Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come registrare schermo Android

di

Vorresti registrare lo schermo del tuo smartphone Android per creare una breve presentazione da postare sul tuo blog e/o sul tuo canale YouTube ma non sai come riuscirci? Non ti preoccupare, ormai esistono tantissime app per registrare schermo Android, tutte gratuite ed estremamente facili da utilizzare, che non aspettano altro che essere provate! Non devi far altro che sceglierne una, installarla e utilizzarla seguendo le indicazioni che sto per darti.

Grazie a queste applicazioni potrai registrare tutto quello che succede sullo schermo del tuo dispositivo Android, smartphone o tablet che sia, dalla home screen alle applicazioni passando per i videogame. Inoltre potrai commentare tutte le operazioni che svolgi e registrare la tua narrazione come traccia audio del video. Rimarrai stupito da quanto è semplice!

Ho giusto un’unica raccomandazione da farti: se utilizzi un terminale equipaggiato con Android 4.4 KitKat, prima di utilizzare una qualsiasi delle app elencate di seguito, effettua il root (trovi spiegato come fare nella guida che ho scritto sull’argomento). Se invece utilizzi un device animato da Android 5.0 o da una versione superiore del sistema operativo di casa Google, nessun problema, la registrazione dello schermo funziona anche senza aver ottenuto i permessi di root. Detto questo possiamo passare all’azione: nelle righe che seguono ti spiegherò come registrare lo schermo Android. Buona lettura e buon divertimento!

ADV Screen Recorder

Come registrare schermo Android
ADV Screen Recorder è una delle migliori applicazioni per registrare schermo Android presenti attualmente sul Play Store. È completamente gratuita e include tantissime funzioni avanzate: cattura l’audio del microfono, permette di aggiungere un box con l’inquadratura della fotocamera frontale o posteriore alle registrazioni, supporta l’aggiunta di annotazioni e disegni, consente di regolare frame rate (fino a 60 fps), risoluzione del video e molto altro ancora. Non richiede il root, ma purtroppo è compatibile solo con Android 5.0 e superiori.

Per utilizzare ADV Screen Recorder, scarica l’applicazione dal Google Play Store e avviala. A questo punto, ti troverai nel menu principale e dovrai modificare per prima cosa le impostazioni di registrazione dello schermo. Per farlo, fai tap sull’icona […] che si trova in alto a destra e poi sulla voce Settings presente nel menu che si apre, scegli le tue preferenze relative a risoluzione, audio, frame rate ecc. e torna nel menu iniziale dell’applicazione premendo il pulsante con il simbolo della freccia indietro.

Ora, fai “tap” sull’icona dell’obiettivo collocata in alto a destra e pigia prima su Avvia Adesso per attivare i comandi di registrazione. Attenzione però, non mettere il segno di spunta accanto alla voce Non mostrare più in corrispondenza del menu che è appena apparso o la app potrebbe andare in crash: si tratta di problema che dovrebbe riguardare solo Android 5.1, ma al momento in cui scrivo non è stato ancora risolto. Se per sbaglio metti la spunta su quella voce e non riesci a utilizzare ADV Screen Recorder, reinstalla l’applicazione.

Superato questo step, vai sulla home screen di Android o nell’applicazione che vuoi registrare e premi prima sull’icona della telecamera collocata in alto a destra e poi sul pulsante OK per chiudere il menu fluttuante. Effettua quindi la tua registrazione e, quando sei arrivato alla fine, stoppa la registrazione aprendo il menu delle notifiche di Android (quindi toccando la barra situata in cima allo schermo e trascinando il dito verso il basso) e premi il bottone Stop.

Se vuoi aggiungere un disegno o un’annotazione sullo schermo, richiama il menu delle notifiche di Android durante la registrazione e pigia sul pulsante Draw. In alto a sinistra comparirà anche una tavolozza attraverso la quale impostare il colore della matita virtuale. Più facile di così?

Le registrazioni vengono salvate in formato MP4 nella cartella /ADVScreenRecorder/ del dispositivo. Possono essere visualizzate direttamente dalla schermata iniziale di ADV Screen Recorder, premendo sulle loro miniature e scegliendo uno dei player installati su Android, oppure tramite la app Galleria di Android, cercando l’album ADV Screen Recorder.

L’applicazione ADV Screen Recorder è gratuita e si supporta tramite banner pubblicitari non particolarmente invasivi.

Rec Screen Recorder

Come registrare schermo Android

Rec Screen Recorder è un’altra applicazione molto apprezzata dagli utenti Android per registrare lo schermo dei loro dispositivi. È disponibile in due versioni: una gratuita con pubblicità e una a pagamento (2,89 euro) che elimina i banner, consente di nascondere le notifiche di registrazione e include altre funzioni extra come preset predefiniti aggiuntivi per le impostazioni di registrazioni. È compatibile con Android 4.4 KitKat (solo previa effettuazione del root) e con Android 5.0 e superiori (senza root).

Per utilizzarla, scaricala dal Play Store, avviala e imposta le preferenze relative alla registrazione che vuoi effettuare. Puoi regolare le dimensioni del video (cioè la sua risoluzione), il Bit rate (in Mbps), il nome del file e la durata massima della registrazione (max 1 ora). Mettendo o togliendo la spunta dalla voce Audio puoi invece decidere se attivare o disattivare la registrazione dell’audio, mentre pigiando su Registra e poi su Avvia adesso puoi avviare la registrazione dello schermo.

Nota: se utilizzi Android 5.1, anche in questo caso, prima di avviare la registrazione non mettere il segno di spunta accanto alla voce Non mostrare più o l’applicazione potrebbe andare in crash. In caso di problemi, prova a reinstallare l’applicazione.

Quando hai finito di lavorare alla tua registrazione, richiama il menu delle notifiche di Android (toccando la barra situata in cima allo schermo e trascinando il dito verso il basso) e premi il bottone Registrando.

Le registrazioni vengono salvate in formato MP4 nella cartella /Rec/ del dispositivo e possono essere visualizzate accedendo all’applicazione Galleria, cercando l’album REC.

Mobizen Screen Recorder


Se vuoi sapere come registrare lo schermo Android devi pensare di affidarti a una tra le applicazioni più note in quest’ambito: Mobizen Screen Record. Tale applicazione è nota e utilizzata per registrare i gameplay su Android. Proprio per questo motivo può essere usata in maniera altrettanto semplice per registrare lo schermo Android.

Mobizen Screen Recorder è gratuita, permette la registrazione video con una risoluzione massima di 720p, e include diversi strumenti per personalizzare le registrazioni effettuate. L’applicazione include anche la possibilità di registrare la fotocamera frontale del proprio smartphone per includere il proprio volto nelle registrazioni. Se vogliamo trovare una pecca in quest’applicazione, è da imputarsi a Mobizen Screen Recorder l’applicazione di un watermark nei video registrati, anche se è possibile disattivare manualmente tale opzione, recandosi nelle impostazioni dell’app.

Inoltre, trattandosi di un’applicazione gratuita, si supporta tramite la pubblicità: purtroppo però i banner sono un po’ invasivi. Detto questo, sei pronto per scoprire come utilizzare Mobizen Screen Recorder? Te lo spiego nelle righe qui di seguito.

Per prima cosa, dopo aver scaricato e installato Mobizen sul tuo smartphone, avvia l’applicazione e premi sul pulsante Benvenuto e poi su quello Avvia adesso per avviare la cattura dello schermo. Attendi a questo punto che venga portata a termine la procedura dedicata alla configurazione iniziale della app, affinché vengano impostate in maniera automatica le migliori impostazioni per la registrazione. Terminata la procedura di configurazione, potrai incominciare a registrare lo schermo del tuo smartphone (o tablet) con Mobizen.

Fatto questo, per poter avviare una registrazione dello schermo del tuo dispositivo Android con Mobizen, recati nella home screen e premi sul pulsante arancione fluttuante con il simbolo M che sarà comparso sul lato destro dello schermo. Per avviare seleziona l’icona dellavideocamera dal menu che si apre e premi sul pulsante Avvia adesso .

D’ora in avanti potrai utilizzare il tuo smartphone come al solito e potrai registrare qualsiasi schermata del tuo dispositivo. Per interrompere la registrazione, premi nuovamente sul pulsante arancione fluttuante con il simbolo M, premi il pulsante Stopdal menu che si apre e rispondi Vicinoquando comparirà una notifica su schermo.

Tutti i video registrati con Mobizen saranno visibili come al solito nell’applicazione Galleria di Android. Tramite l’applicazione è anche possibile effettuare un editing di base, tramite lo strumento di modifica integrato. Per farlo, pemi sul pulsante arancione fluttuante con il simbolo M situato sul lato destro dello schermo, tocca l’icona con i quattro quadratini dal menu che compare e fai uno swipe da destra verso sinistra.

Una volta fatto, cerca il video che desideri modificare e poi premi sulla icona con il simbolo della matita. Potrai così modificare il tuo video aggiungendo alcuni effetti di base.
Al termine dell’utilizzo, per chiudere Mobizen Screen Recorder, dovrai tenere premuta l’icona fluttuante con il simbolo M e trascinarla sulla che vedrai comparire in fondo allo schermo.

Mobizen Screen Recorder potrebbe non funzionare con dispositivi con sistema operativo Android 4.4 o precedente. Per utilizzarla è necessaria di un’app gratuita sul PC per effettuare il collegamento tra il dispositivo Android e il PC. Trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno per eseguire tale procedura sul sito ufficiale di Mobizen.

Metodi di registrazione alternativi

Come registrare schermo Android
Nel caso in cui tu stia utilizzando una vecchia versione di Android inferiore alla 4.4 oppure non riesci a far funzionare le applicazioni che ti ho appena consigliato, puoi eventualmente registrare schermo Android collegando il tuo smartphone/tablet al computer e utilizzando l’SDK di Android.

Purtroppo non si tratta di una procedura molto comoda, o breve, ma è una delle poche strade che puoi seguire. Per saperne di più, ti invito alla lettura della mia guida dedicata, intitolata su come filmare lo schermo Android. Troverai tutti le spiegazioni passo per passo che ti permetteranno di capire come eseguire la procedura.