Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Server proxy

di

Desideri accedere a un sito Internet che presenta delle restrizioni regionali e normalmente non risulta raggiungibile dall’Italia? Per questioni di privacy non vuoi lasciare tracce del tuo passaggio su un determinato sito Internet? Beh, allora prova ad usare un server proxy. La questione ti interessa ma non hai la più pallida idea di che cosa sia un server proxy e come fare per potertene servire? No problem. Leggi le seguenti righe e vedrai che in men che non si dica avrai le idee molto già chiare a riguardo.

I proxy, per dirla in maniera molto semplice, sono dei computer remoti che si interpongono fra il nostro dispositivo e i siti che vogliamo visitare consentendoci di camuffare la nostra reale posizione geografica (es. facendoci risultare negli USA o in altri Paesi) e il nostro indirizzo IP.

Ci sono diversi modi per avvalersi di questi “intermediari” del Web: quello più semplice consiste nell’utilizzare dei servizi online che permettono di fare tutto direttamente dal browser, senza configurare alcunché sul computer in uso oppure sullo smartphone o sul tablet. In alternativa, si possono consultare delle liste di server pubblici e configurarne manualmente l’utilizzo nelle impostazioni di Windows o macOS oltre che su Android e su iOS. Ecco tutto in dettaglio.

Servizi online

Non ti va di metter mano alle impostazioni del computer e preferisci ricorrere all’uso di un servizio online che ti faccia da server proxy (i cosiddetti Web proxy)? Allora ti suggerisco di prendere in considerazione le soluzioni che trovi indicante qui di seguito.

Tieni soltanto presente che quando vengono utilizzati questo tipo di soluzioni, la navigazione online può risultare piuttosto lenta.

Hide.me

Proxy

Tra i Web proxy più famosi ed affidabili c’è Hide.me. Puoi servirtene collegandoti alla pagina principale del servizio mediante il link che ti ho appena fornito, digitando l’indirizzo del sito che vuoi visitare con l’IP camuffato nell’apposita barra posta al centro dello schermo e facendo poi clic sul pulsante giallo Visit anonymously.

Il servizio integra anche tutta una serie di opzioni avanzate, mediante le quali è possibile scegliere il Paese dal quale risultare collegati (menu a tendina Proxy location) e la modalità di connessione al sito da visitare (menu a tendina More options). Tra le opzioni disponibili ci sono quelle per consentire i cookie (Allow Cookies), cifrare l’URL (Encrypt URL), cifrare la pagina (Encrypt Page), rimuovere gli script o gli oggetti della pagina da visitare (Remove Scripts e Remove Objects).

FilterBypass

Come cambiare IP del PC

Un altro servizio di Web Proxy che ti consiglio di prendere in considerazione è FilterBypass che presenta dei comodi pulsanti di accesso rapido a servizi come YouTube, Facebook e Twitter. Il suo funzionamento non è dissimile da quello di HideMyAss.

Tutto ciò che devi fare per servirtene è collegarti alla pagina principale del servizio mediante il link che ti ho appena fornirto, digitare l’indirizzo del sito da visitare nell’apposito campo di testo e cliccare sul pulsante Surf. Selezionando o deselezionando le voci collocate sotto la barra degli l’URL è possibile attivare o disattivare script, cookie e navigazione cifrata.

Configurazione manuale

Se invece preferisci configurare manualmente l’uso dei proxy, devi innanzitutto procurarti gli indirizzi dei server da utilizzare per la tua connessione recandoti su siti Web come HideMy.nameNordVPN sui quali puoi trovare liste sempre aggiornate di server proxy gratuiti disseminati in tutto il mondo.

Da notare che per ogni server va impostata anche una porta da utilizzare per la connessione e che sono disponibili server di diverso tipo, come HTTP, HTTPS e SOCKS4/5. Fai molta attenzione a tutte queste caratteristiche per la configurazione di Windows, macOS, Android e iOS altrimenti la connessione non funzionerà. Ed ora ecco quello che devi fare.

Windows

Server proxy

Per configurare un proxy su Windows, fai clic sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), cerca Opzioni Internet nel menu che si apre e seleziona il primo risultato della ricerca. Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Connessioni, fai clic sul pulsante Impostazioni LAN e apponi il segno di spunta accanto alla voce Utilizza un server proxy per le connessioni LAN.

A questo punto, clicca sul pulsante Avanzate, rimuovi il segno di spunta dalla voce Utilizza lo stesso server proxy per tutti i protocolli e compila i campi con indirizzo e porta del tipo di server che intendi configurare (es. HTTP Secure per HTTPS). Infine clicca su OK per salvare le impostazioni e dovresti poter navigare via proxy in tutti i browser.

Dopo aver seguito le indicazioni in questione, puoi testare l’effettivo funzionamento del server proxy da te scelto. Per fare ciò, apri il browser e prova a visitare siti come What IS My IP Address e WhatIP: se tutto è andato per il verso giusto, il tuo computer verrà rilevato come connesso da un Paese estero.

Al termine della tua sessione di navigazione con il server proxy, per disattivare l’uso del proxy non devi far altro che tornare nelle schermata del pannello di controllo di Windows e rimuovere la spunta dalle voci che hai attivato in precedenza.

Se utilizzi un PC equipaggiato con Windows 10, puoi impostare l’utilizzo di un proxy anche tramite il pannello Impostazioni, accessibile cliccando sull’icona dell’ingranaggio presente nella parte laterale del menu Start. Dopo essere entrato nel pannello delle Impostazioni, clicca quindi sull’icona Rete e Internet, seleziona la voce Proxy dalla barra laterale di sinistra e recati nel campo Usa un server proxy.

Sposta quindi su Attivato la levetta relativa all’opzione Usa server proxy e compila il modulo sottostante con l’indirizzo IP e la porta del server proxy da utilizzare.

macOS

Server proxy

La configurazione di un server proxy su macOS è ancora più semplice. Tutto quello che devi fare è aprire Preferenze di sistema facendo clic sulla sua icona annessa al dock, cliccare sull’icona di Rete, selezionare il nome della connessione in uso (es. Wi-Fi) e premere il bottone Avanzate… collocato in basso a destra.

A questo punto, seleziona la scheda Proxy, apponi il segno di spunta accanto alla voce relativa al tipo di proxy da usare (es. Proxy SOCKS oppure Proxy Web (HTTP)), compila i campi relativi a indirizzo e porta e clicca su OK per salvare le impostazioni.

Dopo aver seguito i passaggi in questione, puoi testare l’effettivo funzionamento del server proxy da te scelto. Per fare ciò, attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nelle righe precedenti, quanto ti ho spiegato come fare per utilizzare un server proxy su Windows.

Al termine della tua sessione di navigazione “segreta”, per disattivare l’uso del proxy non devi far altro che tornare nelle schermata delle preferenze di sistema di macOS e rimuovere la spunta dalle voci che hai attivato in precedenza.

Android

Server proxy

Come ti dicevo, puoi utilizzare un server proxy anche da smartphone e tablet. Nel caso specifico di Android, il primo passo che devi compiere è quello di accedere alla schermata del dispositivo in cui risultano raggruppate tutte le applicazioni, pigiare sull’icona di Impostazioni, individuare la voce Wi-Fi dal menu che ti viene mostrato, fare una pressione sul nome della rete a cui sei attualmente collegato e tappare poi su Modifica config. di rete.

Nella schermata che a questo punto ti verrà mostrata, apponi un segno di spunta accanto alla voce Mostra opzioni avanzate, scorri leggermente il menu visualizzato, individua la voce Proxy, pigia sul menu sottostante e scegli l’opzione Manuale. Per concludere, compila i campi Nome host proxy e Porta con le informazioni reperite mediante i servizi che ti ho indicato in precedenza e fai tap su Salva. Semplice, vero?

A questo punto, puoi testare l’effettivo funzionamento del server proxy appena configurato sul dispositivo. Per fare ciò, attieniti alle indicazioni che ti ho fornito nelle righe precedenti, quanto ti ho spiegato come fare per utilizzare un server proxy su Windows.

Una volta terminata la tua sessione di navigazione con il server proxy, torna nuovamente nelle impostazioni di configurazione della rete Wi-Fi a cui sei collegato, pigia sul menu sottostate la voce Proxy e seleziona Nessuno.

iOS

Server proxy

Se invece ti interessa capire come configurare l’uso di un serve proxy sul tuo iPhone o iPad, provvedi innanzitutto ad accedere alla home screen dopodiché fai tap sull’icona di Impostazioni, individua la voce Wi-Fi e pigiaci sopra.

Nella schermata che a questo punto ti viene mostrata, pigia sulla i collocata accanto al nome della rete a cui sei connesso, effettua un leggero swipe verso il basso sino ad individuare la dicitura Configura proxy e fai tap su Manuale.

Per concludere, compila i campi Server e Porta con con le informazioni reperite mediante i servizi che ti ho indicato in precedenza e poi torna alla schermata precedente facendo tap sulla freccia collocata in alto a sinistra.

Se vuoi, puoi anche testare l’effettivo funzionamento del server proxy da te configurato. Per fare ciò, segui le indicazioni che ti ho fornito nelle righe precedenti, quanto ti ho spiegato come fare per utilizzare un server proxy su Windows.

Una volta terminata la tua sessione di navigazione con il server proxy, torna nuovamente nelle impostazioni di configurazione della rete Wi-Fi a cui risulti essere collegato, individua la voce Configura proxy e fai tap su Nessuno.