Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come attivare l’assistente vocale

di

Ne hai sentito parlare spesso e pensi che sia arrivato il momento di verificare se ciò che dicono è vero oppure no. Nel dettaglio, vuoi scoprire come attivare l’assistente vocale sul tuo smartphone, tablet o PC perché chi lo ha usato e continua a farlo ti ha detto che è molto utile per impartire comandi, velocizzare determinate operazioni, ottenere informazioni e molto altro. Se è questo ciò che stai cercando, sei capitato nel posto giusto.

Questo tutorial, infatti, è una guida che potrebbe tornarti utile a prescindere dal sistema operativo e dal dispositivo con cui vuoi usare l’assistente vocale. Non preoccuparti: la procedura di attivazione è davvero semplice e vedrai che impiegherai poco tempo per eseguire tutti i passaggi, anche se non ti ritieni un esperto di smartphone, tablet, Personal Computer o dispositivi hi-tech in generale.

Non ci credi e temi che, prima o poi, verrà fuori qualche problema? Mettiti comodo, leggi con attenzione ciò che ti dico e vedrai che imposterai il tuo assistente vocale in men che non si dica. Non mi resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Come attivare l’assistente vocale Google

Smartphone Google

Non sai come attivare l’assistente vocale Google e pensi sia possibile solo su alcuni sistemi operativi? Ti sbagli: puoi attivarlo tanto sui dispositivi Android, fatta eccezione per i terminali Huawei senza servizi Google (per i modelli più recenti ha progettato un nuovo ecosistema di servizi), quanto su iPhone e iPad, ma non solo.

Prima di spiegarti come attivare Assistente Google, ti ricordo che è necessario aver installato Android 5.0 o versioni successive sui dispositivi Android e avere iOS 12 o successivi sui dispositivi iOS. Inoltre, bisogna installare l’app Google, disponibile sia per Android che per iPhone e iPad. Ma veniamo al dunque: ti spiego subito cosa devi fare esattamente.

Su Android

Google Assistant su Android

Cominciamo da Android. Al riguardo, sappi che sto usando un Samsung Galaxy S9 Plus con Android 10 ma considera che la procedura è pressoché la stessa su tutti i device equipaggiati con il sistema del robottino verde.

Innanzitutto, apri dunque l’app Google, poi fai tap sull’icona con i tre pallini orizzontali che trovi in basso a destra e che si riferisce alla voce Altro; poi seleziona l’opzione Impostazioni dal menu che si apre. Tra le tante, nel menu successivo, seleziona l’opzione Assistente Google, poi la voce Voice Match. A questo punto, l’opzione Ok Google può risultare attiva oppure no, a seconda delle scelte che magari hai fatto in passato. Se è disattivata, non ti resta che attivarla: inizierà una procedura guidata attraverso cui il tuo dispositivo imparerà a riconoscere la tua voce.

Premi sul pulsante blu Avanti, poi sul pulsante Accetto per dare il consenso alla registrazione della tua voce e per creare il modello vocale; in seguito, pronuncia le frasi “Ok Google” due volte ed “Hey Google” altre due volte, come ti viene chiesto di fare; concludi poi l’operazione facendo tap sui pulsanti Avanti e Fine. L’assistente vocale è così attivato.

Ricordati che puoi sempre reimpostare il modello vocale in un secondo momento, questo qualora dovessi accorgerti che il riconoscimento non funziona: la procedura resta la stessa. Per tutti i dettagli, ti consiglio di consultare la mia guida su come usare Ok Google.

Su iPhone/iPad

Google Assistente su iPhone

Riguardo a iPhone e iPad, dopo aver scaricato l’app Google da App Store, in realtà ti resta ben poco da fare: anzitutto, effettua l’accesso all’account Google, che dovrebbe essere automatico se hai già altre app di “Big G” installate; in secondo luogo, devi dare il consenso facendo tap sul pulsante Continua quando ti compare la schermata con l’intestazione “I partner di Google collaborano con l’assistente per aiutarti”.

A questo punto, puoi cominciare a usare Assistente Google in modo davvero semplice: fai tap sull’icona del microfono che trovi in basso, dai il consenso all’uso del microfono e cominciare a usare il servizio. Ricorda che, se l’app è in esecuzione o in primo piano, puoi chiamare l’assistente pronunciando sempre le frasi “Ok Google” ed “Ehi Google”.

Su Google Home

Assistente vocale su Google Home

Sì, puoi usare l’assistente vocale anche con Google Home, lo speaker di Google che ti permette di controllare i dispositivi collegati alla rete, riprodurre musica e non solo: ho preparato una guida dettagliata sull’argomento che ti permetterà di sfruttarne al meglio le diverse funzionalità.

Come attivare l’assistente vocale Siri

Usare Siri su iPhone

Cosa? Non sai come attivare l’assistente vocale Siri? In realtà, dovrebbe essere preimpostato sui dispositivi Apple; tuttavia, se così non fosse, sappi che si tratta di un gioco da ragazzi. Non perdiamoci in chiacchiere e veniamo al dunque: ti spiegherò come attivarlo su iPhone e iPad e su Mac.

Su iPhone/iPad

Siri su iPhone

Per quanto riguarda iPhone e iPad, non devi fare altro che seleziona l’icona delle Impostazioni (quella dell’ingranaggio, che trovi in Home screen), poi la voce Siri e ricerca dal menu che si apre e fare delle scelte in merito alle opzioni che vedi a schermo.

In particolar modo, concentrati sulle voci Abilita “Ehi Siri”, Premi il tasto laterale/Home per Siri e Usa Siri quando bloccato: la prima ti permette di invocare Siri pronunciando le parole “Ehi Siri”, la seconda di attivarlo usando il tasto laterale (sugli iPhone con Face ID) o quello Home (per gli iPhone con tasto Home), la terza di chiamarlo anche quando il dispositivo è bloccato. Attiva o disattiva queste opzioni in base alle tue esigenze per poter configurare il tuo profilo vocale (dovrai pronunciare le frasi mostrate a schermo per diverse volte) e usare Siri come meglio credi. Per tutti i dettagli, puoi consultare la mia guida su come attivare Siri.

Su Mac

Siri su Mac

Per quanto riguarda Mac, niente di diverso, visto che i passaggi per attivare l’assistente vocale sono pochi e semplici: fai clic sull’icona grigia con gli ingranaggi che si trova nella barra Dock, in modo tale da accedere alle Preferenze di sistema.

A questo punto, clicca sull’icona Siri e spunta la casella Abilita “Chiedi a Siri” che trovi sulla sinistra. Adesso, non ti resta che cliccare sul bottone Abilita che hai visto comparire, per attivare l’assistente vocale. Successivamente, potrai richiamare Siri premendo l’apposita icona che trovi vicino l’orologio di sistema, premendo cmd+spazio sulla tastiera e, e il tuo modello di Mac lo supporta, tramite il comando vocale “Ehi Siri”.

Semplice, no? Casomai avessi bisogno di ulteriori dritte, questa guida fa al caso tuo.

Su Apple TV

Siri su Apple TV

A partire da tvOS 15, anche Apple TV HD e 4K hanno il supporto a Siri in italiano. Per attivarlo, vai nel menu Impostazioni > Generali di Apple TV e imposta Siri su , scegliendo poi se accettare o meno la condivisione delle registrazioni audio con Apple (ti consiglio di no, per una questione di privacy).

Verifica, poi, che la lingua sia impostata sull’italiano e inizia a interagire con Siri premendo e tenendo premuto il tasto microfono del telecomando.

Come attivare l’assistente vocale Alexa

Assistente vocale Alexa

Forse ti stai chiedendo come attivare l’assistente vocale Alexa. Ebbene, anche in questo caso, non si tratta di un’operazione complessa, a prescindere dal dispositivo che stai usando. Ti ricordo che, per poter sfruttare al massimo il servizio, devi utilizzare il Bluetooth; ecco perché, casomai non l’avessi attivato, l’app ti chiederà di farlo: clicca sulle voci Ok o Non consentire, a seconda di ciò che vuoi fare. Adesso ti spiego cosa fare sia su Android che su iOS e PC.

Su Android

Alexa su Android

Una volta scaricata l’app Amazon Alexa dal Play Store, aprila e connettiti al servizio inserendo email e password Amazon. Adesso, fai tap sulla voce Sono [nome cognome] e premi sul pulsante Consenti per dare all’app le autorizzazioni necessarie a chiamare, inviare messaggi e connettersi con i contatti. Dai il consenso alle richieste successive per creare il tuo profilo vocale e iniziare a usare Alexa.

Adesso, non ti resta che fare tap sull’icona blu a forma di fumetto che trovi in alto, per parlare con l’assistente. Ti verrà chiesto se intendi invocare Alexa anche mentre sei in giro: fai tap sul pulsante Attiva se vuoi farlo. Da ora in poi, ti basterà fare tap sull’icona del fumetto per impartire ordini all’assistente vocale.

Se vuoi, puoi anche impostare Alexa come assistenze vocale predefinito sul tuo device (al posto di Google Assistant, per esempio) andando nel menu Impostazioni> App > App predefinite > App di assistenza > App di assistenza. Potrai così richiamare Alexa pronunciando il comando vocale “Alexa” quando l’app Amazon Alexa è in esecuzione oppure eseguendo uno swipe dall’alto verso il basso sull’angolo in basso a destra o a sinistra dello schermo, in qualsiasi schermata.

Se qualche passaggio non ti fosse chiaro, prova a consultare questa guida che ho preparato sull’argomento.

Su iPhone/iPad

Alexa su iPhone

Per quanto riguarda iPhone e iPad, non ci sono grosse differenze rispetto a quanto ti ho illustrato poc’anzi per Android: una volta scaricata l’app da App Store, non devi far altro che seguire la procedura guidata e accedere con il tuo account Amazon.

Su iPhone e iPad, però, non puoi impostare Alexa come assistente predefinito al posto di Siri.

Su PC

Alexa su PC

Se vuoi usare Alexa su PC, devi sapere che purtroppo al momento l’assistente vocale non è disponibile sullo store italiano di Microsoft. Non vuoi aspettare? Non preoccuparti: l’applicazione in realtà è già tradotta completamente, perciò puoi usare anche i comandi vocali in lingua italiana per le tue richieste; l’unica cosa che devi fare è impostare temporaneamente la regione del PC su Stati Uniti per procedere all’installazione, come ti ho spiegato in questo approfondimento.

Una volta installata l’applicazione di Alexa in questo modo, potrai richiamare l’assistente di Amazon premendo Ctrl+Shift+A sulla tastiera.

Su Amazon Echo

Alexa con Amazon Echo

Cosa? Hai appena acquistato un Amazon Echo e sei curioso di sapere come configurarlo per usufruire di tutte le funzioni dell’assistente Alexa? La procedura è molto semplice su tutti i dispositivi della linea: questa guida ti mostrerà nel dettaglio come fare.

In buona sostanza, ti basta installare l’app di Alexa sul tuo smartphone e tablet, eseguire l’attivazione del dispositivo e poi potrai gestire tutte le funzioni attraverso quest’ultima.

Come attivare l’assistente vocale Cortana (Windows 10)

Cortana su PC Windows 10

Non sai come attivare l’assistente vocale Cortana su Windows 10 ma pensi ti possa tornare utile quando sei al PC, ed è per questo che vorresti scoprire come si fa. Niente di più semplice!

In genere, l’applicazione dovrebbe essere già stata attivata in fase di installazione o reimpostazione del sistema. Puoi trovarla facilmente: in basso a sinistra dello schermo, c’è la barra di ricerca di Windows; ebbene, l’icona di Cortana dovrebbe trovarsi proprio a destra, oppure nel menu che si apre quando digiti qualcosa. In entrambi, i casi si tratta di un cerchio che rappresenta il logo dell’applicazione.

Trovata l’icona, apri Cortana, fai clic sul pulsante Accedi e seleziona il tuo account Microsoft, che dovresti già poter visualizzare; in alternativa, se non lo hai o se vuoi usare un altro indirizzo di posta elettronica, nella sezione Usa un account diverso puoi scegliere con quale account connetterti: puoi usare o un altro account Microsoft o un account aziendale/istituzionale. A questo punto fai clic sui pulsanti Continua e Accetta e continua e il gioco è fatto.

Cortana può essere usata o con i comandi scritti o con i comandi vocali. Per far riconoscere la voce, devi abilitare, però, il riconoscimento vocale online, ed è proprio l’app a suggerirtelo. Quando farai clic sull’icona del microfono in basso a destra, ti si aprirà un menu in cui puoi leggere la voce “Clicca su Apri impostazioni di privacy comandi vocali e attiva il Riconoscimento vocale online”. Fai clic sul link che ti viene indicato e, nella schermata che si apre, attiva il riconoscimento vocale.

Nella stessa schermata, vai in basso fino a quando non trovi l’opzione Consenti a Cortana di rispondere alla parola chiave in modo tale da poter invocare Cortana chiamandola per nome. A questo punto, non ti resta che iniziare a usare l’assistente vocale come meglio credi, cioè o scrivendo o parlando. Buona chiacchierata!

Come attivare l’assistente vocale Huawei

Come usare assistente vocale su Huawei

Se vuoi sapere come attivare l’assistente vocale Huawei, sappi che hai un bel po’ di possibilità tra cui scegliere: se hai un modello molto recente, non troverai i Google Mobile Services (GMS) perché i servizi Google sono stati sostituiti dagli Huawei Mobile Services (HMS), un ecosistema di servizi creati dall’azienda per offrire agli utenti servizi alternativi validi rispetto a quelli di “Big G”.

Se hai un modello recente, dunque, non troverai preinstallato l’assistente di Google. In alternativa, potresti attivare l’assistente vocale di Huawei, cioè Celia, ma, purtroppo, non è ancora disponibile né in Italia né in lingua italiana. Al momento, in realtà, l’opzione migliore mi sembra essere Alexa, di cui ti ho parlato in precedenza.

Se, invece, hai un modello in cui sono installati i GMS, potrai usufruire di Assistente Google, e comunque, in genere, Huawei mette a disposizione a prescindere un assistente vocale con funzioni limitate. Seguendo questo link, trovi una guida dettagliata alle procedure per attivare il servizio che più ti interessa.

Come attivare l’assistente vocale su Word

Dettare parole su Microsoft Word

Se, invece, non sai come attivare l’assistente vocale su Word e vorresti approfittare della dettatura vocale, non preoccuparti: anche in questo caso si tratta di una procedura necessita di pochi passaggi.

Anzitutto, assicurati di avere un abbonamento alla piattaforma Microsoft 365 e una connessione a Internet attiva. Dopodiché, nel documento in cui vuoi iniziare a dettare del testo, apri la scheda Home, seleziona il pulsante Dettatura che trovi in alto a destra e, quando appare il simbolo della registrazione, inizia a parlare. In alternativa, puoi premere contemporaneamente i tasti Win e H per richiamare il microfono e procedere alla dettatura.

Sui dispositivi mobili, puoi usare le funzioni di dettatura integrate in Android e iOS/iPadOS per dettare il testo da scrivere. Ti spiego tutto nel dettaglio in questa guida dedicata alla dettatura su Word.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.