Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare AUTHCODE

di

Hai urgenza di recuperare il tuo Green Pass per poter dimostrare il completamento del ciclo vaccinale, l’avvenuta guarigione o l’esito di un tampone negativo in relazione alla malattia da COVID-19, ma non riesci in nessun modo a reperire l’AUTHCODE necessario a eseguire tale operazione. Hai cercato eventuali comunicazioni via SMS o e-mail provenienti dai canali ufficiali del Ministero della Salute, ma niente: del codice in questione non c’è traccia.

La cosa sta cominciando a preoccuparti un pò, in quanto temi che questo problema possa coincidere con l’inizio di una lunga trafila per riuscire a recuperare questa essenziale informazione. In realtà, le cose sono più semplici di quanto pensi, e non c’è nessun bisogno di allarmarsi: la Pubblica Amministrazione italiana, infatti, ha sviluppato una piattaforma molto semplice ed efficace che centralizza e agevola tutte le operazioni inerenti il conseguimento della certificazione verde.

Se, dunque, vuoi scoprire come scaricare AUTHCODE, ti basterà solamente dedicare qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura dei prossimi paragrafi, nei quali troverai una spiegazione dettagliata sui passaggi necessari all’ottenimento del codice in questione. Se sei pronto a iniziare, a me non resta che augurarti buon proseguimento!

Indice

Informazioni preliminari

banner sito DGC

Prima di mostrarti come recuperare l’AUTHCODE utile all’ottenimento del Green Pass, credo sia importante fare una breve premessa al fine di illustrarti le varie tipologie di codice di autorizzazione previste, valide per poter scaricare la certificazione verde.

Infatti, i codici si differenziano in base alla misura cautelativa che è stata adottata per evitare il diffondersi del contagio e possono essere riassunti in questo modo.

  • AUTHCODE — rilasciato a seguito di vaccinazione.
  • CUN — ossia il Codice Univoco Nazionale del test molecolare, che può essere ottenuto a seguito dell’esito negativo di un tampone rinofaringeo derivante dall’analisi molecolare per la rilevazione dei geni virali. È formato dalla sigla CUN seguita da un trattino e da una sequenza alfanumerica di 10 caratteri.
  • NRFE — Numero Referto Elettronico del tampone antigenico, ovvero del test rapido utilizzato per individuare in breve tempo le proteine (antigeni) presenti nel rivestimento del virus SARS-CoV-2. Il codice, in questo caso, è composto da 17 cifre.
  • NUCG — Numero Univoco presente sulla certificazione di avvenuta guarigione.

I suddetti codici vengono notificati ai recapiti (telefono o indirizzo email) comunicati all’operatore o alla struttura sanitaria che ha eseguito la vaccinazione o il tampone (o che ha certificato la guarigione da COVID-19), ma se non riesci a reperirlo, non temere: ti basterà eseguire una semplice operazione per recuperarlo.

Ti consiglio sin da ora, però, di munirti della tua tessera sanitaria con CNS, in quanto il codice di autorizzazione è collegato in maniera univoca al numero identificativo ivi presente.

Come scaricare AUTHCODE

form recupero authcode

Se ti stai chiedendo come scaricare AUTHCODE, come ti ho anticipato nell’introduzione, il Governo ha messo a disposizione dei cittadini un’apposita funzionalità all’interno della piattaforma denominata Digital Green Certificate, sviluppata proprio per facilitare il rilascio del lasciapassare in questione. Essa permette di recuperare facilmente le varie tipologie di codice di cui ti ho parlato nel capitolo precedente semplicemente compilando un modulo elettronico con alcune informazioni essenziali.

Per cominciare, quindi, collegati con il tuo browser preferito a questa pagina del sito DGC. Dopodiché inserisci il tuo Codice Fiscale nel primo campo, procurati la tua Tessera Sanitaria, individua sul retro della stessa il codice di 20 cifre corrispondente al Numero di identificazione della tessera, quindi digita le sue ultime otto cifre nel campo successivo.

A seguire, premi sul menu a tendina denominato Tipo Evento e seleziona se il codice in questione è inerente alla Vaccinazione, a un Certificato di guarigione o a un Tampone. Una volta fatto ciò, compila il campo denominato Data evento immettendo la data in cui hai eseguito una delle operazioni sopra citate. Puoi procedere digitandola nel formato gg/mm/aaaa, o utilizzare la funzione calendario, richiamabile mediante il pulsante blu situato sulla destra della casella.

Per concludere, inserisci il codice di sicurezza collocato all’interno dell’immagine captcha inclusa nel riquadro sottostante, al fine di confermare la richiesta. Puoi eventualmente anche pigiare sul pulsante Audio nel caso volessi ascoltare il codice da immettere (ad esempio qualora l’immagine non risultasse abbastanza chiara), o caricare una nuova immagine pigiando sulla voce sottostante.

A questo punto premi il bottone Recupera AUTHCODE collocato poco più in basso: ci vorrà solamente qualche istante e potrai visualizzare il tuo codice univoco sullo schermo.

Nel caso in cui l’AUTHCODE non dovesse risultare disponibile, significa che esso non è stato ancora generato. Dovrai dunque pazientare qualche giorno (ad esempio, dopo la prima dose di vaccino occorre attendere circa un paio di settimane per ottenerlo) o, in caso di problemi, puoi richiedere informazioni al numero di pubblica utilità 1500 istituito dal Ministero della Salute.

Come scaricare Green Pass con AUTHCODE

scaricare greenpass con authcode sito DGC

Ora che hai reperito il codice utile all’ottenimento della certificazione verde, molto probabilmente ti starai chiedendo anche come scaricare Green Pass con AUTHCODE. Ebbene, ti farà piacere sapere che è possibile eseguire tale operazione sempre dal sito DGC di cui ti ho parlato nel capitolo precedente, ovvero lo stesso dal quale hai potuto acquisire il codice di autorizzazione.

Per procedere, collegati alla pagina principale della piattaforma DGC e clicca sulla dicitura Tessera Sanitaria situata nel riquadro a destra della schermata. Nella pagina seguente, mantieni la sezione Tipologia di utente valorizzata con l’opzione Utente provvisto di tessera sanitaria e, una volta fatto ciò, compila il modulo sottostante digitando le ultime 8 cifre del numero di identificazione della Tessera Sanitaria nel primo campo, quindi inserisci anche la relativa data di scadenza nel campo a fianco. Entrambe le informazioni sono facilmente reperibili sul retro della tessera, in fondo alla stessa.

A seguire, indica il Tipo di codice di cui disponi tramite l’apposito menu a tendina, quindi immettilo nel rispettivo campo a lato. Per concludere, fai clic sul menu a tendina sottostante e imposta la Lingua della certificazione, dopodiché inserisci il codice di sicurezza nel riquadro in basso e premi il pulsante Recupera certificazione: verrai immediatamente reindirizzato a una pagina nella quale potrai scegliere, attraverso due appositi bottoni, di scaricare la certificazione completa o il relativo QR Code.

In alternativa puoi utilizzare anche l’app Immuni: una volta scaricata e installata (nel link appena fornito trovi le relative istruzioni), la sua schermata principale mostrerà una funzione dedicata, denominata EU Digital Covid Certificate.

Al passaggio successivo, quindi, dovrai premere sul pulsante Recupera EU Digital Covid Certificate e sarai reindirizzato a una schermata contenente un modulo altrettanto semplice e intuitivo: qui, basterà selezionare dal menu a tendina la Tipologia di codice (in questo caso, però, le opzioni disponibili sono solo 3, ovvero AUTHCODE, NRFE e CUN) e digitarlo nel campo successivo. A seguire, immetti le ultime 8 cifre della tua Tessera Sanitaria e la relativa data di scadenza nelle rispettive caselle, quindi pigia il bottone Conferma.

Come scaricare AUTHCODE senza Tessera Sanitaria

schermata Fascicolo Sanitario Elettronico green pass

Se ti stai chiedendo come scaricare AUTHCODE senza Tessera Sanitaria, in quanto al momento sei sprovvisto del documento in questione, devo informarti che purtroppo non è prevista una procedura di questo genere: l’unico strumento online in grado di ottemperare a questa esigenza, infatti, è quello di cui ti ho parlato in un capitolo precedente di questa guida, il quale richiede obbligatoriamente l’immissione delle ultime 8 cifre del relativo Numero di Identificazione della scheda.

Tuttavia, ti farà piacere sapere che il Green Pass è ottenibile anche senza bisogno del codice: in particolare, puoi fare riferimento a due servizi per questa specifica esigenza, ovvero il Fascicolo Sanitario Elettronico e l’app IO. Ti anticipo sin da adesso, però, che per accedervi è necessario essere in possesso di un’identità digitale.

Avrai certamente sentito parlare, ad esempio, dello SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale): si tratta di uno strumento particolarmente comodo e innovativo che permette, mediante l’utilizzo della medesima combinazione di username e password, di accedere a numerosi servizi online forniti dalla Pubblica Amministrazione. Se vuoi approfondire l’argomento, ho realizzato una guida molto dettagliata nella quale espongo le varie modalità di attivazione.

In alternativa puoi considerare l’utilizzo della CIE (Carta d’identità elettronica), la quale, però, necessita anche di un apposito lettore di Smart Card o dell’app CIE ID. Anche in questo caso, se hai bisogno di maggiori dettagli sul suo funzionamento, ti rimando a questo mio tutorial dedicato.

Una volta ottenuta l’identità digitale, dunque, potrai facilmente accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico il quale, in poche parole, consiste in una piattaforma sviluppata appositamente per centralizzare i documenti sanitari e le informazioni relative a ogni assistito del SSN (Sistema Sanitario Nazionale), ivi compresa la Certificazione Verde. Quest’ultima, infatti, è automaticamente reperibile nella sezione Elenco documenti della tua area personale, o premendo gli appositi pulsanti presenti sulla schermata principale del servizio.

Per quanto riguarda l’app IO, invece, si tratta di uno strumento per dispositivi mobile pensato appositamente per facilitare l’interazione con diverse tipologie di servizi pubblici nazionali e locali. È compatibile con dispositivi Android dalla versione 5.0 (verifica anche su store alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) e iOS dalla versione 10.0. Anche in questo caso il Green Pass viene messo automaticamente a disposizione dell’utente e per ottenerlo non dovrai fare altro che pigiare sul messaggio di notifica che compare nella sua schermata principale.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.