Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come modificare data creazione file

di

Facendo clic destro su un file e accedendo alle sue proprietà possiamo scoprire un mucchio di informazioni interessanti: la sua data di creazione, quella dell’ultima volta in cui è stato aperto o modificato e molto altro ancora. Ebbene, forse non tutti lo sanno, ma è possibile modificare alcune di queste proprietà in maniera arbitraria, camuffando di fatto quelle che sono le date di creazione o modifica reali di un file. Non è un’operazione molto corretta sotto il punto di vista etico — questo va detto — però in alcuni casi può tornare utile, quindi io oggi sono qui per spiegarti come si fa.

Se, dunque, vuoi sapere come modificare data creazione file, non devi far altro che prenderti qualche minuto di tempo libero e seguire le mie istruzioni. Ti anticipo già che la cosa è fattibile in vari modi, a seconda del sistema operativo usato: tramite applicazioni dedicate allo scopo oppure da riga di comando. Esistono anche dei servizi online ad hoc e delle app per smartphone e tablet che permettono di fare ciò. In tutti i casi, comunque, non occorre fare nulla di particolarmente complesso.

Controindicazioni? Praticamente nessuna. Il contenuto dei file non viene alterato in alcun modo e la data di modificata risulta alterata su tutti i sistemi. Come dici? Vorresti saperne di più? Benissimo! Mettiti allora bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero soltanto per te e continua pure a leggere. Trovi le indicazioni di cui hai bisogno proprio qui di seguito.

Indice

Come modificare data creazione file da computer

Tanto per cominciare, andiamo a scoprire come modificare data creazione file a computer, più precisamente su Windows, macOS e Linux. Non è difficile, non hai assolutamente nulla di cui preoccuparti.

Modificare data creazione file: Windows

BulkFileChanger

Se vuoi modificare data creazione file su Windows, ti consiglio vivamente di rivolgerti a BulkFileChanger. Si tratta di un’applicazione gratuita e che non necessita di noiose procedure d’installazione, la quale consente di modificare la data di creazione, modifica e ultimo accesso di qualsiasi tipo di file. Supporta sia la retrodatazione che l’impostazione di date future, quindi è utile per tutti gli scopi.

Per scaricare BulkFileChanger sul tuo PC, collegati al relativo sito Internet e clicca su uno dei link collocati in fondo alla pagina: Download BulkFileChanger 64-bit (in Zip file) se utilizzi un sistema operativo a 64 bit, oppure Download BulkFileChanger (in Zip file) se utilizzi un sistema operativo a 32 bit.

A download completato, apri l’archivio ZIP che hai appena scaricato, estraine il contenuto in una cartella di tua scelta e avvia l’eseguibile BulkFileChanger.exe. Nella finestra che si apre, clicca sull’icona della cartella gialla che si trova in alto a sinistra e seleziona i file ai quali vuoi cambiare la data di creazione.

A questo punto, utilizza il mouse per selezionare i file nella finestra di BulkFileChanger (per selezionare tutti i file, tieni premuto il clic sinistro e trascina il puntatore sulle icone), fai poi clic sull’icona con l’orologio collocata in cima e procedi con le modifiche desiderate.

Se vuoi modificare solo la data di creazione dei file, metti il segno di spunta accanto alla voce Created, digita nel campo di testo adiacente la data di creazione che intendi associare a questi ultimi e clicca sul pulsante Do it, per salvare i cambiamenti. Se vuoi modificare anche l’orario di creazione dei file, metti il segno di spunta accanto al campo relativo all’orario e applica le modifiche desiderate.

Se lo ritieni necessario, puoi cambiare anche le date di ultima modifica e ultimo accesso, seguendo la stessa procedura di cui sopra, mettendo però il segno di spunta accanto alle voci Modified e Accessed. Semplice, vero?

Ti piacerebbe modificare la data di creazione di tutti i file di un certo tipo contenuti all’interno della stessa cartella (es. tutti i PDF contenuti nella cartella con i file di lavoro)? Nessun problema, con BulkFileChanger puoi fare anche questo. Per riuscirci, dopo aver avviato il programma devi cliccare sull’icona della cartella gialla con l’asterisco al centro collocata in alto a sinistra, devi premere sul pulsante (…) e devi selezionare la cartella in cui si trovano i file dei quali desideri modificare le proprietà.

Successivamente, devi cancellare l’ultimo asterisco (*) nel campo di testo al centro della finestra di cui sopra, devi sostituirlo con l’estensione dei file che desideri modificare (es. pdf) e devi cliccare sul pulsante OK. Ora segui la procedura illustrata in precedenza per la modifica della data di creazione, ultima modifica e accesso e il gioco è fatto.

Dopo aver utilizzato BulkFileChanger, per verificare l’avvenuta modifica della data di creazione, apertura o modifica di un file, fai clic destro su quest’ultimo e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, accanto alla voce Data creazione, Ultima modifica e Ultimo accesso dovresti trovare le date che hai impostato con il programma.

Modificare data creazione file: Mac

Terminale macOS

Se hai necessità di modificare data creazione file su Mac, ti comunico che puoi riuscirci usando il Terminale. Questo significa che non devi installare applicazioni di terze parti e puoi fare tutto in maniera velocissima, agendo da riga di comando. L’unico problema è che come data di creazione non si possono impostare date successive a quella odierna. Per la data di ultima modifica, invece, non c’è problema, si possono usare anche date future. Tutto chiaro? Bene, allora direi che possiamo passare all’azione.

Per modificare la data di creazione di un file, dunque, provvedi in primo luogo ad avviare il Terminale di macOS, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad.

Nella finestra che si apre, digita il comando touch -t AAAAMMGGhhmm (al posto di AAAA, MM e GG digita l’anno, il mese e il giorno della data di creazione vuoi impostare per il file e al posto di hh e mm l’orario espresso in ore e minuti), metti uno spazio vuoto, trascina nel Terminale l’icona del file al quale vuoi cambiare la data di creazione e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera del computer per salvare i cambiamenti. Ad esempio, per modificare la data di creazione di un file impostandola all’1 gennaio 1989 va usato il comando touch -t 198901010800 /percorsofile/nomefile.xyz.

Tieni presente che usando il comando di cui sopra si modificano contemporaneamente la data di creazione e quella di ultima modifica di un file. Per modificare solo la data di ultima modifica di un file lasciando intatta quella di creazione bisogna usare il comando touch -mt (la formattazione da usare per la data e il percorso del file da modificare rimane identica rispetto a quanto spiegato in precedenza).

Se vuoi, puoi anche modificare la data di creazione o ultima modifica di tutti i file presenti in una cartella. Per compiere quest’operazione, non devi far altro che utilizzare i comandi inserendo il percorso di una cartella anziché quello di un file al termine del comando (es. touch -t 198901010800 /percorso/). Per velocizzare l’operazione ti consiglio di digitare il comando da usare, la data di creazione o modifica da applicare ai file nella cartella e di copiare l’icona della cartella direttamente nella finestra del Terminale (lasciando uno spazio vuoto tra la data e il percorso).

Ti segnalo, infine, che adoperando il comando touch -t AAAAMMGGhhmm /percorso/*.xyz oppure il comando touch -mt AAAAMMGGhhmm /percorso/*.xyz puoi modificare la data di creazione o modifica di tutti i file di un certo tipo presenti nella stessa cartella (al posto di xyz devi digitare l’estensione del tipo di file che intendi modificare, es. touch -t AAAAMMGGhhmm /percorso/*.pdf per modificare solo la data di creazione dei file di tipo PDF). Facile, vero?

A modifica effettuata, per scoprire se la data di creazione e/o modifica di un file è stata effettivamente cambiata, clicca sull’icona del file in questione e premi la combinazione di tasti cmd+i sulla tastiera del Mac per richiamare la finestra con le proprietà dell’oggetto selezionato. Le date di creazione e ultima modifica si trovano nella sezione Generali della finestra che si apre.

Modificare data creazione file: Linux

Terminale Ubuntu

Puoi pure modificare data creazione file Linux, o per meglio dire da Ubuntu, che è una delle distribuzioni del sistema operativo maggiormente usate e apprezzate. Anche in tal caso, per riuscirci occorre agire da riga di comando, usando il Terminale. Come si fa? Semplice: allo stesso modo di come si procede su macOS.

Per cui, avvia il Terminale facendo clic sulla relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che puoi selezionare dalla schermata con l’elenco delle applicazioni installate sul sistema operativo, visibile dopo aver premuto sul pulsante Mostra applicazioni sulla barra laterale.

Una volta visualizzata la finestra del Terminale sul desktop, per a modificare la data di creazione dei file serviti dei medesimi comandi che ti ho già segnalato nel passo precedente per quel che concerne macOS e il gioco è fatto.

Come modificare data creazione file online

PDF Candy

Hai necessità di modificare data creazione file online? Ti comunico che la cosa è fattibile, ma solo per alcuni tipi di documenti. Ad esempio, se hai bisogno di modificare data creazione file PDF, puoi ricorrere a PDF Candy, un servizio Web gratuito che consente di intervenire sui PDF in diversi modi: convertendoli, dividendoli, alleggerendoli, sbloccandoli ecc. e, ovviamente, modificandone la data di creazione.

Il servizio in questione non presenta limitazioni per quel che concerne il peso massimo dei file caricati. La privacy degli utenti viene tutelata, in quanto i documenti caricati sui suoi server vengono eliminati automaticamente entro poche ore dall’upload.

Per servirtene, recati sulla relativa pagina Web, clicca sul bottone Aggiungi file e seleziona il PDF su cui vuoi andare ad agire. In alternativa, trascina il file direttamente nella finestra del browser. Puoi prelevare il PDF pure dal tuo account Google Drive o Dropbox, facendo clic sulle apposite icone.

Ad upload completato, clicca sul campo sotto la voce Creato il e imposta la data e l’orario che preferisci dal menu che compare. Se lo ritieni necessario, puoi inoltre modificare il campo relativo alla data di modifica e quelli riguardanti autore, parola chiave, titolo e soggetto.

Una volta completata tutta la procedura per modificare data creazione file PDF online, fai clic sul pulsante Applica modifica e procedi con il download del file modificato premendo sul pulsante Scarica file. Puoi altresì decidere di salvare il PDF compresso ottenuto su Google Drive oppure su Dropbox, selezionando l’icona del servizio di cloud storage che ti interessa.

Come modificare data creazione file da smartphone e tablet

Non hai a tua disposizione il computer e, dunque, ti piacerebbe capire come modificare data creazione file da smartphone e tablet? Ti accontento subito. Qui sotto, infatti, trovi spiegato come riuscirci, agendo sia da Android che da iOS/iPadOS. È facilissimo!

Modificare data creazione file: Android

Image Data Editor

Se quello che ti interessa fare è modificare data creazione file su Android, ti comunico che puoi riuscirci, ma solo per determinati tipi di file, in primis le foto.

Tra le varie applicazioni dedicate allo scopo, ti consiglio di provare Image Data Editor, che è completamente gratuita e, come intuibile dal nome stesso, consente di fare una sola cosa, ma alla grande: intervenire sulla data di creazione delle immagini che gli vengono date “in pasto”, permettendo di modificarla a piacere.

Per effettuarne il download e l’installazione, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se stai usando un device su cui non c’è il Play Store, puoi scaricare l’app da store alternativi). In seguito, avvia l’applicazione selezionando la sua icona (quella con la foto e l’orologio) che è stata aggiunta alla home screen e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale di Image Data Editor, concedi all’app i permessi eventualmente richiesti, imposta la modalità di visualizzazione degli annunci pubblicitari, premi sul pulsante Select by this app e seleziona le foto presenti nella galleria di Android relativamente alle quali ti interessa andare ad agire. Se le tue foto si trovano altrove, puoi anche prelevarle dall’app di tuo interesse premendo preventivamente sul pulsante Select by other apps.

Successivamente, fai tap sulla miniatura della foto, quindi sul campo con la data e/o su quello con l’ora nel riquadro che compare, dopodiché imposta i valori corretti tramite i menu che si aprono e premi sul bottone Save e poi su quello Update per salvare i cambiamenti apportati.

Modificare data creazione file: iOS/iPadOS

Foto di Apple

Possiedi un iPhone oppure un iPad e, dunque, ti piacerebbe capire come modificare data creazione file su iOS/iPadOS? Se le cose stanno così, ti comunico che, analogamente a quanto accade su Android, la cosa è fattibile solo per determinati tipi di file, come le foto.

Di app per modificare la data di creazione delle foto ce ne sono diverse, tra cui Foto, che è inclusa “di serie” su tutti i dispositivi della “mela morsicata”. Grazie a una funzione introdotta con iOS 15/iPadOS 15, è possibile leggere e modificare i dati EXIF riguardanti i contenuti presenti nel rullino.

Per avvalertene, apri l’app Foto, fai tap sull’anteprima dello scatto su cui intendi agire, fai uno swipe dal basso verso l’alto oppure premi sul pulsante (i) e, servendoti del calendario e del menu ora, definisci data e orario del file e premi sulla dicitura Regola per salvare i cambiamenti fatti.

Exif Manager

Se vuoi rivolgerti a una soluzione di terze parti, ti raccomando l’uso di Exif Manager, che è gratuita e permette di intervenire sulla data di creazione delle foto, oltre che su tutti gli altri metadati, in maniera semplice e veloce.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione dell’App Store, fai tap sul bottone Ottieni, poi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’applicazione selezionando la relativa icona (quella con l’obiettivo fotografico su sfondo nero) che è stata aggiunga alla home screen e/o alla Libreria app.

Una volta visualizzata la schermata principale di Exif Manager, concedi i permessi eventualmente richiesti dall’app e seleziona la foto relativamente alla quale desideri intervenire, dopodiché sfiora il pulsante con il calendario che si trova in basso e serviti del menu che ti viene proposto per regolare mese, anno, giorno e orario dello scatto.

Per concludere, porta su ON l’interruttore accanto alla voce Sovrascrivi la data di lascio della telecamera e premi sul pulsante Modifica per due volte consecutive per confermare e applicare le modifiche. Missione compiuta!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.