Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come tornare indietro con il PC

di

Hai installato una serie di programmi e/o driver che sospetti abbiano messo a dura prova la stabilità del tuo PC? Continui a visualizzare messaggi di errore che fino a ieri non c'erano? Allora la soluzione al tuo problema è chiara, devi riportare lo stato del sistema a quello di qualche giorno fa, quando il computer funzionava correttamente.

Come si fa? Forse non te ne sei ancora accorto, ma sia Windows che macOS includono una serie di funzioni molto utili che permettono di ripristinare lo stato del computer a quello di giorni, settimane o addirittura mesi precedenti, rimuovendo programmi, driver, aggiornamenti di sistema e altri elementi che avrebbero potuto causare problemi. Dati e documenti invece vengono lasciati intatti. Se vuoi scoprire come tornare indietro con il PC sfruttandone le capacità, segui dunque le indicazioni che sto per darti.

Nel dettaglio, ti spiegherò sia come riportare il sistema operativo a uno stato precedente (o, addirittura, alle impostazioni di fabbrica) senza alterare file e documenti personali, sia come ripristinare le versioni precedenti di questi ultimi, in caso di modifica o eliminazione accidentale. Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi attentamente tutto quanto ho da spiegarti: ti do la mia parola, è tutto molto più semplice di quanto tu possa credere. Come al solito, ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come tornare indietro con il PC Windows

Per iniziare, vediamo come tornare indietro con il PC se è dotato di sistema operativo Windows.

Ripristino configurazione di sistema

Come tornare indietro con il PC Windows

Se hai bisogno di ritornare indietro con il computer perché, dopo aver installato un programma, un driver o aver modificato qualche impostazione del sistema operativo, quest'ultimo non funziona più bene, ti tornerà sicuramente utile Ripristino configurazione di sistema di Windows. Quest'ultima consente di riportare il computer a uno stato precedente senza eliminare o modificare i file personali, intervenendo esclusivamente su impostazioni, driver e programmi installati.

Affinché il tutto vada a buon fine, la funzionalità deve risultare già attiva e devono essere già stati creati dei punti di ripristino: in genere, Windows effettua quest'ultima operazione ogni volta che viene apportata una modifica “importante” al sistema operativo. Tuttavia, se stai leggendo questa guida a scopo preventivo, puoi configurare il sistema operativo per la creazione periodica dei punti di ripristino, attenendoti alle indicazioni che ti ho fornito in questa guida.

Detto ciò, per riportare indietro il computer tramite Ripristino di configurazione di sistema, apri il menu Start di Windows (cliccando sul simbolo della bandierina situato sulla barra delle applicazioni), digita il nome dell'utility in questione e clicca sul primo risultato ricevuto. Se non la trovi, premi la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera (il tasto Win è quello con la bandierina), digita il comando rstrui.exe e dai Invio.

Ora, clicca sul pulsante Avanti, seleziona il punto di ripristino corrispondente alla data di tuo interesse (quella alla quale riportare il computer) e premi sul pulsante Cerca programmi interessati, per visualizzare la lista dei programmi/driver che saranno eliminati e di quelli che verranno riportati alla data in oggetto.

Dopo aver esaminato attentamente la lista degli elementi che saranno coinvolti nel ripristino, se sei sicuro di voler procedere, clicca sul pulsante Avanti e salva eventuali file ancora aperti; per concludere, consapevole del fatto che tutti i programmi e i driver installati/aggiornati dopo la data del backup verranno eliminati o riportati allo stato precedente e che quelli rimossi verranno ripristinati, clicca sul pulsante Fine e attendi che la procedura di ripristino venga portata a termine (il computer sarà riavviato automaticamente).

Reinstallazione del sistema operativo

Come tornare indietro con il PC

Se il ripristino della configurazione di sistema non riesce a risolvere il tuo problema e impieghi Windows 10 o Windows 11), puoi provare a reinstallare una nuova copia di Windows, andando così a riportare il sistema operativo allo stato iniziale e a cancellare tutte le applicazioni, i programmi e i driver installati, pur mantenendo intatti i file personali.

Per riuscirci, fai clic destro sul pulsante Start di Windows (quello con la bandierina posto sulla barra delle applicazioni), seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare sullo schermo e recati nelle sezioni Aggiornamento e sicurezza > Ripristino (su Windows 10) oppure Sistema > Ripristino (su Windows 11).

Successivamente, clicca sul pulsante Inizia/Ripristina il PC, premi sulla dicitura Mantieni i miei file e scegli se reinstallare Windows scaricando da Internet l'ultima versione disponibile (opzione Download da cloud) oppure se usare una copia dei file già presenti sul disco (voce Reinstallazione locale), premendo sull'apposita voce. Sebbene il primo approccio consenta di ottenere fin da subito gli ultimi aggiornamenti disponibili, la fase di download potrebbe risultare particolarmente lunga in termini di tempo, tienine conto.

Superato anche questo step, premi sul pulsante Avanti e, se necessario, esamina l'elenco dei programmi e delle applicazioni che saranno eliminate, premendo sulla voce Elenco delle app da rimuovere. Per concludere, premi sul pulsante per confermare il ripristino del computer e il gioco è fatto: durante l'intera procedura, tutti i programmi e le applicazioni presenti su Windows saranno eliminate e il sistema operativo verrà riportato al suo stato iniziale. Per approfondimenti, leggi con attenzione la mia guida al ripristino di Windows 10, valida anche per Windows 11.

Cronologia file

Come tornare indietro con il PC

Se, invece, hai bisogno di riportare un file o una cartella allo stato in cui si trovava in un certo momento, può tornarti utile un altro strumento “di serie” di Windows, denominato Cronologia file. Introdotto a partire di Windows Vista, si tratta di un'utility in grado di ripristinare le condizioni specifiche di qualsiasi elemento archiviato sul computer, nel giro di un paio di clic. Questa soluzione consente inoltre di “riportare in vita” i file eliminati per errore: basta ripristinare lo stato precedente della cartella che li conteneva e il gioco è fatto!

Tuttavia, prima di procedere, devo farti una precisazione: il ripristino dello stato precedente di un file/cartella ne elimina automaticamente tutte le modifiche apportate in un secondo momento. Dunque, se intendi ripristinare lo stato di una cartella, abbi cura di salvare altrove le versioni aggiornate dei file presenti al suo interno o, quantomeno, di quelli che non vuoi siano toccati.

Per riportare indietro un elemento con cronologia file, fai clic destro sulla sua icona, seleziona la voce Proprietà dal menu contestuale che si apre e clicca poi sulla scheda Versioni precedenti; individua dunque la versione del file/cartella che vuoi ripristinare e, se intendi visualizzarne un'anteprima, clicca sul pulsante Apri/Anteprima, situato in basso. Infine, premi sul pulsante Ripristina e poi sul pulsante OK, per riportare il file allo stato precedente, oppure sulla freccetta verso il basso posta accanto al summenzionato pulsante e sulla voce Ripristina in…, per salvare altrove una copia dello stato precedente del file (mantenendo inalterato quello attuale).

Come tornare indietro con il PC

Se non vedi alcun elemento nella scheda Versioni precedenti, vuol dire che lo strumento Cronologia file risulta disattivato: per abilitarlo, apri il menu Start, digita le parole cronologia file al suo interno e clicca sul primo risultato ricevuto; successivamente, collega al computer un disco sufficientemente capiente per contenere i file per i quali eseguire regolarmente il backup (o crea una partizione sul disco che possa assolvere al compito), selezionalo dal box che vedi sullo schermo e clicca sul pulsante Attiva, per abilitare il salvataggio dei dati.

Per impostazione predefinita, Cronologia file archivia i backup dei file contenuti nelle raccolte personali (Immagini, Musica, Video e Documenti) e di quelli presenti sul Desktop; per escludere una cartella dal backup, premi sulla voce Escludi cartelle. Per cambiare, invece, l'intervallo di backup (che viene comunque realizzato in maniera automatica, ogni qual volta il disco viene collegato al computer), premi sulla voce Impostazioni avanzate.

Altre soluzioni utili

Come tornare indietro con il PC

Come dici? Non hai trovato utili le soluzioni che ti ho fornito finora, perché hai necessità di tornare indietro con il PC andando a ripristinare contemporaneamente sia i file presenti su di esso, che lo stato del sistema operativo?

In tal caso, hai un paio di strade alternative da poter seguire: in primo luogo, se il computer è dotato di una partizione di ripristino, puoi servirti di quest'ultima per riportarlo allo stato di fabbrica. Così facendo, tutti i tuoi file personali verranno eliminati e il PC verrà ripristinato alle condizioni in cui era quando lo hai estratto dalla scatola: il sistema operativo sarà riportato alla sua versione originale e saranno nuovamente installati tutti i programmi e le eventuali applicazioni aggiunte “di serie” dal produttore. Se è questa la tua necessità e non sai come procedere, dà uno sguardo nel capitolo dedicato all'uso delle utility integrate, presente nella mia guida su come formattare il computer dal BIOS.

In alternativa, se stai leggendo questa guida a scopo preventivo, puoi installare uno dei tanti strumenti che consentono di creare un “ghost” del sistema operativo (ossia una sorta di “fotografia” di tutti i file presenti sul disco) oppure soltanto di determinati file e di aggiornarlo regolarmente; quando necessario, si può ripristinare il computer/i file esattamente allo stato in cui erano subito prima della creazione del ghost, mediante lo stesso programma impiegato per realizzarlo. Se ritieni che questa soluzione possa fare al tuo caso, dà un'occhiata alla mia guida ai programmi per backup, nella quale ti illustrato il funzionamento di alcuni software di questo tipo.

Come tornare indietro con il Mac

E su Mac? Anche in questo caso, puoi riportare indietro sia i file che l'intero sistema operativo in maniera semplice: basta usare i validi strumenti messi a disposizione da Apple e il tutto si riduce a poco più di un paio di clic!

Time Machine

Come tornare indietro con il PC

Se hai eliminato un file o una cartella per errore o, ancora, se hai installato un'applicazione che ha reso instabile il Mac, il metodo più semplice di far fronte alla cosa consiste nell'usare Time Machine, ossia lo strumento per il backup incluso “di serie” su tutte le edizioni di macOS. Esso consente di riportare i file (ma anche l'intero sistema operativo) a uno stato antecedente, senza installare programmi di terze parti e usando le sole funzioni di macOS.

Chiaramente, per poterci riuscire, bisogna aver configurato opportunamente il sistema per la creazione di backup automatici. Qualora non avessi ancora provveduto a effettuare questa operazione, procurati un disco esterno sufficientemente grande per ospitare il contenuto del Mac, formattalo per l'uso con Time Machine avvalendoti dello strumento Utility Disco di macOS (basta scegliere il file system macOS Esteso (journaled) in fase di inizializzazione) e, a formattazione completata, scollegalo dal Mac e ricollegalo.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare un messaggio che ti chiede l'operazione da effettuare con il disco appena inserito: quando ciò avviene, clicca sul pulsante Utilizza come disco di backup, in modo da avviare subito la creazione di una copia dei dati con Time Machine.

In alternativa, apri le Preferenze di sistema, clicca sull'icona di Time Machine, premi sul pulsante Seleziona disco di backup… e clicca sul nome del disco da impiegare per lo scopo.

Per concludere, premi sul bottone Utilizza il disco e accertati che, accanto alla voce Esegui backup automaticamente, sia visibile un segno di spunta (altrimenti apponilo tu); ti consiglio inoltre di selezionare la casella denominata Mostra Time Machine nella barra dei menu, così da poter visualizzare lo stato del backup semplicemente facendo clic su di essa (ha la forma di due frecce circolari).

A partire da questo momento, macOS realizzerà un backup di tutti i dati del computer e lo aggiornerà in automatico ogni volta che ce ne sarà bisogno, se il disco resterà collegato al computer; se, invece, il disco verrà scollegato dopo il backup iniziale, l'aggiornamento dei dati avverrà al collegamento successivo.

Ad ogni modo, una volta completata la creazione del backup con Time Machine, puoi seguire due strade differenti: per ripristinare la versione precedente di un dato file o di una data cartella, oppure per riportare l'intero computer a uno stato antecedente.

Ripristino di file e cartelle

Come tornare indietro con il PC

Per ripristinare la versione precedente di un file o di una cartella, clicca sull'icona di Time Machine che hai aggiunto in precedenza alla barra dei menu del Mac, premi sulla dicitura Entra in Time Machine dal menu che si apre e serviti della barra temporale posta a destra, per selezionare la data alla quale riportare i file di tuo interesse.

Ora, seleziona l'elemento sul quale intervenire usando la finestra del Finder posta al centro dello schermo, clicca su di esso e premi sul pulsante Ripristina, per riportarlo indietro e sovrascriverlo su quello attuale; altrimenti, se vuoi salvare la copia precedente del file/cartella in una posizione diversa, fai clic destro su di esso e seleziona la voce Ripristina [nome elemento] dal menu che compare.

Ripristino del computer

Come tornare indietro con il PC

I backup di Time Machine possono essere usati anche per tornare indietro con il Mac a una data precedente, ma fai attenzione: a seguito del ripristino del backup, tutti i file, le cartelle, le applicazioni e, in generale, tutti gli elementi creati/modificati in data successiva a quella del backup verranno cancellati; inoltre, le impostazioni di macOS verranno riportate a quelle in uso quando è stato realizzato il backup dei dati.

Chiarito ciò, se sei intenzionato a procedere, spegni il Mac e, se il computer è dotato di chip Apple Silicon (ad es. M1 o M2), riaccendilo premendo e tenendo premuto il tasto Power, finché non vedi le opzioni d'avvio; successivamente, clicca sulle voci Opzioni e Continua, per accedere al menu delle Utility macOS. Qualora avessi invece un Mac equipaggiato con processore Intel, riaccendi il computer come di consueto e, immediatamente dopo aver premuto il tasto Power, premi e tieni premuta la combinazione di tasti cmd+r sulla tastiera, finché non vedi il logo di Apple.

In seguito, seleziona la lingua da utilizzare, inserisci la password del Mac, connetti il disco contenente il backup di Time Machine (se non lo hai già fatto) e scegli l'opzione Ripristina da backup di Time Machine; premi poi sul pulsante Continua e seleziona il disco che hai collegato in precedenza, dalla lista proposta.

Per concludere, seleziona la data alla quale riportare il computer, indica il disco del Mac sul quale ripristinare il backup (ad es. Macintosh HD), premi sul pulsante Sblocca e digita la password del Mac nel campo dedicato. Per concludere, clicca sul pulsante Ripristina e attendi pazientemente il completamento della procedura.

Per saperne di più circa le modalità d'impiego di Time Machine, ti esorto a leggere con attenzione il tutorial che ho dedicato all'argomento, ricco di utili informazioni al riguardo.

Reinstallazione del sistema operativo

Come tornare indietro con il PC

Se hai bisogno di riportare indietro il computer perché hai apportato delle modifiche alle impostazioni del Mac o, ancora perché hai installato un driver che rende instabile il sistema, puoi riportare indietro il computer andando a reinstallare macOS. Questa procedura non rimuove i dati dal Mac, ma provvede soltanto a ripristinare lo stato iniziale dei file e delle applicazioni di sistema.

Per riuscire nell'impresa, devi innanzitutto richiamare la console delle Utility di macOS. Dunque, per iniziare, spegni completamente il Mac e, se impieghi un computer dotato di processore Apple Silicon (ad es. M1 oppure M2), riaccendilo premendo e tenendo premuto il tasto Power, finché non vedi comparire la schermata delle opzioni d'avvio; successivamente, premi sulle voci Opzioni e Continua, per visualizzare la schermata di selezione della lingua.

Se, invece, il computer è dotato di chip Intel, riaccendilo premendo semplicemente il tasto Power e, subito dopo, schiaccia i tasti cmd+r sulla tastiera, finché non vedi comparire sullo schermo il logo della “mela morsicata”.

Giunto alla schermata delle Utility di macOS, indica la lingua da usare, inserisci la password del Mac nell'apposito campo, clicca sul pulsante Continua e scegli l'opzione Reinstalla macOS [nome] dalla finestra che vedi sullo schermo.

Adesso, accetta le condizioni d'uso del sistema operativo, scegli il disco sul quale installarlo (generalmente è Macintosh HD), premi sul pulsante Installa e, se hai preventivamente abilitato la cifratura del disco, inserisci la password di amministrazione del computer, per sbloccarlo.

Durante la procedura, potrebbe esserti richiesto di collegarti a Internet, in modo da scaricare i file della versione più recente di macOS: in tal caso, provvedi a stabilire la connessione esattamente come faresti di consueto, cliccando cioè sull'icona multifunzione, poi su quella del Wi-Fi e selezionando poi la rete di tuo interesse. Puoi altresì impiegare la connessione cablata con cavo Ethernet, è indifferente.

Infine, attendi pazientemente il completamento della procedura e il riavvio automatico del computer, al seguito del quale dovresti ritrovarti al cospetto della solita schermata d'accesso. Maggiori info qui.

Inizializzazione di contenuti e impostazioni

Inizializzazione di contenuto e impostazioni

In casi estremi, oppure se devi disfarti del Mac, puoi riportarlo alle sue impostazioni iniziali andando a cancellare tutti i dati e le applicazioni personali, avvalendoti della funzione di inizializzazione inclusa in macOS.

Per riuscirci, apri le Preferenze di sistema, premi sul menu Preferenze di sistema ubicato in alto a sinistra e seleziona la voce Inizializza contenuti e impostazioni, visibile sullo schermo. In seguito, inserisci la password del Mac nell'apposito campo e segui le indicazioni che vedi sullo schermo, per concludere la procedura. Questo sistema, però, è applicabile soltanto a patto che il computer sia aggiornato a macOS 12 Monterey o edizioni successive e che sia dotato di processore Intel con chip Apple T2, oppure di processore Apple Silicon.

Come tornare indietro con il PC

Se il tuo computer non è compatibile con l'uso della funzionalità appena illustrata, puoi procedere con la formattazione completa “classica”, quella che si esegue dal menu Utility di macOS: per procedere, accendi il Mac in modalità di ripristino così come ti ho indicato in precedenza, seleziona la voce Utility disco, clicca poi sul disco su cui è installato macOS (ad es. Macintosh HD) e premi sul pulsante Inizializza.

Infine, verifica che nel menu a tendina Formato risulti selezionata l'opzione APFS (per macOS 10.13 e successivi) oppure macOS esteso (journaled) (per macOS 10.12 e antecedenti), che il menu a tendina Schema (se presente) sia impostato su Mappa partizione GUID e, consapevole che l'operazione eliminerà tutti i dati dal disco, premi sui pulsanti Inizializza e Fine. Al termine di questa operazione, ritorna alle Utility di macOS e procedi con la reinstallazione del sistema operativo, in maniera analoga a quanto visto poc'anzi.

In caso di dubbi o problemi, dà un'occhiata alla mia guida su come ripristinare il Mac, dove ti ho illustrato le procedure analizzate finora con dovizia di particolari.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.