Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come navigare in Internet all’estero

di

Stai per prenderti una settimana di vacanza in un Paese lontano e nemmeno lì vuoi rinunciare alla possibilità di connetterti a Internet, aggiornare il tuo stato su Facebook e leggere le email, giusto? Allora devi assolutamente imparare come navigare in Internet all’estero: cosa che, posso assicurartelo, è molto più semplice di quel che tu possa pensare!

Se vuoi saperne di più, prosegui pure nella lettura di questa mia guida dedicata in via specifica all’argomento. Insieme, andremo a scoprire come riuscire in quest’impresa sfruttando sia il roaming sia i tantissimi hotspot Wi-Fi disseminati praticamente in ogni angolo del mondo. Nel primo caso, non dovrai far altro che attivare l’apposita funzionalità sul tuo cellulare e scegliere una delle offerte ad hoc messe a disposizione dal tuo gestore. Nel secondo caso, invece, dovrai preoccuparti di individuare il punto d’acceso a te più vicino usando app o servizi online dedicati.

Ora però basta chiacchiere e passiamo all’azione! Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e inizia subito a concentrarti sulla lettura di questo tutorial. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto di quanto appreso oltre che, ovviamente, di essere riuscito a navigare in Rete senza problemi durante il tuo viaggio.

Indice

Informazioni preliminari

Ragazzo che usa uno smartphone

Come ti dicevo a inizio guida, per riuscire a navigare in Internet all’estero puoi sfruttare due differenti sistemi: il roaming e gli hotspot.

Nel caso in cui non sapessi di che cosa sto parlando, il roaming, detta in termini molto spiccioli, è ciò che accade quando la linea mobile in uso fornita da un determinato operatore si appoggia ad altri gestori, al fine di permettere la consueta possibilità di effettuare chiamate e/o navigare in Rete. Situazione, questa, che si verifica quando la rete dell’operatore principale, ovvero quello con cui è stato stipulato un contratto sul territorio nazionale, non è fruibile.

Il roaming nei Paesi europei, a partire dal 15 giugno 2017, è totalmente gratuito. Questo significa che, quando ci si trova in uno dei Paesi dell’UE, è possibile chiamare, mandare SMS e navigare in Rete usufruendo degli stessi piani e delle stesse offerte attivate per l’Italia con il proprio gestore di telefonia, senza andare incontro a sovrapprezzi.

Al di fuori dell’UE (quindi anche nel Regno Unito, dopo la Brexit), invece, il roaming è sempre a pagamento (e ha anche dei costi piuttosto elevati!), motivo per cui è consigliabile sottoscrivere delle promozioni ad hoc per evitare di ritrovarsi a dover sborsare somme di denaro eccessive. Per maggiori dettagli al riguardo, ti rimando alla lettura della mia guida specifica su come funziona il roaming.

Gli hotspot, invece, sono dei punti di accesso a cui ci si può collegare e grazie ai quali è possibile navigare in Rete in modalità wireless, analogamente a come avviene quando ci si connette al Wi-Fi di casa. In giro per il mondo ce ne sono a bizzeffe. Molti di essi sono pubblici e gratuiti, ma ce ne sono anche tanti a pagamento e tanti altri privati. Per maggiori dettagli, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come usare l’hotspot.

Navigare in Internet all’estero con il roaming

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, veniamo al nocciolo della questione e andiamo a scoprire, insieme, come navigare in Internet all’estero sfruttando il roaming. Nelle righe successive trovi spiegato come abilitarne l’uso sia su Android sia su iOS.

Attivare il roaming su Android

Roaming Android

Stai usando uno smartphone o un tablet Android e ti piacerebbe capire come attivare il roaming su di esso? Ti accontento subito! In primo luogo, prendi il tuo dispositivo, sbloccalo, accedi al drawer (la schermata di Android in cui trovi le icone di tutte le app) e premi sull’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio).

Nella nuova schermata che a questo punto ti viene mostrata, premi sulla dicitura Altro presente sotto la voce Wireless e reti, oppure su quella Altre reti che trovi sotto quella Connessioni di rete, e abilita l’opzione Roaming dati/Roaming dati nazionale nella sezione Reti mobili del pannello. Per concludere, fai tap sulla voce OK.

Se non riesci ad attivare l’opzione relativa al roaming è perché non hai abilitato preventivamente la connessione dati sul dispositivo. Per risolvere, porta su ON l’interruttore che trovi accanto alla voce Connessione dati recandoti in Impostazioni > Reti mobili, oppure spunta la casella apposita.

Se disponi di un modello di smartphone OnePlus, ad esempio, trovi l’impostazione di Roaming entrando nel menu delle Impostazioni e spostandoti poi in Wi-Fi e Internet > SIM e rete, dopodiché seleziona la SIM di riferimento e troverai sotto Impostazioni di Rete la voce Roaming, che potrai attivare semplicemente facendo tap sul pulsante apposito.

Nota: capirai che non mi è possibile trattare ogni singolo smartphone e tablet esistente e relativa versione di Android, quindi alcune delle indicazioni presenti in questo passo potrebbero differire rispetto a quanto da te visualizzato su schermo. Se non riesci proprio a trovare le impostazioni di roaming ti consiglio di cercare attentamente nei menu relativi alla connessione Internet tramite rete dati.

Attivare il roaming su iOS

Roaming iOS

Se, invece, possiedi un iPhone o un iPad dotato di modulo Cellular, per attivare il roaming devi prendere il dispositivo, sbloccarlo, accedere alla home screen e premere sull’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio).

Nella nuova schermata visualizzata, fai tap sulla voce Cellulare, poi su quella Opzioni dati cellulare e, per concludere, sposta ON l’interruttore Roaming Dati.

Se non riesci a trovare l’interruttore per abilitare il roaming, evidentemente è perché non hai attivato preventivamente la connessione alla rete dati. Per rimediare, recati in Impostazioni > Cellulare e porta su ON l’interruttore che trovi accanto alla voce Dati cellulare.

Offerte per navigare in Internet all’estero

Ora che hai capito come fare per attivare il roaming sul tuo dispositivo, vediamo quali sono le migliori offerte per navigare in Internet all’estero quando non è possibile sfruttare quelle attive in Italia.

Navigare in Internet all’estero con TIM

Logo TIM

Partiamo da TIM. Qui di seguito trovi indicate quelle che rappresentano le migliori offerte per il roaming proposte dall’operatore.

  • TIM in Viaggio Pass – al costo di 20 euro/30 giorni, quest’offerta consente di ottenere 500 minuti di chiamate (250 minuti in uscita e 250 in entrata), 500 SMS e 10 Giga di Internet in 4G da consumare in Europa, USA e Canada. Maggiori informazioni qui.
  • TIM in Viaggio Pass Mondo – al costo di 30 euro/10 giorni consente di ottenere 100 minuti di chiamate (50 minuti in uscita e 50 in entrata), 100 SMS e 2 GB di Internet in 4G da consumare nei Paesi Extra Europei. Maggiori informazioni qui.
  • TIM in Viaggio Full – grazie a quest’offerta, è possibile chiamare in tutto il mondo a 16 cent/min + 16 cent di scatto alla risposta, mandare SMS a 16 cent e navigare fino a 50 MB a 3 euro. Solo per quanto riguarda Svizzera e Monaco, le chiamate costano 23 cent/min, gli SMS 10 cent e la navigazione in Internet costa 3 euro al giorno fino a 500 MB. Maggiori informazioni qui.
  • TIM in Viaggio Internet – al costo di 25 euro/10 giorni, quest’offerta consente di ottenere 4 GB di traffico Internet fruibili in Europea e USA da tablet e PC. Maggiori informazioni qui.

Per quanto riguarda, invece, la tariffa base, puoi fare riferimento a questa pagina Web del sito Internet di TIM.

Per approfondimenti, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in maniera specifica alle offerte TIM per l’estero.

Navigare in Internet all’estero con Vodafone

Logo Vodafone

Utilizzando Vodafone e viaggiando all’interno di Paesi dell’Unione Europea, non avrai bisogno di scegliere una tariffa per il roaming all’estero. In base a quella attiva sul territorio italiano, Vodafone offre infatti un numero variabile di Giga utilizzabili in roaming senza sovrapprezzo iniziale (al termine dei Giga disponibili, però, riceverai un SMS di notifica e potrai continuare a navigare al costo aggiuntivo di 0,30 centesimi al Mega). Ecco alcuni esempi di tariffe con i rispettivi Giga in roaming.

  • Shake it Fun garantisce 7,9 Giga;
  • RED garantisce 16,3 Giga;
  • Infinito garantisce 24,2 Giga;
  • Infinito Black Edition garantisce 39,3 Giga.

Puoi scoprire i Giga disponibili per ogni offerta selezionando il tuo piano dal menu oppure (nel riquadro La tua tariffa in Unione Europea) che trovi su questa pagina.

Sempre in base alla tua tariffa, sono incluse le chiamate e gli SMS in uscita da Paesi dall’Unione verso altri Paesi UE mentre invece, qualora queste siano dirette verso Paesi extraeuropei, si applicano tariffe specifiche che puoi controllare recandoti sul sito ufficiale e inserendo il nome del Paese che intendi visitare nella barra di ricerca, cliccando poi sul risultato ottenuto.

Se vuoi maggiori informazioni sulla tua tariffa specifica per controllare quanti Giga potrai utilizzare una volta all’estero, ti invito a recarti sulla pagina ufficiale di Vodafone.

Se finisci i Giga quando viaggi nei Paesi dell’Unione Europea, grazie all’offerta Travel Europa Extra puoi aggiungere 5 GB al costo di 2,99 euro, offerta valida per 7 giorni e attivabile tramite app MyVodafone (nella guida che ti ho appena linkato ti spiego come scaricarla su Android e iOS).

E per quanto riguarda i Paesi al di fuori dell’Unione Europea? Ecco alcune delle opzioni attivabili nel Fai da te di Vodafone.

  • Travel Mondo – al costo di 29,99 euro/10 giorni, consente di avere un tot di Giga (variano di Paese in Paese e si va da un minimo di 1 Giga fino a 10 Giga) di traffico Internet alla massima velocità possibile, 200 minuti di chiamate (100 minuti in uscita e 100 in entrata) e 10 SMS da utilizzare nei Paesi dell’Unione Europea. Per maggiori informazioni, ti consiglio di recarti sul sito ufficiale che ti ho appena linkato e digitare il nome del Paese in cui viaggerai all’interno della barra di ricerca. Visualizzerai così tutte le informazioni specifiche per quella determinata area geografica.
  • Smart Passport+ Mondo – al costo di 6 euro al giorno (che vengono pagati solo in caso di reale utilizzo) consente di usufruire di 30 minuti di chiamate (15 minuti in uscita e 15 in entrata), 30 SMS e un quantitativo variabile di MB di traffico Internet in base al Paese in cui ci si trova. Come per l’offerta precedente, ti consiglio di verificare la possibilità di attivazione in base al Paese di riferimento.

Per ulteriori informazioni, puoi consultare la mia guida dedicata in via specifica alle tariffe Vodafone per l’estero.

Navigare in Internet all’estero con WINDTRE

windtre logo

I clienti WINDTRE che viaggiano nei Paesi membri dell’Unione Europea possono utilizzare un tot di traffico dati in roaming. I Giga a disposizione variano in base al costo mensile della propria offerta nazionale, quindi, il modo migliore per scoprire quanti Giga hai a disposizione in UE è recarti sul sito ufficiale di WINDTRE e inserire nell’apposita casella l’importo in euro della tua offerta, vedrai così sulla destra la quantità di Giga a disposizione.

Se preferisci attivare offerte specifiche, ti mostro subito quali sono quelle disponibili per i clienti WINDTRE.

  • Travel Svizzera – al costo di 4,99 euro al mese garantisce 10 Giga in Svizzera, 50 minuti in Svizzera e 10 minuti dall’Italia verso la Svizzera. Per maggiori dettagli puoi visitare la pagina ufficiale.
  • Travel Weekly – al costo di 9,99 per 7 giorni, garantisce 600 Mega all’estero (validi per Alaska, Bangladesh, Hawaii, Isole Vergini Americane, Israele, Monaco, Nuova Zelanda, Russia, Svizzera e USA), 200 minuti (100 di traffico effettuato e 100 ricevuto) nonché 200 SMS all’estero. Altri dettagli sul sito ufficiale.
  • Travel Daily – al costo di 6 euro al giorno offre 100 Mega all’estero, 30 minuti (15 di traffico effettuato e 15 ricevuto) e 30 SMS. Il traffico incluso è valido solo per i Paesi afferenti alla Zona 1 e Zona 2, che puoi verificare sulla pagina dell’offerta recandoti sul sito WINDTRE.
  • GIGA Travel Weekly – al costo di 10 euro per 7 giorni, offre 1 Giga all’estero, valido nei Paesi che rientrano nella Zona 1 (come gli USA) e quelli della Zona 2. Per maggiori informazioni ti ricordo che puoi vistare la pagina ufficiale.

Per scoprire le tariffe base nel mondo, puoi fare riferimento alla pagina relativa del sito Internet di WINDTRE. Ti basterà inserire la nazione in cui ti trovi e il Paese da chiamare per avere immediatamente tutte le informazioni in merito (costo delle chiamate, costo dati/internet e SMS). Per ulteriori dettagli vedi la pagina ufficiale.

Navigare in Internet all’estero con Iliad

Logo Iliad

Iliad, invece, non propone delle soluzioni concepite in via specifica per l’estero, ma ciascuna delle offerte a listino del gestore comprende un quantitativo extra di Internet che può essere sfruttato al di fuori dell’Italia. Qui di seguito trovi tutti i dettagli del caso.

  • Giga 120 – al costo di 9,99 euro/mese, offre 120 GB in 4G/4G+ e 5G unitamente a 7 GB dedicati per l’Europa. Il piano include anche minuti e SMS illimitati validi sia per l’Italia sia per l’Europa e minuti illimitati verso oltre 60 destinazioni. Maggiori informazioni qui.
  • Giga 80 – al prezzo di 7,99 euro/mese, offre 80 GB in 4G/4G+ unitamente a 6 GB dedicati in Europa. L’offerta comprende anche minuti e SMS illimitati fruibili in Italia e in Europa e minuti illimitati verso più di 60 destinazioni. Maggiori informazioni qui.
  • Voce – offerta che, al prezzo di 4,99 euro/mese, permette di ottenere 40 MB in 4G/4G+ unitamente a 40 MB dedicati in Europa e minuti e SMS illimitati in Italia e in Europa. Maggiori informazioni qui.

Per quanto riguarda la tariffa base, puoi ottenere le informazioni di cui hai bisogno consultando le brochure dei prezzi disponibili su questa pagina Web annessa al sito Internet del gestore.

Navigare in Internet all’estero con gli hotspot

Passiamo adesso al discorso hotspot. Se vuoi scoprire come trovare quelli presenti in zona e come fare per collegarti a essi, prosegui nella lettura.

App per trovare hotspot

Come trovare hotspot

Se vuoi trovare gli hotspot presenti nella zona in cui ti trovi, in modo tale da poterti appoggiare a essi per navigare in Rete senza dover sfruttare il roaming, puoi servirti di alcune applicazioni per Android e iOS adibite allo scopo.

Ad esempio, WiFi Finder (Android/iOS) è un’applicazione a costo zero grazie alla quale si possono individuare gli hotspot in zona. Permette anche di scaricare offline le mappe delle destinazioni di interesse, in modo tale da cercare i punti d’accesso senza connettersi a Internet.

Servizi online per trovare hotspot

Wiman

Se non vuoi o non puoi scaricare nuove app sui tuoi dispositivi mobili, puoi affidarti a uno dei tanti servizi online grazie ai quali è possibile scovare gli hotspot presenti sul territorio. Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi indicati quelli che ritengo essere i migliori della categoria.

  • Wiman – sito Internet decisamente ben fatto grazie al quale è possibile trovare su mappa tutti gli hotspot presenti nel mondo. Ha una bella interfaccia ed è in italiano.
  • FON – sito su cui è presente una mappa interattiva tramite la quale si possono scovare tutti i punti d’accesso appartenenti alla rete FON nel mondo. Per sfruttarli, però, è necessario far parte del progetto oppure essere clienti di determinati provider Internet.

Per ulteriori approfondimenti e soluzioni, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come avere il Wi-Fi gratis.

Collegarsi agli hotspot

Wi-Fi

La domanda, a questo punto, sorge abbastanza spontanea: come fare per collegarsi agli hotspot? La risposta, per quanto complessa possa apparire è, in realtà, incredibilmente semplice: le operazioni da compiere sono praticamente quelle che di solito esegui per connetterti a una qualsiasi altra rete Wi-Fi.

Ad ogni modo, se hai poca dimestichezza con quest’argomento, puoi leggere la mia guida su come connettersi al Wi-Fi e scoprire esattamente in che modo procedere.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.