Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come riavviare Huawei

di

Il tuo smartphone o tablet Huawei è già vecchio di qualche anno e comincia a mostrare i primi segni del tempo: da qualche giorno a questa parte, infatti, si blocca di continuo rallentando l’avvio delle app. Prima di pensare a una soluzione drastica, come l’acquisto di un nuovo device, vorresti sapere se esiste un modo per mettere una “pezza” a questo problema e andare avanti senza cambiare telefono o tablet. Beh, una soluzione c’è ed è quella del riavvio, procedura che, per quanto possa sembrare semplice e banale, può a volte essere valida, per risolvere problemi accumulati con il tempo.

Come dici? Sei d’accordo con le mie affermazioni perché, c0me dice il detto, “tentar non nuoce” ma, non essendo molto pratico di tecnologia, hai paura di combinare qualche pasticcio? Ti farebbe comodo qualche consiglio in merito? Certamente, non c’è problema: in questo mio tutorial ti fornirò tutte le possibili soluzioni su come riavviare un dispositivo Huawei, sia esso uno smartphone o un tablet. Le istruzioni che ti fornirò riguardano diverse modalità di riavvio, le quali sono, bene o male, le stesse per entrambe le tipologie di device. Potrebbero esserci magari alcune differenze, a seconda del modello del dispositivo o della versione del sistema operativo da te in uso, ma di questo non devi preoccuparti, perché ti fornirò tutte le istruzioni necessarie alla risoluzione del tuo problema.

Insomma, che ne dici di iniziare a vedere nel dettaglio le varie procedure per riavviare un dispositivo Huawei? Se sei pronto per iniziare, prendi il tuo device, mettiti seduto comodo e presta la massima attenzione alle indicazioni che sto per fornirti; sono sicuro che con un bel riavvio, riuscirai a risolvere il problema che affligge il tuo dispositivo. Sei pronto per iniziare? Ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto.

Indice

Riavvio standard

La prima procedura che voglio consigliarti di eseguire è quella che permette di effettuare il riavvio di un dispositivo Huawei in maniera tradizionale. Le indicazioni da me fornite in questo paragrafo servono quindi per riavviare un dispositivo completamente funzionante ma che potrebbe comunque trarre giovamento da un riavvio, per risolvere alcuni problemi minori, come il blocco improvviso di un’applicazione. Io per il tutorial utilizzerò uno smartphone Huawei Mate 10 Pro, ma le indicazioni che ti darò dovrebbero risultare valide per molti device prodotti dall’azienda asiatica.

Per riavviare un dispositivo Huawei, tieni quindi premuto il tasto di accensione e spegnimento che si trova lateralmente per qualche secondo e poi pigia sul pulsante Spegni che vedi a schermo (è il simbolo di un interruttore). In questo modo, il device si spegnerà dopo qualche secondo e, per accenderlo nuovamente, ti basterà tenere premuto per qualche secondo il tasto di accensione e spegnimento.

Questa procedura dedicata al riavvio standard può essere anche eseguita in un altro modo, in quanto è possibile pigiare sul pulsante dedicato al riavvio, invece che allo spegnimento. Ciò che cambia in quest’ultimo caso è che il device verrà spento e riacceso automaticamente.

Per effettuare questa operazione, tieni premuto per qualche secondo il tasto di accensione e spegnimento che si trova lateralmente, dopodiché pigia sul pulsante Riavvio che vedi a schermo (ha il simbolo di un cerchio tratteggiato); per confermare, premi poi sulla voce Tocca per riavviare. Adesso attendi qualche secondo, affinché il dispositivo si riavvi in automatico, spegnendosi e riaccendendosi da solo.

Ti ricordo che, nel caso in cui tu abbia impostato il blocco dello schermo, ti verrà chiesto di digitare la sequenza o il PIN di sblocco in fase di accensione. Se invece non lo hai impostato, la schermata home del tuo device sarà immediatamente disponibile dopo il riavvio.

Riavvio forzato

Un’altra procedura di riavvio è quella del Riavvio forzato, utile nel caso in cui il device si sia bloccato oppure non risponda più ai comandi. Se non riesci quindi a eseguire la procedura standard di riavvio, come ti ho spiegato nelle righe precedenti, puoi comunque riuscire nel tuo intento con questa soluzione alternativa.

Per effettuare questa specifica operazione, tieni premuto a lungo sul tasto di accensione e spegnimento situato lateralmente (esercita una produzione prolungata per almeno 10 secondi) e il device si riavvierà automaticamente spegnendosi e riaccendendosi senza che tu debba intervenire in alcun modo.

Qualora la pressione prolungata del tasto di accensione e spegnimento situato a lato del device non dovesse funzionare, puoi provare con una combinazione di tasti alternativa che può variare a seconda del dispositivo da te in uso. Per esempio, su alcuni smartphone Android è possibile eseguire riavvio forzato, tenendo premuto contemporaneamente i tasti Power + Volume Giù (-) oppure Power + Home (solitamente la pressione da esercitare è per 5 o 10 secondi).

Un’altra procedura di riavvio forzato può essere eseguita sui device Huawei che dispongono di una batteria rimuovibile (per esempio Huawei P9 Lite); in questo caso specifico, se lo smartphone è bloccato e non è possibile eseguire le precedenti indicazioni relative al riavvio forzato, è possibile rimuovere temporaneamente la batteria del device e di reinserirla dopo qualche secondo.

Dopo aver inserito nuovamente la batteria, accendi il dispositivo pigiando sul tasto di accensione e spegnimento per qualche secondo.

Riavvio per cambiare account

Il riavvio di un device Huawei può essere dovuto alla volontà di cambiare l’utente inserito all’interno dello stesso. Questo perché a partire dalla versione 4.2 di Android (su tablet) e a partire dalla 5.0 (su smartphone), è possibile eseguire una configurazione multi utente. Ciò significa che sullo stesso device è possibile avere più di un utente e di conseguenza anche più di un account Google, passando poi da un utente all’altro in qualsiasi momento.

Per eseguire questa specifica operazione è necessario avere come prima cosa configurato un secondo utente all’interno del device. Per farlo, pigia sull’app con il simbolo dell’ingranaggio chiamata Impostazioni che puoi vedere nella schermata iniziale del tuo dispositivo e, quindi, individua e fai tap sulla dicitura Utenti e account. Adesso, pigia sulla voce Utenti e scegli se aggiungere un nuovo utente (Aggiungi utente) oppure un utente ospite (Aggiungi visitatore).

Nel primo caso, ti verrà indicato che puoi condividere l’uso del tuo dispositivo con altre persone; ciascun utente aggiunto ha accesso allo spazio comune del dispositivo ed è in grado di personalizzare il device, applicando anche modifiche per tutti gli utenti, come per esempio l’aggiornamento delle app.

Se questa è l’operazione che vuoi effettuare, digita il nome del nuovo utente nel campo di testo Nickname e poi premi sul pulsante Aggiungi. Attendi poi che venga creato il nuovo utente e pigia sulla voce Passa in corrispondenza della dicitura Vuoi passare a nuovo utente?.

In questo modo, il dispositivo si riavvierà e ti verrà chiesto di eseguire la configurazione dell’utente, pigiando sul pulsante Avanti e poi su Accetto. Dopodiché ti verrà chiesto di configurare nuovamente il device, digitando i dati di login dell’account Google da utilizzare per la configurazione del dispositivo e per l’accesso ai servizi di “Big G”. In pratica sarà come se stessi configurando per la prima volta lo smartphone o il tablet.

Una volta completato il passaggio a un nuovo utente, potrai in qualsiasi momento riavviare il dispositivo Huawei e tornare all’utente proprietario. Ti basterà utilizzare il pannello di controllo accessibile con uno swipe dall’alto verso il basso; dopodiché dovrai pigiare sul pulsante con il simbolo di un omino per visualizzare gli utenti creati e fare tap su Proprietario per riavviare il device e passare all’account proprietario.

In aggiunta puoi anche creare, tramite la sezione Impostazioni > Utenti e account > Utenti un utente visitatore, pigiando sul pulsante Aggiungi visitatore e poi su Aggiungi.

In questo modo, viene creato un nuovo utente e puoi passare allo stesso, pigiando sul pulsante Passa che vedi a schermo. Attraverso l’esecuzione di questa procedura, il device viene nuovamente riavviato per il passaggio all’utente visitatore, il quale potrebbe avere alcune limitazioni nell’utilizzo del dispositivo come l’esecuzione di chiamate (l’utente Proprietario può disattivare le limitazioni pigiando su Impostazioni > Utenti e account > Utenti > Visitatore e apponendo il segno di spunta su Consenti chiamate e condivisione cronologia comunicazioni).

App per riavviare Huawei

Stai riscontrando dei problemi nell’esecuzione delle procedure dedicate al riavvio, perché il tuo device non funziona correttamente? Il tasto di accensione e spegnimento si è danneggiato e non riesci a effettuare il riavvio in maniera tradizionale? Non preoccuparti: la soluzione alternativa che voglio illustrarti riguarda l’installazione di applicazioni che eseguono il riavvio tramite tasti virtuali.

Nelle righe che seguono ti parlo di un’app che richiede i permessi superuser e quindi funziona soltanto se hai effettuato il root e una che invece è utilizzabile anche sui device senza root.

Simple Reboot

Simple Reboot è un’applicazione gratuita dedicata ai device con i permessi di root che permette di eseguire il riavvio del dispositivo, integrando anche funzioni aggiuntive, come per esempio la possibilità di spegnere il dispositivo oppure anche di riavviarlo in modalità provvisoria.

Dopo aver scaricato quest’applicazione dal Play Store di Android (individuala tramite il motore di ricerca interno e pigia sui pulsanti Installa e Accetto, come ti ho spiegato nella guida dedicata all’installazione delle app su Android), avviala pigiando sul pulsante Apri o facendo tap sulla sua icona nella schermata principale del tuo device. Infine, concedi all’app i permessi di root, quando richiesto, pigiando su Consenti.

Le funzionalità di quest’app relativa al riavvio sono visibili nel menu a tendina che vedi a schermo: il pulsante Power OFF spegne il dispositivo, il pulsante Restart lo riavvia, mentre il pulsante Soft restart permette di eseguire un riavvio più leggero (che avviene senza interrompere l’alimentazione energetica e senza uscire dal sistema operativo).

Le altre opzioni disponibili sono Restart to Recovery (per riavviare il dispositivo ed entrare nella modalità recovery), Restart to the bootloader (per riavviare il dispositivo ed entrare nel bootloader. Leggi la mia guida su come effettuare il root su Android, per maggiori informazioni su Recovery e Bootloader) e Restart to safe mode (per riavviare il telefono in modalità provvisoria, una modalità particolare che non carica le applicazioni di terze parti). Pigiando su quest’ultima voce, per tornare alla modalità tradizionale di Android, è necessario spegnere e riaccendere il dispositivo tramite il tasto di accensione e spegnimento.

Fast Reboot

Un’applicazione alternativa che puoi utilizzare è Fast Reboot, la quale funziona in maniera diversa all’app precedentemente elencata, specialmente perché non richiede i permessi di root. L’applicazione serve infatti per eseguire un riavvio soft del dispositivo che chiude tutte le app e i processi in esecuzione: può quindi essere utile nel caso in cui il device si sia bloccato proprio a causa di un’applicazione.

Dopo aver scaricato e installato Fast Reboot dal Play Store di Android (per farlo individua l’app tramite il motore di ricerca interno e pigia poi sul pulsante Installa e Accetto), avvia l’app facendo tap sulla sua icona, la quale sarà stata aggiunta nella schermata principale del tuo device.

Non è necessario eseguire altre operazioni, in quanto l’app agisce automaticamente per eseguire il riavvio e la chiusura di processi e app in esecuzione in background. Al termine di quest’operazione, ti verrà mostrata una schermata riepilogativa con l’elenco di tutte le app e di tutti i processi che sono stati terminati.

È disponibile anche una versione Pro a pagamento, il cui costo è di 1,29€. Le funzionalità aggiuntive di quest’ultima versione sono la possibilità di scegliere i processi da escludere dalla chiusura e anche la presenza di una modalità che serve per programmare il riavvio in giorni e orari personalizzabili.

Come resettare Huawei

Se le procedure indicate finora per il riavvio di un dispositivo Huawei non sono servite a migliorare le prestazioni del dispositivo, è possibile che sia necessario eseguire una procedura di ripristino per lo stesso: una soluzione più drastica, visto che il reset comporta la reimpostazione ai dati di fabbrica e di conseguenza la cancellazione di tutte le app e di tutti i dati conservati all’interno dello stesso (se non è stato effettuato un backup); può però essere una soluzione da prendere in considerazione, nel caso in cui vi siano problemi persistenti.

A tal proposito, se vuoi saperne di più su come effettuare il reset di un dispositivo Huawei, leggi la mia guida dedicata all’argomento, nella quale ti ho indicato le procedure dettagliate.