Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come comprare bitcoin

di

Dopo aver visto l’incredibile momento che stanno vivendo le criptovalute, vorresti sapere anche tu come comprare bitcoin partecipando a questa che molti definiscono come una grande rivoluzione finanziaria. Se questa sia la scelta giusta per le tue tasche o meno non sono certo io a doverlo decidere (i miei sono consigli tech, non finanziari) ma voglio comunque aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

Acquistare delle monete digitali è diventato davvero semplicissimo, con una serie infinita di exchange che fanno a gara per accaparrarsi i clienti. Il lato negativo di questa cosa consiste nel fatto che, alcune volte, vengano a galla delle piattaforme non proprio vantaggiose per l’utente, se non addirittura delle truffe.

Per questa ragione ho deciso di fare una guida per l’acquisto di bitcoin in tutta sicurezza, utilizzando solamente app e siti dalla fiducia comprovata e che sanno “coccolare” il cliente a modo loro. Se non vedi l’ora d’iniziare a investire nelle crypto, allora iniziamo sùbito a scoprire cosa questo mondo abbia da offrire.

Indice

Differenze tra exchange e broker

computer con grafici

Prima di andare alla guida vera e propria, ci tengo a chiarire una differenza sostanziale che è bene conoscere prima di fare qualunque operazione. Esistono i gli exchange (come Binance) e i broker di criptovalute (es. eToro) i quali sono molto diversi nella sostanza, anche se simili all’apparenza.

Gli exchange sono nati appositamente per detenere e scambiare criptovalute, con tutti i servizi offerti che ruotano interamente intorno a esse. Qui molto spesso si ha la possibilità di metterle a rendita ricevendo discrete percentuali d’interesse annuo, partecipare al lancio di nuove crypto e moltissime altre cose che dipendono dalla piattaforma in questione.

In ultimo, la vera è più importante differenza sta nel fatto che qui si possono effettivamente possedere le varie monete, il che implica anche poterle fare uscire dall’exchange per inviarle ad altri portafogli per ogni tipo d’evenienza.

I broker invece solitamente permettono l’acquisto di CFD ma non della crypto stessa. I CFD (abbreviazione di Contratto per differenza) prevedono l’impegno da parte del cliente in un contratto con il broker anziché nell’acquisto diretto dell’asset sottostante (la criptovaluta, in questo caso). Sono, dunque, dei titoli che replicano fedelmente il valore a cui sono legati ma non danno l’effettivo bene in mano all’acquirente. Ciò significa che, comprando un CFD di bitcoin, si avrà un titolo il quale permetterà di replicare guadagni o perdite dell’asset sottostante, ma nulla più.

Se un domani si volesse inviare quella valuta digitale a qualcuno per effettuare un pagamento o spostarla su un portafogli esterno, non sarebbe possibile poiché non la si deterrebbe fisicamente. Questo tipo di asset sono più adatti per chi vuole speculare sul prezzo, mentre per gli investitori che ragionano sul medio e lungo periodo possono avere poco senso.

Un altro svantaggio (o vantaggio a seconda delle esigenze) dei broker sta nel fatto che non sono piattaforme nate per le crypto, quanto piuttosto per il mercato azionario. Vale a dire che hanno quantità di valute digitali acquistabili piuttosto limitata oltre che servizi a esse connesse scarsi. Questo potrebbe far gola a chi vuole un portafogli azionario corposo e solo una piccola allocazione sulle criptovalute ma, per tutti gli altri, l’utilizzo di un exchange risulta essere la soluzione migliore. Se vuoi sapere alcune crypto da tenere d’occhio, dai un’occhiata a quest’articolo.

Comprare bitcoin su Young Platform

Young Platform

Veniamo ora al nocciolo della questione e cerchiamo di capire come comprare bitcoin. Per fare ciò è sufficiente appellarsi ad appositi servizi online e app.

Tra questi, mi sento di consigliarti Young Platform: una delle migliori soluzioni in Italia per comprare bitcoin e altre criptovalute, come ad esempio Ethereum, Polkadot e Dogecoin (ogni mese la scelta viene arricchita con nuove criptovalute).

Young Platform è un exchange con sede a Torino, disponibile come sito Internet e come app per Android e iOS, realizzato appositamente per chi muove i primi passi in questo tipo di investimenti, infatti ha un’interfaccia molto intuitiva e adatta anche ai principianti.

A certificare la massima trasparenza sulle transazioni e sulla custodia dei fondi degli utenti c’è il fatto che Young Platform è uno dei pochissimi exchange italiani regolamentati e che si appoggia interamente a banche italiane (Banca Sella e Banco Azzoaglio). Inoltre, l’infrastruttura tecnologica su cui si basa porta la firma di Modulus, che nel suo portafoglio clienti vanta JP Morgan Chase, Nasdaq, Goldman Sachs e molti altri nomi di rilievo internazionale. I servizi di custodia, verifica dell’identità e analisi on-chain sono invece garantiti dai loro partner: Fireblocks, Onfido e Chainanalysis.

Oltre ai classici depositi tramite bonifico bancario, Young Platform permette depositi con carte di credito/debito, Apple Pay e contanti, tramite i supermercati e i negozi convenzionati (es. Pam, Penny Market, Carrefour e Panorama). Per iniziare, basta recarsi sul sito ufficiale di Young Platform e creare un account gratuito cliccando sull’apposita voce e compilando il rapido modulo di registrazione che viene proposto. Ad accesso effettuato sarà poi possibile acquistare (e vendere) criptovalute con facilità seguendo le rapide indicazioni su schermo.

Young Academy

Come dici? Prima di cimentarti nell’acquisto di bitcoin vorresti saperne un po’ di più sul mondo delle criptovalute? Allora credo che dovresti dare un’occhiata a Young Academy. Si tratta di un portale italiano, completamente gratuito, dove si possono trovare più di 70 articoli che spiegano in modo semplice e conciso la finanza tradizionale, la criptoeconomia, la blockchain e le criptovalute. Gli articoli sono suddivisi in base al livello di preparazione del lettore, ad esempio Principiante e Intermedio, in modo da poter approfondire al meglio tutte le questioni in base al proprio livello di conoscenza attuale. Il manuale dell’investitore fornisce poi tutti gli strumenti pratici per acquisire nuove competenze e diventare un investitore più consapevole.

Una volta arricchite le proprie conoscenze in ambito di bitcoin e criptovalute, è possibile scaricare l’app Stepdrop per Android e iOS e rispondere ai quiz inerenti gli articoli di Young Academy: rispondendo correttamente è possibile guadagnare dei token YNG, che danno accesso a vantaggiosi sconti sull’exchange Young Platform (su cui si possono trasferire con un semplice swipe up). Per tutti i dettagli, consulta il sito ufficiale.

Come comprare bitcoin su Binance

binance

Binance è l’exchange più famoso e utilizzato al mondo. Ha fatto della semplicità d’uso e della completezza le sue bandiere, conquistando la fiducia di milioni d’investitori. Si potrebbero citare piattaforme più semplici o più complete di questa, ma mai entrambe le cose e, sopratutto, con un tale livello di comprovata affidabilità.

Binance dispone sia di un sito Web che di un’app mobile compatibile sia con Android che con iOS/iPadOS. Io per la spiegazione ho scelto di usare il sito Internet, ma lo stesso conto può essere gestito sia da PC che da smartphone, quindi non fa davvero nessuna differenza da dove si esegue la procedura.

Per aprire un account occorre andare nella schermata principale e premere sul pulsante Registrati. Bisogna poi inserire il proprio indirizzo di posta elettronica e una password sicura, in modo da ricevere una email di conferma che permette di proseguire nell’operazione. Il passo successivo è quello di fare la medesima cosa con un numero di telefono, utile anche per attivare la verifica in due passaggi tramite messaggio privato.

binance

Prima di poter iniziare a depositare soldi ed effettuare gli acquisti, vi è un’ulteriore verifica alla quale è imprescindibile sottoporsi. Per tracciare fiscalmente gli utilizzatori della piattaforma nei vari stati in cui operano ed evitare operazioni illecite quali riciclaggio o evasione, viene richiesta la foto di un documento identificativo, quale carta d’identità o passaporto. Siccome i vecchi modelli di carta italiana non sono conformi agli standard europei e molto spesso risultano danneggiati, il passaporto è l’opzione che garantisce le migliori probabilità di passare la verifica al primo colpo.

A questo punto è possibile versare del denaro e cominciare a investire su bitcoin o su una delle altre numerosissime valute che popolano l’exchange. Per farlo, occorre andare nel menù che si trova in alto a sinistra e reca la dicitura Compra Crypto, il quale apre un sotto-menu molto popolato.

apri conto binance

Il metodo classico è quello di acquistare con la carta di credito, la quale espone però al pagamento di una commissione dell’1,8% sul totale del deposito. La procedura si svolge come un classico pagamento online, con l’inserimento dei numeri che si trovano di fronte la carta, data e codice CVC. A seconda del circuito o della banca utilizzata, potrebbero esservi ulteriori verifiche di sicurezza da completare.

Al momento della stesura di quest’articolo, Binance non offre la possibilità di depositare tramite bonifico. Questo a causa di un rinnovo contrattuale tra l’exchange e l’intermediario di appoggio che non è andato a buon fine. La previsione è che vengano nuovamente abilitati nel breve termine, tuttavia non è chiaro quando questo avverrà. Esiste tuttavia la possibilità di comprare direttamente delle crypto tramite bonifico che si appoggia su una banca terza, ma è una pratica sconsigliatissima in quanto la si andrà ad acquistare a un prezzo maggiorato del 2,5% circa.

deposito binance

Gli altri metodi per depositare sono tramite Wallet Advcash (per chi ne avesse uno) oppure tramite bonifico P2P, il quale prevede un intermediario il quale farà il trasferimento e che si consiglia solo nel caso si abbia un appoggio fidato. Esiste poi la possibilità per comprare direttamente bitcoin o altre valute con la carta ma è bene verificare sempre il prezzo a cui vengono acquistate o vendute, accertandosi che sia il più fedele possibile al valore di mercato e calcolandone l’effettiva convenienza.

A questo punto, nel caso siano stati depositati degli Euro nel conto FIAT, per andare a convertirli in bitcoin o in qualsiasi altra crypto listata sull’exchange basta andare di nuovo sul menù a tendina, aprire la sezione Trading e scegliere l’opzione Converti.

Qui si aprirà una schermata che vede di base lo scambio da USDT a bitcoin quindi occorre cambiare il primo fattore. Andando sulla freccina in basso di fianco al simbolo della moneta, si aprirà un altro menù con tutte le coin disponibili e, una volta trovati gli Euro, si potranno convertire quelli posseduti nel portafoglio in qualsiasi moneta desiderata.

compra cripto binance

Di default è selezionata l’opzione Mercato, la quale effettua la transazione al miglior prezzo disponibile al momento del clic. Se si vuole impostare il prezzo d’ingresso, in alto a sinistra è presente la voce Limit, la quale permette di definire l’esatto valore al quale acquistare o vendere bitcoin. Attenzione però, se la crypto non dovesse mai arrivare a quel prezzo preciso, la transazione non verrà mai eseguita, quindi è bene scegliere accuratamente il punto d’ingresso.

Come comprare bitcoin con PayPal

PayPal, nota piattaforma di scambio di denaro online, ha da tempo annunciato di voler entrare nel mercato delle criptovalute offrendo la possibilità a tutti i suoi utilizzatori di comprare e vendere monete direttamente dall’app.

Purtroppo, al momento della stesura di quest’articolo, non è ancora possibile farlo, salvo per coloro che risiedono negli Stati Uniti o nel Regno Unito. Per questa ragione l’unico modo per passare da PayPal a crypto è attraverso exchange o broker che lo accettano come metodo di pagamento, ad esempio eToro e, in parte, Coinbase. Te ne parlo meglio qui sotto.

Come comprare bitcoin su Coinbase

coinbase

Coinbase è il secondo exchange più utilizzato al mondo, sebbene non sia il migliore in quanto a costi di transazione o per il numero di valute digitali offerte. Si è guadagnato un segmento così importante però grazie al fatto d’essere la piattaforma in grado d’operare negli U.S.A. in completa libertà, in quanto segue alla perfezione tutte le regole dettate dagli organi competenti.

Binance ha recentemente avuto qualche problema con le legislazioni locali, il quale lo hanno portato a dover sospendere l’erogazione di alcuni servizi. Nulla di preoccupante, non sta certamente per chiudere o diventare illegale, ma questa cosa ha causato qualche piccolo disservizio agli utenti. Coinbase invece non ha mai avuto di questi problemi e ha saputo conquistare quasi tutto il mercato americano.

Uno dei vantaggi di questa piattaforma sta nel fatto che permetta di ritirare il denaro tramite PayPal ma, almeno per ora, non sono ancora stati abilitati i depositi tramite questo tipo di conto. Qualche mese fa è uscita la notizia che sarebbe stato possibile versare con questo sistema, cosa vera ma solo per chi risiede negli Stati Uniti. Molto probabilmente questa possibilità verrà aperta anche ai cittadini europei, anche se al momento non è dato sapere quando.

Per aprire un conto su Coinbase i procedimenti sono gli stessi rispetto a quelli di Binance, con la verifica tramite documento d’identità. Una volta depositati gli Euro tramite bonifico o carta, sarà possibile convertirli direttamente in valute digitali andando nella sezione Portafoglio del sito o dell’app per Android e iOS/iPadOS, la stessa dalla quale è possibile collegare un conto e depositare valute FIAT.

Come comprare bitcoin su eToro

Etoro

eToro non è un exchange, ma un broker. Va detto che, rispetto a molti altri, offre alcuni vantaggi, come comprare bitcoin senza commissioni, oltre il fatto di non vendere dei CFD di criptovalute ma le monete digitali stesse.

A parte questo, qui è possibile utilizzare PayPal come metodo per versare denaro sul conto e acquistare crypto senza problemi. Questa è una delle pochissime piattaforme che offrono tale servizio, oltre al fatto di dare accesso ai titoli azionari di tutti i mercati più famosi del mondo.

Per aprire un conto occorre andare sul sito o usare l’app (Android/iOS/iPadOS) e selezionare la voce Iscriviti subito per essere catapultati nei procedimenti per la creazione del profilo molto simili a quelli visti in precedenza. Per versare del denaro basta fare clic su Deposita fondi e scegliere quale metodo si desidera utilizzare, sia esso un bonifico, carta o, appunto, PayPal.

Se vuoi sapere di più su eToro e sul suo funzionamento, ti lascio al mio tutorial dedicato e all’approfondimento su come comprare bitcoin usando eToro.

Come comprare bitcoin in contanti

dollari bitcoin

Comprare bitcoin in contanti è effettivamente possibile, ma non lo si può certo fare ovunque. Esistono infatti alcuni Bancomat che erogano questa e un paio d’altre criptovalute se s’immettono dei contanti al loro interno. Per farlo però, occorre possedere un wallet in grado di accogliere queste valute digitali.

Il mio consiglio è quello di utilizzare il Ledger Nano, uno dei cold wallet (portafogli disconnessi dalla Rete) più sicuri e utilizzati in assoluto, ma ce ne sono anche altri validi.

Wallet hardware per criptovalute Ledger Nano X - il miglior modo per a...
Vedi offerta su Amazon

Per inviare il denaro occorre copiare l’indirizzo corrispondente alla valuta acquistata per il Ledger posseduto, il che significa che se si vogliono inviare bitcoin occorre utilizzare l’adress destinato ai bitcoin del cold wallet. Utilizzarne uno non preposto alla medesima moneta comporterà la perdita totale e irreversibile dei fondi (salvo rarissime eccezioni) quindi è meglio essere assolutamente certi di aver copiato l’indirizzo giusto.

Per comprare bitcoin in contanti basta inserire i soldi in questo bancomat, immettere l’indirizzo di destinazione del portafogli e dare conferma. Dopo qualche minuto (a seconda della congestione della rete) le crypto compariranno nel wallet senza il minimo problema.

In Italia purtroppo è piuttosto difficile trovare un ATM di bitcoin, in quanto sono stati installati solo in alcune delle principali città, quali Milano, Roma e una manciata di altri luoghi, non certo ideali per chi vive nelle zone periferiche. Questi però sono gli unici metodi coi quali è possibile effettuare le transazioni in modo fisico, ma si spera che in futuro ne arriveranno molti altri.

Articolo realizzato in collaborazione con Young.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.