Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come configurare FRITZ Box

di

Hai appena siglato un nuovo contratto per la linea Internet di casa e hai deciso di usare un router FRITZ!Box, tra i più completi e “performanti” tra quelli disponibili sul mercato. Una volta estratto il dispositivo dalla confezione di vendita, però, ti sono iniziati a sorgere vari dubbi circa la sua configurazione. Come impostarlo correttamente con la linea Internet e voce? Come aprire le porte? Come configurarlo come access point? Niente paura: se hai questi e altri dubbi, sono qui per aiutarti.

In questa guida, infatti, ti andrò a spiegare come configurare FRITZ Box in modo facile e veloce. Sappi che configurare correttamente un modem può richiedere molti passaggi, ed è un’operazione che è consigliato fare da soli solo se si è abbastanza ferrati in questo campo. In caso contrario, ti consiglio di consultare un tecnico o un amico più esperto, i quali sapranno sicuramente aiutarti nella configurazione.

Detto questo, direi di cominciare. Tutto quello di cui avrai bisogno sono un PC o un dispositivo mobile da connettere alla rete generata dal FRITZ Box e qualche minuto di tempo libero. Detto ciò, non mi resta che augurati una buona lettura e farti un in bocca al lupo per tutto!

Indice

Prima configurazione di FRITZ!Box

fritz welcome

La prima cosa da fare, ovviamente, è installare adeguatamente il FRITZ!Box. Nella confezione del dispositivo sono presenti delle istruzioni che spiegano in maniera dettagliata come fare, in quanto potrebbero esserci delle piccole differenze fra un modello e l’altro. Ad ogni modo, non preoccuparti, i passaggi da compiere sono sempre abbastanza semplici.

In generale, devi collegare per prima cosa l’alimentazione, attraverso l’ingresso rotondo posto sulla destra del modem. Inserisci lo spinotto, dunque collega l’altra estremità a una presa della corrente.

Collega, dunque, il doppino telefonico in corrispondenza dell’uscita DSL, attraverso il cavo fornito in dotazione. Su FON puoi collegare eventuali telefoni fissi o cordless, mentre le uscite LAN sono riservate ai collegamenti via cavo Ethernet dei vari dispositivi. La porta WAN, se presente, serve per utilizzare il modem come router in cascata o access point.

Una volta installato correttamente il modem, collega un PC o un dispositivo mobile alla rete generata dal modem: sarebbe ideale il collegamento via cavo Ethernet (per evitare interferenze e altri problemi), ma va bene anche il collegamento in Wi-Fi (dovresti riconoscere il modem per il suo nome comparso nella lista dei dispositivi disponibili).

Fatto ciò, apri un qualsiasi browser e digita nella barra degli indirizzi il link fritz.box, per poi dare Invio. In questo modo, hai accesso alla pagina interna di configurazione del modem, attraverso la quale effettuare il primo setup dello stesso. Se non riesci a raggiungere la pagina in questione, dai un’occhiata al mio tutorial su come scoprire l’indirizzo IP del router per scoprire come risolvere.

Per prima cosa, ti viene chiesto di indicare la lingua: scegli quella che preferisci, spuntando la relativa opzione, dunque fai clic sul tasto OK. A questo punto, ti viene richiesta la password, per completare l’accesso alla piattaforma: puoi trovarla sul retro del modem e alla fine del manuale di istruzioni. È composta da 9 caratteri alfanumerici. In seguito, ti consiglio di cambiarla con una di tua scelta.

Successivamente, il modem inizia la sua prima configurazione per individuare la rete e tentare la connessione a Internet. Nella prima schermata, devi dunque selezionare il tuo Paese di provenienza, dopodiché devi premere il tasto Avanti.

Il FRITZ!Box, in questa fase, potrebbe riavviarsi, quindi non ti resta che attendere e completare l’accesso reinserendo la password. Premi, poi, il tasto OK alla richiesta di collaborare alla diagnosi e manutenzione degli errori software, quindi puoi cominciare con la configurazione vera e propria.

Premi il tasto Avanti, quindi scegli dal menu a tendina il tuo provider internet: questa procedura ti permette di configurare automaticamente il FRITZ!Box con la rete, dunque ti consiglio di non saltarla.

Nel caso il provider non fosse presente nella lista, spunta la voce Altro provider Internet, dunque scegli fra le opzioni comparse sotto il menu a tendina se la tua connessione è con fibra diretta (FTTH), fibra misto rame (FTTC o DSL) o ADSL (DSL). Fatto ciò, puoi premere il tasto Avanti.

Puoi controllare i parametri consigliati dal modem e cominciare con il test della connessione lasciando spuntata la voce Controllare la connessione Internet dopo aver salvato le impostazioni. Premi nuovamente su Avanti per continuare.

Attendi poi qualche momento e, se tutto è andato per il verso giusto, dovresti ricevere un messaggio di avvenuta connessione. Fai ora clic sulla voce Concludi il passaggio per confermare. In questo momento, la tua connessione Internet è già pronta per l’uso.

Se hai una rete in fibra ottica, devi configurare anche il tuo numero di telefono nella schermata successiva (in quanto anche la linea voce funziona tramite la fibra). Fai dunque clic sul pulsante Configurazione di nuovi numeri, scegli se disponi di una Connessione basata su IP o di una Connessione di rete fissa e connessione DSL e premi sul pulsante Avanti.

Nella schermata comparsa, indica il tuo provider di telefonia fissa, dunque, alla voce Numero VoIP, inserisci il tuo numero di telefono fisso (preceduto dal prefisso internazionale, che è +39 nel caso dell’Italia).

Nel campo Nome utente puoi inserire nuovamente il tuo numero di telefono, mentre la Password va richiesta direttamente al provider, contattando l’assistenza e richiedendo la password del VoIP. Puoi recuperare questo passaggio in futuro, nel caso non dovessi riuscire a reperire la password nell’immediato.

Premi il tasto Avanti quando hai fatto, dunque su quello Concludi il passaggio per confermare. Ultima, ma non meno importante, è la configurazione riguardante Nome e Chiave di rete Wi-Fi. Per modificare quelle di default, spunta la voce Modifica delle impostazioni Wi-Fi e immetti quelle che preferisci: mi raccomando di configurare una password sicura. Infine, premi sul tasto Concludi il passaggio per confermare.

Fatto ciò, puoi scegliere se inserire un indirizzo e-mail per restare informato riguardo aggiornamenti del software o errori durante l’uso. Fatto ciò, premi sul pulsante Avanti e, se non è aggiornato, sul tuo router verrà installato l’ultimo firmware FRITZ!os disponibile.

Come configurare FRITZ Box per i provider Internet

Nel caso avessi cambiato provider per il telefono o per Internet, la configurazione del FRITZ!Box andrà ripetuta, in quanto non disporrebbe più delle coordinate giuste per completare con successo la connessione alla rete Internet. Vediamo, dunque, come configurare FRITZ Box per i provider Internet principali.

Come configurare FRITZ Box con TIM

fritz tim

Qualora avessi deciso di utilizzare TIM come provider per Internet, non devi preoccuparti: ogni modello di FRITZ!Box è abilitato per utilizzare gli standard di connessione richiesti da TIM, sia per l’ADSL che per la fibra. Quindi, se volessi sapere, ad esempio, come configurare FRITZ Box 7530 con TIM, questo è il capitolo che fa per te.

Per prima cosa, nel caso avessi già completato la configurazione iniziale con un provider diverso, dovresti essere a conoscenza del fatto che FRITZ!Box riesce a gestire la procedura in automatico, tramite un comodo assistente alla configurazione.

Dunque, connetti il tuo PC o il tuo dispositivo mobile al modem (possibilmente attraverso cavo Ethernet, ma va bene anche la connessione Wi-Fi) e apri un qualsiasi browser Web. Digita poi nella barra degli indirizzi fritz.box, dunque inserisci la password (è sul retro del modem, se non l’hai personalizzata in passato) per completare l’accesso al portale di configurazione.

Nel pannello, recati con il puntatore del mouse nel menu sulla sinistra e fai clic sulla voce Assistenti. Nel menu comparso su schermo, scegli poi la voce Configurare l’accesso a Internet, in modo da avere accesso alla procedura guidata.

Seleziona ora il provider TIM o TIM Business dal menu a tendina, dunque scegli se si tratta di una connessione TIM ADSL o fibra mista rame (FTTC), oppure una connessione TIM Fibra (FTTH) e premi sul tasto Avanti.

tim fritz 2

La schermata successiva ti mostra un riepilogo delle tue impostazioni di accesso a Internet: premi sulla voce Indietro o Annulla se sono incorrette, altrimenti puoi andare di nuovo Avanti.

Il FRITZ!Box, dunque, comincia a verificare se è in grado di stabilire una connessione a Internet con TIM. La configurazione può considerarsi conclusa con successo una volta comparso su schermo il messaggio La verifica della connessione Internet ha avuto esito positivo.

Qualora dovessi avere problemi, ti invito a contattare direttamente il provider TIM, per verificare il corretto accesso a Internet da parte loro, altrimenti ti consiglio di dare un’occhiata alla guida ufficiale del FRITZ!Box in merito.

Come configurare FRITZ Box con Vodafone

fritz vodafone

Configurare il FRITZ Box con Vodafone è davvero molto semplice, in quanto è necessario lasciar compiere il lavoro di configurazione all’assistente automatico presente nella schermata di interfaccia dell’utente.

Per prima cosa, esegui l’accesso all’indirizzo fritz.box tramite browser una volta connesso alla rete del router. Fatto ciò, inserisci la password che trovi sul retro del modem, nel libretto delle istruzioni dello stesso, o la tua password personalizzata, dunque premi il tasto Accedi.

Una volta fatto l’accesso, recati sulla voce Assistenti, presente alla sinistra e seleziona l’opzione Configurare l’accesso a Internet. A questo punto, non ti resta altro da fare che selezionare dal menu a tendina la voce Vodafone, dunque se si tratta di una connessione DSL (fibra mista rame, o ADSL) o FTTH (fibra pura).

Fai poi clic sul tasto Avanti, dai un’occhiata alle informazioni di riepilogo della connessione e, se è tutto corretto, premi nuovamente il tasto Avanti per iniziare un test di connessione. Se tutto è andato per il meglio, dovresti visualizzare su schermo il messaggio La verifica della connessione Internet ha avuto esito positivo.

In caso di dubbi, o problemi, ti invito a contattare il servizio clienti di Vodafone, oppure a consultare la guida ufficiale sul sito di AVM, compagnia produttrice dei modem FRITZ!Box.

Come configurare FRITZ Box con Fastweb

fritz fastweb

Nel caso avessi deciso di passare a Fastweb come provider per Internet e telefonia, sappi che è possibile configurare senza problemi la connessione su FRITZ!Box tramite l’assistente automatico.

Collega dunque il PC o un dispositivo mobile al router e usa un qualsiasi browser per collegarti all’indirizzo fritz.box. Inserisci poi la password per l’accesso al portale (puoi trovarla sul retro del modem, se non l’hai già cambiata), dunque premi sul tasto Accedi.

Recati ora sulla voce Assistenti, dunque su quella Configurare l’accesso a Internet e seleziona nel menu a tendina l’opzione denominata Fastweb, dunque indica il tipo di connessione a cui vuoi fare riferimento: ADSL nel caso disponessi di una connessione di questo tipo, VDSL qualora avessi una connessione fibra misto rame, FTTH nel caso avessi attivato un’offerta con fibra fino a casa. Se hai una connessione senza fibra ma con telefonia, inoltre, puoi scegliere la voce ADSL con telefonia.

Premi, poi, per due volte consecutive il tasto Avanti e verrò avviato un test della connessione, il cui esito positivo ti verrà notificato dalla comparsa del messaggio La verifica della connessione Internet ha avuto esito positivo.

Qualora avessi problemi, ti segnalo la presenza di una guida ufficiale sul sito del produttore, oppure puoi contattare un operatore Fastweb per avere più informazioni.

Come configurare FRITZ Box con EOLO

fritz eolo

Il provider EOLO utilizza i modem FRITZ!Box come dispositivi acquistabili insieme alle proprie offerte Internet. Per questo, configurare il FRITZ Box con EOLO è davvero molto semplice.

Dopo aver collegato il modem tramite Wi-Fi o cavo a un tuo dispositivo, esegui l’accesso all’interfaccia utente digitando nella barra indirizzi del browser fritz.box. Inserisci poi la password e premi sul tasto Accedi per entrare nel pannello.

Seleziona ora, dal menu sulla sinistra, la voce Assistenti, quindi fai clic sull’opzione Configurare l’accesso a Internet. Fatto ciò, scegli nel menu a tendina comparso su schermo la voce EOLO, quindi premi il tasto Avanti.

Facendo clic sul tasto Avanti, nella schermata di riepilogo successiva, potrai iniziare un test di connessione che, se andrà bene, restituirà su schermo il messaggio La verifica della connessione Internet ha avuto esito positivo.

L’assistente automatico di FRITZ!Box penserà a tutto il resto. Nel caso non avessi chiara la procedura, oppure incappassi in qualche errore, ti consiglio di dare un’occhiata alla guida ufficiale sul sito del produttore e di EOLO.

Altre configurazioni FRITZ!Box

Sappi che i modem FRITZ!Box più avanzati, sono davvero aperti a tantissimi tipi di modifiche e configurazioni. Ti mostro le principali, tra cui quella per aprire le porte del modem, quella per configurare telefoni e cordless e quella per configurare il modem come access point.

Come aprire le porte FRITZ!Box

porte nat fritz

Aprire le porte del modem è una soluzione semplice, ma spesso rischiosa in quanto espone a malware in grado di aggirare il firewall di modem e PC. Viene usata, generalmente, per consentire la comunicazione Internet a servizi come quelli di gioco online, (ad esempio con Playstation Plus, Xbox Live o Nintendo Switch Online) o di file sharing, come nel caso di uTorrent ed eMule.

Per prima cosa, esegui dunque l’accesso al pannello di controllo del modem, attraverso un qualsiasi dispositivo connesso alla sua rete. Per farlo, digita fritz.box all’interno della barra degli indirizzi di un qualsiasi browser, dunque fai l’accesso con la password che trovi sul retro del modem o con quella modificata che hai impostato tu.

Nella stragrande maggioranza dei casi, abilitare le porte automatiche è sufficiente per non incappare in problemi di connessione con la maggior parte dei servizi online. Per farlo, recati alla voce Rete Locale, dunque fai clic sull’opzione Rete.

All’interno del sottomenu Connessioni di rete, puoi riconoscere ogni dispositivo attualmente connesso al modem. Scegli quello per il quale hai intenzione di effettuare l’abilitazione alle porte automatiche, dunque clicca sull’icona a forma di matita di fianco ad esso.

Attiva, poi, l’opzione Consentire abilitazioni porte automatiche, facendo clic sulla spunta posta di fianco, dunque premi il tasto OK per confermare la tua scelta. Nel caso il dispositivo o l’applicazione fosse installata su PC con firewall, ricorda di configurare anche quello.

I dispositivi o le applicazioni configurate in questo modo, dunque, possono aprire automaticamente le porte necessarie alle fruizione del servizio. Nel caso non bastasse, o volessi aprire solo alcune porte, devi configurare le abilitazioni specifiche.

Per farlo, premi sulla voce Internet, nel menu sulla sinistra del pannello di controllo del modem, dunque su quella Abilitazioni. Recati poi nel sottomenu denominato Abilitazioni porte, quindi fai clic sull’opzione Aggiungi dispositivo per abilitazioni.

Nel menu a tendina Dispositivo, scegli dalla lista la console, il servizio o l’applicazione per la quale abilitare l’accesso a determinate porte, oppure digita direttamente l’indirizzo IP statico selezionando la voce Inserire manualmente l’indirizzo IP.

Scelto il dispositivo, fai clic sulla voce Nuova abilitazione, quindi seleziona l’opzione Abilitazione porte. Fatto ciò, indica se configurare l’abilitazione per un server HTTP, HTTPS o FTP tramite l’apposito menu a tendina Applicazione. Qualora volessi configurare le porte per eMule, in questo menu è presente l’opportunità di scegliere l’abilitazione preimpostata per questo servizio.

Inserisci poi l’intervallo fra le porte da abilitare alle voci Porta del dispositivo e fino a…, dunque scegli dal menu a tendina Protocollo quale usare fra quelli TCP, UDP, ESP e GRE. Spunta, infine, la voce Attivare abilitazione e premi il tasto OK per due volte.

Ritorna ora in Internet > Abilitazioni per controllare l’effettiva presenza delle abilitazioni create. Per rimuovere una delle abilitazioni, in caso di ripensamenti, non dovrai far altro che premere il tasto X posto di fianco all’abilitazione creata.

Per approfondire, ti consiglio di dare un’occhiata alla guida per configurare le abilitazioni per le porte automatiche e le altre abilitazioni direttamente sul sito ufficiale del produttore.

Come configurare telefono su FRITZ!Box

telefonia fritz

Nel caso avessi intenzioni di configurare un telefono su FRITZ!Box (sia esso cablato o cordless), sappi che è davvero molto semplice. Per prima cosa, collega il cavo del telefono a una delle porte FON del modem e fai l’accesso al pannello di controllo, raggiungibile da qualsiasi browser, al “solito” indirizzo fritz.box.

Inserisci ora la password, dunque premi su Accedi. Recati, poi, nel menu Telefonia posto sulla sinistra, dunque fai clic su Dispositivi di telefonia. Scegli ora l’opzione Configurazione nuovo dispositivo, per farti aiutare dal configuratore automatico.

Per aggiungere un dispositivo telefonico, scegli la voce Telefono (con e senza segreteria telefonica), dunque clicca sul tasto Avanti. Nel menu comparso su schermo, scegli poi la porta FON alla quale è collegato il dispositivo, altrimenti premi su DECT per abbinare un cordless.

Nel caso scegliessi di configurare un telefono analogico, scegli il nome da assegnargli nel box in basso, dunque premi su Avanti. Il telefono connesso correttamente dovrebbe iniziare a squillare, dunque premi sul tasto per confermare la tua scelta.

Nel caso avessi collegato un cordless e dunque avessi scelto l’opzione DECT nel menu precedente, premi su Avanti e segui le istruzioni del tuo cordless per avviare l’accoppiamento. Se necessario, inserisci il PIN di accoppiamento, che spesso è impostato di default su 0000.

Fatto ciò, premi nuovamente il tasto Avanti, per avviare la procedura di registrazione automatica del cordless su FRITZ!Box. Nel caso avessi difficoltà o dubbi, ti consiglio di dare un’occhiata alla guida ufficiale sul sito del produttore.

Come configurare FRITZ Box come Access point

access point fritz

Utilizzare il FRITZ!Box come access point è possibile e puoi configurarlo attraverso il pannello di controllo raggiungibile via browser all’indirizzo fritz.box. Per prima cosa, recati nel menu Rete Locale, dunque fai clic sulla voce Rete.

Fatto ciò, seleziona il sottomenu Impostazioni di rete, dunque imposta il modem come Client IP. Nel caso avessi collegato il FRITZ!Box al router principale via cavo, ovvero utilizzando un cavo Ethernet collegato alle porte WAN di entrambi, seleziona la voce via LAN, quindi fai clic al menu Cambiare impostazioni della connessione.

Scegli ora di Definire manualmente l’indirizzo IP, in modo da poter inserire i dati correttamente. Nel campo Indirizzo IP, digita dunque un indirizzo non utilizzato fra quelli della rete IP del modem/router, in Maschera di sottorete la subnet mask del modem/router, mentre in Gateway standard, Server DNS primario e Server DNS secondario l’indirizzo IP del router.

Fatto ciò, puoi premere il tasto Applica per confermare le impostazioni. Ora il FRITZ!Box è correttamente configurato come access point, ma in questo modo non potrai più fare accesso all’interfaccia utente attraverso l’indirizzo fritz.box.

Per farlo, dovrai infatti digitare l’indirizzo IP che hai determinato manualmente in qualsiasi barra degli indirizzi di un browser di un dispositivo collegato alla rete. Per approfondire, consulta la documentazione ufficiale.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.