Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Ripristinare computer come nuovo

di

È inutile girare intorno ai problemi. Meglio farsi coraggio e affrontarli a muso duro: se il tuo PC continua a “dar rogne”, a bloccarsi e a mandare in crash qualsiasi applicazione, non devi aspettare che la situazione peggiori ancora di più per intervenire. Prenditi qualche ora di tempo libero e riportalo a una condizione precedente, oppure direttamente alle impostazioni di fabbrica.

Lo so, forse sto parlando con dei termini un po‘ troppo tecnici, ma non temere: ti assicuro che, tradotto in atti pratici, ripristinare computer come nuovo è davvero molto semplice. Come dici? Sei fiducioso sul da farsi ma non hai la più pallida idea di dove mettere le mani e in che modo farlo? Beh, ma non devi preoccuparti, posso spiegarti io, passo dopo passo, come fare a ripristinare il tuo computer e riportarlo a una situazione simile a quella in cui era appena acquistato.

Con la guida di oggi andrò infatti a indicarti la procedura più adatta alla condizione del tuo computer da mettere in pratica per riuscire in questa piccola-grande “impresa”. Coraggio, so che puoi farcela con le tue sole forze. Rimboccati le maniche e mettiti subito all’opera!

Indice

Operazioni preliminari

Ripristinare computer come nuovo

Ripristinare computer come nuovo significa, all’atto pratico, azzerare completamente il contenuto del disco (o dei dischi) e procedere con una nuova installazione del sistema operativo in uso. Per questo motivo, onde evitare perdite di dati impreviste, ti consiglio di effettuare un backup preliminare dei dati, da conservare in un luogo sicuro e ripristinare in seguito sul tuo PC attuale o su un nuovo computer (qualora avessi intenzione di liberarti di quello che hai già).

A tal riguardo, puoi percorrere diverse strade: la più veloce, senza ombra di dubbio, è quella di usare gli strumenti disponibili “di serie” nel sistema operativo ed effettuare la copia di backup dei dati su un disco esterno.

Se utilizzi Windows 10, puoi servirti dell’utility Cronologia File, che puoi richiamare dal menu Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Backup. Su Windows 8.1 una soluzione del tutto simile è disponibile nel menu Start > Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Backup e ripristino.

Lo strumento di backup predefinito di macOS, invece, si chiama Time Machine e può essere configurato e avviato dalla sezione Preferenze di sistema > Time Machine del Mac. Per approfondire le modalità d’uso degli strumenti di salvataggio dati integrati in Windows 10 e macOS, consulta pure le guide d’approfondimento disponibili sul mio sito.

Qualora volessi, invece, procedere in modo più “preciso”, puoi prendere in considerazione strategie come la copia manuale dei file, oppure servirti di appositi programmi progettati proprio per il backup: a tal riguardo, puoi prendere visione della mia guida generica su come effettuare un backup del computer, nella quale ti ho illustrato le varie strade percorribili.

Inoltre, se ti appresti a formattare un computer equipaggiato con Windows, ti consiglio di scaricare i driver specifici delle periferiche hardware installate nel PC, specie se non intendi servirti degli strumenti di ripristino messi a disposizione del produttore (che, invece, installano in automatico i driver presenti alla primissima accensione del computer).

Nonostante la maggior parte dei driver venga infatti installata in maniera automatica da Internet, alcuni componenti del computer (per esempio le schede video dedicate, le schede audio esterne, alcune schede di rete Wi-Fi, le stampanti e così via) potrebbero richiedere l’uso di software specifici, che Windows potrebbe non essere in grado di recuperare autonomamente.

Per questo motivo, ti invito a collegarti al sito Internet dell’azienda produttrice del PC oppure dei componenti hardware dello stesso e di procurarti i driver che potrebbero servirti. Se hai bisogno di aiuto, segui le istruzioni che ti ho fornito nel mio tutorial dedicato all’installazione dei driver.

Qualora neppure quest’ultima dovesse essere sufficiente, ti segnalo i link ad alcune mie guide specifiche, nelle quali ti ho illustrato come ottenere i driver di schede video, schede di rete, stampanti e altri componenti hardware messi in commercio dai più famosi produttori del mondo.

Per procedere al download dei driver, non devi far altro che individuare il modello esatto del tuo prodotto e scaricare la versione del software più adatta al tuo sistema operativo (fai attenzione soprattutto alla distinzione fra x86 e x64, cioè fra driver per sistemi a 32 bit e driver per sistemi a 64 bit).

Sui Mac, salvo eccezioni particolari, questo passaggio non è necessario, in quanto i driver necessari per far funzionare le periferiche interne del computer (e la maggior parte di quelle esterne) sono già disponibili in macOS.

Come ripristinare computer come nuovo senza CD

Come ripristinare computer come nuovo senza CD

Se il tuo PC è dotato di sistema operativo Windows 10, riportarlo allo stato di fabbrica sarà davvero un gioco da ragazzi! Tutto il necessario, infatti, è già incluso nel sistema operativo, quindi non avrai bisogno di alcun CD o supporto d’installazione aggiuntivo.

Per iniziare, clicca sul pulsante Start di Windows (l’icona della bandierina situata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), clicca sul simbolo dell’ingranaggio oppure sulla voce Impostazioni e apri la sezione Aggiornamento e sicurezza, collocata nella schermata che si apre sul desktop.

Ora, fai clic sulla voce Ripristino residente a sinistra, premi sul pulsante Inizia che si trova sotto la dicitura Reimposta il PC e, per formattare del tutto il computer andando a cancellare l’intero contenuto del disco (inclusi i file personali), premi sul pulsante Rimuovi tutto. In seguito, indica se eliminare soltanto i tuoi file personali oppure se eseguire la pulizia completa dell’unità, andando dunque a cancellare anche il contenuto delle altre partizioni del disco, cliccando sull’opzione apposita.

Superato questo step, attendi che vengano eseguiti alcuni controlli preliminari e indica la modalità d’installazione di Windows 10 che preferisci: da cloud oppure locale. Nel primo caso, la versione più aggiornata di Windows verrà scaricata da Internet e, in seguito, installata sul computer; nel secondo caso, verrà ripristinata la stessa versione di Windows già presente.

Dopo aver espresso la tua preferenza, clicca sul pulsante Avanti, attendi il completamento delle verifiche aggiuntive e, quando sei pronto, clicca sul pulsante Reimposta per formattare il disco e reinstallare Windows. Tieni presente che, se hai scelto di procedere con l’installazione da cloud, la procedura potrebbe durare anche alcune ore, a seconda della velocità del tuo collegamento a Internet.

Conclusa l’installazione, dovrai riconfigurare nuovamente Windows e, se necessario, installare i driver specifici per il computer o per i componenti a esso collegati; per approfondimenti, da’ pure uno sguardo alla mia guida su come formattare Windows 10.

Come ripristinare computer come nuovo senza CD

Anche Windows 8.1 prevede una procedura di ripristino semplificata, che può essere portata a termine senza l’ausilio di un supporto d’installazione esterno: per procedere, premi la combinazione di tasti Win+I per richiamare il charm delle impostazioni, clicca sulla voce Modifica impostazioni PC situata nella parte inferiore del pannello che compare e seleziona la voce Aggiorna e ripristina, visibile a sinistra.

Allo stesso modo, apri la sezione Ripristino e clicca sul pulsante Per iniziare sottostante la dicitura Rimuovi tutto e reinstalla Windows, in modo da avviare la procedura di ripristino del computer con eliminazione dei file personali.

Ora, attendi che Windows 8.1 effettui i dovuti controlli e scegli se procedere eliminando soltanto i file presenti sulla partizione di Windows, oppure se ripulire completamente il disco (ti consiglio di percorrere questa strada, qualora volessi rivendere il computer). Infine, clicca sul pulsante Reimposta per procedere con la formattazione del disco (o dei dischi) e la reinstallazione di Windows 8.1.

Al termine del ripristino, dovrai procedere con la riconfigurazione del computer e, se necessario, con l’installazione dei driver scaricati precedentemente. Per approfondimenti, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come formattare Windows 8 senza CD.

Nota: se non riuscissi più ad accedere a Windows, puoi effettuare il ripristino creando una chiavetta USB contenente i file del sistema operativo, dalla quale avviare il PC da formattare. Puoi trovare maggiori informazioni nelle mie guide su come installare Windows 10 da USB e come installare Windows 8 da USB.

Ripristinare il notebook come nuovo

Ripristinare computer come nuovo

Se il tuo è un notebook, ci sono buone possibilità che lo si possa riportare allo stato di fabbrica avvalendosi degli strumenti di ripristino che, generalmente, i produttori caricano su una partizione nascosta del disco. Questi strumenti permettono di effettuare operazioni di emergenza e diagnostica del computer, tra cui il ripristino dello stesso al suo stato iniziale.

Generalmente, ultimate le operazioni di formattazione, il notebook viene riportato allo stato di fabbrica e vengono installati, in modo del tutto automatico, gli stessi driver e programmi presenti alla prima accensione dello stesso.

Per accedere agli strumenti di ripristino integrati nei notebook (se presenti), bisogna premere una precisa combinazione di tasti all’avvio del computer. Ciascun produttore usa una combinazione differente, quindi lascia che ti indichi quelle più comuni.

  • HP: subito dopo l’accensione, premi e tieni premuto il tasto F11, seleziona la voce Recovery Manager (oppure Risoluzione dei problemi > Recovery Manager) e clicca sul pulsante Ripristino del sistema. Per maggiori informazioni, visita il sito di HP oppure consulta la mia guida specifica sul ripristino dei computer HP.
  • Lenovo: premi il tasto Invio subito dopo l’accensione, così da interrompere la sequenza d’avvio del computer, quindi schiaccia la combinazione di tasti Alt+F11 oppure F11 per accedere all’utilità di emergenza. Infine, scegli l’opzione Lenovo Product Recovery oppure Factory Recovery e segui le indicazioni che ti vengono fornite. Maggiori info qui.
  • ASUS: dopo aver acceso il computer, premi il tasto F9 (oppure la combinazione di tasti Alt+F9) e, giunto alle opzioni d’avvio, scegli la voce Windows Setup [EMS Enabled]. In seguito, la modalità di ripristino che preferisci (ad es. Ripristinare Windows sull’intero disco) e attieniti alle indicazioni che ti vengono fornite. Maggiori info qui.
  • DELL: accendi il computer, premi più volte il tasto F8, clicca sulla voce Ripristina il computer e scegli di voler avviare l’utility Dell Backup & Restore. In seguito, scegli l’opzione Ripristino immagine iniziale e segui la procedura che ti viene proposta. Maggiori info qui.

Per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia guida su come formattare un computer dal BIOS, nella quale ti ho fornito dettagli aggiuntivi in merito alla suddetta tipologia di ripristino.

Come ripristinare il Mac come nuovo

Come ripristinare il Mac come nuovo

Gli step da compiere per riuscire a riportare il Mac alle sue impostazioni iniziali sono tutt’altro che difficili. Esattamente come Windows 10, anche macOS prevede la possibilità di formattare il computer lasciando inalterati i propri dati personali ma, se ti trovi qui, presumo che tu voglia ricominciare tutto daccapo e cancellare anche quelli: prima di procedere, dunque, ricordati di crearne una copia di backup, seguendo le indicazioni che ti ho fornito nel capitolo iniziale di questa guida.

Ad ogni modo, per riuscire a formattare completamente il Mac e riportarlo al suo stato iniziale, devi accedere alle Utility di macOS, tramite le quali puoi re-inizializzare il disco e procedere con una nuova installazione del sistema operativo: per accedervi, spegni il computer, riaccendilo e, se lo stesso è dotato di processore Intel, premi immediatamente dopo la combinazione di tasti cmd+r e tienili entrambi premuti, finché non vedi comparire sullo schermo il logo della mela morsicata.

Se, invece, il tuo è un Mac dotato di processore Apple Silicon (ad es. Apple M1), devi continuare a tenere premuto il tasto d’accensione anche dopo aver nuovamente avviato il computer: quando vedi le opzioni d’avvio, clicca prima sull’icona dell’ingranaggio e, in seguito, sul pulsante Continua.

Se hai svolto correttamente tutti i passaggi, dovresti veder comparire su schermo la finestra di selezione della lingua: dopo aver fornito l’informazione richiesta, immetti la password del Mac e attendi che ti vengano mostrare le Utility di macOS.

Come ripristinare il Mac come nuovo

Ora, per formattare il disco (andando dunque a eliminare anche i dati personali, oltre al sistema operativo), clicca sulla voce Utility Disco, poi sul nome del disco che ospita il sistema operativo e, successivamente, sul pulsante Inizializza. Ripeti la medesima operazione con tutte le altre partizioni/dischi presenti nel computer, se lo ritieni necessario.

Dopo aver cancellato tutti i dati, torna indietro alla schermata delle Utility di macOS, clicca, questa volta, sulla voce Installa macOS, poi sui pulsanti Continua e Accetta (per due volte consecutive), quindi scegli il disco su cui installare il sistema operativo (presumibilmente quello che hai formattato in precedenza) e avvia il setup di macOS cliccando sul pulsante Installa. La procedura così avviata si suddivide in due parti: una che si svolge subito, e l’altra che viene portata a termine dopo il riavvio automatico del computer.

Ad ogni modo, al termine dell’installazione del sistema operativo, partirà la configurazione iniziale di macOS: se hai formattato il computer per disfartene, non andare oltre e lascia che sia il nuovo proprietario a portare a termine i passaggi richiesti.

Altrimenti, seleziona il tuo Paese di residenza, regola le impostazioni per il layout della tastiera e per la lingua di dettatura, collegati alla rete Wi-Fi e ultima la configurazione del sistema operativo seguendo le indicazioni che ti vengono fornite. Se qualche passaggio non ti è chiaro, oppure se preferisci avere a disposizione una guida passo-passo interamente dedicata alla formattazione dei Mac, puoi far riferimento al tutorial specifico presente sul mio sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.