Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori cuffie Xiaomi: guida all’acquisto

di

Ti sei finalmente deciso ad acquistare dei nuovi auricolari e, in particolare, hai adocchiato delle soluzioni offerte da Xiaomi. Hai sempre sentito parlare di questo brand in campo smartphone, ma sei a conoscenza del fatto che non produce solamente dispositivi mobili. Vorresti, dunque, approfondire le proposte dell’azienda in campo audio. Beh, direi che sei nel posto giusto!

Infatti, in questa guida all’acquisto ti spiegherò quali sono le migliori cuffie Xiaomi (o meglio, i migliori auricolari, giacché la celebre azienda asiatica al momento non commercializza cuffie in Italia). Nel caso te lo stessi chiedendo, non mi limiterò semplicemente a fornirti delle indicazioni relative a prodotti specifici, ma ti illustrerò anche alcuni aspetti importanti che possono consentirti di scegliere il prodotto più adatto a te in modo oculato.

Che ne dici? Sei pronto ad approfondire il mondo degli auricolari Xiaomi? Secondo me non vedi l’ora di analizzare i prodotti presenti sul mercato, acquistando finalmente un prodotto in grado di fornirti un’esperienza come si deve. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon shopping!

Indice

Come scegliere le cuffie Xiaomi

Prima di illustrati quali sono nel concreto le migliori cuffie Xiaomi, ritengo possa interessarti approfondire per bene l’argomento, comprendendo quali sono i principali fattori che possono influenzare la scelta di un prodotto rispetto a un altro.

Tipologia

Auricolari in-ear Xiaomi

Innanzitutto, è bene analizzare quali sono i prodotti che Xiaomi propone per quel che concerne questo mondo. Infatti, il termine “cuffie” è spesso utilizzato in un modo un po’ improprio in questo contesto.

Come già anticipato in apertura del post, attualmente il colosso cinese ha nel suo catalogo – almeno per quel che concerne l’Italia – solo auricolari e non cuffie. In altri mercati sono disponibili prodotti come le cuffie da gaming Xiaomi Mi Gaming Headset, ma in questo tutorial io mi concentrerò sui prodotti disponibili ufficialmente in Italia.

Tornando dunque agli auricolari, sappi che questi ultimi possono essere in-ear, cioè che si si inseriscono direttamente nel condotto uditivo (con gommini di gomma intercambiabili) e isolano maggiormente dall’esterno, oppure avere un design classico (earbuds), che non va in “profondità” all’interno dell’orecchio.

Il design classico è solitamente apprezzato da chi utilizza auricolari ormai da un po’ di tempo, dato che per anni le principali soluzioni offerte dal mercato non sono state in-ear. Inoltre, gli auricolari con design classico offrono generalmente una maggiore comodità sul lungo periodo e non isolano molto dall’esterno (sebbene tendano a essere meno stabili nelle orecchie).

Insomma, tutto dipende dalle tue esigenze e preferenze, ma la differenza tra in-ear e design earbuds è sicuramente un elemento da tenere in considerazione in fase di acquisto.

Per il resto, un’altra informazione che ti potrebbe interessare è il fatto che esistono sia prodotti realizzati ufficialmente da Xiaomi che altri a cura di brand associati all’azienda cinese, come Redmi a Haylou.

Tuttavia, va detto che prodotti di questo tipo possono essere difficili da reperire a livello ufficiale in Italia. In questo tutorial, come già sottolineato, mi concentrerò solo sui prodotti facilmente acquistabili in Italia, che sono tutti auricolari e tutti marchiati direttamente da Xiaomi.

Tipo di collegamento e ricarica

Cuffie Xiaomi con cavo jack

Un altro aspetto importante da tenere bene a mente in fase di acquisto è il tipo di collegamento offerto dagli auricolari.

Infatti, esistono sia prodotti cablati, con cavo jack da 3,5 mm o USB Type-C, che auricolari wireless, ovvero senza fili, che funzionano mediante Bluetooth.

Gli auricolari con cavo sono in genere più scomodi rispetto a quelli Bluetooth, ma c’è chi preferisce non dover mai effettuare ricariche e non avere alcun tipo di perdita in termini di qualità audio. I prodotti wireless sono invece indicati per chi vuole la maggiore comodità possibile oppure ha già fatto un passo in avanti acquistando un dispositivo mobile che non dispone dell’ingresso per il jack.

Il mercato, in generale, si sta spostando verso le soluzioni senza fili, dato che la perdita in termini di qualità non è più così marcata come un tempo (tecnicamente c’è sempre rispetto agli auricolari con cavo, ma per la maggior parte degli utenti è quasi inavvertibile) e la latenza, ovvero il tempo in cui si sente l’audio rispetto a quando viene riprodotto sul dispositivo, ha ormai raggiunto livelli bassissimi.

Quanto all’autonomia, neanche quella è più tanto un problema. È vero, le cuffie wireless vanno ricaricate di tanto in tanti, ma conta che spesso si arriva a parlare di 5 ore di autonomia con una singola carica, che spesso può essere eseguita con dei box portatili da avere sempre con sé e che consentono varie ricariche complete degli auricolari (tutto dipende dalle batterie presenti, che hanno una capienza indicata in mAh).

Un altro aspetto da tenere in considerazione per quel che riguarda gli auricolari wireless è il loro formato, che può essere con cavo, cioè con un cavo che collega i due auricolari tra loro, o true wireless, in cui i due auricolari sono completamente senza fili.

Inoltre, va tenuto in considerazione lo standard Bluetooth utilizzato. Infatti, quest’ultimo influisce anche sul range di copertura, ovvero su quanto puoi spostarti dal tuo dispositivo continuando a sentire l’audio. I dispositivi più avanzati supportano lo standard Bluetooth 5.0 o superiori, che è perfettamente retro-compatibile con le generazioni precedenti.

Microfono e controlli

Controlli cuffie Xiaomi

Se sei solito effettuare chiamate con auricolari collegati, è bene scegliere un prodotto che dispone di microfono integrato. In questo caso non ci sono troppi problemi: le soluzioni proposte da Xiaomi solitamente dispongono di questo elemento, ma è sempre bene dare un’occhiata alla sua presenza prima di procedere all’acquisto. Ci sono inoltre microfoni di diversa qualità, quindi potrebbe interessarti informarti in merito (magari attraverso recensioni e commenti online).

Per il resto, un altro elemento da tenere in considerazione sono i controlli. Alcuni auricolari consentono infatti di controllare il volume e il microfono direttamente tramite dei pulsanti fisici posti lungo il cavo.

Le soluzioni true wireless, in genere, sono più avanzate da questo punto di vista, dato che presentano dei controlli “soft touch”: effettuando dei tap sulla parte posteriore degli auricolari, è possibile, ad esempio, mettere in pausa o riavviare la musica oppure attivare apposite modalità audio e così via. Insomma, se sei solito distanziarti molto dal tuo dispositivo, questa possibilità potrebbe tornarti utile.

Caratteristiche tecniche

Auricolari retro Xiaomi

Adesso passiamo ad alcuni parametri tecnici molto importanti nella scelta di un prodotto come cuffie e auricolari. Non preoccuparti: non userò termini troppo difficili e mi soffermerò per bene sul significato di quelli che dovresti tenere maggiormente in considerazione prima dell’acquisto.

  • Impedenza: si tratta della resistenza che gli auricolari pongono sul segnale. Misurata in Ohm, più è alta e più il suono è preciso. Per una qualità perfetta, sorgente e auricolari devono avere lo stesso grado di impedenza, ma in genere con questo tipo di prodotto non ci sono particolari problemi.
  • Cancellazione del rumore: gli auricolari che dispongono di questa tecnologia sono in grado di ridurre il rumore di sottofondo, consentendoti di sentire al meglio l’audio e di focalizzarti su di esso e non su ciò che accade all’esterno. In genere in questo campo si parla di cancellazione attiva, in quanto vengono sfruttati i microfoni e il fenomeno chiamato interferenza distruttiva per eliminare i rumori di fondo.
  • Risposta in frequenza: misurata in Hz, questa caratteristica permette di comprendere l’intervallo di frequenze che le cuffie posso riprodurre entro un determinato gap. Quest’ultimo definisce i dB entro cui gli auricolari riproducono le frequenze indicate. In genere, si parla di una frequenza da 20 Hz fino a 20.000 Hz. Più è estesa la risposta in frequenza, maggiore è la qualità audio.
  • Certificazione IP: si tratta di una certificazione che garantisce, ad esempio, l’impermeabilità o la resistenza ad acqua e polvere. Esistono varie certificazioni da questo punto di vista: in genere in questo settore si parla di IPX5, ovvero di protezione da getti d’acqua.
  • Sensibilità: è la pressione acustica esercitata dagli auricolari a un metro di distanza. Misurata in dB, influisce sul massimo volume raggiungibile. Solitamente, più è elevata e migliore è la riproduzione ad alto volume.

Migliori cuffie Xiaomi

Dopo averti illustrato i principali criteri per scegliere degli auricolari Xiaomi rispetto ad altre, direi che è giunta l’ora di passare ai consigli relativi ai specifici prodotti. In questo caso, è utile fare una distinzione per tipo di collegamento, ovvero con filo oppure wireless.

Migliori cuffie Xiaomi con filo

Se ami l’esperienza “classica” e possiedi dispositivi con jack audio da 3,5 mm, gli auricolari Xiaomi con filo possono sicuramente fare al caso tuo. Sono un po’ meno comodi rispetto alle soluzioni senza filo, ma non c’è alcuna perdita lato qualità e in genere sono particolarmente economici.

Xiaomi Mi Piston

Xiaomi Mi Piston

Gli auricolari Xiaomi Mi Piston sono tra i più apprezzati da chi mira alle soluzioni in-ear. Infatti, il loro prezzo particolarmente contenuto è un punto a favore non di poco conto e chi non disdegna il collegamento con cavo jack da 3,5 mm può trovare una soluzione in grado di offrire una qualità audio che non delude le aspettative. Non aspettarti una riproduzione particolarmente fedele dello spetto sonoro, ma gli auricolari Mi Piston hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e fanno esattamente quello che devono fare. Il design in alluminio, il microfono integrato, la lunghezza del cavo pari a 1,25 metri e la risposta in frequenza di 20 – 20.000 Hz completano il cerchio, insieme a una sensibilità di 98 dB e un’impedenza di 32 Ohm.

Xiaomi Mi Piston Headphone Basic 362887, Cuffie intrauricolari, Nero
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi Hybrid Pro

Xiaomi Mi Hybrid Pro

Se cerchi degli auricolari in-ear con cavo jack da 3,5 mm ma non vuoi accontentarti della qualità “di base” offerta dai Piston, la soluzione che fa per te è probabilmente Mi Hybrid Pro. Come si evince dal nome, questi auricolari mirano a una riproduzione più fedele dello spettro sonoro, grazie anche a una risposta in frequenza di 20 – 40.000 Hz. Il design è in metallo, la sensibilità è pari a 98 dB, c’è un microfono integrato e il cavo ha una lunghezza di 1,25 metri. Lungo quest’ultimo ci sono anche 3 pulsanti fisici che permettono di gestire il volume. Se hai uno smartphone Xiaomi, ricorda di configurare questi auricolari come si deve dalle impostazioni.

Xiaomi Mi Hybrid Pro Earphone Circle Iron QTEJ02JY, Cuffie In-ear HD, ...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi BRE01JY / BRE02JY

Xiaomi BRE01JY

Se cerchi un design un po’ più “classico”, potresti apprezzare gli auricolari Xiaomi BRE01JY. Questi ultimi dispongono di microfono integrato, cavo jack audio da 3,5 mm dalla lunghezza di 1,25 metri e controlli per il volume posizionati lungo quest’ultimo. La risposta in frequenza è di 20 – 40.000 Hz, la sensibilità è pari a 105 dB e l’impedenza è di 32 Ohm. Il suo look è sicuramente diverso da quello di molte altre proposte di Xiaomi. Nel caso tu voglia puntare a una soluzione cablata ma con uscita USB Type-C, potrebbe interessarti approfondire il modello associato BRE02JY.


Xiaomi Cuffie Tipo C BRE02JY, audio Hi-Res e connettore Tipo C, Bianco
Vedi offerta su Amazon

Migliori cuffie senza fili Xiaomi

Come dici? Vorresti puntare a una maggiore comodità? Be, allora non puoi che dare un’occhiata alle soluzioni wireless offerte da Xiaomi. Infatti, questi auricolari sono in grado di mantenere una qualità audio molto valida pur utilizzando una tecnologia senza fili, che ti consente di distanziarti dal tuo dispositivo mobile continuando ad ascoltare.

Xiaomi Redmi AirDots

Xiaomi Redmi AirDots

Realizzate dal sub-brand Redmi, le Redmi AirDots rientrano tra gli auricolari wireless più popolari legate a Xiaomi. I principali punti di forza risiedono nella presenza di Bluetooth 5.0, certificazione IPX5 e di un sistema di gesti che consente di controllare riproduzione musicale, chiamate e assistente vocale. Il box di ricarica ha una porta microUSB e permette di effettuare fino a 3 ricariche complete degli auricolari. Una singola ricarica può potenzialmente raggiungere le 5 ore di autonomia, quindi si arriva fino a 15 ore in totale. Il costo piuttosto contenuto non conferisce un’elevata qualità audio a questi auricolari, ma l’offerta è più che sufficiente per molti utenti.

Xiaomi Redmi Airdots - Cuffie Wireless Bluetooth 5.0 - Audio Stereofon...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2

Una delle soluzioni più comode offerte da Xiaomi in termini di auricolari wireless è rappresentata da Mi True Wireless Earphones 2. C’è infatti un box di ricarica particolarmente comodo da trasportare, nonché un design degli auricolari ritenuto valido da molti utenti. Lo standard Bluetooth è il 5.0, non mancano i controlli per chiamate, assistente vocale e riproduzione musicale e la qualità sonora è ottima per la fascia di prezzo. Una piccola chicca è rappresentata dai sensori di movimento: la musica viene messa in pausa automaticamente quando si toglie un auricolare. L’autonomia stimata con una singola ricarica è di 4 ore, mentre utilizzando il box si arriva in totale a 14 ore.

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2, Cuffie Wireless Senza Cavi, Conne...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic

Cuffie Xiaomi

Xiaomi propone anche le Mi True Wireless Earphones 2 Basic che a differenza delle precedenti abbassano il prezzo ma anche le prestazioni condividendo però sempre un interessantissimo rapporto qualità/prezzo. In questo caso qui troverai sempre la connessione con Bluetooth 5.0 per suono e qualità ottimali in chiamata. Quindi un aspetto estetico che trova forte vestibilità e rende le cuffie molto comode da utilizzare anche dopo molte ore inserite nel padiglione auricolare. Oltretutto la mancanza di un gommino in silicone non pregiudica il fatto che le cuffie stiano comunque salde sulle orecchie anche durante attività sportive. La durata della batteria è ottima con 5 ore di riproduzione audio ma anche con l’aggiunta di altre 15 ore grazie alla custodia che le ricarica una volta poste dentro. Le cuffie infine sono compatibili con il codec AAC che viene supportato sia da Android che iOS.

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic, Cuffie Wireless Senza Cavi,...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2S

Cuffie Xiaomi

Ci sono anche le Mi True Wireless Earphones 2S che somigliano esteticamente alle precedenti ma che dalla loro migliorano alcune caratteristiche proponendosi come alternativa. Le loro caratteristiche? Innanzitutto la possibilità di collegarsi via Bluetooth 5.0 con qualsiasi tipo di smartphone che sia esso Android o iOS. Gli auricolari sono dotati del chip dual-core aggiornato con la nuova tecnologia binaurale a trasmissione sincrona che ti permetterà di avere contemporaneamente segnali audio ad entrambi gli auricolari riducendo al minimo la latenza del suono e dunque permettendo di avere un suono ottimale. Se possiede uno smartphone Xiaomi con la decodifica LHDC potrai avere una perfezione del suono davvero notevole (sempre in rapporto al prezzo di vendita). E poi anche se assente la cancellazione attiva del rumore c’è quella ambientale che grazie al doppio microfono riesce ad attenuare il rumore circostante. Ci sono le gesture per rispondere alle chiamate, per attivare l’assistente vocale e anche per riprodurre i brani velocemente. Non solo perché la batteria permette di avere fino a 5 ore di autonomia in riproduzione e fino a 24 ore con la custodia.

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2S, Cuffie Senza Cavi con Ricarica W...
Vedi offerta su Amazon

Haylou GT1 Pro

Xiaomi Haylou GT1 Pro

Non sono in molti a saperlo, ma Haylou è un brand supportato da Xiaomi. Gli auricolari Haylou GT1 Pro possono quindi essere considerati come associati in qualche modo all’azienda cinese. I maggiori punti di forza del prodotto sono da ricercarsi nel supporto allo standard Bluetooth 5.0, nei comodi controlli touch, nella resistenza alla pioggia e nell’elevata autonomia, che in totale può arrivare fino a 26 ore. Non manca inoltre la tecnologia DSP Noise Reduction. Il prezzo non è poi così elevato, quindi potrebbe interessarti darci un’occhiata.

HAYLOU GT1 Pro - Wireless EarBuds Black
Vedi offerta su Amazon

Haylou GT1

Cuffie Xiaomi

Interessanti anche gli auricolari Haylou GT1 che non vedono alcun tipo di stelo ma sono cuffie davvero minimali che praticamente spariscono nel padiglione auricolare una volta indossate. Qui che specifiche troverai? Intanto partiamo dal supporto al Bluetooth 5.0 e quindi la possibilità di connetterli a qualsiasi tipo di smartphone che sia esso un Android o iOS. Il suono è garantito da un processore creato direttamente dall’azienda cinese e permette di ascoltare musica di ogni tipo senza alcuna problematica e con buona qualità. Posseggono resistenza al sudore grazie alla certificazione IPX5 e possono essere comandate direttamente con l’uso delle dita grazie alle superfici completamente touch. Leggerissime con un peso di soli 4 grammi ognuna e con la possibilità di azionare anche i comandi vocali grazie all’assistente vocale. Ci sono driver da 7.2mm e la loro autonomia può superare le 12 ore di utilizzo.

Haylou GT1 - Wireless EarBuds White
Vedi offerta su Amazon

Haylou GT2S

Cuffie Xiaomi

Ci sono poi gli auricolari Haylou GT2S che sono un prodotto della costola di Xiaomi di ultimissima generazione. Le loro caratteristiche sono quelle di non avere lo stelo ma di essere minimali nel loro design con la comodità però di un bulbo in silicone che ti permetterà di averle sempre stabili una volta indossate. Comodo il supporto all’assistente vocale quale Siri o Google che potrà permetterti di comandare tramite le cuffie. Quindi la loro leggerezza perché pesano solamente 3.7 grammi ciascuna pur comunque con un ottima costruzione. Infine la durata della batteria che ti garantirà di arrivare ad almeno 4 ore di riproduzione continua con un totale di 12 ore grazie alla batteria della custodia dove potrai riporle velocemente per poterle trasportare. All’interno della confezione troverai anche 3 diverse misure di bulbo per la massima comodità.

Haylou GT2S - Wireless Earphones Black
Vedi offerta su Amazon

Haylou T19

Cuffie Xiaomi

Sempre di Haylou puoi trovare anche gli auricolari Haylou T19 che si propongono ad un prezzo interessante e con collegamento wireless oltre ad una custodia per la ricarica on the go. Quali sono le loro caratteristiche? Innanzitutto possono essere collegate tramite standard Bluetooth 5.0 e sono in possesso del supporto al codec Aptx e AAC che sono stati uniti per permette di esaltare il suono con il codec Aptx Wireless. Posseggono chiaramente superfici touch per avere la garanzia di richiamare l’assistente vocale o avviare la riproduzione con un semplice tap con le dita. Ottima la stabilità di connessione e buona anche la cancellazione intelligente del rumore grazie a quattro microfoni bidirezionali e al rilevamento appunto intelligente del rumore durante l’uso. L’autonomia si aggira sulle 30 ore con la custodia che permette anche la ricarica wireless ossia senza cavo.


Migliori cuffie per Xiaomi

Cuffie altri brand per smartphone Xiaomi

Ovviamente, Xiaomi è molto popolare anche per via dei suoi smartphone. Se sei un possessore di un dispositivo di questo brand, potresti dunque non volerti limitare solamente agli auricolari offerti da quest’ultimo, ma puntare anche ad altre proposte del mercato.

In questo caso, non posso che consigliarti di approfondire la mia guida ai migliori auricolari true wireless, nonché quella relativa alle migliori cuffie in generale. Sicuramente potresti trovare delle soluzioni interessanti da accoppiare al tuo smartphone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.