Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come navigare anonimi su Internet gratis

di

Vorresti navigare su Internet in maniera anonima (e magari anche gratuita) perché sei fissato con la privacy e il browser in incognito secondo te non garantisce abbastanza tutele? Hai sentito parlare della possibilità di utilizzare Web Proxy o VPN per aggirare eventuali restrizioni in Rete, ma non hai ancora chiaro quali siano i migliori strumenti a cui rivolgerti? Non preoccuparti, posso fornirti io le informazioni e le indicazioni di cui hai bisogno, con questa mia guida dedicata all’argomento.

Tutto ciò che ti serve è qualche minuto libero. Mettiti seduto comodo e prenditi del tempo per leggere quanto riportato di seguito. Nelle righe successive ti parlerò di quelle che ritengo siano le migliori soluzioni per poter navigare anonimi su Internet gratis. Ti anticipo già che puoi riuscirci sia da computer che da smartphone e tablet.

Allora? Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Ti assicuro che non dovrai fare nulla di particolarmente complicato o che comunque sia fuori dalla portata dei più. Segui scrupolosamente le istruzioni che trovi qui sotto e vedrai che in un battibaleno potrai finalmente solcare i “meandri” del Web in perfetto anonimato e senza spendere soldi.

Indice

Come navigare anonimi su Internet gratis da computer

Se ti interessa capire come navigare anonimi su Internet gratis agendo da computer, le soluzioni a cui puoi rivolgerti sono quelle che trovi segnalate di seguito. Puoi farlo usando un apposito navigatore denominato Tor Browser, dei servizi di VPN oppure dei proxy online.

Tor Browser (Windows/macOS/Linux)

Tor Browser

La prima soluzione per navigare anonimi su Internet gratis che ti propongo è Tor Browser. Se non hai mai sentito parlare, ti informo che si tratta di un browser, come suggerisce il nome stesso, basato su una versione modificata di Mozilla Firefox. È gratis e funziona su Windows, macOS e Linux.

Al suo interno sono presenti dei moduli e delle configurazioni tali da poter accedere alla rete Tor (acronimo di The Onion Router), un sistema a cipolla che racchiude i dati in vari livelli di crittografia, nato con lo scopo di tutelare gli utenti che navigano ogni giorno su Internet, evitando che vengano tracciati e che possa essere violata la loro privacy. Questa rete nasconde l’identità dell’utente che si connette a Internet, facendo in modo che la connessione che ha stabilito venga fatta rimbalzare tra i vari nodi sparsi in tutto il globo.

Per effettuare il download di Tor Browser sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Scarica Tor Browser presente al centro, dopodiché clicca sul pulsante Scarica per Windows oppure su quello Scarica per macOS, a seconda del sistema operativo impiegato.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante OK nella finestra di selezione della lingua che vedi comparire. In seguito, seleziona la cartella dove estrarre i file necessari di Tor Browser premendo sul pulsante Sfoglia. Procedi facendo clic sul pulsante Installa e poi su quello Chiudi.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg scaricato e trascina l’icona di Tor Browser nella cartella Applicazioni del Mac, dopodiché facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, quindi premi sul bottone Ottieni nella finestra mostrata sulla scrivania, in modo da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni volute da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra principale di Tor Browser, premi sul pulsante sul pulsante Connetti e attendi qualche secondo, in modo che l’applicazione possa connettersi alla rete Tor e permetterti di navigare in completo anonimato.

Una volta stabilita la connessione con la rete Tor, verrà avviata la versione di Mozilla Firefox già configurata per garantirti una navigazione anonima in Internet. Il tuo IP sarà anche camuffato, così da assicurarti pieno anonimato. Utilizza, dunque, la barra degli indirizzi in alto per avviare le tue ricerche.

Se ti trovi in un paese sottoposto a censura oppure se il tuo fornitore di servizi Internet richiede l’uso di un proxy o firewall, prima di stabilire la connessione procedi in questo modo: clicca sul pulsante Impostazioni della rete Tor che compare subito dopo l’apertura del browser e intervieni sulle sezioni Bridges e Avanzate nella schermata che ti viene mostrata, in modo da definire l’uso di un bridge, di un proxy oppure di porte specifiche su di un firewall.

Quando vorrai chiudere la navigazione in anonimato tramite Tor Browser, se stai usando Windows potrai farlo semplicemente premendo sulla (x) in alto a destra nella finestra di navigazione, mentre su macOS ti basterà fare clic sul menu Tor Browser in alto a sinistra e selezionare la voce Esci da Tor Browser. Per approfondimenti, consulta la mia guida specifica su come usare Tor.

VPN

Surfshark macOS

Un’altra soluzione per navigare anonimi su Internet consiste nell’usare i servizi di VPN (acronimo di Virtual Private Network). Si tratta di un meccanismo che, usando la tecnica del tunneling, consente sia di rendere invisibile la propria attività in Rete a occhi esterni (inclusi quelli del proprio fornitore di servizi) che di mascherare il proprio indirizzo IP e, di conseguenza, la propria posizione.

Nella maggior parte dei casi si tratta di soluzioni che di base sono a costo zero, ma che offrono anche abbonamenti o opzioni a pagamento per fruire di un maggior numero di funzioni oppure quando sono completamente pay mettono a disposizione dei periodi di prova o la formula “soddisfatti o rimborsati”. Ci sono anche delle alternative totalmente gratis, ma è preferibile evitarle in quanto spesso rubano i dati degli utenti.

Tra i tanti servizi VPN disponibili, personalmente ti suggerisco di rivolgerti a NordVPN, che è una soluzione sicura e facile da usare. Cifra i dati della connessione con un algoritmo avanzato e li cela non solo a potenziali malintenzionati, ma anche a ISP e ai gestori dello stesso servizio. Su computer è disponibile per Windows, macOS e Linux e offre una vasta gamma di server tra cui scegliere presenti in ogni dove del globo.

I piani disponibili sono diversi, tutti con garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni e il supporto all’utilizzo contemporaneo su 6 dispositivi. Dopo aver scelto il piano e creato l’account, devi procedere al download del client di NordVPN per Windows dalla relativa sezione del sito del servizio, dopodiché devi avviare il file .exe e seguire la procedura d’installazione guidata proposta. Se stai usando macOS, invece, puoi scaricare e installare l’applicazione di NordVPN direttamente dalla relativa sezione del Mac App Store.

Ad installazione completata, non ti resta che avviare NordVPN, eseguire l’accesso con i dati del tuo account e selezionare il server che vuoi usare tra quelli disponibili per iniziare a navigare in maniera anonima. Per approfondimenti, leggi la mia recensione di NordVPN.

Un altro ottimo servizio VPN che puoi valutare di usare è Surfshark, il quale permette di selezionare il proprio indirizzo IP tra oltre 1040 server disseminati in più di 61 Paesi del mondo. Da computer si può usare con Windows, macOS e Linux e come estensione per i browser Chrome e Firefox.

Surfshark è disponibile con vari piani in abbonamento, i cui prezzi variano in base alle promo in corso e con garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni. Dopo aver selezionato il piano che preferisci e creato l’account per poterne usufruire, se stai usando Windows collegati alla pagina per il download del client e fai clic sul logo del sistema operativo per procedere con lo scaricamento, dopodiché avvia il file .exe ottenuto e attieniti alla procedura d’installazione proposta. Se stai usando macOS, invece, accedi direttamente alla relativa sezione del Mac App Store ed effettua il download e l’installazione da lì.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, avvia il client di Surfshark, accedi con il tuo account e premi sul pulsante Connetti per collegarti in automatico al server più veloce oppure accedi alla scheda Posizioni per scegliere manualmente il server al quale collegarti. Per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia recensione di Surfshark.

Proxy online

ProxySite

Anche i proxy online rappresentano un ottimo sistema per navigare anonimi su Interne gratis. Si tratta, infatti, di servizi che vanno a mettere in comunicazione il computer con un determinato sito Internet facendo da tramite fra le due parti. Utilizzando i server proxy, dunque, è possibile camuffare il proprio indirizzo IP e accedere ai siti bloccati per questioni geografiche o amministrative.

L’unica cosa di cui occorre tenere conto e che, usandoli, la velocità di navigazione potrebbe diminuire, per cui non sono propriamente la scelta migliore per quel che riguarda video in streaming e contenuti multimediali di varia tipologia particolarmente pesanti. Per avere maggiore larghezza di banda bisogna acquistare dei piani in sottoscrizione (quando disponibili).

Ad ogni modo, se la cosa ti interessa qui sotto trovi elencati quelli che, a mio avviso, rappresentano le migliori soluzioni della categoria. Per usarli, collegati al relativo sito Web, digita l’URL che vuoi visitare, seleziona il server (se necessario) e premi sul pulsante per avviare la navigazione.

  • Proxy Site – si tratta di un servizio di proxy online che permette di camuffare il proprio IP con uno estero, a scelta fra server europei o statunitensi. Di base è gratis, ma c’è anche in versione a pagamento (con costi a partire da 5,99 dollari/mese con fatturazione annuale) che offre un maggiore livello di compatibilità e altre feature extra.
  • FilterBypass – altro strumento Web gratuito appartenente alla categoria dei proxy online che permette di navigare su specifici siti Web usando server UK oppure US.
  • Hide.me – ulteriore servizio di Web proxy che permette di collegarsi a qualsiasi sito Web oltrepassando eventuali restrizioni, andando a proxare l’indirizzo IP reale con uno di Paesi Bassi, Germania o Finlandia.

Come navigare anonimi su Internet da smartphone e tablet

Non hai il computer a portata di mano e vorresti allora capire come navigare anonimi su Internet agendo da smartphone e tablet? Ti accontento subito! Trovi tutte le spiegazioni di cui hai bisogno proprio qui sotto. Anche in tal caso, puoi riuscirci usando un browser specifico oppure dei servizi di VPN.

Tor Browser (Android)

Come proxarsi con Tor su smartphone e tablet

Se quello che stai usando è uno smartphone o un tablet Android, ti comunico che Tor Browser, lo speciale browser di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida per navigare anonimi su Internet gratis, è disponibile anche in tal caso e anche sulla piattaforma mobile del “robottino verde” permette di accedere alla rete Tor.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se stai usando un dispositivo su cui mancano i servizi Google, puoi rivolgerti a store alternativi). In seguito, avvia l’app selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale di Tor Browser, premi sul tasto Connetti per collegarti alla rete Tor e comincia a navigare online. Tutto qui! Serviti quindi della barra degli indirizzi in alto per navigare sul Web in anonimato.

Nel caso in cui vessi bisogno di configurare l’accesso tramite bridge, fai tap sul pulsante a forma di ruota d’ingranaggio visibile in alto e seleziona la voce Configura bridge dal menu che compare.

Onion Browser (iOS/iPadOS)

Come proxarsi con Tor su smartphone e tablet

Se possiedi un iPhone oppure un iPad, Tor Browser non è ufficialmente disponibile, ma puoi rivolgerti ad Onion Browser. Si tratta di un’app gratuita per iOS/iPadOS che è stata configurata per stabilire una connessione alla rete Tor.

Per effettuare il download e l’installazione di Onion Browser, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente avvia l’app selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen e/o alla Libreria app di iOS/iPadOS.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, seleziona la voce Forza e fai tap sul pulsante Collegarsi a Tor, in modo da stabilire il collegamento alla rete Tor. A collegamento avvenuto, premi sul pulsante Successivo

Adesso, scegli il livello di sicurezza che preferisci usare in fase di navigazione tra le seguenti opzioni: Oro (è l’opzione più sicura), Argento (garantisce un buon livello di privacy) oppure Bronzo (permette di disattivare la maggior parte delle protezioni integrate). In seguito, tocca il pulsante Inizia navigazione e potrai accedere a Internet usando la barra degli indirizzi in alto.

Nel caso in cui ti trovassi in un paese oppure in un’area geografica sottoposta a censura, prima di stabilire il collegamento fai tap sul pulsante Configura Bridges situato nella sua schermata iniziale, in modo da accedere al pannello di configurazione dei bridge tramite il quale usare quelli integrati, richiederne di nuovi dalla rete Tor oppure definirne di personalizzati.

VPN

VPN

I servizi di VPN sono fruibili anche da smartphone e tablet. Il loro funzionamento è praticamene analogo a quello da computer che ti ho descritto nel passo nella parte iniziale della guida.

Per cui, se lo desideri, puoi provare suoi tuoi device app di servizi come NordVPN (disponibile per Android e iOS/iPadOS), Surfshark (disponibile per Android e iOS/iPadOS) o altri dello stesso genere.

Ti segnalo, infine, che puoi usare i proxy Web di cui ti ho parlato prima anche da smartphone e tablet; ti basta accedere a essi via browser.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.