaricare l’app, collegati all’apposita sezione del tuo market di riferimento, tocca il pulsante Installa e attendi che il download e l’installazione della stessa vengano portati a termine; al termine della procedura, avvia Analizzatore Wi-Fi sfiorando il pulsante Apri e, se richiesto, tocca i pulsanti OK e Consenti mentre usi l’app per accordarle i permessi necessari. Utilizza quindi il grafico proposto per individuare il canale wireless più libero.

iOS/iPadOS

Come scegliere il miglior canale WiFi

Se, invece, il tuo è un iPhone (oppure un iPad), puoi visualizzare i canali in uso dalle reti Wi-Fi presenti nelle vicinanze in questo modo: apri le Impostazioni del sistema operativo, facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio che risiede nella schermata Home oppure nel drawer del dispositivo, tocca la voce Utility AirPort e sposta su ON la levetta denominata Analisi Wi-Fi. Se non trovi la suddetta voce, potresti dover scaricare nuovamente l’app AirPort da App Store.

Adesso, apri Utility AirPort, tocca il pulsante OK per fornirle i permessi necessari e fai tap prima voce Analisi Wi-Fi, situata in alto a destra. Ora, imposta una scansione della durata di 30 secondi, servendoti della barra di regolazione visualizzata su schermo, e tocca la voce Analizza (in alto a destra).

A seguito di questa operazione, dovresti visualizzare un elenco delle reti circostanti, unitamente ai dati relativi all’intensità del segnale. A scansione ultimata, facendo tap sul pulsante (i) situato in basso a destra, puoi recuperare la lista dei canali in uso e scegliere quello meno congestionato.

Router

Come scegliere il miglior canale WiFi

La maggior parte dei router include un meccanismo dedicato alla scelta automatica del canale ottimale; alcuni apparecchi di rete, però, consentono anche di visualizzare graficamente il livello di congestione dei canali wireless disponibili.

Generalmente, per poter accedere a questa funzionalità, devi innanzitutto entrare nel pannello di gestione del router, per poi raggiungere la sezione dedicata alla rete wireless e alla selezione del canale di rete. Per esempio, sul dispositivo in mia dotazione (un AVM FRITZ!Box 7530), bisogna cliccare sul menu Wi-Fi situato a sinistra, poi sulla voce Canale radio e consultare, in seguito, il grafico denominato Assegnazione dei canali wireless.

Come cambiare canale WiFi

Come cambiare canale WiFi

Ora che hai individuato il canale Wi-Fi meno congestionato, è arrivato il momento di spiegarti come impostarlo nel router. Questa modifica va applicata dal pannello di gestione dell’apparecchio: per potervi accedere, collega il dispositivo dal quale intendi agire (sia esso uno computer, uno smartphone oppure un tablet) alla rete Wi-Fi generata dal modem o, meglio ancora, tramite cavo Ethernet; prova dunque a navigare su Internet per verificare che il tutto funzioni per il meglio e utilizza la procedura a te più adatta per individuare l’indirizzo IP del router.

  • Windows: apri il Prompt dei comandi (si trova nella cartella Accessori Windows del menu Start) e impartisci il comando ipconfig al suo interno, seguito dalla pressione del tasto Invio. L’informazione che cerchi è indicata in corrispondenza della voce Gateway Predefinito.
  • macOS: apri il Terminale (si trova nel menu Vai > Utility), impartisci il comando ipconfig getifaddr en1 e premi il tasto Invio della tastiera, per visualizzare l’IP del router.
  • Android: recati nel menu Impostazioni > Rete e Internet > Wi-Fi, tocca il simbolo dell’ingranaggio residente accanto al nome della rete senza fili alla quale sei collegato e tocca la voce Avanzate, situata nel pannello successivo. L’IP del router è indicato in corrispondenza della voce Gateway.
  • iPhone e iPad: apri il menu Impostazioni > Wi-Fi di iOS/iPadOS, individua il nome della rete alla quale sei connesso e tocca il pulsante (i) a essa corrispondente, per ottenere l’informazione cercata.

Per maggiori informazioni su come trovare l’indirizzo IP del modem, consulta pure il tutorial che ho dedicato all’argomento.

Una volta individuato l’IP del dispositivo, apri qualsiasi browser tu preferisca, inserisci l’indirizzo in questione nella barra di navigazione del browser e dai Invio: se tutto è andato per il verso giusto, dovresti ritrovarti al cospetto della schermata d’accesso all’area gestionale del router.

Ora, se è la prima volta che provi ad accedere al dispositivo, utilizza le credenziali predefinite (solitamente admin/admin oppure admin/password) oppure i dati d’accesso stampati sull’etichetta presente sul retro del modem; altrimenti, se avevi già precedentemente provveduto a modificare i dati di login, immettili negli appositi campi. Qualora avessi difficoltà a recuperare la password del router, puoi provare a porre rimedio alla cosa servendoti delle indicazioni che ti ho fornito nella mia guida dedicata.

Ad accesso effettuato, individua il menu dedicato alla rete wireless, aprilo e raggiungi l’area dedicata alle impostazioni avanzate dello stesso; osserva attentamente le opzioni disponibili e serviti delle voci, dei menu e dei bottoni dedicati alla selezione del canale Wi-Fi, per sceglierlo. Infine, non dimenticare di schiacciare il pulsante per applicare le modifiche effettuate.

Se il tuo router è dual-band, quindi supporta sia le reti a 2.4GHz sia le reti a 5GHz, dovrai scegliere su quale rete procedere: come già detto prima, il cambio di canale ha più senso per le reti a 2.4GHz.

Purtroppo non sono in grado di elencarti i passaggi esatti da seguire sul router in tua dotazione, poiché gli stessi cambiano profondamente in base alla marca e al modello del dispositivo. Qui sotto, però, trovi elencate le indicazioni specifiche relative ai più diffusi modem distribuiti dai fornitori di servizi Internet.

Impostare miglior canale WiFi: TIM

Impostare miglior canale WiFi: TIM

Se possiedi il modem TIM Hub, dopo aver effettuato l’accesso al dispositivo, pigia sull’icona raffigurante gli ingranaggi che si trova in corrispondenza del riquadro Wireless, scegli il nome della rete senza fili da configurare dal menu laterale di sinistra (sono suddivise per banda di frequenza) e utilizza il menu a tendina Canale per modificare il canale radio attualmente in uso. Quando hai finito, premi il pulsante Applica e il gioco è fatto.

Qualora avessi invece a disposizione un modem TIM di generazione precedente, clicca sulla scheda Wi-Fi visibile in alto, seleziona la voce Settings dalla barra laterale di sinistra e localizza la sezione dedicata alla tipologia di rete sulla quale vuoi agire: 2.4 GHz oppure 5 GHz. Se le reti non sono separate, vedrai invece un solo riquadro.

Adesso, localizza il menu a tendina Canale e imposta il canale radio da usare, al suo interno; per le reti a 5 GHz, sposta inoltre su OFF la levetta dedicata alla selezione automatica del canale. Infine, clicca sul pulsante Apply per salvare il tutto. Maggiori info qui.

Impostare miglior canale WiFi: Vodafone

Impostare miglior canale WiFi: Vodafone

Per modificare il canale WiFi sulla Vodafone Station, dopo essere entrato nel suo pannello di gestione, imposta il menu a tendina visibile in alto a destra su Modalità utente esperto e premi la voce Wi-Fi residente in alto.

Ora, pigia sulla voce Impostazioni (a sinistra) e serviti del menu a tendina Canale, corrispondente al tipo di rete da modificare (ad es. 2.4 GHz), per selezionare il canale radio da utilizzare. Per finire, premi sul pulsante Salva. Maggiori info qui.

Impostare miglior canale WiFi: Fastweb

Impostare miglior canale WiFi: Fastweb

Per cambiare il canale Wi-Fi sul modem Fastweb e usarne uno scelto da te, procedi in questo modo: dopo aver effettuato l’accesso al pannello di gestione del dispositivo, premi sulla scheda Connessione e poi sulla dicitura Wi-Fi, che compare di lato.

Ora, scegli la rete sulla quale intendi agire (2.4 GHz oppure 5 GHz) mediante i pulsanti collocati in alto, sposta la levetta dedicata alla Ricerca automatica canale migliore da ON a OFF e imposta il canale radio che preferisci, avvalendoti del menu a tendina Canale attuale. Infine, premi il pulsante Salva per applicare le modifiche effettuate. Maggiori info qui.

Impostare miglior canale WiFi: Tiscali

Impostare miglior canale WiFi: Tiscali

Hai bisogno di informazioni su come impostare miglior canale WiFi Tiscali? In questo caso, puoi far riferimento ai passaggi che ti ho già fornito nella sezione dedicata a TIM: attualmente, il modem più comunemente fornito da Tiscali è il Technicolor TG789vac v2, del tutto simile al TIM HUB.

Dunque, ciò che devi fare è accedere al router, premere sul simbolo degli ingranaggi corrispondente al riquadro Wireless e, dopo aver scelto la rete sulla quale intervenire, impostare il canale radio scelto tramite il menu a tendina omonimo.

Impostare miglior canale WiFi: FRITZ!Box

Impostare miglior canale WiFi: FRITZ!Box

Infine, se il tuo è un router appartenente alla linea AVM FRITZ!Box (come quello fornito da Eolo, per esempio), ad accesso effettuato, premi sulla voce Wi-Fi situata a sinistra e poi sull’opzione Canale radio.

Per finire, apponi il segno di spunta accanto alla voce Adeguare le impostazioni per il canale radio e serviti dei menu a tendina visualizzati, per scegliere il canale da utilizzare per le reti sulla banda di frequenza a 2.4 GHz e quelle su banda a 5 GHz. Fatta la tua scelta, premi sul pulsante Applica per rendere effettive le modifiche.

In caso di problemi

Miglior canale WiFi

Hai seguito le mie istruzioni ed hai provveduto a cambiare il canale Wi-Fi del tuo modem/router, ma non noti alcun miglioramento in termini di estensione della rete e resa della stessa? Allora prova a mettere in pratica le “dritte” che mi appresto a fornirti tra un attimo: se non ci sono problematiche particolarmente gravi che affliggono la tua rete senza fili dovresti riuscire a far fronte alla cosa in maniera abbastanza rapida.

Per iniziare, prova a spegnere e riaccendere il modem/router: si tratta di un dispositivo elettronico ed in quanto tale può “incepparsi” e non funzionare più a dovere. Nella maggior parte dei casi, un riavvio è sufficiente a riportare la velocità di rete a un livello accettabile.

Se non riesci a risolvere ancora il problema, prova a cambiare la posizione del router: sicuramente ai più potrà sembrare una banalità ma, in caso di problemi legati all’estensione della rete Wi-Fi, riposizionare l’apparecchio di rete può essere di grande aiuto per fruire a pieno della velocità della tua connessione ad Internet senza fili.

Prova dunque a collocare il tuo modem/router in un punto diverso della tua casa in modo tale da ridurre la distanza massima da percorrere quando ti colleghi dagli angoli più remoti. L’ideale, se possibile, sarebbe al centro dell’abitazione. Per maggiori info, i suggerisco di leggere la mia guida su come potenziare il segnale Wi-Fi.

Infine, per escludere rallentamenti provocati dalla scarsa qualità della connessione a Internet, ti suggerisco di metterti in contatto con il servizio clienti del tuo provider Internet e di provare a far fronte ala cosa chiedendo un intervento sulla linea.

L’operatore provvederà ad effettuare tutti i controlli del caso sulla rete e, se necessario, manderà un tecnico a verificare l’impianto. Se non sai come metterti in contatto con il servizio clienti del tuo gestore telefonico puoi seguire le istruzioni che ti ho fornito nei miei articoli su come parlare con gli operatori di TIM, WINDTRE, Vodafone e Fastweb.

Se poi neppure in questo modo la situazione sembra migliorare, ti consiglio di prendere in considerazione l’acquisto di un range extender oppure di un adattatore Powerline come ti ho indicato anche nel mio tutorial dedicato a come estendere la rete Wi-Fi. Se poi la cosa ti convince e vuoi ricevere qualche consiglio per gli acquisti, puoi consultare la mia guida ad hoc dedicata, appunto, all’individuazione del miglior ripetitore Wi-Fi.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.