Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori giradischi: guida all’acquisto

di

Sei sempre stato fortemente attratto dal giradischi: anche se non ne hai mai posseduto uno in passato e anche se non ti reputi un audiofilo esperto, trovi l’idea di riprodurre i dischi su un piatto rotante e di collezionare vinili particolarmente coinvolgente. Negli ultimi tempi, dunque, ti sei deciso a realizzare questo piccolo desiderio.

La tua curiosità ti ha ben presto indotto a cercare in Rete delle informazioni più precise su quali possano essere i migliori giradischi attualmente in commercio, nella speranza di riuscire magari a ottenere anche delle delucidazioni più squisitamente tecniche per indirizzare la tua scelta con maggiore cognizione di causa. Ebbene, devo dirti che sei a un passo dal realizzare il tuo intento: ho preparato questo articolo, infatti, appositamente per illustrartene le principali caratteristiche e aiutarti a orientare la scelta verso un modello in grado di rispondere al meglio alle tue esigenze.

Ti basterà solamente dedicare qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura dei prossimi paragrafi e presto avrai tutte le carte in regola per individuare il tuo prossimo giradischi, approfittando eventualmente anche dei consigli di acquisto che troverai in calce alla guida. Allora, sei pronto? Perfetto, in tal caso non mi rimane che augurarti buona lettura e buon proseguimento.

Indice

Come scegliere il giradischi

come scegliere giradischi

Per realizzare come scegliere il giradischi più adatto alle tue necessità è assolutamente importante apprendere preventivamente tutte le caratteristiche essenziali di questa tipologia di apparecchio: nei prossimi capitoli, dunque, ti illustrerò i vari aspetti da tenere in considerazione quando ci si appresta ad acquistarne uno nuovo.

Tipologia

Giradischi

Innanzitutto, è opportuno fare una prima distinzione per tipologia in relazione al meccanismo di avvio, suddividendo i giradischi in tre categorie principali: automatici, semiautomatici e manuali.

I modelli automatici, come puoi facilmente evincere dal termine, sostanzialmente sono dotati di un pulsante per la riproduzione che, una volta premuto, fa muovere il braccio dell’apparecchio verso il vinile, collocando la testina all’inizio del disco. Non appena termina l’ultima traccia, il sistema di cui è dotato provvede, sempre in autonomia, a bloccare il piatto, riposizionando il braccio nel suo alloggiamento.

Nei giradischi semiautomatici, invece, l’avvio del disco va eseguito manualmente dall’ascoltatore, mentre il riposizionamento finale viene effettuato in maniera automatica.

Infine, i giradischi a funzionamento manuale sono controllati interamente dall’utente, sia nella fase di avvio che di spegnimento, ma sono comunque solitamente dotati di un semplice meccanismo che mantiene sollevato il braccio per agevolare il posizionamento della testina ed evitare di arrecare danni al vinile.

Un altro importante elemento da tenere in considerazione è quello relativo alla trazione: quest’ultima può essere a cinghia, la quale si avvale dell’utilizzo di una fascia di gomma per la trasmissione del movimento dal motore al piatto, o diretta, nella quale tale operazione viene svolta da un albero di trasmissione, senza nessun ulteriore strumento di intermediazione.

Questa discriminante è particolarmente importante: da un lato, infatti, i giradischi dotati di trazione a cinghia risultano molto più silenziosi e si prestano a un utilizzo standard, mentre quelli a trazione diretta sono caratterizzati dalla possibilità di rotazione bidirezionale, che li rende la scelta ideale per i DJ.

Velocità di lettura

tipologie di vinili

La velocità di lettura è un altro requisito a cui è bene prestare particolare attenzione. Come probabilmente già saprai, esistono tre tipologie di vinili, distinguibili in base al numero di giri al minuto necessario per poterli ascoltare correttamente.

  • 33,5 giri — quasi sempre, per comodità, ci si riferisce a questi semplicemente come 33 giri o LP.
  • 45 giri — utilizzato principalmente per la pubblicazione dei singoli.
  • 78 giri — si tratta di dischi di vecchia data, prodotti prima del 1940, che originariamente venivano ascoltati su quello che possiamo considerare come l’antenato del giradischi, ovvero il grammofono.

Il consiglio che voglio darti, dunque, è di far ricadere la scelta su un modello di giradischi dotato di selettore per l’impostazione della velocità di rotazione, che sia in grado di consentire la riproduzione delle varie tipologie di vinili di cui disponi.

Testina

testina giradischi

La testina è la parte terminale del braccio, ovvero quella che va direttamente a contatto con il vinile, ed è caratterizzata dalla presenza di una puntina (o stilo) realizzata con diamante industriale, zaffiro o rubino, che permette al suono inciso nei solchi del disco di essere trasmesso al sistema di amplificazione.

Qualsiasi esperto di giradischi ti dirà che la scelta della testina è determinante per un ascolto di qualità, per cui ti consiglio di considerare con cura gli aspetti di cui sti per parlarti. Prima di tutto, occorre fare una distinzione essenziale fra queste due tipologie.

  • Testina a magnete mobile — in questo sistema la puntina interagisce con un magnete posizionato fra due bobine, il cui movimento produce il suono che viene poi inoltrato direttamente al sistema di amplificazione. Tale soluzione permette di sostituire solo lo stilo non appena quest’ultimo risulti usurato.
  • Testina a bobina mobile — lo stilo, in questo caso, è collegato direttamente a una bobina, a costituire un sistema elettromagnetico caratterizzato da un’impedenza piuttosto bassa che, pertanto, necessita di una preamplificazione. In questo caso, inoltre, occorre sapere che non è possibile rimpiazzare solamente la puntina quando quest’ultima risulta consumata, ma occorre procedere alla sostituzione dell’intera testina.

Fatte queste opportune premesse, se sei un neofita dei giradischi, il consiglio che desidero darti è di preferire un sistema a magnete mobile, in quanto più semplice da montare, nonché meno dispendioso da un punto di vista economico. Infine, risulta anche più facile reperirne i ricambi.

Braccio

braccio a s giradischi

Per braccio si intende quella componente del giradischi che, sostanzialmente, collega il telaio alla testina. Le caratteristiche principali da ricercare in questo elemento sono la leggerezza e la robustezza, ma è bene verificare anche che sia possibile sostituire il pezzo qualora subisca dei danni: in caso contrario, infatti, è necessario comprare un nuovo giradischi.

Il braccio può essere dritto, a “S”, o tangenziale. Il primo è il più diffuso proprio perché, in virtù di quanto riportato al paragrafo precedente, risulta più resistente e allo stesso tempo leggero e anche particolarmente semplice da installare. Il braccio a “S”, invece, è stato strutturato in tal modo proprio per accompagnare la forma del disco e facilitare il posizionamento della testina.

Quello tangenziale, infine, si trova solamente in alcuni modelli di fascia molto alta: la sua particolare conformazione e i meccanismi di cui è dotato ne permettono il movimento in parallelo al raggio del disco, per fare in modo di ottenere una lettura dei solchi estremamente precisa e priva di errori.

Telaio

telaio giradischi

Le vibrazioni possono essere il punto debole di molti giradischi: per limitarne la presenza è stato ideata appositamente una struttura di sostegno al piatto, denominata appunto telaio.

Anche in questo caso è possibile operare una distinzione: si parla, dunque, di telaio rigido quando questo risulta montato a diretto contatto con lo chassis dell’apparecchio e di telaio sospeso quando, invece, è presente una separazione fra questi due elementi.

Nel primo caso i movimenti vengono ammortizzati grazie alla presenza di materiali idonei particolarmente leggeri, mentre nel secondo caso lo stesso risultato viene ottenuto mediante l’inserimento di molle elastiche al suo interno: si tratta, in entrambi i casi, di soluzioni ugualmente valide per il contenimento delle vibrazioni.

Altre caratteristiche

giradischi multifunzione

Passiamo, ora, al vaglio delle altre caratteristiche che, in base alle tue esigenze, potrebbero far pendere l’ago della bilancia verso un determinato modello.

I giradischi più recenti ed evoluti, infatti, presentano alcune funzionalità aggiuntive che meritano un capitolo dedicato. La presenza di una porta USB, ad esempio, è essenziale se si desidera riversare l’audio del vinile in MP3.

Anche l’integrazione con un modulo Bluetooth può risultare piuttosto interessante per collegare lo stesso a un impianto di amplificazione senza bisogno di utilizzare cavi o, diversamente, per ricevere lo streaming da dispositivi mobile.

Se, invece, vuoi un modello più portatile e adattabile a diverse situazioni, considera anche l’integrazione delle casse sullo chassis o, in alternativa, la dotazione di casse separate in un impianto composito, eventualmente arricchito anche da lettori aggiuntivi per la riproduzione di CD o di audiocassette.

Quale giradischi scegliere

modello giradischi

Ora puoi tranquillamente considerarti sufficientemente ferrato sul tema e hai disposizione tutti gli elementi per determinare quale giradischi scegliere. Per facilitarti il compito, ad ogni modo, ho preparato una suddivisione tematica di quelli che reputo i modelli più interessanti: nei prossimi paragrafi, quindi, troverai alcuni spunti sui migliori giradischi economici, vintage, Bluetooth e integrati con casse.

Migliori giradischi economici

Sei alla ricerca di un buon compromesso fra efficienza e convenienza oppure, trattandosi del tuo primo modello, non vuoi spendere una cifra eccessiva? In questo caso dai un’occhiata a questa selezione dei migliori giradischi economici presenti sul mercato.

ION Audio MAX LP

ION AUDIOMAX LP

Per cominciare ti consiglio di prendere in considerazione il modello Audio MAX LP di ION. Si tratta di un ottimo entry-level, caratterizzato da una elegante finitura in legno, ed equipaggiato con una discreta dotazione di uscite: sono presenti, infatti, le prese RCA per il collegamento a un sistema di amplificazione, l’AUX IN per le cuffie e una porta USB per riversare le tracce in formato digitale su un computer. Permette, tramite un apposito selettore, di riprodurre vinili in 33, 45 e 78 giri e integra degli altoparlanti che permettono di ascoltare musica anche senza bisogno di avere a disposizione un impianto esterno di amplificazione.

ION Audio Max LP – Giradischi Vinili a tre velocità con Casse, uscita ...
Vedi offerta su Amazon

Victrola PRO

Victrola PRO

Con un piccolo sforzo in più potresti portare a casa questo gioiello a cinghia e semiautomatico prodotto da Victrola, modello PRO, dotato di stilo diamantato, lettura a due velocità (33 e 45 giri) e sistema di preamplificazione. È provvisto di una buona connettività, in quanto, oltre agli ingressi RCA e USB (comprende anche un software per la conversione in MP3 dei vinili), dispone di Bluetooth per la connessione wireless a un sistema di amplificazione. Da non sottovalutare la presenza di un coperchio in acrilico antipolvere.

DGC DT 210

DGC giradischi

Se tieni particolarmente anche all’aspetto stilistico e, dunque, desideri avere a disposizione un giradischi che si adatti al meglio al tuo arredamento, credo che il modello DT 210 di DGC possa fare al caso tuo. Si tratta di un apparecchio automatico con trazione a cinghia, dotato di sistema a cartuccia magnetica AT 3600 e selettore per 33 e 45 giri. Per quanto riguarda la connettività, ti segnalo la presenza di un connettore RCA e di ingresso USB con cavo incluso e CD con il software per la digitalizzazione dei vinili su PC.

Migliori giradischi vintage

Sei alla ricerca di un prodotto in grado di evocare lo stile di un’epoca particolare e che possa inserirsi armoniosamente nel tuo arredamento? In tal caso, ho preparato appositamente per te una selezione dei migliori giradischi vintage: non dovrai fare altro che scegliere quello che risponde maggiormente ai tuoi gusti estetici e alle tue esigenze di ascolto.

1 BY ONE ‎1-AD07DE02

giradischi 1 BY ONE

Questo modello di 1 BY ONE unisce uno stile elegante e classico a una dotazione tecnologia estremamente moderna, in grado di venire incontro a qualsiasi esigenza di ascolto. Si tratta di un dispositivo con trazione a cinghia, lettore a due velocità (33 e 45 giri) e spegnimento automatico, in cui il braccio integra un sistema di contrappeso in grado di bilanciare alla perfezione lo scorrimento della stilo a punta di diamante (realizzate da Audio-Technica, azienda leader nel settore) fra i solchi del vinile. Le casse integrate Bluetooth, infine, permettono il collegamento e la riproduzione di musica proveniente da dispositivi esterni.

Majestic TT 47

Majestic giradischi vintage

Cosa ne pensi di un modello retrò interamente in legno, ma dotato delle più moderne tecnologie di trasmissione e riproduzione? È proprio il caso di questo modello di Majestic, che unisce un design particolarmente ricercato, adattabile a qualsiasi tipo di arredamento, con un sistema audio estremamente completo, che integra radio DAB+, lettore CD/MP3 e audiocassette con telecomando incluso. Ti farà piacere sapere, inoltre, che oltre ai tradizionali dischi a 33 e 45 giri è possibile riprodurre anche i 78 giri. È presente, infine, sia l’ingresso USB per la codifica in MP3 dei vinili, che la connettività Bluetooth per ricevere lo streaming audio da dispositivi mobile.

Majestic TT 47 DAB - Giradischi 33/45/78 giri, Bluetooth, Radio DAB+ e...
Vedi offerta su Amazon

Denver MCR-50

giradischi denver vintage

Il modello MCR-50 di Denver è una altro validissimo giradischi in stile vintage con chassis in legno, dotato anch’esso di una ricchissima gamma di funzionalità: oltre alla possibilità di riprodurre vinili a 33, 45 e 78 giri, ed eventualmente registrarli in MP3 grazie alla connettività USB con un PC, sono presenti un lettore CD, un lettore di cassette (collocato nel lato posteriore), un sintonizzatore radio e due altoparlanti da 2,5 W che garantiscono una discreta qualità audio anche in stand alone. Tramite la porta AUX posta sulla parte frontale del dispositivo è possibile connettere anche altri dispositivi musicali, mentre le uscite RCA permettono il collegamento a un sistema di amplificazione più potente.

Migliori giradischi Bluetooth

Per te, la presenza di una connessione wireless è un elemento imprescindibile nella scelta di qualsiasi dispositivo. Non temere, in questa speciale sezione della guida potrai trovare i migliori giradischi Bluetooth attualmente in commercio. Per ulteriori modelli e maggiori informazioni sulla scelta di questo tipo di prodotto, ti rimando alla mia guida dedicata.

Audio-Technica AT-LP120

giradischi Audio-technica

Se vuoi andare sul sicuro e sei alla ricerca di un modello in grado di garantirti la massima affidabilità e delle performance straordinarie, allora ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione questo giradischi manuale di Audio-Technica, uno dei più importanti produttori di attrezzature audio a livello mondiale. L’AT-LP120, infatti, presenta delle caratteristiche qualitative di eccellenza: preamplificazione phono integrata, trazione diretta, braccio a S ammortizzato idraulicamente con forza di tracciamento regolabile e appoggio bloccabile, testina AT-VM95E Dual Moving Magnet (facilmente sostituibile con qualsiasi puntina della serie VM95), selettore a 3 velocità di lettura e connettività Bluetooth. Se desideri riversare in MP3 i tuoi vinili, inoltre, è presente una porta USB che permette di collegare facilmente un PC per effettuare la codifica mediante qualsiasi software di registrazione. Il package, inoltre, include una utilissima dotazione di cavi per il collegamento USB e RCA, contrappeso, tappetino in feltro e copertura rimovibile per la protezione antipolvere.

Audio-Technica AT-LP120 x BTUSB Giradischi a Trazione Diretta, Bluetoo...
Vedi offerta su Amazon

Digitnow M36

giradischi Digitnow

Questo modello di Digitnow con trasmissione a cinghia offre un sistema di riproduzione particolarmente moderno e completo: oltre alla possibilità di ascoltare vinili a 33, 45 e 78 giri, la sua interfaccia consente di riprodurre anche cassette, ed è dotata di sintonizzatore radio AM/FM. Mediante la presa AUX è possibile collegare qualsiasi dispositivo esterno: la musica verrà poi amplificata dalle casse integrate nell’impianto. La connettività Bluetooth, invece, ti darà modo di avviare lo streaming da qualsiasi dispositivo compatibile, mentre la presa USB e il lettore MicroSD rendono possibile la conversione in MP3 su un supporto esterno senza bisogno di software aggiuntivo: il tutto può essere eseguito direttamente dal giradischi. Completa la ricchissima dotazione uno schermo LCD con retroilluminazione e un comodo ingresso Jack per auricolari.

DIGITNOW! Giradischi con Altoparlanti Stereo, a Tre Velocità Bluetooth...
Vedi offerta su Amazon

Jam Spun Out

Jam spun out giradischi

Il modello Spun Out di Jam risulta particolarmente essenziale sia per quanto riguarda la linea che le funzionalità in esso integrate: se, dunque, sei alla ricerca di un giradischi Bluetooth semplice e privo di particolari accessori, potrebbe essere la soluzione ideale per le tue esigenze. È dotato di un tradizionale sistema di trazione a cinghia, di un selettore a tre velocità (33,45 e 78 giri), di uscita Jack per cuffie e di ingresso AUX per il collegamento a un impianto di amplificazione. La porta USB, inoltre, permette il collegamento con un PC per la conversione dei dischi in formato MP3, mentre l’integrazione del Bluetooth consente la riproduzione dei vinili su qualsiasi speaker dotato di tecnologia compatibile.

JAM Spun Out Turntable, Giradischi Vinile Bluetooth, Impianto Stereo c...
Vedi offerta su Amazon

Sony PS-LX310BT

giradischi Sony

Anche Sony ha prodotto diversi giradischi di ottimo livello: il modello PS-LX310BT, ad esempio, può essere certamente annoverato fra i migliori giradischi Bluetooth presenti sul mercato, grazie in particolare al sistema di pairing semplificato che consente l’associazione immediata di speaker esterni. Si tratta di un dispositivo con sistema automatico (è sufficiente premere il tasto Play per avviare la riproduzione) e con lettore a due velocità (33 e 45 giri), dotato di un interruttore aggiuntivo per la selezione del livello audio del disco. Per quanto riguarda le altre specifiche, il meccanismo di trasmissione è a cinghia e dispone di un piatto in alluminio pressofuso che aumenta la stabilità del movimento.

Sony PS-LX310BT - Giradischi Bluetooth, EQ Fono Integrato (Nero)
Vedi offerta su Amazon

Migliori giradischi con casse

Vorresti un sistema completo, dotato di speaker integrati o esterni, per non doverti preoccupare anche dell’aspetto dell’amplificazione? Nessun problema, per semplificarti il lavoro ho preparato qui per te un elenco dei migliori giradischi con casse.

Crosley Voyager

Crosley giradischi

Partiamo da un modello semplice, economico, estremamente portatile e caratterizzato da uno stile vintage che richiama fortemente gli anni ’60’: si tratta del giradischi Voyager di Crosley, il quale è anche disponibile in quattro diverse colorazioni. La sua particolare conformazione a valigetta e l’integrazione di un altoparlante ne permette, come accennato poc’anzi, una facile trasportabilità, rendendolo particolarmente ideale per i viaggi. È dotato, inoltre, anche di connettività Bluetooth in ingresso per l’ascolto di musica da una sorgente esterna e di selettore a tre velocità (33,45 e 78 giri), nonché di ingressi RCA e AUX.

Crosley Voyager - Blu lavato
Vedi offerta su Amazon

Digitnow M504-2

digitnow giradischi bluetooth

Se sei alla ricerca di un sistema di riproduzione completo, con casse esterne in grado di garantire un ascolto di buon livello, in tal caso ti suggerisco di considerare questo modello di Digitnow che integra, oltre al giradischi a tre velocità di lettura con cartuccia in ceramica e stilo in rubino, anche lettore CD e cassette, un sistema diretto di conversione in MP3 su supporto USB o scheda SD e un ricevitore Bluetooth che permette di ascoltare musica in streaming da dispositivi mobile. Il tutto, poi, è controllabile mediante il comodo telecomando in dotazione.

DIGITNOW! Bluetooth Vinile Giradischi, CD, cassetta, radio AM / FM e A...
Vedi offerta su Amazon

Lenco LS-300

Lenco giradischi

Il modello LS-300 di Lenco offre un’ottima soluzione combinata con casse esterne, disponibile nelle versioni 2×10, 2×20 o 2×30 watt. Si tratta di un modello con trazione a cinghia e selettore di velocità a 33 e 45 giri, che integra un comodo ricevitore Bluetooth per la riproduzione di contenuti da dispositivi esterni come smartphone, tablet o PC. Nel pannello delle connessioni sono presenti, oltre agli ingressi per i cavi audio delle casse, anche le porte RCA per il collegamento a un impianto audio separato.

Lenco LS-300 Giradischi con due altoparlanti separati, Bluetooth, Nero...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.