Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare in Bitcoin

di

Sicuramente, in questi anni hai sentito nominare più volte Bitcoin, la valuta virtuale che periodicamente fa parlare di sé a causa della sua natura innovativa e particolare. In questo caso, probabilmente ti sei anche chiesto come è possibile ottenere e successivamente spendere i Bitcoin, e se si tratta di qualcosa di utile, oltre che legale. Ho ragione? Se è così, sei nel posto giusto al momento giusto! In questa guida, infatti, ti spiegherò in maniera semplice e dettagliata cosa sono e come pagare in Bitcoin.

Prima di far questo, però, vorrei illustrarti brevemente la natura di questa valuta digitale, che sta prendendo sempre più piede in Internet e non solo. Il Bitcoin, abbreviato spesso in BTC, è una delle numerose criptovalute, ovvero una sorta di moneta digitale prodotta a partire dai calcoli svolti da una macchina, che può essere un normale computer o un sistema dedicato alla sola produzione di questa valuta.

Grazie alla loro natura, i Bitcoin non sono detenuti da una banca o da una singola organizzazione, ma vengono invece creati dagli utenti che fanno parte della rete Bitcoin e che mettono a disposizione la propria potenza di calcolo: si tratta di un sistema decentralizzato e decisamente innovativo, dato che permette di scambiare una valuta senza l’intermediazione di un ente centrale. Per saperne di più, continua a leggere.

Indice

Informazioni preliminari sul Bitcoin

Nell’introduzione del post ti ho spiegato a grandi linee cosa sono i Bitcoin e come vengono prodotti, ma penso che sia importante spiegarti meglio la tecnologia che sostiene questo progetto così ambizioso. Perché dico che si tratta di un progetto ambizioso? Te lo spiego subito.

Avrai notato che ti ho parlato di come il Bitcoin venga generato dagli utenti stessi attraverso la potenza di calcolo messa a disposizione. Questa operazione è chiamata mining e permette all’intero network Bitcoin di sostenere le operazioni di generazione e scambio della valuta digitale. Non essendoci una zecca incaricata di produrre moneta, infatti, la creazione della stessa è delegata a tutti i nodi della rete, cioè alle macchine che eseguono particolari calcoli matematici atti a “scovare” i Bitcoin validi.

Questa operazione, però, consente non solo di produrre nuovi Bitcoin: anche gli scambi di Bitcoin tra persone vengono validati attraverso il mining. Non esiste, dunque, nessun ente centrale in grado di controllare la provenienza e la destinazione reale della valuta digitale. Tutte le operazioni di questo tipo vengono gestite dagli utenti in ottica peer-to-peer.

Ti stai chiedendo cosa implica tutto questo? Innanzitutto che gli scambi di Bitcoin risultano sempre completamente anonimi per natura. Nessuno può sapere che sei stato tu a pagare una certa cifra con i Bitcoin, né a chi l’hai pagata. In secondo luogo la sicurezza del protocollo Bitcoin è estremamente elevata, perché deriva da complessi calcoli che richiedono migliaia di computer estremamente potenti per essere eseguiti. Risulta dunque praticamente impossibile che la rete Bitcoin subisca una violazione tale da mettere in pericolo i tuoi fondi digitali.

Alcune delle domande che potresti pormi sono: ma se tutte queste operazioni sono anonime, come faccio a pagare in Bitcoin? Dove posso tenere i miei fondi? E come posso gestirli? Non preoccuparti, ti spiegherò tutto in questo articolo e saprai perfettamente come fare per creare un conto Bitcoin e utilizzarlo al meglio.

La prima informazione che voglio darti è che esistono molti servizi per aiutarti ad acquistare, conservare e utilizzare i tuoi Bitcoin. Proprio come per le valute tradizionali, anche per le criptovalute il primo passo è quello di ottenere un portafoglio, chiamato anche wallet, per poter accumulare i propri risparmi. Questi wallet possono essere di due tipi: online e offline.

I portafogli online sono conservati su piattaforme specializzate, che ti illustrerò più avanti, in grado di garantire la conservazione dei Bitcoin in un luogo sempre accessibile. Un po’ come una sorta di banca privata. In questo caso è possibile accedere e utilizzare la propria criptovaluta da ovunque ci si trovi.

I portafogli offline, al contrario, sono generalmente dei file conservati sul proprio dispositivo che permettono di consultare e spendere i Bitcoin solamente se fisicamente accessibili. Bisogna quindi avere sempre a disposizione il proprio dispositivo per operare con i Bitcoin in proprio possesso.

Ora che hai tutte le informazioni preliminari a tua disposizione, ti mostrerò come ottenere un portafoglio Bitcoin e come utilizzarlo in maniera semplice, veloce e sicura.

Come ottenere un portafoglio Bitcoin

Come ti dicevo poco fa, per pagare in Bitcoin online hai bisogno di un wallet dove conservare i tuoi soldi digitali e grazie al quale poterli spendere liberamente. Non ti ho ancora spiegato, però, come fare per ottenerlo, ed è proprio quello che farò ora.

HYPE

HYPE

Una delle soluzioni più semplici e immediate per ottenere un portafoglio Bitcoin è affidarsi a HYPE: un conto di moneta elettronica associato a una carta Mastercard, sia fisica che virtuale, che si può aprire in pochi minuti e si può gestire comodamente da app per Android (scaricabile dal Play Store o da Huawei AppGallery) e iPhone, oppure da PC, con estrema facilità.

Usare HYPE apre a tantissime possibilità, tra cui – per gli utenti maggiorenni – quella di aprire un portafoglio Bitcoin in 30 secondi, gratis e senza inviare documenti o dover subire lunghe attese. Il tutto, ovviamente, con la massima sicurezza e con la possibilità di monitorare costantemente l’andamento del saldo e del mercato Bitcoin, acquistare e vendere Bitcoin e inviarli per effettuare pagamenti.

Per quanto riguarda, invece, le valute “tradizionali”, HYPE permette di effettuare acquisti online e nei negozi fisici, anche tramite Google Pay e Apple Pay, con la possibilità di ottenere dei cashback su oltre 500 negozi online; consente di inviare e ricevere denaro; inviare e ricevere bonifici gratuitamente; effettuare prelievi da ATM; pagare bollettini/bollette e tanto altro.

Per aprire il tuo conto HYPE, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale, assicurandoti di avere un documento d’identità valido a portata di mano, e seguire la rapida procedura guidata che ti viene proposta. Ci sono tre diversi piani tra cui puoi scegliere: HYPE Start (il piano base che non prevede spese mensili fisse); HYPE Plus (1 euro/mese con 15 euro di bonus alla prima ricarica usando il codice PLUS15 in fase di registrazione) che abbatte i limiti di prelievo, ricarica e spesa previsti da HYPE Start e permette anche di domiciliare utenze e accreditare lo stipendio; e infine HYPE Premium (9,90 euro/mese con 25 euro di bonus alla prima ricarica usando il codice PREMIUM25 in fase di registrazione) che include tutti i vantaggi di HYPE Start e Plus ai quali aggiunge un’assicurazione completa per i viaggi (per ritardi, cancellazione di voli e assicurazione medica), la carta di debito World Elite Mastercard, pagamenti e prelievi gratis in tutto il mondo e assistenza prioritaria (anche via WhatsApp).

Per aprire il tuo portafoglio Bitcoin, non devi far altro che accedere al tuo conto nell’app di HYPE, recarti nella sezione Menu, premere sul pulsante Bitcoin e leggere la rapida presentazione del servizio. Premi, quindi, sul pulsante Attiva gratuitamente, accetta i termini del servizio e in pochi istanti il gioco sarà fatto! Si aprirà così il menu con il tuo saldo attuale, l’andamento del mercato Bitcoin e i pulsanti per comprare, vendere e inviare Bitcoin. Per maggiori informazioni su come pagare e come farsi pagare in Bitcoin con HYPE, leggi le sezioni successive di questa guida.

Maggiori informazioni su HYPEMaggiori informazioni su HYPE PlusMaggiori informazioni su HYPE Premium

Coinbase

La schermata principale di Coinbase

Ti ho spiegato nelle righe precedenti che i wallet Bitcoin si dividono in online e offline, e che esistono diversi servizi in grado di fornire le funzionalità di un portafoglio per criptovalute. Adesso ti propongo uno dei portafogli online più affidabili e longevi che esistano, ovvero Coinbase. Creare un conto su Coinbase ti permetterà di gestire le tue criptovalute in maniera comoda e sicura, senza dover necessariamente aver accesso al computer di casa.

Il primo passo che devi compiere consiste nell’aprire il tuo programma di navigazione, assicurandoti che sia abbastanza evoluto da poter accedere al sito di Coinbase. Qualsiasi browser moderno rientra in questa definizione, ma se vuoi esserne sicuro ti consiglio di utilizzare Google Chrome, il programma di navigazione creato da Google. Se non sai come fare, ti consiglio di leggere la mia guida su come scaricare e installare Google Chrome.

Ora, premi il pulsante collocato in alto a destra con scritto Inizia da qui, che ti porterà sulla pagina di registrazione di Coinbase. Inserisci quindi nome, cognome, indirizzo email e password che vuoi usare, spunta la casella Dichiaro di avere almeno 18 anni e di accettare i documenti Accordo con l’utente e Informativa sulla privacy e premi sul pulsante Crea conto.

In seguito, premi ancora una volta sul pulsante Avanti e poi su Accetto, dopo aver letto l’informativa sulla privacy. Puoi accettare o meno di ricevere gli aggiornamenti proposti, selezionando Si o No nella schermata proposta. Ora controlla la tua casella di posta elettronica, nella quale troverai l’email di conferma di Coinbase.

L'email di verifica di Coinbase

In questa fase, ti basta fare clic sulla voce Verifica indirizzo email per essere trasferito su Coinbase e completare il processo di registrazione. Ti verrà chiesto di inserire il numero di telefono in modo da attivare la verifica in due fasi: questo punto è fondamentale per la tua sicurezza, in quanto ti permette di avere un controllo molto maggiore sugli accessi effettuati al tuo conto. Inserisci, quindi, il tuo numero nel campo preposto e premi sul pulsante Invia codice, digitando poi nel box proposto il codice ricevuto via SMS.

Inserisci il codice di verifica SMS

In quest’ultima fase ti verrà richiesto di inserire i tuoi dati, in modo da verificare la tua identità. Agendo come una sorta di banca per valute digitali, infatti, Coinbase applica le normative finanziarie in maniera molto rigorosa garantendo così sicurezza ed affidabilità.

Oltre al nome, al cognome e alla data di nascita dovrai inserire il tuo codice fiscale e rispondere alle domande proposte. Puoi inserire nel campo Per cosa userai Coinbase? l’opzione Pagamenti Online, ad esempio. Quando hai finito, premi sul pulsante Continua.

Inserisci i dati richiesti da Coinbase

Per finire, Coinbase richiede di caricare le immagini fronte e retro di un documento. Puoi decidere se caricare delle fotografie o scansioni già presenti, se le possiedi, o se fotografare attraverso una webcam o la fotocamera del cellulare le immagini dei tuoi documenti. Una volta fatto questo, Coinbase ti informerà che la procedura di verifica potrebbe impiegare qualche ora. Una email ti notificherà quando questo processo sarà completato.

Seleziona il documento che preferisci

Hai ricevuto l’email di Coinbase con la verifica del tuo conto? Ottimo! Ora il tuo portafogli Bitcoin è attivo e pronto a essere utilizzato. Nella prossima parte della guida ti illustrerò come utilizzare Coinbase, in modo da fornirti tutti gli strumenti per caricare e amministrare il tuo conto senza problemi.

Come pagare in Bitcoin online

Una volta creato il portafogli, vediamo come pagare in Bitcoin per acquistare prodotti e servizi di vario genere.

HYPE

HYPE

Se hai aperto un portafoglio Bitcoin con HYPE, puoi inviare pagamenti usando questa criptovaluta in maniera semplicissima.

Tutto quello che devi fare è recarti nella sezione Menu dell’app di HYPE, premere sul pulsante Bitcoin (per accedere al tuo conto Bitcoin) e sfiorare il bottone Invia Bitcoin, situato in basso.

Si aprirà così la fotocamera del tuo smartphone (se necessario, concedi all’app di HYPE il permesso per accedervi) e potrai inquadrare il codice QR per inviare i Bitcoin. In alternativa, fai tap sulla voce Oppure inserisci l’indirizzo manualmente, in basso, e inserisci l’indirizzo del destinatario del pagamento nella pagina che ti viene proposta.

Ti sarà addebitata anche la Mining Fee, cioè una commissione necessaria per utilizzare la rete Bitcoin e certificare la transazione, e dovrai confermare l’operazione attraverso un link che riceverai all’indirizzo email con cui ti sei registrato ad HYPE. L’autorizzazione dovrà essere confermata esclusivamente dallo smartphone da cui si sta usando l’app di HYPE.

Se ti servono maggiori dettagli su come scambiare Bitcoin con HYPE, consulta il sito ufficiale del servizio. Se vuoi approfondire, invece, il funzionamento generale del servizio, leggi la mia guida su come funziona HYPE.

Maggiori informazioni su HYPEMaggiori informazioni su HYPE PlusMaggiori informazioni su HYPE Premium

Coinbase

Accedere a Coinbase
Da ora in poi, semplicemente collegandoti al sito di Coinbase, puoi eseguire l’accesso premendo sul pulsante Accedi collocato in alto a destra.

Nella schermata successiva, ti verrà richiesto di inserire l’email e la password utilizzate per registrarti. Puoi inoltre spuntare la casella Ricordami, per rimanere connesso a Coinbase sul tuo computer, in modo da non dover inserire ogni volta i dati d’accesso. Ti consiglio di fare attenzione nel selezionare questa opzione: non utilizzarla mai su dispositivi che condividi con altre persone, perché fare questo permetterebbe a chiunque utilizzi il tuo PC o smartphone di accedere al tuo portafogli Bitcoin!

Al primo accesso su un computer o un browser, ad esempio se cambi dispositivo o luogo, ti verrà richiesto di inserire il codice ricevuto via SMS, in modo da proteggere il tuo conto da accessi non autorizzati.

Controlla, quindi, il tuo telefono e inserisci il codice ricevuto, per continuare. Anche in questo caso, in caso tu stia utilizzando un dispositivo personale al quale hai accesso esclusivo, puoi spuntare la casella Non chiedere il codice per 30 giorni quando uso questo computer.

La verifica SMS

Come ulteriore misura di sicurezza, Coinbase invierà una email al tuo indirizzo di posta, per confermare che sia stato proprio tu a tentare di accedere al tuo conto. Questo accade solamente quando utilizzi dispositivi o browser che non hai mai utilizzato su Coinbase, al primo accesso. Come vedi, Coinbase prende la sicurezza veramente molto sul serio!

Una volta premuto il pulsante Autorizzo questo computer contenuto nella email ricevuta, finalmente puoi entrare nel tuo pannello di controllo di Coinbase, chiamato Dashboard. Da qui puoi avere una panoramica completa del tuo conto: puoi trovare le informazioni riguardanti l’ammontare totale delle tue valute digitali, l’andamento del valore delle stesse e un menu che ti illustrerò nel dettaglio nelle prossime righe.

Ricordati che le criptovalute sono condizionate dal valore di mercato, perciò se il valore del Bitcoin dovesse subire delle variazioni nel corso del tempo, potresti vedere cambiamenti nel tuo saldo disponibile anche senza aver eseguito alcuna operazione.

La tua dashboard

Premendo sulla voce del menu Portafoglio puoi vedere il tuo saldo nelle varie criptovalute esistenti. Anche se ti sto parlando principalmente di Bitcoin, infatti, Coinbase ti permette di conservare nel portafogli anche altre criptovalute meno conosciute e persino Euro.

Avrai notato che al momento non possiedi nessun Bitcoin e non puoi dunque spenderli per i tuoi acquisti online. Ebbene, premendo sul pulsante Effettua transazioni, in alto a destra, hai la possibilità di eseguire transazioni per comprare o vendere – quando ne possederai – i tuoi Bitcoin.

Il tuo portafoglio

In questa schermata puoi selezionare l’opzione Acquista e inserire un ammontare di denaro con il quale acquistare i Bitcoin. Ti sarà richiesto di aggiungere un conto tramite carta di credito o debito con cui effettuare le transazioni che desideri. Non preoccuparti per la tua sicurezza: Coinbase è un’azienda molto seria e attenta in grado di garantire privacy e affidabilità ai propri utenti. Ricordati, in ogni caso, di verificare, visitando questo link, le commissioni che Coinbase applica agli acquisti e alle vendite, per non avere brutte sorprese.

Acquista i tuoi primi Bitcoin

Se hai deciso di aggiungere una carta a Coinbase, il sito ti chiederà le informazioni riguardanti la stessa. Inserisci dunque l’indirizzo di fatturazione e, nella schermata successiva, dopo aver premuto Aggiungi indirizzo di fatturazione, i codici relativi alla carta.

I dettagli della tua carta

Conclusa la procedura, sei finalmente in grado di acquistare i tuoi Bitcoin attraverso la carta scelta. Puoi inserire l’ammontare della cifra da comprare e premere Anteprima acquisto. In questa schermata puoi ricontrollare il tuo ordine e, se ne sei soddisfatto, premere il pulsante d’acquisto. I tuoi Bitcoin saranno disponibili quasi istantaneamente.

Schermata d'acquisto

Ora che nella sezione Portafoglio hai alcuni Bitcoin disponibili, puoi procedere con i tuoi pagamenti online. Per pagare online con una criptovaluta dovrai effettuare un’operazione di invio di Bitcoin a un indirizzo. Ti stai chiedendo come fare? Te lo spiego subito.

Quando un venditore ti permette di pagare in Bitcoin, fornisce sempre un indirizzo Bitcoin al quale inviare il denaro. Puoi pensare a questo indirizzo come fosse una sorta di IBAN bancario, collegato al conto del venditore. Una volta ottenuto l’indirizzo e verificate le modalità di pagamento è sufficiente premere il pulsante Bitcoin dal tuo portafogli e fare clic su Invia, posto a destra dello schermo.

Premendo Invia potrai pagare in Bitcoin

A questo punto, devi semplicemente inserire l’indirizzo Bitcoin del venditore nel campo contrassegnato e il numero di Bitcoin o di Euro da inviare a quell’indirizzo. Ricordati di inserire nel campo Nota ciò che il venditore ti ha comunicato.

Essendo i Bitcoin ed i trasferimenti totalmente anonimi, infatti, questo è spesso l’unico modo che ha il venditore di sapere da chi provengono i fondi ricevuti. Premi ora su Continua e conferma la transazione dopo aver ricontrollato i dettagli. Ricordati che una transazione Bitcoin non si può annullare, perciò poni molta attenzione ai dettagli di modo da non commettere errori in fase di invio.

Schermata di Invio

La transazione impiega sempre qualche minuto per essere effettuata, e puoi trovarne traccia nella sezione Transazioni recenti presente nella pagina Portafoglio. Ecco fatto, hai appena pagato in Bitcoin!

Ricordati sempre di seguire alla lettera le istruzioni dei venditori online che accettano i Bitcoin, in modo da non effettuare errori in fase di invio.

Molti negozi online accettano Bitcoin come forma di pagamento ed alcune fondazioni, come Wikipedia, accettano addirittura donazioni in Bitcoin. Purtroppo però se stai cercando come pagare in Bitcoin su Amazon ti devo dare una brutta notizia: Amazon non ha, per ora, intenzione di accettare criptovalute come metodo di pagamento. Non è detto comunque che in futuro il colosso dell’e-commerce non cambi idea, vista la diffusione del Bitcoin in questi ultimi anni.

Come farsi pagare in Bitcoin

E per farsi pagare in Bitcoin? Come si fa? Di seguito trovi spiegato in dettaglio come riuscirci.

HYPE

HYPE

Se desideri ottenere dei Bitcoin sul tuo portafoglio in HYPE, procedi in questo modo: accedi alla sezione Menu dell’applicazione di HYPE, vai su Bitcoin e premi sul pulsante Mostra indirizzo Bitcoin, in basso, per mostrare il tuo codice QR, necessario a ricevere pagamenti in Bitcoin.

In alternativa, puoi premere sul pulsante Richiedi Bitcoin e seguire la procedura che ti viene proposta per richiedere un pagamento in Bitcoin.

Se poi sei a corto di Bitcoin e hai la necessità di ricaricare rapidamente il tuo portafoglio, ti segnalo che hai la possibilità di acquistare Bitcoin direttamente dall’app di HYPE premendo sul pulsante Compra.

Per maggiori informazioni su come comprare e vendere Bitcoin con HYPE, consulta il sito ufficiale del servizio. Per approfondirne il funzionamento generale del servizio, invece, leggi la mia guida su come funziona HYPE.

Maggiori informazioni su HYPEMaggiori informazioni su HYPE PlusMaggiori informazioni su HYPE Premium

Coinbase

Come ricevere Bitcoin

Ora che sai come pagare in Bitcoin, potresti voler ricevere tu stesso dei Bitcoin come pagamento o utilizzarli per scambiare denaro con gli amici. Ti ho spiegato come inviare Bitcoin, ma ancora non ti ho illustrato il metodo per riceverne: rimediamo immediatamente!

Oltre a comprarli con la carta collegata a Coinbase, infatti, puoi richiedere Bitcoin spostandoti nel tuo Portafoglio di Coinbase, premendo il pulsante Bitcoin e facendo poi clic sul pulsante Ricevi posto a destra.

Dopo aver cliccato Ho capito sull’avviso di Coinbase, copia l’indirizzo portafoglio che compare o il QR Code visualizzato. Puoi ora inviare l’indirizzo o l’immagine ai tuoi amici o a chi ti vuole inviare dei Bitcoin. Le transazioni ricevute compariranno nel tuo portafoglio dopo pochi minuti dall’invio effettuato.

Per approfondire questo argomento, comunque, puoi consultare le mie guide su come funzionano i Bitcoin e su come ottenere Bitcoin: sono sicuro che le troverai interessanti e in grado di aiutarti!

Soluzioni alternative

Servizi alternativi a Coinbase

Devi sapere che esistono molti servizi alternativi a quelli di cui ti ho parlato, in grado di offrire la stessa sicurezza e affidabilità ai propri utenti. Di seguito te ne elenco alcuni dei migliori.

  • Binance – Binance è un exchange, ovvero una piattaforma grazie alla quale è possibile acquistare, scambiare, inviare e ricevere Bitcoin o altre criptovalute. Il design curato e la semplicità d’uso ti permetteranno di utilizzare il sito Web in maniera intuitiva sia da PC che da smartphone.
  • Coinomi (Android/iOS/iPad OS) – si tratta di una app per smartphone in grado di funzionare da wallet online. La sua integrazione con alcuni servizi di scambio di criptovalute la rendono comoda anche nel caso volessi gestire i tuoi Bitcoin senza l’utilizzo di un PC.
  • Kraken – Kraken è uno dei siti di scambio di criptovalute più conosciuti al mondo. Oltre a scambiare criptovalute e quindi a permetterne l’acquisto e la vendita, Kraken ti consente anche di utilizzare il tuo conto come wallet per ricevere e inviare fondi digitali.

Articolo realizzato in collaborazione con HYPE.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.