Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori player Android

di

I contenuti multimediali sono ormai diventati per molte persone il centro nevralgico dell'esperienza legata ai dispositivi mobili. Che si tratti della riproduzione di un video o dell'ascolto di una piacevole canzone, fatichiamo un po' tutti a stare senza un intrattenimento di questo tipo. Questo avviene chiaramente anche quando non c'è una connessione a Internet stabile a disposizione, ad esempio nell'ambito di un lungo viaggio.

Insomma, capisco le motivazioni che ti portano a voler approfondire i migliori player per Android, sia in ambito video che in contesto musicale, in quanto è facile trovarsi in una situazione di questo tipo. Ebbene, ci tengo a rassicurarti in merito all'operazione che vuoi mettere in atto: non si tratta di nulla di complesso e tra l'altro al giorno d'oggi ci sono buone probabilità relativamente al fatto che tu possa trovare ciò che cerchi già all'interno del tuo dispositivo (sapendo ovviamente dove guardare).

Al netto di questo, in questa sede non mancheranno chiaramente molteplici consigli che potrebbero tornarti utili anche se cerchi un'esperienza “di classe”. Insomma, direi che sei proprio arrivato nel posto giusto, in quanto mi appresto ad approfondire a livello generale il mondo dei player disponibili su Android. Ti posso assicurare che le possibilità non mancano di certo e che seguire le indicazioni presenti di seguito è questione di pochi minuti. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e soprattutto buona visione/ascolto!

Indice

Migliori player video Android

Dato che stai cercando i migliori player per Android, ritengo sia giusto partire dal mondo video, ovvero quello per cui ancora oggi, nell'era dello streaming, potresti maggiormente aver ancora bisogno di un player. Penso infatti alle possibilità offerte dal mondo del Web, che permettono ad esempio di scaricare vecchi film senza copyright in modo gratuito e legale, così poi da poterli riprodurre senza connessione a Internet anche da smartphone e tablet. Ebbene, se hai un'esigenza di questo tipo, di seguito puoi trovare tutti i dettagli del caso, sia per quel che riguarda le soluzioni integrate che per quel che concerne le app di terze parti.

Soluzioni integrate

Soluzioni integrate Migliori player video Android

Il primo aspetto che ti consiglio di tenere in considerazione se hai intenzione di riprodurre video in locale sul tuo smartphone o tablet Android è il fatto che spesso esistono soluzioni integrate, che non ti richiedono dunque di scaricare alcunché, in quanto preinstallate.

Ovviamente ogni dispositivo e brand fa storia a sé, ma potresti voler dare un'occhiata alle app già disponibili sul tuo dispositivo, magari provando ad aprire un video e vedendo se il tuo smartphone o tablet ti consiglia di avviare la riproduzione mediante una qualsivoglia app.

Per farti un esempio concreto, procedere da uno smartphone Samsung generalmente è un gioco da ragazzi: basta infatti avviare l'app Archivio, fare tap sulla voce Video, selezionare il file che si vuole riprodurre e scegliere di aprirlo mediante il cosiddetto Lettore video.

Per il resto, su altri modelli come quelli di Xiaomi potresti riuscire a passare per app come Mi Video. Insomma, in molti casi potresti trovare delle soluzioni interessanti legate direttamente al produttore del tuo dispositivo, senza dunque nemmeno dover andare alla ricerca di player di terze parti.

VLC for Android

VLC for Android Migliori player video

Se le soluzioni integrate nel tuo dispositivo non fanno per te, un player di terze parti molto apprezzato dagli utenti è VLC for Android, trasposizione mobile del popolarissimo lettore di video e file audio open source disponibile su computer.

Si tratta di una soluzione versatile e gratuita, che tra l'altro non presenta alcun banner pubblicitario. VLC for Android è inoltre un lettore multimediale degno di nota per il suo supporto a molte tipologie di file, dunque probabilmente l'app non avrà troppi problemi nel rilevare i video presenti all'interno del tuo smartphone o tablet.

Una volta scaricata (è disponibile sul Play Store di Google, ma potresti voler approfondire i miei tutorial su come scaricare VLC su Android per indicazioni legate anche ai dispositivi senza servizi Google) e avviata l'app VLC, ti basta fare tap sul pulsante AVVIA e selezionare in seguito la voce ACCORDA PERMESSO, facendo poi tap sul tasto OK e spostando su ON l'apposita levetta legata a VLC, così da garantire a quest'ultima tutti i permessi per funzionare correttamente. Per il resto, per procedere non ti resta che premere prima sulla voce SUCCESSIVA e successivamente su quella COMPLETATO.

Adesso ti troverai dinanzi alla schermata iniziale di VLC: premendo sulla voce Video, collocata in basso a sinistra, vedrai comparire tutti i filmati presenti nella memoria interna del tuo dispositivo di fiducia. A questo punto, fai dunque tap sul riquadro del video di tuo interesse, così da avviarne la riproduzione (tra l'altro, al primo avvio l'app ti guiderà e spiegherà i vari pulsanti e gesture legati al player, anche se in realtà sono molto classici: ti basta premere sulle voci SUCCESSIVA e CHIUDI per continuare).

In ogni caso, una motivazione per cui ti sto consigliando di utilizzare VLC risiede anche nell'ampia gamma di possibilità offerte da quest'app. Per intenderci, puoi eventualmente utilizzarla anche per riprodurre file audio. A tal proposito, ti basta semplicemente spostarti nella sezione Audio e vedrai comparire tutta la musica del caso, suddivisa nelle schede ARTISTI, ALBUM, TRACCE e GENERI. Insomma, VLC può fungere sia da player video che audio in un'unica soluzione.

Altri player video per Android

Altri player video Android FX Player

Come dici? Né le soluzioni integrateVLC for Android ti convincono? Non preoccuparti: il mondo del sistema operativo del robottino verde è molto vasto e include diversi altri player video, tra cui quelli che mi appresto a citare.

  • FX Player — Video All Codec: il nome dell'app è essenzialmente autoesplicativo. Si tratta di una soluzione che mira a supportare un po' tutti i formati. FX Player si può scaricare gratuitamente, ma include annunci e acquisti in-app.
  • MX Player: un player video con accelerazione hardware e supporto ai sottotitoli. Una soluzione semplice da utilizzare che include anche molti controlli per il player, relativamente ad esempio alla velocità di riproduzione. Ci sono però banner pubblicitari che compaiono in varie schermate.
  • Lettore Video Tutti Formati (ex XPlayer): si punta anche in questo caso alla compatibilità con il maggior numero di formati disponibili. L'app è scaricabile gratuitamente e dispone di un'interfaccia semplice da utilizzare, ma include annunci e acquisti in-app.

Insomma, le possibilità offerte da Android in ambito di riproduzione video non mancano di certo e sono dunque sicuro del fatto che troverai un'app che fa al caso tuo. In ogni caso, se vuoi espandere ulteriormente le tue conoscenze sull'argomento, ti consiglio di dare un'occhiata anche al mio tutorial specifico sui migliori player video.

Migliori player audio Android

Dopo aver preso in considerazione i migliori player video per Android, ritengo sia interessante approfondire la situazione anche in termini di player audio. Certo, in questo caso l'avvento dei servizi di streaming, come approfondirò più avanti nel corso del tutorial, ha forse “soppiantato” la riproduzione in locale ancora più che in ambito video, ma capisco che in determinati contesti potrebbe risultare utile riprodurre, ad esempio, un file MP3 in questo modo. D'altronde, le soluzioni non mancano, come mi appresto ad analizzare.

Soluzioni integrate

Soluzioni integrate YouTube Music Migliori Player audio Android

Potresti non saperlo, ma ci sono buone possibilità del fatto che il tuo dispositivo Android includa già una soluzione integrata per poter ascoltare musica a partire dalla memoria interna.

Per intenderci, lo scenario più usuale è quello relativo all'app YouTube Music (generalmente preinstallata su molti dispositivi Android), che permette tranquillamente anche la riproduzione in locale. Ti basta infatti avviare l'app, che in genere si trova nella cartella Google presente nella schermata Home, selezionando poi eventualmente la voce SOLO FILE DEL DISPOSITIVO, nel caso tu voglia utilizzare la soluzione semplicemente come un classico player audio. Non a caso, è considerato uno dei migliori player musicali per Android.

Così facendo, accederai alla schermata principale di YouTube Music: potresti dover premere sul pulsante CONSENTI per far accedere all'app ai file presenti nella memoria interna del tuo dispositivo, ma poi potrai usufruire delle sezioni Playlist, Album, Brani e Artisti per navigare all'interno di quest'ultima. Insomma, è tutto molto semplice, ma potresti voler fare riferimento al mio tutorial su come funziona YouTube Music per maggiori indicazioni.

Per il resto, ovviamente anche in questo caso ogni dispositivo fa storia a sé. Tuttavia, giusto per farti un altro esempio concreto, da un dispositivo Samsung basta solitamente aprire l'app Archivio, selezionare la categoria File audio e premere sul riquadro del file di proprio interesse, così poi da poter scegliere di avviare la riproduzione con un'app già disponibile sul dispositivo (ad esempio, la succitata YouTube Music).

Lettore musicale — Lettore MP3

Lettore musicale MP3 Migliori player audio Android

Nel caso le soluzioni integrate nel tuo dispositivo non ti convincano (oppure non siano presenti), un'app di terze parti che potresti reputare interessante è Lettore musicale — Lettore MP3. L'app è scaricabile gratuitamente dal Play Store (potresti dunque voler consultare i miei tutorial su come scaricare applicazioni su Android o come installare app su HUAWEI, nel caso di dispositivi Android senza servizi Google), ma include annunci e acquisti in-app.

Una volta avviata l'app, premi sul tasto Inizio e fai tap sulla voce Consenti, in modo da garantire al player l'accesso ai file multimediali presenti all'interno della memoria del tuo dispositivo. Perfetto, tutto qui: adesso raggiungerai la schermata principale del lettore musicale, in cui saranno già presenti tutti i file di tuo interesse.

Più precisamente, l'app suddivide i file audio nelle categorie BRANI, PLAYLIST, CARTELLE, ALBUM, ARTISTI e GENERI. Insomma, è tutto molto semplice e guidato e non sono in pochi a pensare che si tratti di uno dei migliori MP3 player per Android.

Altri player musicali per Android

Altri player musicali per Android Retro Music

Se ritieni che le soluzioni integrate e Lettore musicale — Lettore MP3 non rappresentino esattamente ciò che fa per te, non devi lasciarti prendere dallo sconforto. Esistono infatti altri player musicali, ad esempio quelli presenti di seguito.

  • Retro Music Player MP3 Player: se sei alla ricerca di un'esperienza audio musicale elegante (come potrebbe essere visto che sei alla ricerca di un player locale), quest'app può sicuramente fare al caso tuo, anche a livello di interfaccia. Si scarica gratuitamente, ma include acquisti in-app.
  • Music Player & MP3 Player — Lark Player: un player audio dall'interfaccia tanto semplice quanto elegante. L'installazione è gratuita, ma ci sono acquisti in-app e annunci pubblicitari.
  • Pulsar Music Player: un lettore audio leggero, che però non mette da parte le funzionalità che ci si aspettano da una soluzione di questo tipo. Si scarica gratuitamente.

Al netto di questo, se hai intenzione di approfondire l'argomento a livello generale, potresti voler fare riferimento anche alle mie guide relative alle applicazioni per ascoltare musica e alle app per ascoltare musica offline su Android.

Servizi di streaming musicali

Servizi di streaming musicali Spotify

Al netto dei player musicali citati in precedenza, chiaramente legati alla riproduzione di file audio presenti nella memoria interna del dispositivo, al giorno d'oggi potresti voler approfondire anche i servizi di streaming musicali.

Infatti, è proprio qui che si trovano ormai tutti i brani più noti. Ti ricordo inoltre che servizi come Spotify, YouTube Music, Apple Music e Amazon Music dispongono di una modalità di ascolto offline, dunque non è sempre necessario disporre di una connessione a Internet. Chiaramente in genere è necessario pagare un abbonamento per accedere a funzionalità come questa, anche se i nuovi utenti possono usufruire di periodi di prova gratis. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.