Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come pulire il PC portatile

di

Pulire il computer è un’operazione importantissima. Non mi riferisco alla cancellazione dei file inutili dall’hard disk (come invece ti ho spiegato nella mia guida sull’argomento) ma parlo di polvere e sporcizia – nel senso più letterale del termine – da rimuovere con le proprie mani. Rassegnati, prima o poi tocca a tutti farlo e a giudicare dalla patina bianca che ricopre il display del tuo laptop credo che sia arrivato anche il tuo momento! Come? Sei perfettamente d’accordo con me ma non hai la più pallida idea di come procedere per pulire il PC portatile? Beh, ma non hai assolutamente motivo di allarmanti… posso infatti fornirti io tutte le spiegazioni e le dritte di cui hai bisogno!

Coraggio, armati di panno, spugna, acqua e poco altro e passa all’azione. Cosa hai detto? Hai paura di fare danni perché è la prima volta che ti ritrovi a dover eseguire un’operazione di questo tipo? Non trovare scuse. Adesso ti dico io come fare senza correre rischi inutili o perdere troppo tempo. Ti assicuro che alla fine ne sarà valsa la pena.

Dedica dunque qualche minuto del tuo tempo libero alla lettura di questa guida, recupera tutta l’attrezzatura necessaria per far tornare “lindo e pinto” il tuo fido computer e vedrai che alla fine potrai dirti più che soddisfatto del risultato ottenuto. Detto ciò, mettiamo al bando le ciance e procediamo!

Pulire il display del PC portatile

pul1

Cominciamo questa guida su come pulire il PC portatile dal display. Gli schermi LCD dei laptop sono molto delicati, pertanto anche la rimozione di un po’ di polvere formatasi sulla loro superficie va eseguita con estrema cura e attenzione. L’occorrente? Un comunissimo panno in microfibra, che può essere acquistato a pochi euro in qualsiasi supermercato o negozio di articoli per la pulizia della casa.

In alternativa al panno in microfibra, puoi utilizzare un panno in pelle di daino o un panno in pelle di camoscio, sono entrambi altrettanto adatti allo scopo. Evita però panni abrasivi, asciugamani, salviette di carta e oggetti simili che possono danneggiare irreparabilmente lo schermo del tuo computer.

Come agire, puoi intuirlo abbastanza facilmente. Non devi fare altro che spegnere il display del computer e passare delicatamente su di esso il panno in microfibra fino a quando non vengono eliminate tutte le tracce di polvere.

Nei casi più “gravi”, vale a dire quando la polvere si è accumulata a lungo o sul monitor ci sono anche delle macchie, devi inumidire il panno in microfibra con una soluzione composta al 50% da acqua e al 50% da aceto bianco, passarlo delicatamente nei punti dello schermo da trattare e poi asciugare (usando un lato asciutto dello stesso panno).

Nella maggior parte dei casi l’esecuzione delle operazioni che ti ho appena indicato è più che sufficiente per pulire il display del PC portatile e l’uso di prodotti detergenti va dunque a rivelarsi superfluo. Possono però esserci circostanze in cui la sola pulizia con un panno ed una soluzione liquida “casalinga” va a rivelarsi insufficiente ed allora è necessario ricorrere all’impiego di appositi prodotti detergenti in grado di rimuovere completamente lo sporco.

Qualora questa fosse la tua situazione, mi raccomando: utilizza solo e soltanto soluzioni appositamente ideate per lo scopo in questione che puoi reperire a prezzi abbastanza contenuti in un qualsiasi negozio di elettronica, negli ipermercati o online, su siti come Amazon oppure eBay.

Pulizia dello schermo (100ML) + Belle Microfibra Asciugamano (30x30CM)...
Amazon.it: 9,45 €Vedi offerta su Amazon
HQ CLP-008 Kit per Pulizia Schermi LCD
Amazon.it: 3,70 €Vedi offerta su Amazon

Nel caso in cui dovesse essere necessario ricorrere all’impiego di appositi prodotti detergenti per pulire il display del PC portatile, non dovrai mai spruzzare il liquido direttamente sullo schermo. Procedi quindi andando a spruzzare il detergente sul panno in microfibra o su quello fornito direttamente in dotazione e procedi poi andando ad effettuare la pulizia dello schermo.

A prescindere dal sistema che hai adottato, nell’effettuare la pulizia del laptop non va assolutamente esercitata una pressione eccessiva sullo schermo. Cerca dunque di essere quanto più possibile accorto e delicato nel mettere in pratica le indicazioni che ti ho fornito onde evitare che il tuo computer subisca dei danni.

Pulire le parti esterne del PC portatile

pul2

Ora vediamo come pulire il PC portatile occupandoci del suo “corpo”, vale a dire il trackpad, la tastiera, il retro e… tutto il resto della scocca. In questo caso, ti consiglio di utilizzare un altro oggetto che si trova facilmente in tutti i negozi che vendono articoli per la pulizia della casa. Mi riferisco a quelle cosiddette gomme magiche che consentono di rimuovere le tracce di sporco da plastica e acciaio.

Per pulire il PC portatile andando ad intervenire su tutte le altre parti dello stesso fatta eccezione per il display, procedi dunque andando innanzitutto a spegnere il computer, a rimuovere dallo stesso l’eventuale batteria e le periferiche collegate (ad esempio, mouse e hard disk esterno) ed a scollegare il dispositivo dall’alimentatore e dalla presa elettrica.

Una volta fatto ciò, passa la gomma sotto l’acqua, strizzala in modo da eliminare il liquido in eccesso ed utilizzala per pulire la superficie del tuo laptop: tastiera, trackpad, ecc. Al termine dell’operazione, asciuga il “corpo” del computer usando della carta o – meglio ancora – un panno in microfibra e il gioco è fatto.

La pulizia è assicurata sia su portatili con corpi in alluminio sia su portatili standard in plastica.

Se ci sono briciole o tracce di polvere fra i tasti della tastiera e le porte di connessione, liberati dello sporco usando una bomboletta di aria compressa. Andrà tutto via in pochi istanti, fidati.

Se invece vuoi rimuovere i tasti dal loro alloggiamento per pulirli, aiutati con un coltello durante questa operazione. Fa’ estrema attenzione mentre stacchi i tasti dalla tastiera per evitare di danneggiarli, di rompere i connettori o di ferirti. Inoltre, prima di togliere i tasti prendi nota su come rimontarli nella sequenza corretta.

Adesso prendi una ciotola e riempila con dell’acqua e qualche goccia di sapone per piatti. Lascia in ammollo tutti i tasti nella soluzione di acqua e sapone finché non si saranno ripuliti da tutti i residui. In alcuni casi, per rimuovere lo sporco potrebbe essere necessario spazzolare delicatamente i tasti oppure strofinarli con le dita.

A pulizia ultimata, asciuga uno ad uno i tasti con un panno pulito dopodiché, prima di “ricomporre” il tuo portatile, attendi qualche minuto affinché si asciughi completamente. Nel frattempo, mi raccomando, non chiudere lo schermo ma lascialo aperto affinché l’aria possa circolare liberamente ed asciugare completamente ogni parte del computer.

Pulire la parti interne del PC portatile

Come pulire il PC portatile

Il tuo laptop ha cominciato a surriscaldarsi in maniera eccessiva e quindi hai deciso di pulire il suo sistema di areazione? Non è un’operazione alla portata di tutti, ma ci si può riuscire. Per prima cosa, devi smontare il portatile trovando le istruzioni esatte per il tuo modello di computer sul manuale utente solitamente annesso alla confezione di vendita del dispositivo oppure su Internet, dopodiché devi individuare la posizione delle ventole e procedere alla loro pulizia.

Purtroppo sul da farsi non posso essere più preciso poiché ogni laptop ha una struttura diversa e, dunque, prevede un procedimento a sé stante per essere aperto e raggiungere i vari componenti interni. Se necessiti di maggiori informazioni a riguardo, puoi però consultare la mia guida su come smontare un portatile mediante cui ho provveduto a fornirti maggiori informazioni sul da farsi e ti ho indicato com reperire in rete tutte le informazioni di cui hai bisogno. Mi raccomando, se hai anche soltanto un dubio non esitare a dargli almeno uno sguardo.

Una volta smontato il PC portatile, per poter rimuovere la polvere dalle ventole utilizza un cotton fioc passandolo delicatamente nei punti dove c’è la maggiore concentrazione di polvere.

Per ulteriori delucidazioni sull’argomento, puoi consultare il sito Internet Instructables su cui è presente una guida passo passo dedicata a questa operazione che ti tornerà sicuramente utile. È in inglese ma comprende tante foto che rendono facilissima la comprensione anche a chi non “mastica” la lingua.