Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Disdetta linea fissa TIM

di

Dopo averci pensato su per diverso tempo e aver valutato tutti i pro e i contro della situazione, finalmente hai deciso: dirai addio al tuo abbonamento TIM per la linea fissa. Tuttavia, se ora sei qui e stai leggendo queste righe, mi pare evidente che, nonostante tu abbia provveduto a documentarti il più possibile sull’argomento, non sei ancora riuscito a capire come effettuare la disdetta del tuo contratto, vero?

Beh, vista la situazione lascia che ti fornisca io le dovute spiegazioni. Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, posso infatti indicarti, per filo e per segno, come fare la disdetta linea fissa TIM. Che tu voglia cessare in maniera definitiva la tua utenza, effettuare il recesso del contratto entro i primi 14 giorni d’attivazione o passare ad altro gestore, non fa differenza: in tutti i casi puoi riuscire senza problemi nell’impresa compilando un apposito modulo.

Tieni però ben presente che posso esserci dei costi da sostenere e che nel caso in cui fossi in possesso di eventuali apparecchiature in comodato d’uso dovrai provvedere a restituire tutto al gestore (a meno che tu non preferisca incorrere in salate penali!). Detto questo, non mi resta che invitarti a proseguire nella lettura: trovi spiegato tutto qui sotto!

Indice

Disdetta linea fissa TIM: tempi, modalità e costi

Chiedere rimborso TIM

Prima di spiegarti come fare la disdetta linea fissa TIM, direi di fare un breve riepilogo riguardante tempi, modalità e costi della procedura in oggetto.

A proposito di questi ultimi, sappi che possono rivelarsi anche molto salati. In caso di disdetta della linea, sia per quel che concerne la cessazione definitiva che il passaggio a un nuovo gestore, TIM prevede dei costi di disattivazione fissi, pari a 30 euro in caso di cessazione del contratto e 5 euro in caso di passaggio verso un altro operatore.

A tali cifre vanno però sommati anche gli eventuali addebiti derivanti dalle inadempienze contrattuali. Ad esempio, se hai sottoscritto un contratto con vincolo di 24 mesi e recedi prima di tale scadenza, sarai obbligato a pagare un dato importo di per ciascun mese di fruizione dell’offerta.

Inoltre, se al momento della sottoscrizione del piano hai attivato una nuova linea con costo rateizzato, dovrai versare tutte le rate rimanenti in un’unica soluzione. Per approfondire l’argomento e per conoscere dunque tutti i dettagli del caso, ti suggerisco di leggere la Carta dei servizi TIM e le Condizioni generali del contratto TIM.

Tieni poi presente che, come già anticipato, posso essere applicate penali ancora più salate qualora non venga effettuata la restituzione degli apparecchi ricevuti in comodato d’uso o a noleggio (es. modem e decoder) entro le tempiste stabilite da TIM, pari a 30 giorni.

Per quel che concerne la restituzione delle apparecchiature, la spedizione avviene tramite pacco postale e va fatta all’indirizzo Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27.015 Landriano (PV). Alla spedizione occorre allegare la documentazione disponibile sulla pagina del sito Internet dell’operatore dedicata alla restituzione prodotti con i dati dell’utenza (nome, cognome e numero di telefono) e una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità (preferibilmente la carta di identità).

Modem e decoder a parte, la consegna dei dispositivi ricevuti da TIM può essere effettuata anche di persona presso un dei seguenti centri TIM (e solo in questi, non altri).

  • Roma — Viale Liegi, 31.
  • Milano — Piazza Cordusio snc – ang. Via Broletto.
  • Napoli — Centro Direzionale – Isola A4.
  • Palermo — Via della libertà, 37/d.

Recesso entro 14 giorni

Disdetta TIM entro 14 giorni

Se hai sottoscritto un contatto con TIM per la tua linea fissa da meno di 14 giorni e se la stipula è avvenuta al di fuori dei locali commerciali dell’azienda (es. via telefono), puoi usufruire del diritto di recesso previsto per legge. In questo caso, non dovrai sostenere alcun costo, mentre per quel che concerne la restituzione delle apparecchiature eventualmente già fornite dal gestore valgono le medesime regole di cui sopra: vanno restituite entro 30 giorni dal recesso.

Se dunque rispetti i requisiti summenzionati, clicca qui per effettuare subito il download del modulo per il recesso dal sito Internet di TIM. Per scaricare il modulo sul tuo computer devi fare clic sul bottone Vedi tutti, poi sul pulsante Scarica che trovi collocato accanto al suo titolo (Modulo di recesso da attivazione offerta/servizio (ripensamento entro 14 giorni) o Modulo di recesso da attivazione offerta/servizio (ripensamento entro 14 giorni, a seconda della sottoscrizione fatta.

Se il modulo non viene scaricato sul computer ma aperto direttamente nel browser, clicca sull’icona della freccia o su quella del floppy disk per avviarne subito il download.

A download completato, stampa il modulo, compilalo in ogni sua parte, firmalo e spediscilo tramite fax al numero 800 000 187 oppure tramite raccomandata A/R all’indirizzo TIM S.p.A. Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma). In ogni caso, ricordati di allegare una copia di un tuo documento di identità valido.

Volendo, puoi anche fare la disdetta linea fissa TIM PEC, sfruttando così la posta elettronica certificata. In questo caso, dunque, il modulo va inviato all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

Cessazione della linea

Disdetta TIM per cessazione della linea

Vuoi effettuare la cessazione completa della tua linea fissa TIM? In tal caso, il primo passo che devi compiere è quello di reperire l’apposito modulo da compilare e da spedire al gestore.

Provvedi, dunque, a fare clic qui per recarti nella sezione dedicata alla modulistica presente sul sito di TIM, dopodiché fai clic sul link Vedi tutti collocato nella sezione dedicata alla telefonia fissa e scarica il modulo recesso linea telefonica con telefono a noleggio, oppure il modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio (in base al contratto in essere).

Per effettuare il download del modulo di tuo interesse, dopo aver fatto clic sul bottone Scarica posto in corrispondenza dello stesso, fai clic sul primo collegamento clicca qui situato in fondo alla nuova pagina apertasi o, se vuoi fare la disdetta linea fissa TIM per decesso, clicca sul secondo link. Se il modulo non viene scaricato automaticamente ma semplicemente aperto nel browser, effettuane il download “manualmente”, cliccandp sul simbolo della freccia rivolta verso il basso oppure su quella del floppy disk.

In conclusione, stampalo, compilalo in ogni sua parte, firmalo e invialo con una raccomandata A/R all’indirizzo TIM S.p.A., Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma), avendo cura di allegare anche una copia di un tuo documento di identità valido). Il modulo può essere inviato anche con la posta elettronica certificata all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

Passaggio ad altro operatore

Disdetta linea fissa TIM

Vuoi sostituire TIM con un altro operatore ma non hai le idee molto chiare in merito a quali operazioni compiere per passare ad altro gestore? Non ti preoccupare, posso darti una mano io anche in questo. Tutto ciò che devi fare è metterti in contatto con il nuovo operatore con cui vuoi sottoscrivere il contratto ed affidare a quest’ultimo tutta la pratica. Sarà difatti il nuovo provider ad annullare per tuo conto l’abbonamento con TIM per la tua linea fissa e avviare tutta la procedura per la sottoscrizione del nuovo contratto.

Tu, quindi, dovrai semplicemente contattare il gestore con il quale desideri abbonarti (telefonicamente oppure recandoti in uno dei punti vendita e centri assistenza presenti sul territorio) e fornire allo stesso il codice segreto TIM (il codice di migrazione), un codice alfanumerico costituito da più caratteri che identifica in maniera univoca la linea telefonica e grazie al quale è possibile autorizzare il passaggio da un operatore ad un altro.

Puoi trovare il tuo codice segreto sulla bolletta TIM, in corrispondenza del codice fiscale dell’intestatario della fattura o, qualora non riuscissi ad identificarlo in tal modo, puoi farne richiesta mettendoti in contatto con il servizio clienti dell’operatore chiamando il 187 di TIM. A questo proposito, ti consiglio di leggere il mio tutorial su come verificare il codice di migrazione e la mia guida su come fare per parlare con un operatore TIM.

Il termine previsto dalla legge per il completamento di tutto il passaggio è 10 giorni lavorativi, ma possono esserci variazioni tecniche che allungano tale periodo (o, più raramente, lo accorciano). Ad ogni modo, durante la transizione tu non dovrai fare nulla di particolarmente impegnativo, se non firmare ed eventualmente anche rispedire (dipende dalle indicazioni ricevute dal nuovo provider) i documenti che ti verranno recapitati a casa o via posta elettronica. Per ulteriori dettagli, ti consiglio di consultare il mio articolo su come cambiare gestore telefonico in cui ho provveduto a parlarti in maniera approfondita della questione.

Ti segnalo, infine, che anche in caso di migrazione da TIM a un altro gestore, ti ritroverai a dover pagare i costi di disattivazione del servizio unitamente alle eventuali penali previste in caso di inadempienze contrattuali. È altresì prevista la restituzione di tutte le apparecchiature ricevute in comodo d’uso entro 30 giorni dal passaggio ad altro gestore, onde evitare, anche in questa circostanza, di andare incontro al pagamento di penali.

In caso di problemi

Call Center

Se hai seguito in modo scrupoloso i passaggi indicati nelle righe precedenti, non è detto che tu sia riuscito a portare a termine la procedura necessaria per eseguire la disdetta del tuo contratto TIM di rete fissa. A volte, purtroppo, qualche intoppo può capitare e, se questo è il tuo caso, non hai altra scelta che contattare il customer care di TIM.

Come puoi fare ciò? In vari modi: agendo da telefono, tramite chat, utilizzando le forme di assistenza social messe a disposizione dal gestore o andando in un negozio TIM. Se hai bisogno di delucidazioni in merito a come contattare operatore TIM, sai già cosa fare: dare un’occhiata alla guida che ho dedicato all’argomento.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.