Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Disdetta telefono fisso TIM

di

Un tuo amico ha attivato una nuova promozione che sembra essere decisamente più vantaggiosa di quella che in questo momento è in essere sulla tua linea e quindi hai deciso di fare la disdetta telefono fisso TIM, in modo da poter sottoscrivere anche tu l’offerta in questione. Purtroppo, però, essendo la prima volta che ti trovi a fare una cosa del genere non sai come “muoverti” e ti stai allora chiedendo se sono in grado di darti una mano. Ma certo che sì! Nelle righe successive trovi infatti tutte — ma proprio tutte tutte — le informazioni che ti servono per procedere con l’inoltro della tua disdetta al noto operatore italiano.

In sintesi, quello che devi fare è rispettare i tempi imposti dal contratto, pagare i costi di disattivazione previsti dalle condizioni generali d’utilizzo e restituire prontamente le apparecchiature TIM che hai ricevuto in comodato d’uso oppure a noleggio per evitare di incorrere nel pagamento di penali piuttosto “salate”. Ti anticipo già che puoi riuscire nel tuo intento richiedendo la cessazione completa della linea, usando il recesso entro i primi 14 giorni di attivazione oppure passando ad altro gestore.

A questo punto, direi di non perderci in ulteriori chiacchiere e di addentrarci subito nel vivo di questo tutorial. Ti consiglio di metterti bello comodo e di prenderti tutto il tempo necessario per leggere con molta attenzione quanto riportato di seguito, in modo da scegliere la modalità di recesso migliore per te. Intanto, ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per ogni cosa.

Indice

Disdetta telefono fisso: costi, tempi e restituzione apparecchiature

logo TIM

Prima di entrare nel vivo della guida, andandoti a spiegare come fare disdetta telefono fisso TIM, mi sembra doveroso metterti al corrente riguardo quelli che sono gli eventuali costi da sostenere per l’attuazione della procedura, i tempi necessari e le informazioni relative alla restituzione delle apparecchiature ricevute in comodato d’uso dal gestore.

Per quel che concerne i costi, ti anticipo già che possono rivelarsi piuttosto salati. In caso di disdetta della linea, TIM prevede dei costi di disattivazione fissi che ammontano a 30 euro in caso di cessazione definitiva della linea e 5 euro in caso di passaggio verso un altro operatore.

Alle cifre di cui sopra vanno sommati gli eventuali addebiti derivanti dalle inadempienze contrattuali. Ad esempio, se hai sottoscritto un contratto con vincolo di 24 mesi e recedi prima di tale scadenza, sarai obbligato a pagare un dato importo di per ciascun mese di fruizione dell’offerta. Inoltre, se al momento della sottoscrizione del piano hai deciso di attivare una nuova linea con costo rateizzato, dovrai versare tutte le rate restanti in un’unica soluzione.

Tieni poi presente che tutte le apparecchiature eventualmente fornite da TIM in comodato d’uso o a noleggio, come possono esserlo modem e decoder, vanno restituite al gestore entro 30 giorni e se questo non succede vengono applicate delle penali.

Le apparecchiature vanno mandate tramite pacco postale e la spedizione va fatta all’indirizzo TIM S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano (PV). Alla spedizione va allegata la documentazione reperibile tramite la pagina dedicata alla restituzione prodotti presente sul sito di TIM, con i dati dell’utenza, una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale, come ti ho spiegato in dettagli nella mia guida su come restituire modem TIM.

Modem e decoder a parte, la consegna degli altri dispositivi ricevuti da TIM può essere effettuata anche di persona presso un dei seguenti centri TIM autorizzati (solo in questi, non in altri).

  • Roma — Viale Liegi, 31.
  • Milano — Piazza Cordusio snc – ang. Via Broletto.
  • Napoli — Centro Direzionale – Isola A4.
  • Palermo — Via della libertà, 37/d.

Mie indicazioni a parte, tieni comunque presente che i costi di disattivazione, le tempistiche e le istruzioni relative alla restituzione delle apparecchiature possono subire variazioni. Per restare sempre aggiornato al riguardo ed evitare eventuali brutte sorprese, ti suggerisco di consultare la Carta dei servizi TIM e le Condizioni generali del contratto TIM.

Disdetta telefono fisso TIM: come fare

Vediamo, adesso, come fare la disdetta telefono fisso TIM in maniera pratica. Qui sotto, dunque, trovi spiegato come riuscirci andando a richiedere la cessazione della linea, esercitando il diritto di recesso entro 14 giorni ed effettuando il passaggio ad altro gestore.

Cessazione linea

Disdetta TIM per cessazione della linea

Se vuoi fare disdetta telefono fisso TIM andando a richiedere la cessazione della linea in maniera completa, il primo passo che devi compiere è reperire l’apposito modulo da compilare e da spedire al gestore.

Per cui, collegati alla sezione dedicata alla modulistica che trovi sul sito di TIM e fai clic sul link Visualizza tabella completa situato nella sezione Fisso, quindi scarica il Modulo recesso linea telefonica facendo clic sul collegamento Scarica corrispondente e selezionando il link Altrimenti clicca qui per scaricare il modulo di recesso senza telefono a noleggio o compila online la richiesta su MyTIM per procedere con il download che trovi nella nuova pagina visualizzata.

A download avvenuto, stampa il modulo ottenuto, compilalo con le informazioni richieste, firmalo e invialo tramite raccomandata A/R all’indirizzo TIM S.p.A., Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma), avendo cura di allegare anche una copia di un tuo documento di identità valido e del codice fiscale. Il modulo può essere inviato anche tramite PEC all’indirizzo di posta certificata disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

Tieni presente che dal momento in cui hai inoltrato la richiesta fino a quello in cui la cessazione della linea sarà effettiva, potrebbero passare fino a un massimo di 15 giorni lavorativi. Inoltre, vanno sostenuti i costi di disattivazione e bisogna effettuare la restituzione delle apparecchiature TIM ricevute in comodato d’uso oppure a noleggio, salvo diversamente specificato dal contratto, ovviamente.

Recesso entro 14 giorni

Disdetta TIM entro 14 giorni

Se hai sottoscritto il tuo contratto TIM lontano dai locali commerciali dell’azienda — al telefono o su Internet — e sono passate meno di due settimane dalla sua stipula, puoi usare il diritto di recesso entro 14 giorni previsto dalle normative vigenti.

Se rispetti i requisiti di cui sopra, tutto ciò che devi fare è effettuare il download del modulo di recesso apposito, collegandoti alla sezione dedicata alla modulistica presente sul sito Internet di TIM, selezionando il link Visualizza tabella completa situato nella sezione Fisso e facendo clic sul collegamento Scarica relativo al Modulo di recesso da attivazione nuova linea (ripensamento entro 14 giorni) oppure al Modulo di recesso da attivazione linea per passaggio da altro operatore (ripensamento entro 14 giorni), a seconda dei casi.

Una volta effettuato il download del modulo, stampalo, compilalo con le informazioni richieste, firmalo e spediscilo tramite raccomandata A/R all’indirizzo TIM S.p.A. Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma) oppure mediante fax al numero 800.000.187, avendo cura, sia in un caso che nell’altro di allegare una copia di un tuo documento di identità valido e del codice fiscale. In alternativa, puoi inoltrare la tua richiesta anche tramite PEC, inviando la documentazione all’indirizzo di posta certificata disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

In questo caso specifico, non sei nemmeno tenuto a pagare alcun costo di disattivazione, ma se se sei in possesso di apparecchiature TIM ricevute in comodato d’uso oppure a noleggio devi comunque effettuarne la restituzione.

Passaggio ad altro gestore

Disdetta telefono fisso TIM

Se sei interessato a richiedere disdetta telefono fisso TIM effettuando il passaggio ad altro gestore, ti informo che puoi riuscirci semplicemente andando a contattare l’operatore con cui vorresti sottoscrivere un nuovo abbonamento: sarà lui stesso a occuparsi della tua pratica e delle varie operazioni burocratiche da compiere per “chiudere i ponti” con TIM.

Per far sì che il passaggio da TIM al nuovo operatore avvenga con successo, dovrai comunicare il codice segreto (noto anche come codice di migrazione) che trovi nella bolletta di TIM alla nuova azienda. Senza il codice in questione, infatti, non potrai autorizzare l’azienda a prendere in carico la tua richiesta ed effettuare la migrazione della tua linea, come ti ho spiegato più in dettaglio nella mia guida su come verificare il codice di migrazione.

Se non riesci a trovare il codice segreto nella bolletta del telefono, puoi chiedere a un operatore del servizio clienti di TIM di fornirtelo, telefonando al numero 187, procedendo come ti ho spiegato nel mio post su come parlare con un operatore TIM.

In base agli attuali termini di legge, il passaggio verso il nuovo gestore viene attuato entro 10 giorni lavorati, ma spesse volte possono verificarsi delle variazioni che vanno ad allungare i tempi (molto più di rado ad accorciarli). In tale arco di tempo, dovresti ricevere anche dei documenti da firmare e spedire nuovamente all’operatore a seconda delle indicazioni ottenute.

Per maggiori informazioni in merito alla procedura da seguire, ti suggerisco la lettura della mia guida specifica su come cambiare operatore telefonico.

Disdetta telefono fisso TIM per decesso

Tastiera e penna

Se purtroppo ti trovi nella triste circostanza in cui hai bisogno di sapere come effettuare la disdetta telefono fisso TIM per decesso, ti comunico che anche in questo caso è disponibile un apposito modulo, il quale può essere compilato da un erede, ovvero qualsiasi persona che abbia rapporti familiari, di convivenza o di matrimonio con l’intestatario della linea.

Per scaricare il modulo adatto, raggiungi la sezione dedicata alla modulistica che trovi sul sito di TIM, fai clic sul link Visualizza tabella completa situato nella sezione Fisso, e scarica il Modulo recesso linea telefonica facendo clic sul collegamento Scarica corrispondente e selezionando il link In caso di decesso del titolare della linea, clicca qui per scaricare il modulo di recesso da inviare a cura dell’erede per procedere con il download che trovi nella nuova pagina visualizzata.

Completato il download del modulo, effettuane la stampa, compilalo con le informazioni richieste, firmalo e invialo tramite raccomandata A/R all’indirizzo TIM S.p.A., Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma), avendo cura di allegare anche una copia di un documento di identità valido e del codice fiscale della persona defunta e dell’erede che sta effettuando la richiesta. Il modulo può altresì inviato anche tramite PEC all’indirizzo di posta certificata disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

Per approfondimenti, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata specificamente alla disdetta Telecom per decesso.

Disdetta telefono fisso TIM BUSINESS

Business

Se sei un’azienda o un titolare di partita IVA e hai sottoscritto un’offerta dedicata ad aziende o professionisti, puoi richiedere la disdetta telefono fisso TIM BUSINESS attenendoti alle seguenti modalità.

  • Area Clienti TIM BUSINESS — è possibile richiedere la disdetta della linea accedendo all’area personale da cui è possibile gestire in tutto e per tutto l’utenza.
  • Raccomandata A/R — è possibile richiedere la disdetta della linea inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Telecom Italia Servizio Clienti Business indicato in fattura per un contratto di rete mobile oppure alla casella postale N. 456 – 00054 Fiumicino (RM) per un contratto di rete fissa.
  • Fax — è possibile richiedere la disdetta della linea mandando un fax al numero 800.423.131, per clienti di rete mobile che hanno intenzione di cessare una o più linee mantenendo attivo il contratto, oppure al numero 800.000.191, per chi ha un contratto di rete fissa.
  • Posta Elettronica Certificata — è possibile richiedere la disdetta della linea inviando una PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata telecomitalia@pec.telecomitalia.it.
  • Punto vendita TIM abilitato — è possibile richiedere la disdetta della linea recandosi presso uno dei punti vendita TIM abilitati per la gestione di richieste di questo tipo che sono visibili sull’apposita mappa.

Per ulteriori delucidazioni, ti suggerisco di leggere la mia guida specifica sulla disdetta Telecom Business.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.