Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come comprare Bitcoin

di

I Bitcoin ti affascinano molto. Questa criptovaluta di cui si parla molto sembra rappresentare una vera e propria rivoluzione; tuttavia non sei ancora riuscito a capire bene come funzionano, se sono affidabili e su quali tecnologia si basano.

Insomma, se in questo momento sei qui e stai leggendo questa guida evidentemente è perché anche tu, la pari di tanti altri utenti, hai cominciato a chiederti come funzionano i Bitcoin. Vista la tua sete di curiosità ho dunque deciso di fornirti un po’ di info utili al riguardo in modo tale da permetterti di avere le idee perfettamente chiare sulla “materia”. Concediti dunque qualche minuto di tempo libero e concentrarti sulla lettura delle seguenti righe, vedrai che alla fine potrai dirti ben felice di averlo fatto.

Se sei d’accordo, direi che possiamo passare al sodo. Mettiti dunque bello comodo dinanzi al tuo computer e continua a concentrarti sulle indicazioni che trovi proprio qui di seguito. La “materia”, te lo dico sin da subito, non è affatto complicata ma per poter capire per bene in che modo procedere hai bisogno della massima attenzione e di una buona dose di concentrazione. Buon proseguimento di lettura!

Indice

Informazioni preliminari

quanto si guadagna mining criptovalute

Prima di spiegarti come comprare Bitcoin mi sembra però doveroso spiegarti di che cosa si tratta esattamente (nel caso in cui non lo avessi ancora ben capito!). I Bitcoin sono una criptovaluta, vale a dire un tipo di moneta digitale (non è l’unica al mondo ma è senz’altro la più popolare del momento) che può essere generata sfruttando la potenza di calcolo dei computer. Sono stati ideati nel 2009 da un gruppo di persone celatesi dietro lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto e si basano su un sistema P2P open source – pubblico e controllabile da chiunque – che sfrutta un database distribuito tra i nodi.

L’utilizzo di una rete peer to peer (simile a quella di programmi come uTorrent) consente all’economia Bitcoin di funzionare senza passare per un ente centrale. Detta in altri termini, non c’è un’azienda che controlla il traffico o il valore delle monete digitali e non ci sono intermediari fra gli utenti. Esiste solo una fondazione no-profit, denominata Bitcoin Foundation, la quale raccoglie membri rispettati della comunità e sviluppatori di programmi per ottenere Bitcoin ma non ha poteri diretti sul funzionamento della rete o sul valore della criptovaluta.

Proprio per tutte le loro caratteristiche, per le regole e per le “meccaniche” che vi sono alle spalle, i Bitcoin sono totalmente legali e vengono considerati come vere e proprie unità di conto e pertanto sono riconosciuti senza problemi in tutto il globo, Italia compresa. Per cui, eventuali introiti derivati dalla loro vendita o dal loro scambio con soldi reali vanno dichiarati al fisco come qualsiasi altra entrata.

Muovere i primi passi con i Bitcoin

Come guadagnare BTC

Prima di indicarti come comprare Bitcoin c’è un’altra cosa su cui mi sembra doveroso soffermarsi: il valore di tale valuta. Partendo dal presupposto che, così come il valore delle altre “comuni” valute può mutare repentinamente nel corso dei giorni (o addirittura delle ore), anche quello dei Bitcoin è soggetto a continui cambiamenti. Per avere un quadro completo della situazione puoi visitare il sito Web Bitstamp, che è uno dei portali per scambiare Bitcoin con soldi veri più usati al mondo, e Bitcoin Charts, che invece mostra la valutazione dei Bitcoin su tutti i principali siti di exchange.

Va poi preso in considerazione il fatto che il numero complessivo dei Bitcoin è, a differenza di quel che in molti possono pensare, limitato. Più precisamente, ne è previsto un ammontare massimo di 21 milioni e ogni quattro anni la quantità di monete create viene dimezzata. Avanzando con il ritmo attuale, entro il 2030 saranno stati generati almeno 20 milioni di Bitcoin e questo porterà a un aumento del loro valore reale. Per maggiori dettagli, ti consiglio di visitare il sito ufficiale di Bitcoin in lingua italiana che contiene molti argomenti e link utili ed interessanti.

Creare un portamonete digitale

Prima di cominciare a comprare Bitcoin devi inoltre provvedere a creare il tuo portamonete digitale (chiamato tecnicamente wallet), vale a dire il file all’interno del quale saranno salvate le monete. Non è difficile: tutto quello che devi fare è scegliere un client, ossia un software, fra quelli disponibili su Internet e seguire le indicazioni contenute in esso per aprire il tuo portamonete Bitcoin. Puoi trovare tutti i principali wallet per Bitcoin visitando la sezione dedicata del sito Internet Bitcoin.org.

Fra i client più diffusi c’è Bitcoin Core che è compatibile con Windows, macOS e Linux ed attraverso il quale è possibile gestire il portamonete, effettuare e ricevere pagamenti in Bitcoin. Il suo funzionamento è decisamente elementare. Dopo averlo scaricato tramite il collegamento che ti ho fornito poc’anzi (è sufficiente cliccare sull’icona del programma poi sul bottone Installa) ed installato (basta avviare il pacchetto .exe ottenuto e cliccare sempre su Avanti o, se usi un Mac, trascinare l’icona del software nella cartella Applicazioni) devi lanciarlo e scegliere la cartella in cui salvare il tuo portafogli.

Ad operazione completata, metti immediatamente in sicurezza il wallet attivandone la cifratura recandoti nel Impostazioni e cliccando su Cifra portamonete. Di tanto in tanto, non dimenticare di crearne delle copie di sicurezza richiamando la voce Backup portamonete disponibile nel menu dell’applicazione.

Un altro importante accorgimento riguardante l’uso del portamonete digitale è quello di aspettare che il software si sincronizzi in maniera completa con la rete Bitcoin. Questo sta a significare che deve essere scaricata sul computer la blockchain su cui si basa il sistema, ovvero il il database nel quale vengono registrate tutte le transazioni dei Bitcoin e, come suggerisce il nome stesso, è strutturata a blocchi. Ogni blocco è diverso da un altro e ciascuno di essi contiene un numero fisso di monete più le chiavi pubbliche di chi effettua le transazioni (cioè i loro indirizzi pubblici) e i dati del blocco precedente. Puoi controllare la data stimata per il prossimo cambio di valore dei blocchi mediante il sito Internet Bitcoin Clock.

Per scoprire invece qual è l’indirizzo del tuo portamonete recati nel menu File del software e seleziona la voce Indirizzi di ricezione. Se invece vuoi crearne di personalizzati (fanno sempre riferimento allo stesso wallet), fai clic sul pulsante Nuovo.

Comprare Bitcoin

Young Platform

Veniamo ora al nocciolo della questione e cerchiamo di capire come comprare Bitcoin. Per fare ciò è sufficiente appellarsi ad appositi servizi online e app.

Tra questi, mi sento di consigliarti Young Platform: una delle migliori soluzioni in Italia per comprare Bitcoin e altre criptovalute, come ad esempio Ethereum, Polkadot e Dogecoin (ogni mese la scelta viene arricchita con nuove criptovalute).

Young Platform è un exchange con sede a Torino, disponibile come sito Internet e come app per Android e iOS, realizzato appositamente per chi muove i primi passi in questo tipo di investimenti, infatti ha un’interfaccia molto intuitiva e adatta anche ai principianti.

A certificare la massima trasparenza sulle transazioni e sulla custodia dei fondi degli utenti c’è il fatto che Young Platform è uno dei pochissimi exchange italiani regolamentati e che si appoggia interamente a banche italiane (Banca Sella e Banco Azzoaglio). Inoltre, l’infrastruttura tecnologica su cui si basa porta la firma di Modulus, che nel suo portafoglio clienti vanta JP Morgan Chase, Nasdaq, Goldman Sachs e molti altri nomi di rilievo internazionale. I servizi di custodia, verifica dell’identità e analisi on-chain sono invece garantiti dai loro partner: Fireblocks, Onfido e Chainanalysis.

Oltre ai classici depositi tramite bonifico bancario, Young Platform permette depositi con carte di credito/debito, Apple Pay e contanti, tramite i supermercati e i negozi convenzionati (es. Pam, Penny Market, Carrefour e Panorama). Per iniziare, basta recarsi sul sito ufficiale di Young Platform e creare un account gratuito cliccando sull’apposita voce e compilando il rapido modulo di registrazione che viene proposto. Ad accesso effettuato sarà poi possibile acquistare (e vendere) criptovalute con facilità seguendo le rapide indicazioni su schermo.

Young Academy

Come dici? Prima di cimentarti nell’acquisto di Bitcoin vorresti saperne un po’ di più sul mondo delle criptovalute? Allora credo che dovresti dare un’occhiata a Young Academy. Si tratta di un portale italiano, completamente gratuito, dove si possono trovare più di 70 articoli che spiegano in modo semplice e conciso la finanza tradizionale, la criptoeconomia, la blockchain e le criptovalute. Gli articoli sono suddivisi in base al livello di preparazione del lettore, ad esempio Principiante e Intermedio, in modo da poter approfondire al meglio tutte le questioni in base al proprio livello di conoscenza attuale. Il manuale dell’investitore fornisce poi tutti gli strumenti pratici per acquisire nuove competenze e diventare un investitore più consapevole.

Una volta arricchite le proprie conoscenze in ambito di Bitcoin e criptovalute, è possibile scaricare l’app Stepdrop per Android e iOS e rispondere ai quiz inerenti gli articoli di Young Academy: rispondendo correttamente è possibile guadagnare dei token YNG, che danno accesso a vantaggiosi sconti sull’exchange Young Platform (su cui si possono trasferire con un semplice swipe up). Per tutti i dettagli, consulta il sito ufficiale.

Altri sistemi per ottenere Bitcoin

Oltre a poter comprare Bitcoin così come visto poc’anzi, è possibile riempire il proprio portamonete digitale anche in altro modo. Come? Facendo eseguire dei calcoli matematici al processore del computer oppure alla sua GPU, ossia al processore della scheda grafica. Quest’attività viene chiamata mining e la sua complessità aumenta con il trascorrere del tempo.

La creazione delle monete digitali richiede però un’elevata potenza di calcolo e quel che ne consegue è un gran dispendio energetico, due fattori questi che rendono la pratica del minning infruttuosa, anche per coloro che possono contare su di una scheda video particolarmente all’avanguardia. A questo punto entrato in gioco il mining pool, le affiliazioni e l’uso degli ASIC. Trovi maggiori dettagli proprio qui di seguito.

Computer per il mining

Come ottenere Bitcoin

Sul mercato è possibile trovare computer ad hoc per generare Bitcoin consumando meno energia rispetto ai PC tradizionali. Trattasi di quelli che prendono il nome di ASIC Bitcoin Miner. Il termine ASIC è l’acronimo di Application-Specific Integrated Circuit. Possono essere acquistati su Amazon o su altre piattaforme per il commercio elettronico.

La cosa può apparire sicuramene allettamento ma è opportuno considerare che alcuni di questi computer appositi sono contraddistinti da una scarsa qualità costruttiva e riducono in breve tempo le loro prestazioni. Per cui, prima di acquistare uno di questi “aggeggi” ed investire del denaro in un prodotto che magari non ne vale realmente la pena è bene prendere tutte le informazioni del caso, magari facendo qualche ricerca su Google.

Mining Pool

Come ottenere Bitcoin

Un altro modo per ottenere Bitcoin senza mandare in panne il proprio computer e senza spendere for di quattrini in energia elettrica è sicuramente il mining pool. Trattasi di un sistema che, come ti ho già anticipato, sfrutta la tecnica del calcolo distribuito e consente a più utenti sparsi in giro per il globo di unire le potenze di calcolo dei propri computer per raggiungere l’obiettivo: il mining, appunto. Ad operazione completata, il valore del blocco minato viene suddiviso fra tutti i partecipanti.

Se la cosa ti interessa, su Bitcoin Wiki puoi trovare i link ad alcuni dei servizi di mining pool più popolari (es. Slushpool) con le relative caratteristiche e le commissioni previste. Per sfruttarli bisogna però usare appositi software, come nel caso di BFGMiner che è abbastanza intuitivo ed è compatibile con Windows e Linux. Se utilizzi un Mac, puoi ottenere una versione pre-compilata del software tramite questa pagina.

Dopo aver scaricato BFGMiner sul tuo computer, avvialo, immetti i dati del sistema di pooling al quale hai effettuato l’iscrizione ed attendi che il software cominci a sfruttare la GPU per generare i Bitcoin.

ASIC USB

Come comprare Bitcoin

Un ulteriore sistema che puoi prendere in considerazione in alternativa al comprare Bitcoin ed alle soluzioni già indicate è quello che consiste nel ricorrere all’uso degli ASIC. Si tratta di di circuiti integrati progettati per risolvere calcoli ben precisi in maniera rapida ed efficiente. La loro natura li rende ideali per il mining di Bitcoin, in particolare perché presentano consumi energetici e costi abbastanza ridotti.

Sono disponibili su eBay ed anche su altri store online e presentato una forma abbastanza simile a quella delle comunissime pendrive per l’archiviazione dei dati.

Articolo realizzato in collaborazione con Young.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.