Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Programmi per pulizia PC

di

Già da qualche tempo a questa parte hai notato che il PC ha cominciato a fare le bizze, come si suol dire. Rallentamenti ed errori vari sono ormai all'ordine del giorno, al punto tale che stai prendendo seriamente in considerazione l'ipotesi di rimpiazzare il tuo attuale computer con un altro. Prima di compiere un passo tanto drastico, però, permettimi di darti un piccolo ma spesse volte utile consiglio: perché non provi prima a dare una bella ripulita alla tua postazione multimediale?

No, non mi riferisco al rimuovere polvere e sporcizia (cosa che, comunque, non faresti male a fare!), ma all'eliminazione di tutti quei file spazzatura che, con l'andar del tempo, vanno inevitabilmente ad accumularsi sul disco, alla correzione di errori e impostazioni mal regolate e all'individuazione e alla successiva rimozione di eventuali malware che, non di rado, creano malfunzionamenti all'insaputa dell'utente. Per riuscirci, ti basta usare i programmi per la pulizia del PC, sia per Windows che per macOS, che provvederò a consigliarti in questa mia guida.

Allora? Che ne diresti di prenderti qualche minuto libero solo per te, di posizionarti bello comodo e di mettere alla prova i software che trovi qui di seguito? Sì? Grandioso. Suggerisco, dunque, di non temporeggiare oltre e di cominciare subito a darci da fare. Buona lettura e… buon lavoro!

Indice

Programmi per pulizia PC gratis

PC

Avrai sicuramente trovato in giro per il Web dei programmi per la pulizia del PC free che promettono il ripristino delle prestazioni originali del computer in pochi clic. Ebbene, devo metterti in guardia da questi software poiché spesso sono inefficaci, rallentano addirittura il sistema (restando sempre in esecuzione in background) e fanno danni di vario genere andando a cancellare voci di registro e funzioni di sistema che in realtà non andavano toccate. Non di rado, inoltre, ci si imbatte in finti software di manutenzione che nascondono malware.

Ti starai chiedendo, se non puoi fidarti di questi programmi, quali potresti utilizzare? È proprio quello che voglio presentarti in questo tutorial, ti illustrerò alcuni software sia per Windows sia per macOS che riusciranno a garantirti risultati eccellenti senza farti correre alcun tipo di rischio (anche perché molti di essi sono già integrati nei sistemi operativi in questione). Sei pronto? Bene, allora iniziamo sùbito.

Programmi per pulizia PC Windows 10 gratis

Se disponi di un PC con Windows 10 o Windows 11, hai già tutto ciò di cui hai bisogno per la gestione del dispositivo. Gli ultimi sistemi operativi di Microsoft hanno infatti compiuto passi da gigante e sono caratterizzati da ottimi software “di serie” in grado di occuparsi della pulizia e della manutenzione quotidiana del PC. Ti presento quindi, senza ulteriore indugio, i migliori programmi per pulizia PC Windows.

Pulizia disco

Come ripulire il PC da file inutili

La Pulizia disco, proprio come suggerisce il nome, ti permette di eliminare dal disco (HDD o SSD che sia) i file temporanei, quelli inutilizzati, i programmi scaricati, le anteprime e persino ciò che è presente nel cestino.

Si rivela un ottimo strumento di partenza per iniziare a eliminare file inutili e liberare un po' di spazio su disco. Per servirtene, fai clic sul pulsante Start (l'icona della bandierina collocata in basso), cerca “pulizia disco” e clicca sul primo risultato.

Ora attendi che il programma esegua una scansione delle cartelle (il procedimento può richiedere pochi secondi o svariati minuti, a seconda della quantità di file rilevati). Al termine della scansione, vedrai una lista di categorie: clicca sulla casella corrispondente a quelle che vuoi pulire attivando il segno di spunta (ti consiglio Programmi scaricati, File temporanei Internet, Cestino, File temporanei e Anteprima), dopodiché fai clic su OK in basso per iniziare la procedura.

Puoi anche andare a pulire i file di sistema (es. i file degli aggiornamenti di Windows) cliccando sul pulsante apposito e spuntando le caselle relative ai file da eliminare, ma ti consiglio di toccare questa sezione solo se strettamente necessario e se sai “dove stai mettendo le mani”.

Impostazioni di Archiviazione

impostazioni di archiviazione

Se il PC è colmo di programmi e file ma non riesci a individuarne la posizione per procedere a una rimozione mirata, ti consiglio di sfruttare le Impostazioni di Archiviazione: un menu tramite il quale gestire comodamente ciò che è presente sul tuo disco.

Impostazioni di Archiviazione, infatti, ti presenta una lista chiara e immediatamente comprensibile, indicandoti quanto spazio occupano singole categorie di file (App e funzionalità, File temporanei, Video, Documenti e così via). Per accedere a questo comodo strumento, fai clic sul pulsante Start (l'icona della bandierina collocata in basso), cerca “impostazioni di archiviazione” e clicca sul primo risultato.

All'apertura della nuova finestra, vedrai il menu con le categorie menzionate poc'anzi: per visualizzarle tutte, scorri in basso e clicca su Mostra altre categorie. In questo modo potrai renderti conto dello spazio utilizzato da ognuna di essere e decidere di intervenire dove necessario. Se, per esempio, pensi che App e funzionalità occupi troppo spazio su disco, fai clic sulla voce omonima.

Nella schermata successiva troverai la lista di applicazioni installate sul computer: ordinale per dimensioni cliccando sulla voce Ordina per e scegliendo poi Dimensioni. In questo modo vedrai il software che occupa più spazio a partire dall'alto e potrai decidere di rimuovere i programmi che non usi più cliccando sul nome del software e poi selezionando Disinstalla. Trovi maggiori dettagli in merito nella mia guida dettagliata su come disinstallare un programma.

Per eliminare i file superflui, invece, dal menu precedente fai clic su File temporanei. Vedrai così una lista dettagliata di tutti quelli che attualmente occupano spazio sul PC: seleziona le categorie che vuoi rimuovere cliccando sulla casella alla sinistra delle singole descrizioni, aggiungendo il segno di spunta.

Attenzione: la tua cartella Download potrebbe essere inserita in questa lista e, se hai molti file scaricati potrebbe occupare anche svariati Gigabyte, non selezionarla se hai documenti importanti al suo interno dal momento che la procedura automatizzata li rimuoverà tutti.

Per questa specifica categoria ti consiglio di eseguire una pulizia manuale. Quando avrai terminato la selezione delle categorie non devi far altro che cliccare sul pulsante Rimuovi file per avviare la procedura.

Deframmenta e ottimizza unità

ottimizza unità

La frammentazione dei dati è un problema in cui, presto o tardi, incappano tutti i computer. Per garantire sempre un ottimo funzionamento del PC è importante quindi utilizzare lo strumento messo a disposizione da Windows, chiamato appunto Deframmenta e ottimizza unità. Prima di procedere con l'esecuzione del software, devo ricordarti che la funzione di deframmentazione è pensata principalmente per i dischi meccanici (HDD), mentre l'ottimizzazione è riservata agli SSD. Inoltre, non dovrebbe essere necessario intervenire manualmente su queste funzioni, in quanto di norma attive di default.

Ad ogni modo, per verificare che le ottimizzazioni del disco siano attive, clicca sul pulsante Start (l'icona della bandierina collocata in basso), cerca “deframmenta e ottimizza unità” e clicca sul primo risultato. All'apertura del programma vedrai in una schermata tutti i tuoi dischi.

A questo punto, controlla che in corrispondenza della sezione Ottimizzazione pianificata sia presente la dicitura Attivata: se non è presente e quindi l'ottimizzazione del disco non avviene in automatico, clicca su Modifica impostazioni e attivala tu.

Per avviare una deframmentazione/ottimizzazione manuale del disco, invece, seleziona quello che ti interessa e poi fai clic su Ottimizza (per SSD) o Deframmenta (per HDD). Il procedimento verrà avviato immediatamente e potrebbe richiedere più o meno tempo a seconda dell'ultima volta che è stato eseguito. Per ulteriori informazioni in merito puoi consultare la mia guida specifica su come deframmentare.

BleachBit

bleachbit

Se gli strumenti di Windows ti sembrano limitati, potresti prendere in considerazione uno dei programmi di terze parti più affidabili attualmente disponibili. Si tratta di BleachBit, un software gratuito e open source che esegue una scansione dettagliata del sistema e aiuta a ripulire file inutilizzati o anche, scendendo più nello specifico, a rimuovere file e cartelle. È molto affidabile ma, come per tutti i programmi di questo tipo, prima di usarlo ti consiglio di fare un backup del PC.

BleachBit è disponibile in due versioni: quella che installa il software sul PC o, per chi non vuole aggiungere ulteriori programmi, anche nella variante portable, ovvero in grado di eseguire il software senza alcun tipo di installazione.

Per scaricare quest'ultima, devi recarti sul sito ufficiale che ti ho appena linkato e cliccare su BleachBit portable. Attendi che il download venga completato e poi procedi con l'estrazione della cartella dal file ZIP scaricato (se non sai come fare, puoi seguire la mia guida in merito).

Individua nella cartella il file bleachbit.exe e fai doppio clic per avviare il programma. Nella schermata iniziale troverai una colonna a sinistra con tutte le cartelle dei programmi installati sul computer che creano file potenzialmente inutili. Seleziona il programma di tuo interesse, per esempio Google Chrome o Microsoft Edge, cliccando sulla casella dei File temporanei.

Fai clic su Anteprima in alto e ti verrà fornita una lista dei file che saranno eliminati, assicurati di non aver selezionato altre categorie per errore e poi clicca su Pulisci e poi Elimina. Il procedimento di BleachBit è irreversibile, quindi presta particolare attenzione ai file selezionati.

Il software in questione è anche in grado di pulire il registro di sistema, ma se vuoi un consiglio evitare di farlo: si tratta di una procedura che ormai porta a pochi vantaggi e, spesso, porta alla cancellazione di chiavi che invece servono al corretto funzionamento di Windows.

Programmi per pulizia PC da virus

windows defender

I programmi per la pulizia del PC in italiano in grado di difenderti dai virus senza rallentare il computer o causare problemi di compatibilità non sono molti, per questo ti consiglio di utilizzare la soluzione “di serie” di Windows, che si è dimostrata sempre efficace nel fronteggiare le nuove minacce.

Sto parlando di Microsoft Defender, integrato in Windows 10 e 11. Il suo utilizzo è estremamente semplice dal momento che basta attivarlo per far sì che il computer sia sempre protetto, anche durante la navigazione. Per scoprire come sfruttare questa risorsa al meglio ti invito a leggere la mia guida specifica che ti aiuterà a capire, qualora non lo sia ancora, come attivare Windows Defender sul tuo PC.

Se per qualche motivo Windows Defender non è abbastanza e necessiti di una protezione aggiuntiva, allora puoi prendere in considerazione altri software che ti presento nel mio tutorial sui migliori antivirus gratis.

Programmi per pulizia Mac

Programmi per pulizia PC

Se stai usando un Mac, ti consiglio di provare CleanMyMac X. Si tratta di uno dei software per la pulizia e l'ottimizzazione di macOS più famosi e utilizzati al mondo. Mette a disposizione dei suoi utilizzatori comodi strumenti per liberare spazio su disco ma anche per velocizzare l'avvio del sistema e proteggere il computer dai malware (sì, esistono anche per macOS, anche se in misura minore rispetto a Windows) e molto altro ancora.

È possibile scaricarlo e usarlo gratis e liberare fino a 500MB di spazio sul disco; per superare questa limitazione bisogna passare alla versione completa (si può scegliere tra il pagamento una tantum al costo di 89,95 euro oppure la formula abbonamento al costo di 39,95 euro/anno). CleanMyMac X è incluso anche in Setapp: un servizio che permette di accedere a tantissime applicazioni per macOS a pagamento pagando una piccola fee mensile o annuale (nei piani più avanzati include anche alcune app per iOS/iPadOS). Maggiori info qui.

Per servirtene, collegati al sito Internet del programma e fa clic sul pulsante di download. A scaricamento ultimato, estrai l'archivio zip appena ottenuto e sposta l'icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS.

Avvia quindi il software, accetta le condizioni d'uso, concedi tutte le autorizzazioni di sistema necessarie e avvia la scansione del Mac.

Ad analisi ultimata, ti sarà mostrato il resoconto relativo alle attività che possono essere svolte per liberare spazio su disco, aumentare la protezione del sistema e la velocità dello stesso. Per scoprire in dettaglio quali sono le attività da svolgere, clicca sulle relative icone Pulizia, Protezione e Velocità.

Per avviare la pulizia del disco e per correggere gli eventuali problemi scovati, pigia, infine, sul pulsante Avvia situato in basso al centro. Se per completare l'operazione di pulizia e ottimizzazione del computer ti viene chiesto di autorizzare l'installazione di un nuovo assistente, acconsenti pure alla cosa digitando la password del tuo account utente su macOS nel campo apposito e facendo poi clic sul pulsante Installa assistente.

Per ulteriori dettagli, ti rimando alla lettura del mio tutorial dedicato in via specifica a come funziona CleanMyMac X, mediante il quale ti ho descritto il funzionamento del software in maniera approfondita.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.