Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare il PC senza mouse

di

Oh no! Le pile del tuo mouse wireless si sono di nuovo scaricate e non riesci a trovare quelle di riserva. Come dici? Temi di non poter continuare a utilizzare il PC a causa di questo contrattempo?  Non dirlo neanche per scherzo! Ci sono molti modi di usare il computer senza ricorrere all’uso del mouse.

Che tu abbia un PC Windows o un Mac, poco importa: in entrambi i casi hai varie “strade” che puoi intraprendere per utilizzare il computer senza ricorrere al mouse. Qualche esempio? Ti accontento subito. Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso spiegarti come usare il PC senza mouse ricorrendo alle funzioni di accessibilità integrate nel sistema operativo del tuo computer, utilizzando alcune comode scorciatoie da tastiera e persino adoperando il tuo smartphone come mouse remoto.

Allora, sei curioso di scoprire di più sull’argomento? Sì? Fantastico! Tutto ciò che devi fare è metterti bello comodo, leggere con molta attenzione le istruzioni contenute nei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attuare le “dritte” che ti darò. Non mi resta altro che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Funzioni di accessibilità

Sia su Windows che su macOS sono presenti alcune funzioni di accessibilità (pensate soprattutto per gli utenti che hanno problemi di vista e/o di udito) grazie alle quali è possibile usare il PC senza mouse controllando il puntatore con il tastierino numerico. Vediamo subito come sfruttarle.

Windows

Su Windows è possibile muovere il puntatore del mouse con i tasti numerici della tastiera sfruttando la funzione Controllo puntatore. Per attivarla, recati nel Pannello di controllo classico (clicca, quindi, sul pulsante Start, cerca “pannello di controllo” nel menu che si apre e seleziona il primo risultato della ricerca), fai clic sull’icona Accesso facilitato, clicca sulla voce Modifica funzionamento del mouse, metti la spunta sull’opzione Attiva Controllo puntatore e poi fai clic sui pulsanti Applica e OK per salvare le modifiche appena apportate.

Come puoi notare, accanto all’orologio (nell’angolo in basso a destra della barra delle applicazioni) è comparsa l’icona di un mouse, a dimostrazione del fatto che l’opzione Controllo puntatore è attiva. Da questo momento in poi, puoi utilizzare il tastierino numerico per muovere il cursore del mouse. Comodo, vero?

Se desideri modificare la velocità del puntatore, clicca sulla voce Imposta Controlla puntatore e, nella schermata che si apre, imposta la velocità massima e l’accelerazione del puntatore tramite le apposite barre di regolazione e poi salva le modifiche cliccando sui bottoni Applica e OK.

Per disabilitare la funzione appena attivata, recati nuovamente in Pannello di controllo > Accesso facilitato > Modifica funzionamento del mouse, togli la spunta dall’opzione Attiva Controllo puntatore e poi clicca sui bottoni Applica e OK per salvare le modifiche.

macOS

Anche su macOS è presente una funzione che permette di controllare il puntatore del mouse tramite il tastierino numerico. Sei curioso di scoprire come attivarla? Te lo spiego subito.

Tanto per cominciare, recati in Preferenze di sistema (l’icona grigia con gli ingranaggi situata nel Dock), fai clic sulla voce Accessibilità (l’icona dell’omino bianco su sfondo azzurro), sposta il cursore del mouse sulla barra laterale di sinistra, scorri l’elenco delle opzioni presenti nella stessa e poi fai clic sulla voce Mouse e trackpad situata in fondo. Nella schermata che si apre, metti la spunta sulla voce Abilita “Tasti mouse” e il gioco è fatto.

Se desideri modificare le impostazioni relative alla funzione appena attivata, clicca sul pulsante Opzioni… collocato in alto a destra della finestra Accessibilità e seleziona il ritardo iniziale e la velocità massima che preferisci di più servendoti delle apposite barre di regolazione.

Per disattivare la funzione “Tasti mouse”, recati nuovamente in Preferenze di sistema > Accessibilità > Mouse e trackpad e togli la spunta dall’opzione Abilita “Tasti Mouse”.

Scorciatoie da tastiera

Come selezionare con la tastiera

Uno dei modi migliori per usare il PC senza mouse è quello di ricorrere alle scorciatoie da tastiera. Detto in altre parole, puoi utilizzare i tasti di scelta rapida e alcune combinazioni di tasti specifiche per eseguire operazioni che solitamente vengono fatte con il mouse.

Windows

Ecco alcune delle principali combinazioni di tasti per compiere alcune operazioni generali su Windows.

  • Ctrl+X per tagliare l’elemento selezionato.
  • Ctrl + C per copiare l’elemento selezionato.
  • Ctrl + V per incollare l’elemento selezionato.
  • Ctrl + Z per annullare un’operazione.
  • Alt + Tab per spostarsi tra le applicazioni aperte.
  • Alt + F4 per chiudere l’elemento attivo o uscire dall’applicazione attiva.
  • Tasto Windows + L per bloccare il PC.
  • Tasto Windows + D per visualizzare e nascondere il desktop.
  • F2 per rinominare l’elemento selezionato.
  • F3 per ercare un file o una cartella in Esplora File.
  • F4 per visualizzare l’elenco della barra degli indirizzi in Esplora File.
  • F5 per aggiornare la finestra attiva.
  • F6 per scorrere gli elementi della schermata in una finestra o sul desktop.
  • F10 per attivare la barra dei menu nell’applicazione attiva.
  • Ctrl + F4 per chiudere il documento attivo (nelle applicazioni a schermo intero e che ti consentono di tenere aperti più documenti contemporaneamente).
  • Ctrl + A per selezionare tutti gli elementi in un documento o una finestra.
  • Ctrl + D (o Canc) per eliminare l’elemento selezionato e spostarlo nel Cestino.
  • Ctrl + R (o F5) per aggiornare la finestra attiva.
  • Ctrl + Y per ripetere un’operazione.
  • Ctrl + freccia destra per spostare il cursore all’inizio della parola successiva.
  • Ctrl + freccia sinistra per spostare il cursore all’inizio della parola precedente.
  • Ctrl + freccia giù per spostare il cursore all’inizio del paragrafo successivo.
  • Ctrl + freccia su per spostare il cursore all’inizio del paragrafo precedente.
  • Ctrl + Alt + Tab per usare i tasti di direzione per passare da un’applicazione aperta a un’altra.
  • Alt + Maiusc + tasti di direzione per spostare nella direzione specificata un gruppo o un riquadro quando ha lo stato attivo nel menu Start.
  • Ctrl + Maiusc + tasti di direzione nel menu Start, permette di spostare un riquadro in un altro.
  • Ctrl + tasti di direzione per ridimensionare il menu Start quando è aperto.
  • Ctrl + tasto di direzione (per spostarsi su un elemento) + barra spaziatrice per selezionare più elementi singoli in una finestra o sul desktop.
  • Ctrl + Maiusc + un tasto di direzione per selezionare un blocco di testo.
  • Ctrl + Esc per aprire il menu Start.
  • Ctrl + Maiusc + ESC per aprire lo strumento Gestione attività.
  • Ctrl + Maiusc per cambiare il layout di tastiera (se ne sono disponibili diversi).
  • Maiusc + F10 per visualizzare il menu di scelta rapida per l’elemento selezionato.
  • Maiusc + qualsiasi tasto di direzione per selezionare più elementi in una finestra o sul desktop oppure il testo in un documento.
  • Ctrl + Canc per eliminare l’elemento selezionato senza spostarlo nel Cestino.
  • Freccia destra per aprire il menu successivo a destra o un sottomenu.
  • Freccia sinistra per aprire il menu successivo a sinistra o chiudere un sotto-menu.
  • Esc per interrompere o uscire dall’attività corrente.

Se desideri sapere quali altre scorciatoie da tastiera puoi utilizzare su Windows 10, Windows 8.1 e Windows 7, clicca qui per collegarti alla pagina del sito Internet di Microsoft contenente l’elenco completo. Ti consiglio anche di consultare le linee guida dei programmi che usi frequentemente per apprendere le abbreviazioni specifiche messe a disposizione da questi ultimi.

macOS

Ecco alcune delle principali combinazioni di tasti per compiere alcune operazioni generali su macOS.

  • cmd + x per rimuovere l’elemento selezionato e copiarlo negli appunti.
  • cmd + c per copiare l’elemento selezionato negli appunti (funziona anche per i file nel Finder).
  • cmd + v per incollare i contenuti degli appunti nel documento o nell’app corrente (funziona anche per i file nel Finder).
  • cmd + z per annullare il comando precedente. Per eseguire di nuovo il comando annullato, è possibile premere cmd + maiusc + z. In alcuni programmi è possibile annullare e ripristinare comandi multipli.
  • cmd + a per selezionare tutti gli elementi.
  • cmd + f per cercare elementi in un documento o per aprire una finestra Cerca.
  • cmd + g per cercare l’occorrenza successiva dell’elemento cercato in precedenza. Per cercare l’occorrenza precedente, premi cmd + maiusc + g.
  • cmd + h per nascondere le finestre dell’applicazione in primo piano. Per visualizzare l’applicazione in primo piano e nascondere tutte le altre applicazioni, invece, premi cmd + opzione + h.
  • cmd + m per ridurre a icona la finestra in primo piano sul Dock. Per ridurre a icona tutte le finestre dell’applicazione in primo piano, invece, premi cmd + opzione + m.
  • cmd + n per aprire un nuovo documento o una nuova finestra.
  • cmd + o per aprire l’elemento selezionato o una finestra di dialogo per selezionare un file da aprire.
  • cmd + p per stampare il documento corrente.
  • cmd + s per salvare il documento corrente.
  • cmd + w per chiudere la finestra in primo piano. Per chiudere tutte le finestre del programma in uso, premi cmd + opzione + w.
  • cmd + q per uscire dal programma in uso.
  • opzione + cmd + esc per forzare la chiusura di un programma.
  • cmd + barra spaziatrice per richiamare/nascondere il campo di ricerca Spotlight.
  • cmd + tabulatore per passare al programma successivo usato più di recente fra quelli aperti.
  • maiusc + cmd + tilde (~) per passare alla finestra successiva usata più di recente dell’applicazione in primo piano.
  • maiusc + cmd + 3 per acquisire un’istantanea dell’intera schermata.
  • cdm + virgola (,) per aprire le preferenze dell’applicazione in primo piano.

Se desideri sapere quali altre scorciatoie da tastiera puoi utilizzare su macOS, clicca qui per collegarti alla pagina del sito Internet di Apple che le elenca tutte.  Ti suggerisco anche di leggere le linee guida dei programmi che usi con maggior frequenza, in modo tale da acquistare dimestichezza con le abbreviazioni specifiche messe a disposizione da questi ultimi.

Soluzioni alternative

Le soluzioni che ti ho indicato nei paragrafi precedenti non ti hanno entusiasmato? Beh, allora dai un’occhiata alle soluzioni alternative elencate proprio qui sotto e vedrai che non te ne pentirai.

Usare un touchpad

Un modo per usare il computer senza mouse è quello di ricorrere a un touchpad, Se hai a disposizione un portatile Windows o un MacBook, il touchpad è integrato nel computer stesso (un po’ più giù della tastiera). A meno che tu non abbia disattivato il touchpad (se hai disattivato il touchpad, clicca qui per scoprire come attivarlo nuovamente), puoi utilizzare questa periferica di input per muovere il cursore, senza dover necessariamente collegare un mouse esterno.

Se, invece, utilizzi un PC fisso, puoi acquistare un touchpad esterno da collegare al computer. In commercio ne esistono diversi e puoi acquistarli sia nei negozi fisici che nei principali store online (es. Amazon). In alternativa, puoi acquistare tastiere che integrano al loro interno delle aree sensibili al tocco, dei veri e propri touchpad da tastiera. Se ricordi, te ne ho già parlato nella guida all’acquisto dedicata alle migliori tastiere.

Rii Mini X1 Wireless (Layout Italiano) - Mini Tastiera con Mouse touch...
Amazon.it: 19,99 €Vedi offerta su Amazon


Usare lo smartphone come mouse remoto

Un’altra soluzione che puoi adottare per usare il PC senza mouse è quella di utilizzare lo smartphone come mouse remoto. Sia su Google Play Store che su App Store, infatti, sono presenti alcune app gratuite che permettono di utilizzare il proprio cellulare a mo’ di “telecomando per PC” le quali sfruttano la connessione Wi-Fi. Una delle più famose in assoluto è Remote Mouse: lascia che ti spieghi come utilizzarla al meglio.

Tanto per cominciare, scarica Remote Mouse sul tuo dispositivo Android o iOS e avvia l’applicazione pigiando sulla sua icona. Dopodiché scarica il client ufficiale di Remote Mouse sul tuo computer: clicca qui per collegarti alla pagina di download di Remote Mouse, pigia sul pulsante Scaricalo subito e, nel riquadro che si apre, fai clic sul pulsante Windows per scaricare la versione per Windows o Mac per collegarti alla pagina del Mac App Store da cui scaricare il programma.

Su Windows, apri il pacchetto d’installazione del software (RemoteMouse.exe) e clicca prima sul pulsante  e poi su OK, Next e Finish per completare il setup. Su macOS, invece, esegui il download direttamente dal Mac App Store: clicca sul pulsante Vedi nel Mac App Store presente nella pagina che si è aperta nel browser e, nella finestra che si apre, fai clic sul pulsante Ottieni/Installa l’app e attendi il download del programma.

Non appena avrai installato e avviato Remote Mouse sia sul tuo dispositivo mobile che sul PC (e aver collegato entrambi alla stessa rete Wi-Fi), sei finalmente pronto per utilizzare il tuo “mouse wireless”: pigia sul nome del computer che vuoi comandare a distanza e poi sposta il cursore trascinando il dito sullo schermo del tuo device.

Per simulare il clic destro del mouse, fai tap con due dita sullo schermo dello smartphone; per accedere alle altre funzioni messe a disposizione da Remote Mouse, invece, pigia sui pulsanti collocati in alto, che servono a digitare del testo, avviare programmi e quant’altro. Ti ricordo che alcune feature di Remote Mouse (come quella che permette di gestire i controlli multimediali da remoto) sono disponibili effettuando acquisti in-app, a partire da 2,29 euro per elemento.