Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come configurare Vodafone Station

di

Finalmente ti è stata attivata la tua nuova linea Vodafone e ora non vedi l’ora di collegarti a essa per navigare su Internet. Dal momento che hai già ricevuto la Vodafone Station, cioè il modem incluso nell’offerta del "gestore rosso", e il relativo SMS di attivazione della linea, è arrivato il momento di procedere con la configurazione iniziale del dispositivo.

Se sei giunto su questa guida, però, mi pare di capire che tu non abbia le idee chiare in tal senso. Dico bene? Beh, allora lasciatelo dire: sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come configurare Vodafone Station agendo sulle impostazioni relative a password, rete Wi-Fi, porte e VPN.

Se sei pronto per iniziare, direi di non perdere altro tempo in chiacchiere e metterci subito all’opera. Forza e coraggio: prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, cosa ancora più importante, attua le "dritte" che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Installare la Vodafone Station

Schema di collegamento Vodafone Station

Prima di configurare la Vodafone Station, devi provvedere a collegarla alla rete elettrica e alla linea. In che modo? Te lo spiego subito. Per prima cosa, collega il dispositivo alla presa elettrica, usando l’apposito cavo (da connettere alla Power del modem); dopodiché collega la Vodafone Station alla linea Internet mediante il cavo DSL (che va inserito nella porta rossa del router).

Ora, prendi il cavo del telefono e collega l’apparecchio alla porta TEL1 della Vodafone Station, così da poter usufruire della funzione telefonica (che, come forse già saprai, con le linee VDSL e in fibra ottica passa attraverso il router e non tramite le classiche prese telefoniche). 

Se desideri collegare il computer e altri dispositivi alla rete Internet tramite cavo Ethernet anziché tramite Wi-Fi, collegali alla Vodafone Station mediante le porte Ethernet di colore giallo.

Accendere la Vodafone Station

Vodafone Station

Ora è giunto il momento di accendere la Vodafone Station: per riuscirci, premi il tasto di accensione situato sul retro del modem (sulla Vodafone Station Revolution è bianco, mentre sulla Vodafone Power Station è nero) e attendi che il dispositivo si accenda.

Se anche tu, come nel mio caso, possiedi una Vodafone Station Revolution, attendi che le spie LED poste sulla parte anteriore del dispositivo e la luce rossa che si trova in basso diventano fisse. Se possiedi un altro modello di Vodafone Station, le luci in questione potrebbero essere posizionate in altri punti del dispositivo e potrebbero assumere colori diversi (es. sulla Vodafone Power Station sono poste in basso e sono di colore bianco).

Completata l’installazione della Vodafone Station, se gli indicatori luminosi che riguardano la connessione Internet, la linea telefonica e la rete Wi-Fi sono verdi o bianchi e non lampeggiano, tutto è andato per il verso giusto e puoi finalmente collegarti alla tua linea Vodafone.

Ti ricordo che, se vuoi collegarti in Wi-Fi alla tua linea Vodafone, non devi far altro che inserire la chiave d’accesso alla rete Wi-Fi indicata sull’etichetta che si trova sul retro del dispositivo (oltre che sull’adesivo incluso del suo libretto delle istruzioni). Maggiori info qui.

Come configurare la Vodafone Station dal PC

Adesso è giunto il momento di vedere come configurare la Vodafone Station dal PC: in questo modo, potrai scegliere una password diversa da quella impostata di default, modificare alcune impostazioni del Wi-Fi, aprire le porte del router e molto altro ancora.

Impostare una password

Impostare password Vodafone Station

Per impostazione predefinita, l’accesso al pannello di configurazione della Vodafone Station Revolution potrebbe non essere protetto da una password (anche se con le nuove attivazioni, pare che Vodafone abbia deciso di rimediare al problema impostando una chiave d’accesso). Come puoi ben capire, questo potrebbe portare a modifiche indesiderate da parte di utenti che sono collegati alla linea.

Per ovviare al problema, ti consiglio quindi di impostare una password che protegga l’accesso al pannello di gestione del router. Per procedere in tal senso, collegati all’indirizzo http://vodafone.station/, scrivendo quest’ultimo nella barra degli indirizzi del browser e premendo Invio sulla tastiera: se vuoi, in un mio altro tutorial trovi spiegato con maggior dovizia di particolari come entrare nella Vodafone Station.

A questo punto, fai clic sulla scheda Impostazioni posta in alto, seleziona la voce Password dalla barra laterale situata sulla sinistra e poi pigia sul pulsante Imposta password. Adesso, digita la password con cui intendi proteggere la Vodafone Station in tuo possesso: digitala nei campi situati sotto la dicitura Nuova password, ricordandoti di usare una chiave d’accesso lunga almeno 8 caratteri che sia composta da numeri, lettere minuscole e maiuscole. Nel

campo di testo situato in corrispondenza della dicitura Email, poi, fornisci il tuo indirizzo email e fai clic sul pulsante Applica, per apportare le modifiche desiderate.

Configurare Wi-Fi Vodafone Station

Modificare password Wi-Fi Vodafone Station

Adesso vediamo come si fa a configurare il Wi-Fi della Vodafone Station, quindi come cambiare password e il canale radio della rete: si tratta di operazioni semplicissime da effettuare.

Per modificare la password della rete Wi-Fi della Vodafone Station in tuo possesso, dopo esserti recato nel pannello di controllo del dispositivo, fai clic sulla scheda Wi-Fi posta in alto, clicca sul pulsante Cambia password posto nella sezione Configurazione, scrivi la nuova password che intendi usare nei campi di testo Nuova password e Reinserisci la nuova password assicurandoti che la sicurezza della chiave d’accesso scelta sia alta (l’indicatore posto in corrispondenza della dicitura Sicurezza password dovrebbe diventare verde), dopodiché clicca sul pulsante Salva, per salvare i cambiamenti.

Già che ci sei, verifica nella pagina in cui ti trovi che il sistema di protezione impostato per la rete sia WPA2 (altrimenti modificalo tu tramite il menu a tendina Protezione, situato sempre nella sezione Configurazione), visto che è il più sicuro.

Per modificare il canale usato per la rete wireless e scongiurare così possibili problemi dovuti ad accavallamenti del segnale Wi-Fi, seleziona Modalità utente esperto dal menu a tendina che risulta essere collocato nell’angolo in alto a destra della pagina (accanto alla dicitura [N] Utente/i collegato/i), recati di nuovo nella scheda Wi-Fi, fai clic sul link Impostazioni posto sulla sinistra e apri il menu a tendina Canale situato nella sezione 2.4GHz. Scegli, quindi, il canale Wi-Fi da usare (ti suggerisco di optare per un canale a scelta tra 1, 6 e 11, che non si "accavallano" mai con gli altri, come ti ho spiegato in quest’altra guida).

Ripeti poi l’operazione anche per quanto concerne la rete a 5GHz. In questo caso, comunque, sappi che puoi scegliere un canale qualsiasi, visto che la rete 5GHz non soffre dei problemi di accavallamento a cui accennavo poc’anzi. Ricordati, poi, di salvare le modifiche fatte cliccando sul pulsante Applica.

Aprire le porte

Aprire le porte della Vodafone Station

Desideri sapere come aprire le porte del router, magari perché vuoi configurare la Vodafone Station per eMule? Nessun problema, ti dico subito come procedere. Per riuscirci, accedi innanzitutto al pannello di configurazione della tua Vodafone Station (come ti ho indicato nelle righe precedenti)

Seleziona, dunque, la voce Modalità utente esperto dal menu a tendina che si trova in alto a destra e recati nella scheda Internet. A questo punto, fai clic sulla voce Associazione porte posta sulla sinistra, clicca sul pulsante (+) situato nella sezione Associazione porte e compila il modulo che ti viene proposto, come indicato di seguito.

  • Servizio — TCP o UDP (in base alla porta che devi configurare).
  • Dispositivo — nome del dispositivo per cui intendi aprire la porta.
  • Indirizzo IP locale — l’indirizzo IP locale del dispositivo per il quale vuoi aprire la porta (es. il PC su cui vuoi usare eMule). Se non sai qual è, leggi questa guida per scoprire come trovarlo.
  • Tipo porte — Porta.
  • Porta pubblica — il numero della porta da aprire.
  • Porta locale — il numero della porta da aprire (dev’essere lo stesso della "Porta pubblica").

Per ultimare l’operazione, clicca sul pulsante Salva e il gioco è fatto. Per ulteriori informazioni su come aprire le porte del router, consulta pure le guide che ti ho appena linkato: sono sicuro che ti sarà utile.

Configurare VPN Vodafone Station

VPN Vodafone Station

Forse non tutti lo sanno, ma è possibile anche configurare una VPN sulla Vodafone Station. Come probabilmente già saprai, una VPN o Virtual Private Network è una rete privata virtuale che, in buona sostanza, fa da tramite tra il router dell’utente e i siti o i servizi utilizzati, nascondendo la sua identità e proteggendo il traffico in entrata e in uscita. Lascia, dunque, che ti spieghi come configurarla sulla Vodafone Station.

Innanzitutto, recati nel pannello del router di Vodafone, seleziona la Modalità utente esperto dal menu a tendina situato in alto a destra e, dopo aver cliccato sulla scheda Internet, seleziona la voce Impostazioni VPN situata sulla sinistra. Dopodiché apri il menu a tendina Tipo VPN e seleziona l’opzione server L2TP.

Successivamente, crea la password da condividere con coloro che usufruiranno della VPN: clicca, dunque, sul pulsante Imposta situato in corrispondenza della dicitura Segreto condiviso, scrivila nell’apposito campo di testo e poi pigia sul pulsante Salva.

Adesso, crea gli utenti che potranno accedere alla VPN della Vodafone Station: compila i campi di testo Indirizzo IP iniziale e Indirizzo IP finale inserendo l’indirizzo IP della Vodafone Station in entrambi i campi. Ricordati poi di scrivere, nell’ultimo campo di testo, dei valori che permettano di collegare un numero limitato di host (ad esempio una decina). Dopodiché imposta Nome utente e Password, pigia sul pulsante (+) e, a modifiche completate, clicca sul pulsante Salva.

Ora non ti resta che configurare la VPN sul tuo dispositivo. Vista la possibile complessità della procedura, per avere maggiori informazioni su come collegarsi a una VPN, ti suggerisco di consultare l’approfondimento che ho interamente dedicato all’argomento.

Riavviare e resettare la Vodafone Station

Soft Reset Vodafone Station

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto della guida, può darsi che tu abbia riscontrato qualche problema di connessione sulla tua rete Vodafone. Per provare a risolverlo, puoi riavviare e resettare la Vodafone Station. In che modo? Lascia che te lo spieghi.

Innanzitutto, recati nella scheda Impostazioni del pannello di gestione della Vodafone Station, clicca sul link Configurazione posto sulla sinistra e premi sul pulsante Esegui situato in corrispondenza della dicitura Soft reset.

In alternativa, clicca sulla scheda Stato e supporto, seleziona la voce Riavvio posta sulla sinistra e clicca sul pulsante Riavvia situato accanto alla voce DSL, FTTH, Vodafone Station Revolution/Vodafone Power Station, in base all’operazione che desideri effettuare.

Se dovessi riscontrare problemi più seri e il semplice riavvio non sia bastato per risolverli, puoi resettare la Vodafone Station riportando tutte le impostazioni a quelle di fabbrica, il che comporterà la perdita di tutte le preferenze e configurazioni che hai personalizzato: per riuscirci, procurati un oggetto appuntito (es. uno stuzzicadenti) e tieni premuto il tasto Reset situato sul retro del router per circa 30 secondi.

Come configurare la Vodafone Station da smartphone e tablet

App Vodafone Station

Desideri configurare la Vodafone Station da smartphone e tablet? Grazie all’app Vodafone Station DSL/Fibra, si può fare anche questo. Utilizzando l’applicazione in oggetto, è infatti possibile gestire in tutto e per tutto la propria linea Vodafone, agendo direttamente dal proprio smartphone o tablet.

Per procedere, installa e avvia Vodafone Station DSL/Fibra sul tuo dispositivo Android o iOS/iPadOS, scorri le schede informative che illustrano il funzionamento dell’app e fai tap sul pulsante rosso Inizia, situato in basso. Digita, quindi, la password della tua Vodafone Station (la stessa che usi per accedere al suo pannello di controllo) e pigia sul pulsante Invia password.

Ora, premi il tasto WPS sul router, così da creare una connessione sicura con l’app e attendi che l’associazione venga portata a termine. A questo punto, decidi se usare il tuo smartphone a mo’ di cordless, premendo il pulsante Sì, per favore, e concedi all’app tutti i permessi necessari per funzionare correttamente. Ripeti poi l’operazione anche per quanto riguarda i contatti. Successivamente, premi sul pulsante No, grazie, per impedire a Vodafone di ricevere analisi sull’utilizzo del tuo dispositivo e premi sul pulsante Vai alla Dashboard, per recarti nel pannello di gestione della tua linea.

Dopo aver messo in collegamento il tuo dispositivo mobile con la Vodafone Station, premi sui pulsanti posti in basso per gestire la tua linea: Wi-Fi, per gestire la rete wireless, così da modificarne il nome e la password. Aprendo il menu Impostazioni avanzate, potrai regolare anche il protocollo di sicurezza, il canale e altri parametri della rete.

Andando nella sezione Dispositivi, potrai controllare i dispositivi collegati alla Vodafone Station, mentre andando in Telefono potrai accedere al registro chiamate e usare lo smartphone come cordless.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.