Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come migliorare la voce registrata

di

Hai realizzato la registrazione audio di una lezione o di un evento con il tuo smartphone, vorresti correggerne le imperfezioni importandola sul computer o, perché no, intervenendo direttamente dal tuo dispositivo mobile, ma non sai proprio a quale programmi, servizi online o app affidarti? Che ne dici, allora, se ti fornisco io qualche utile dritta aò riguardo? Ti va? Molto bene!

Ti consiglio, allora, di prenderti cinque minuti o poco più di tempo libero solo per te, di posizionarti ben comodo di fronte al tuo PC e di cominciare subito a concentrarti sulla lettura di questa mia guida dedicata all’argomento. Nelle righe successive, infatti, andrò a spiegarti come migliorare la voce registrata usando software, Web app e applicazioni ad hoc.

No, non preoccuparti, non dovrai fare nulla di particolarmente complesso o che sia fuori dalla tua portata. Tutte le risorse che andrò a indicarti possono essere utilizzate senza particolari difficoltà anche da parte di chi, un po’ come te, non si reputa ancora un grande esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie. Ora, però, mettiamo al bando le ciance e iniziamo a darci da fare. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Programmi per migliorare la voce registrata

Ti piacerebbe scoprire come migliorare la voce registrata usando il tuo PC? Allora metti subito alla prova i programmi che trovi indicati qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto del risultato ottenuto. Scommettiamo?

Come migliorare la voce registrata con Audacity

Audacity

Il primo programma per migliorare la voce registrata che voglio suggerirti di prendere in considerazione è Audacity. Non ne hai mai sentito parlare? Strano, è molto famoso. Ad ogni modo non c’è problema, rimediamo subito: si tratta del miglior editor audio gratuito (e open source) disponibile per Windows, macOS e Linux. Grazie ad esso, è possibile modificare tutti i principali formati di file audio applicando loro tantissimi effetti e correzioni nel giro di pochi clic.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita la pagina per il download di Audacity sul sito Internet di SourceForge e fai clic sul pulsante Download. A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, fai clic sul pulsante Esegui. Clicca poi sui pulsanti , OK e Avanti (per quattro volte consecutive), quindi sui bottoni InstallaAvantiFine, in modo tale da concludere il setup.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ricavato e sposta l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale. Successivamente, clicca sul bottone Apri, in modo tale da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso i software provenienti dagli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo alla prima esecuzione).

Ora che visualizzi la finestra del software sullo schermo, provvedi ad importare all’interno dell’applicazione il file audio da modificare, selezionando il menu File collocato in alto a sinistra e facendo clic clic sulla voce Apri presente in esso. Puoi anche creare una nuova registrazione direttamente tramite Audacity, facendo clic sul pulsante Registra (quello con il cerchio rosso) che trovi nella parte in alto della schermata, e poi su quello Stop (quello con il quadrato giallo), per interromperla.

A questo punto, ci sono varie operazioni che puoi compiere per migliorare la tua registrazione. Personalmente, la prima mossa che ti consiglio di fare è quella di eliminare i rumori di sottofondo. Per fare ciò, seleziona la parte del grafico relativa a una porzione di registrazione in cui si sente solo il rumore da eliminare (senza la voce o altri suoni sopra) e richiama la funzione Riduzione rumore dal menu Effetti situato in cima.

Nella finestra che si apre, fai clic sul pulsante Elabora profilo rumore, in modo che Audacity capisca qual è il suono da cancellare, dopodiché seleziona tutto il grafico della registrazione e recati nuovamente nel menu Effetti > Rimozione rumore. Adesso, regola le varie impostazioni disponibili in base alle tue esigenze e fai clic sul pulsante OK, per applicare le modifiche. Se vuoi, puoi ascoltare un’anteprima della registrazione senza rumore prima di applicare le modifiche, cliccando sul pulsante Anteprima.

Un altro strumento di Audacity molto utile per la correzione delle registrazioni audio è il compressore, che va a ridurre la gamma dinamica. Questo, tradotto in parole povere, significa che elimina le differenze di “volume” fra le varie fonti audio presenti all’interno della registrazione (es. la voce di una persona e un rumore fatto vicino al microfono) andando ad agire ogni volta che si supera una determinata soglia di dB.

Per utilizzarlo, seleziona l’intero grafico della registrazione, clicca sul menu Effetti che si trova in alto e clicca sulla dicitura Compressione presente in esso. Regola poi le varie impostazioni in base ai tuoi gusti e fai clic sul pulsante OK, per applicare le modifiche. Anche in tal caso, puoi ascoltare un’anteprima della registrazione senza rumore prima di applicare le modifiche, cliccando sul pulsante Anteprima.

Può farti comodo per il tuo scopo anche l’uso di alcuni filtri. In particolare, mi riferisco a quello per la normalizzazione, che permette di livellare l’audio del file audio che si sta modificando, e a quello per l’amplificazione, che consente di aumentare il volume nelle parti di registrazione dove (magari per problemi tecnici) il volume risulta troppo basso. Puoi richiamarli sempre dal menu Effetti, selezionando, rispettivamente, le voci Normalizza e Amplifica.

Se sei un vero perfezionista, puoi altresì aggiungere dei silenzi nelle parti di registrazione nelle quali non parli ma si sentono il tuo respiro o altri rumori che non vuoi far ascoltare al pubblico. Basta evidenziare la parte di grafico relativa alla porzione di brano da “zittire” e richiamare la funzione Silenzio dal menu Genera di Audacity (in alto).

Ad operazione completata, salva la tua registrazione modificata facendo clic sul menu File situato in alto a sinistra e selezionando la voce Esporta audio da quest’ultimo. Indica, dunque, il nome che vuoi assegnare al nuovo file che stai per generare, il formato di output, la posizione per il salvataggio e fai clic sul pulsante Salva. Per ulteriori approfondimenti riguardo il funzionamento del programma, ti consiglio la lettura del mio post dedicato proprio a come usare Audacity.

Tieni presente che, nativamente, il programma non è in grado di esportare i file audio nel formato MP3. Per far fronte alla cosa, ti basta scaricare il plugin gratuito Lame MP3. Per maggiori dettagli a riguardo, ti rimando alla lettura della mia guida specifica sull’argomento.

Come migliorare la voce registrata con Free Audio Editor

Free Audio Editor

Se cerchi una valida alternativa ad Audacity, ti consiglio di provare Free Audio Editor. Come intuibile dal nome stesso, si tratta di un editor audio gratuito che che supporta tutti i principali formati di file audio, fra cui: MP3, WAV, AAC, AC3, M4A, MP2, OGG e WMA. Consente di apportare regolazioni varie a brani e registrazioni in maniera semplice e veloce ed è solo per Windows (in realtà sul sito del programma viene pubblicizzata una versione per macOS ma questa, almeno per il momento, non funziona.

Per scaricare il programma sul tuo PC, recati sul sito Internet di Free Audio Editor e clicca sul pulsante Download for Windows. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, fai clic sul pulsante . Successivamente, premi sui bottoni Next e Accept, compila (se vuoi) il breve questionario che ti viene proposto, relativo alla tua persona e all’uso del PC, e clicca ancora sul pulsante Next. Se durante il setup ti viene proposta l’installazione di programmi extra, rifiuta pure senza problemi.

Ora che visualizzi la finestra principale di Free Audio Editor sullo schermo, scegli se aprire un file audio esistente, cliccando sui pulsanti New FileOpen, oppure se effettuare una registrazione al momento, premendo sui pulsanti New Recording e Recording (per avviare la registrazione) oppure su Pause (per metterla in pausa) e Keep (per salvarla).

In seguito, procedi andando ad apportare tutte le migliorie del caso alla voce registrata. Per cui, seleziona la porzione di grafico della parte di registrazione relativamente alla quale desideri intervenire, clicca sulla scheda Noise Reduction presente in alto e seleziona le opzioni Noise reduction e/o Voice Breath Noise Reduction per, rispettivamente, ridurre i rumori di fondo e quelli della voce.

Ulteriori regolazioni utili puoi apportarle selezionando la scheda Effect, posta sempre nella parte in alto della finestra di Free Audio Editor, e cliccando sui pulsanti relativi agli effetti di tuo interesse. Per il tuo scopo, possono rivelarsi molto utili l’effetto Compressor (per ridurre la gamma dinamica) quello Normalize (per livellare l’audio) e quello Amplify (per aumentare il volume).

Per ascoltare in anteprima tutti i cambiamenti apportati al tuo file audio, clicca sul pulsante Play situato nella parte in basso della finestra di Free Audio Editor. Se. invece, desideri annullare le ultime modifiche apportate, clicca sul bottone con la freccia verso sinistra che si trova in alto.

Per concludere, esporta la tua registrazione modificata, facendo clic sulla scheda File situata in cima, sul pulsante Save e sulla dicitura Save File As annessa al menu che compare. Indica quindi il nome che vuoi assegnare al file, il formato, la posizione di output e premi sul bottone Salva, per completare l’operazione.

Come migliorare la voce registrata con GarageBand

GarageBand

Se stai usando macOS, per migliorare la voce registrata puoi altresì appellarti a GarageBand. Si tratta di un’applicazione sviluppata direttamente da Apple per i suoi utenti e grazie alla quale è possibile creare registrazioni, composizioni musicali e modificare i file audio esistenti sfruttando i tantissimi strumenti e le numerazione funzioni disponibili. È gratis e lo si trova preinstallato su tutti i Mac ma, qualora rimosso, può essere scaricato gratis dal Mac App Store.

Per servirtene, dunque, avvia il programma richiamandolo tramite il Launchpad oppure mediante Spotlight, Siri o, ancora, dalla cartella Applicazioni di macOS. Nella finestra che compare sullo schermo, seleziona poi l’icona Progetto vuoto e clicca sul bottone Scegli, dopodiché clicca sul pulsante con il microfono e sul bottone Crea.

Adesso, apri il file della tua registrazione selezionando il menu File (in alto a sinistra) e poi la voce Apri da quest’ultimo. In alternativa, puoi creare una registrazione al momento premendo sul pulsante REC (quello con il cerchio rosso) posto in alto. Per interromperla, invece, premi sul bottone Stop (quello con il quadrato).

A questo punto, puoi dedicarti alla modifica del file audio. Per riuscirci, seleziona il relativo tracciato dalla parte centrale della finestra del programma, dopodiché seleziona la scheda Controlli che si trova in basso e serviti delle manopole e dei comandi disponibili per regolare il grado di compressione, l’equalizzazione ecc. Per apportare modifiche ancora più radicali, seleziona la scheda EQ e muovi i punti presenti sul grafico visualizzato in base a quelle che sono le tue necessità.

Se vuoi, puoi anche utilizzare dei filtri predefiniti, selezionando quanto di tuo interesse dalla sezione Libreria posta nella parte sinistra della finestra del programma.

A modifiche ultimate, ascolta un’anteprima della traccia audio premendo sul pulsante ▶︎ collocato in cima. Se hai bisogno di annullare una o più operazioni di editing, clicca sul menu Modifica in alto a sinistra e seleziona la voce Annulla da quest’ultimo.

Per esportare la registrazione editata, invece, clicca sul menu Condividi, seleziona la voce Esporta brano su disco da quest’ultimo, indica il nome, la posizione, la qualità e il formato del file finale e premi sul pulsante Esporta.

Come migliorare la voce registrata online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e, dunque, ti piacerebbe sapere di quali servizi online puoi avvalerti per migliorare la voce registrata andando ad agire direttamente dalla finestra del tuo browser? Ti accontento subito: qui sotto trovi indicati quelli che, a mio avviso, rappresentano i migliori servizi di questo genere.

Hya-Wave

Hya-Wave

Il primo servizio online utile per migliorare la voce registrata che ti consiglio di provare è Hya-Wave. Si tratta di editor audio funzionante direttamente dalla finestra del browser, gratuito e di semplice impiego. Consente di apportare le più disparate modifiche ai file caricati ed è anche abbastanza intuitivo.

Per usarlo, recati sulla home page del servizio e trascinaci sopra la registrazione che intendi migliorare. Se vuoi, puoi anche effettuare una registrazione al momento premendo sull’icona del microfono in alto a destra, acconsentendo all’uso del microfono da parte del browser e premendo sul bottone Start recording. Per interromperla, premi poi sul bottone Start and close.

Successivamente, fai clic sul bottone verde posto in alto a destra e seleziona gli effetti di cui vuoi avvalerti dal menu che compare. Per apportare migliorie alla tua registrazione vocale, possono tornarti particolarmente utili l’effetto Compressor e quello Peak Normalization.

Apporta quindi tutti i cambiamenti del caso selezionando la porzione del grafico dell’audio di tuo interesse e usando i comandi appositi che vedi comparire nella parte in basso dello schermo. Seleziona poi la casella Apply to selection e premi sul bottone Prelisten, per ascoltare un’anteprima. Se sei soddisfatto, clicca sulla voce Apply per applicare i cambiamenti.

A modifiche ultimate, premi sul pulsante raffigurante il floppy disk posto nella parte in alto dello schermo, digita il nome che vuoi assegnare al nuovo file audio che stai per ottenere nel campo apposito e premi sul pulsante Download. Il file scaricato avrà il medesimo formato di quello d’origine.

TwistedWave

TwistedWave

In alternativa al servizio Web di cui ti ho già parlato, ti suggerisco di provare TwistedWave. Si tratta di un altro editor online ricco di funzioni e fruibile da qualsiasi navigatore. Di base è gratis, ma consente di editare registrazioni e brani aventi una durata massima di 5 minuti. Per aggirare tale limitazione e per sbloccare altre funzioni extra, occorre sottoscrivere un abbonamento al servizio (a partire da 5$/mese).

Per servirtene, recati sull’home page di TwistedWave e trascina la registrazione vocale da migliorare nella finestra del browser. In alternativa, puoi effettuare l’upload manuale dei file da Google Drive o da SoundCloud facendo clic sui relativi pulsanti situati in basso. Se cuoi, puoi effettuare anche una registrazione al momento, premendo sul bottone New document.

A questo punto, se avevi scelto di effettuare una registrazione, premi sul pulsante REC (quello con il cerchio rosso) situato sulla barra degli strumenti in alto e concedi l’accesso al microfono da parte del browser. In seguito, interrompi la registrazione, al momento opportuno, premendo sul bottone Stop (quello con il quadrato). Se invece, avevi caricato un file audio preesistente, ti ritroverai direttamente al cospetto del relativo tracciato.

Adesso, seleziona la parte della registrazione su cui desideri andare ad agire, clicca sul menu Effects situato in alto e serviti degli effetti disponibili in esso per apportare tutte le migliore desiderate. Nel tuo caso specifico, possono sicuramente tornarti utili l’effetto Normalize, quello Silence e quello Insert Silence. Serviti poi dei comandi che ti vengono mostrati su schermo per impostare gli effetti scelti.

A modifiche ultimate, premi sul pulsante ▶︎ situato in alto per riprodurre la registrazione. Se vuoi annullare dei cambiamenti, premi sui pulsanti con le frecce posti sempre sulla barra degli strumenti. Per esportare l’audio, invece, clicca sul menu File (in alto), seleziona la voce Download da quest’ultimo, indica formato, titolo, qualità e bitarate del file di output e premi sul bottone Download.

App per migliorare la voce registrata

Voice Pro

E per quel che concerne il versante mobile? Quali sono le app per migliorare la voce registrata che possono essere sfruttate su smartphone e tablet? Semplice: quelle che trovi elencate qui di seguito. Mettile subito alla prova, spero possano soddisfare le tue necessità.

  • WaveEditor (Android) – app per soli dispositivi Android che consente di editare e registrare file audio. Supporta innumerevoli formati, include tantissimi strumenti ed effetti ed è molto semplice da usare. È gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 3,79 euro) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Voice Pro (Android) – app specifica per Android che permette di editare a 360° le registrazioni vocali e non solo. Consente di aggiungere effetti, silenzi e molto altro ancora. Costa 9,90 euro.
  • GarageBand (iOS) – è la controparte per dispositivi mobili del programma per macOS di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida. Consente di compiere quasi le stesse operazioni di editing che possono essere effettuate da computer. È gratis.
  • Hokusai Audio Editor (iOS) – editor audio multitraccia per iOS che permette di registrare e di importare file audio, di tagliarne delle parti e di estrapolarle, copiarle, incollarle, rimuoverle o applicarvi filtri ed effetti. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 5,49 euro) per usufruire di funzionalità extra.