Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come deframmentare

di

Anche se ti sei avvicinato da poco al mondo dei computer, avrai sicuramente sentito spesso parlare di deframmentazione. La deframmentazione è un’operazione di routine che va compiuta sui PC equipaggiati con il sistema operativo Windows, la quale permette di “riordinare” i file sul disco fisso riducendone i tempi di apertura dopo che, con il susseguirsi delle modifiche, questi tendono a frammentarsi occupando punti dell’hard disk distanti fra loro.

Facile a dirsi, ma a farsi? Come deframmentare un disco fisso per chi non è un grande esperto di PC? Tranquillo, anche se a primo acchito può sembrare un’operazione delicata o particolarmente difficile, posso assicurarti che la deframmentazione del disco fisso è una di quelle operazioni che possono compiere tutti senza avere il timore di combinare pasticci con il PC. Vediamo in dettaglio come.

Se vuoi imparare come deframmentare l’hard disk del computer ed utilizzi come sistema operativo Windows 7 oppure Windows Vista, sappi che puoi dormire sonni tranquilli. Nelle ultime versioni del suo sistema operativo, Microsoft ha infatti introdotto una funzione di deframmentazione automatica che provvede ad ottimizzare la posizione dei file sul disco in maniera automatica nei momenti di inattività del PC, senza che l’utente se ne accorga o debba muovere un dito.

Per accertarti che questa funzione sia abilitata anche sul tuo PC (e dovrebbe esserlo, a meno che qualcuno non l’abbia disattivata intenzionalmente), clicca sul pulsante Start di Windows, digita il termine deframmentazione nella barra di ricerca veloce e clicca sulla voce Utilità di deframmentazione dischi che compare nel menu di sinistra. Nella finestra che si apre, comparirà l’elenco degli hard disk e delle partizioni presenti nel computer con sopra l’indicazione Deframmentazione pianificata attivata e di seguito la data e l’ora in cui viene effettuata la deframmentazione automatica.

Se vuoi cambiare il giorno e la data in cui Windows deve eseguire la pianificazione, non devi far altro che cliccare sul pulsante Configura pianificazione e impostare Frequenza, Giorno ed Ora della deframmentazione automatica attraverso gli appositi menu a tendina. Puoi anche effettuare una deframmentazione istantanea del disco (necessaria nel caso in cui hai appena disinstallato programmi molto grandi o spostato grandi quantità di file) selezionando l’unità da deframmentare e cliccando sul pulsante Deframmenta disco.

Ovviamente anche Windows XP include uno strumento per deframmentare il disco, ma purtroppo non funziona automaticamente come quello delle versioni più recenti del sistema ed è decisamente meno efficiente in termini di velocizzazione dell’acceso ai file. Per questo motivo, ti consiglio vivamente di rivolgerti a soluzioni di terze parti ed usare quelle per deframmentare l’hard disk su Windows XP.

Un ottimo programma per la deframmentazione per Windows XP (che funziona anche sulle altre versioni del sistema) è Smart Defrag, vediamo dunque come deframmentare il disco con quest’ultimo. In questo caso, il primo passo che devi compiere è collegarti al sito internet del programma e cliccare prima su Clicca qui per scaricare gratuitamente e poi su Download per scaricarlo sul tuo PC.

A download completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (defragsetup_22.exe) e, nella finestra che si apre, clicca prima su Avanti e poi su Accept, Avanti per altre due volte consecutive, Decline, Skip (per evitare programmi aggiuntivi promozionali), Fine e Start Now per completare il processo d’installazione ed avviare Smart Defrag.

Nella finestra che si apre, puoi eseguire una deframmentazione “manuale” del disco selezionando l’unità da deframmentare e cliccando sul pulsante Deframmenta oppure attendere il Defrag automatico che viene attivato automaticamente dal programma dopo la sua installazione. Con questo strumento, la deframmentazione verrà eseguita in automatico nei momenti di inattività del PC proprio come su Windows 7 e Vista.